21.4.17

Il Processo Azzurrostellato. Spettacolo allo Iacovone, questa Paganese può volare!


Il recupero col Taranto non poteva che essere più dolce per la Paganese. La squadra campana ha vinto la sfida coi calabresi e si è piazzata sempre all’ottavo posto in classifica. Un successo maturato dopo una gara giocata con un’intensità a dir poco impressionante. Nessuno ha deluso, ma tutti hanno sono scesi in campo dando il massimo per novanta minuti.

Partiti a razzo, dopo soli 10 minuti Firenze ha trovato il vantaggio. Il calciatore, uno dei migliori in campo, ha sfiorato la doppietta personale in più occasioni senza però trovarla. Il Taranto stenta a reagire e sul finire del primo tempo ecco l’episodio che cambia la partita. Fallo da ultimo uomo per De Nicola ed espulsione in evitabile. Penalty per gli azzurrostellati che mandano sul dischetto Cicerelli, l’esterno non sbaglia e fa 2-0. La ripresa scorre quindi veloce. Ecco altre altre due reti, firmate da Reginaldo e Parlati. Proprio su questi due giocatori possiamo aprire un’importante parentesi.

Entrambi non sono partiti dall’inizio, ma vengono mandati in campo da Grassadonia nel secondo tempo. Nonostante la gara sia in ghiaccio i due attaccanti non sdegnano l’impegno. In mezzo di mezz’ora sia l’uno che l’altro trovano la gioia personale. Una dimostrazione di quanto sia importante avere la panchina pronta in ogni occasione. Il merito di tutto ciò va soprattutto all’allenatore, capace di portare una squadra dalla zona retrocessione a quella play-off. Un piccolo miracolo che si può potrebbe capitalizzare con un successo nella prossima sfida col Siracusa.

Avere la certezza, con due giornate di anticipo, della partecipazione alla fase finale del torneo, sarebbe una grande soddisfazione. Poi una volta arrivati ai play-off tutto è possibile.

Allo Iacovone però c’è già la prima grande sicurezza, questa Paganese può volare. Una volta che ha spiccato il volo è difficile fermarla. Se ne è accorto oggi il Taranto, che in pochi casi è riuscita a fermare Firenze. Il talento ex Crotone è stato autore di una prestazione eccellente. Ha causato scompiglio nella difesa avversaria e nel trio d’attacco è devastante. Altra nota positiva è sicuramente Zerbo. Lui ha propiziato il fallo di De Nicola per il rigore, e sempre lui ha garantito una prestazione dove non ci sono state sbavature. Inoltre da rilevare l’imbattibilità di Liverani. Leader silenzioso, capace di sbarrare la strada a Balzano per ben due volte.

Da questi particolari passa il futuro di un club che ha trasformato un sogno in realtà, e che arrivato a questo punto, non vuole fermarsi.

Gaetano Scotto di Rinaldi

1 comment:

Anonymous said...

Ho visto anche un grandissimo Longo sulla fascia destra