15.4.17

Grassadonia: "Potevamo ipotecare i playoff, ma questo è un punto fondamentale".


Come sempre guarda il bicchiere mezzo pieno e guarda al futuro con fiducia Gianluca Grassadonia. Pur sapendo che la Paganese ha perso una chance per ipotecare i playoff, l'allenatore azzurrostellato è consapevole che poteva anche finire peggio e si tiene stretto il pareggio con la Vibonese"E' un punto pesante che speriamo possa contare. Avevo detto che avremmo avuto delle difficoltà, c'è stato un inizio negativo e, una volta preso il gol, è diventata più difficile. Ho fatto i complimenti ai ragazzi però. Tanti di questi giovani vivono di emozioni e tensioni, non sono abituati a giocare partite che, centrandole, possono portarti ad ipotecare i playoff. Se l'avessimo centrata ci avrebbe aspettato il notaio fuori allo spogliatoio per l'ipoteca dei playoff. Questo non è successo ma cerchiamo di essere ottimisti e supportare questa squadra. Lo so che quando assaggi il miele, poi vorresti sempre il miele ma capiamo anche cosa stanno facendo questi ragazzi", il messaggio che lancia all'ambiente. 
Sulla partita, Grassadonia ammette che la Paganese ha avuto delle oggettive difficoltà. "Non c'erano spazi, la Vibonese ha eretto un muro, giocava sui 40 metri, tutti dietro la linea della palla. E' una squadra aggressiva e fisica, sapevamo che avrebbe impostato la partita così, giocando sulle ripartenze e sfruttando Sowe. Abbiamo subito gol perchè il nostro approccio non è stato dei migliori. Nella ripresa abbiamo avuto un'occasione con Mauri, poi è stato bravo Liverani a tenerci in partita. Abbiamo avuto tante difficoltà, certamente si poteva fare di più. E' stata una partita brutta, non mi è piaciuta la direzione perchè ci sono state troppe pause, loro erano sempre a terra. Ma capisco che la classifica contava molto, per noi e loro erano punti importanti. Prendiamoci questo punto, le altre squadre non mollano, è un campionato avvincente fino alla fine"
Ed ora c'è il Taranto"Questo tour de force non ci ha agevolato, qualcuno ne ha pagato le conseguenze, come Pestrin e Reginaldo, altri erano stanchi. Abbiamo un'altra partita mercoledì e dobbiamo dosare le energie, perchè da qui in avanti avrò bisogno di tutti. Anche oggi chi è entrato ha fatto il massimo. Per Taranto sicuramente Herrera e Pestrin sono out, è da capire invece come sta Reginaldo che ha accusato una tendinopatia: se dovesse esserci anche solo l'1% di rischio, non lo utilizzeremmo. Lo stesso Della Corte è da valutare. Per questo, anche domani che è Pasqua, il nostro staff non staccherà e lavorerà per cercare di recuperare questi giocatori". 

Danilo Sorrentino
© Paganesemania - Riproduzione riservata

No comments: