29.4.14

Derby: la Paganese si appella ai tifosi.


Conta nulla, ma è sempre un derby. Paganese-Salernitana di domenica al Torre è sfida praticamente vuota di contenuti agonistici. Per gli azzurrostellati segna la fine d’un’agonia estenuante, d’un campionato da dimenticare, d’una lunghissima serie di sconfitte che ha dato contorni mortificanti a una stagione senza retrocessioni. Non di più gli ultimi 90 minuti della stagione valgono per i granata: l’obiettivo playoff è già centrato, seppur (ri)partendo dall’obiettivo minimo sindacale del nono posto, che nella migliore delle ipotesi potrebbe diventare ottavo, eventualità legata appunto al risultato di Pagani che pure non rappresenterà un assillo - affatto - per la formazione di Gregucci, visto che scalare una posizione in classifica significherebbe giocare la gara secca dei quarti di finale a Lecce, forse il campo più ostico nel lotto della post season. Va da sé che entrambe avranno ben poco da chiedere a una partita che porta comunque con sé il fascino d’un campanilismo accesosi negli ultimi anni, da quando le due tifoserie hanno rotto un gemellaggio storico resistito per decenni, anche in tempi in cui le rispettive squadre militavano in categorie differenti.

Circostanza che sollecita una nuova allerta ordine pubblico. Il Gos (Gruppo operativo di sicurezza) ieri ha raccolto le indicazioni già arrivate nei giorni scorsi da Prefettura e Questura. Paganese-Salernitana sarà partita aperta anche al pubblico ospite, ovviamente con acquisto dei biglietti possibile soltanto per chi ha sottoscritto l’obbligatoria Tessera del Tifoso e senza l’escamotage offerto dall’iniziativa “Porta un amico”. Sono 482 i tagliandi concessi ai supporters granata che intenderanno seguire la squadra nella città di Sant’Alfonso, disponibili già da ieri (e sino alle nove della sera di venerdì) al costo di 10 euro più diritti di prevendita attraverso il circuito Go2. La società azzurrostellata prova la chiamata a rapporto alla sua tifoseria: «Tutti allo stadio», l’appello lanciato dal club del presidente Trapani attraverso il proprio sito ufficiale, annunciando un prezzo simbolico di 5 euro per l’ingresso a tutti i settori del Torre riservati al pubblico di casa.

Difficile immaginare una presenza massiccia sugli spalti, però di certo non si giocherà nel (quasi) deserto che ha accompagnato le ultime gare della Paganese. Le autorità di pubblica sicurezza non sottovaluteranno la delicatezza dell’evento. Le forze dell’ordine scorteranno i salernitani lungo l’intero tragitto e importante sarà anche il servizio d’ordine che controllerà la situazione all’esterno dello stadio liguorino. Gli ultras granata, che dallo scorso gennaio hanno deciso di disertare le trasferte pur di non piegarsi alla tanto osteggiata Supporter Card (medesima scelta che portò i sostenitori azzurrostellati a disertare l’Arechi un girone fa), non ci saranno, ma ricordando i disordini del 2010 a Salerno il questore Antonio De Iesu non risparmierà l’utilizzo d’uomini e mezzi. Conta nulla, ma è sempre un derby.

da resport.it

Ex paganesi: Sodinha e la pancia da playoff.

da Repubblica.it

                                 

La curva aspetta i tifosi salernitani.

La foto è stata generata con l'applicazione INCURVA, scaricabile gratuitamente.


Due turni a Belotti, uno a Marruocco e Panariello.

Il Giudice Sportivo della Lega Pro, in riferimento alla gara Catanzaro-Paganese, ha squalificato per due giornate il tecnico Vittorio Belotti " per aver rivolto alla terna arbitrale reiterate frasi offensive durante la gara (r.cc e proc.fed.) ".

Un turno di stop, invece, per il portiere Vincenzo Marruocco e per il difensore Aniello Panariello.

Rassegna Stampa di oggi.





28.4.14

Con 5 euro al derby.

In occasione della gara Paganese-Salernitana in programma domenica 4 maggio alle ore 15:00 allo stadio Marcello Torre, la Paganese Calcio 1926 srl, invita tutti i tifosi azzurrostellati allo stadio, al prezzo simbolico di 5€ per il biglietto di tutti i settori.

Restano regolarmente validi gli abbonamenti per la stagione in corso.

Rassegna Stampa di oggi.





Gli accrediti stampa per Paganese-Salernitana.

L’Ufficio Stampa della Paganese Calcio 1926 srl informa che le richieste di accredito stampa e fotografi per la gara di Campionato Lega Pro Prima Divisione Girone B PAGANESE– SALERNITANA in programma Domenica 4 Maggio alle ore 15:00 allo Stadio ‘Marcello Torre' di Pagani, dovranno pervenire esclusivamente all' indirizzo email  ufficiostampa@paganesecalcio.com entro e non oltre le ore 12:00 di Venerdì 2 Maggio.

Il termine è da intendersi tassativo.
Le richieste che perverranno ad altri indirizzi e-mail non saranno ritenute valide. Inoltre dovranno essere inviate su carta intestata con la firma del Direttore responsabile della Testata giornalistica e dovrà essere indicato luogo, data di nascita, numero e fotocopia leggibile della tessera professionale.

SITI INTERNET
Per i siti regolarmente registrati al Tribunale di competenza, l’ufficio stampa concederà un solo accredito. Si richiede inoltre di inviare agli indirizzi sopra indicati la copia dell’iscrizione all' Albo per l’anno in corso.

EMITTENZA TELEVISIVA
Per le emittenti televisive non in possesso di diritti, l’ufficio stampa concederà invece due accrediti, uno per il giornalista iscritto all’OdG, l’altro per l’operatore televisivo.

EMITTENZA RADIOFONICA
Per le emittenti radiofoniche l’ufficio stampa concederà un solo accredito per il giornalista regolarmente iscritto all’OdG.

GLI ACCREDITI CONCESSI  SARANNO LIMITATI AL NUMERO DEI POSTI DISPONIBILI IN SALA STAMPA.

da paganesecalcio.com

Squalifica in arrivo per Marruocco e Panariello.

Il portiere Vincenzo Marruocco e il difensore Aniello Panariello salteranno per squalifica (recidività in ammonizione) il prossimo match che vedrà gli azzurrostellati ospitare la Salernitana.

27.4.14

Il Catanzaro asfalta la Paganese.

Un Catanzaro immenso stropiccia la Paganese, sempre più penultima in classifica. Al Ceravolo finisce 3-0, grazie ai gol di Fioretti (15’), Germinale (58’) e Martignago (80’). Una gara perfetta quella degli uomini guidati da mister Brevi, capaci di mettere le cose in chiaro dopo solo 15 minuti dal fischio d’inizio. Il primo tempo scivola via sotto il pieno controllo della squadra di casa. Nella ripresa, i giallorossi dilagano e mettono il sigillo finale alla gara con le reti di Germinale e Martignago.

da corrieredicalabria.it

Ennesima scoppola per la Paganese che ne prende 3 a Catanzaro.

Finirà, prima o poi, questo campionato.

23.4.14

Le ultime dal campo di allenamento.

La Paganese ha ripreso ad allenarsi ieri pomeriggio allo stadio Marcello Torre. La squadra azzurrostellata ha svolto riscaldamento atletico, successivamente esercitazioni tattiche e partitella finale. Ancora ai box l'attaccante Cioffi, in gruppo, anche se senza forzare, Ceccarelli e Lanteri'. La Paganese tornerà in campo stamattina, mercoledi' 23 aprile, alle 10:00, allo stadio Marcello Torre.

da paganesecalcio.com

Paganese, contatti con Eziolino Capuano.


Per il ciclo a volte ritornano, a giugno potrebbe materializzarsi un nuovo accordo fra Eziolino Capuano e la Paganese. Il trainer campano é molto vicino alla dirigenza azzurrostellata e i primi contatti sono stati positivi. Un'ipotesi di lavoro da tenere in considerazione nelle prossime settimane.

da tuttolegapro.com

15.4.14

Tre punti di penalizzazione all'Ascoli.

Tre punti di penalizzazione in classifica per l’Ascoli, da scontarsi nella corrente stagione sportiva, due mesi di inibizione all’amministratore unico e legale rappresentante della società Costantino Nicoletti “per non aver documentato agli Organi federali competenti l'avvenuto pagamento degli emolumenti dovuti ai propri tesserati per le mensilità di settembre e ottobre 2013, nei termini stabiliti dalla normativa federale”: questa la decisione adottata dalla Commissione Disciplinare Nazionale, presieduta da Salvatore Lo Giudice.

La squadra marchigiana passa da 24 a 21 punti in classifica, appaiando così il Barletta in terzultima posizione.

da tuttolegapro.com

Rassegna Stampa di oggi.




14.4.14

Il futuro è già qui.

di Nino Ruggiero

Volgiamo al termine. Altre due partite; la prima con il Catanzaro in trasferta, nella giornata della festività dedicata alla Madonna delle galline; la seconda e l’ultima in casa con la Salernitana agli inizi di maggio. Dopo di che chiudiamo una volta e per sempre il discorso di un campionato che è stato deludente oltre ogni pessimistica aspettativa.

Ieri al “Marcello Torre”, se possibile, c’era ancora meno gente sugli spalti delle domeniche precedenti. Credo di poter valutare le presenze nell’ordine di circa cento “malati”, addetti ai lavori compresi. Della partita dico solo poche cose. Notevole, ad esempio, la prodezza di De Sena, autore di un gol eccezionale da oltre venticinque metri. Per il resto la solita Paganese, con alti e bassi sconcertanti, con qualche buona individualità da venire, giovani che devono crescere e maturare; ma questo è stato detto per tutta la durata del campionato, quasi come una litania.

Il Gubbio, altra compagine dal cammino deludente, ha fatto vedere qualche buona individualità. Boisfer, ad esempio, non lo scopriamo oggi ma il suo tocco d’autore, nell’occasione del secondo gol messo a segno, merita la ribalta della cronaca. Anche Falzerano, attaccante nativo di Pagani, più volte accostato agli azzurro-stellati nelle campagne degli ultimi anni, pupillo di Grassadonia, si è mosso bene su tutto il fronte d’attacco.


Ma passiamo oltre. Il problema adesso è rappresentato dal futuro, inutile girarci attorno. Il prossimo campionato presenterà ai nastri di partenza un lotto di squadre che rappresentano grandi centri. Con la riforma della lega pro che prevede una serie C unica non si potrà andare tanto per il sottile. Saranno venti le squadre del girone C, nel quale prevedibilmente sarà assegnata la Paganese, e saranno tutte squadre costruite per vincere.

La prima mossa della società presieduta da Raffaele Trapani dovrà essere costituita dall’ingaggio di un allenatore che goda dei favori della piazza. Dopo di che bisognerà individuare a tempo – d’intesa con l’allenatore - gli elementi che dovranno costituire l’asse portante della squadra; e mi riferisco ad almeno due autentici leader: uno per la difesa ed un altro per il centrocampo. Una volta gettate le basi, pur se nell’ottica di un bilancio da salvaguardare, si potrà completare il mosaico con elementi da valorizzare.

Credo che la società debba al più presto muovere i suoi passi per cercare di far ritornare l’entusiasmo di una volta. Perdere spettatori è facilissimo; bastano una serie di partite sfortunate e qualche risultato negativo per allontanare i tifosi. Figurarsi, poi, se si viene da un campionato anonimo ed inconcludente come quest’ultimo che si avvia alla fine.

Il problema, a questo punto, è rappresentato dalla riconquista di spettatori perduti, uno dopo l’altro, caso per caso; c’è chi ha provato la comodità della siesta su un divano dopo il pranzo domenicale; c’è chi ha goduto del tepore domenicale davanti ad una tv commerciale che trasmette le partite di serie A; c’è chi, infine, specie con l’arrivo della primavera, ha preferito la gitarella fuori porta con la famiglia.

Li vogliamo riconquistare questi tifosi? Allora dobbiamo muoverci a tempo, e bene. Ci vogliono i nomi, certo; ma ci vogliono soprattutto elementi avvezzi a calcare terreni di gioco di terza serie e che soprattutto sappiano essere da esempio ai più giovani della compagine da allestire e mettere in campo. Non è facile, ma se si vogliono lasciare al più presto alle spalle le delusioni patite nel corso di questo campionato, bisogna muoversi in tempo e promuovere una campagna promozionale che riavvicini i paganesi alla propria squadra.

Non è facile, ma bisogna provarci.

Nino Ruggiero - paganesegraffiti.wordpress.com

Rassegna Stampa di oggi.






13.4.14

Top & Flop di Paganese-Gubbio.

Al "Torre" termina 2-2 il match tra Paganese e Gubbio. Questi i top e i flop della gara.

TOP:

De Sena (Paganese): il suo gol dalla distanza è un'autentica perla. Merita la riconferma per il prossimo anno? BOMBER

Boisfer (Gubbio): gioca bene a centrocampo e si toglie lo sfizio del gol. TUTTOFARE

FLOP:

Palomeque (Paganese): si limita al compitino in entrambe le fasi. SPENTO

Pisseri (Gubbio): l'estremo difensore umbro rischia di regalare un gol agli avversari a causa di un goffo stop di petto. GENEROSO

da tuttolegapro.com

Pari e patta tra Paganese e Gubbio.

Due gol e un punto a testa. La gara tra Paganese e Gubbio termina con un giusto pareggio che non ha annoiato i pochi spettatori presenti allo stadio “Marcello Torre”.

La cronaca. La Paganese prova ad attaccare e si rende pericolosa al 21' con Acampora che, tutto solo in area, sfiora il palo. I tentativi azzurri vengono premiati pochi minuti più tardi. De Sena riceve palla sulla trequarti e lascia partire una conclusione di pregevole fattura che si insacca all'incrocio dei pali della porta difesa da Pisseri. Il Gubbio non ci sta e al 37' trova il gol del pareggio: schema su calcio di punizione, la palla arriva ad Addae che pareggia i conti con un tiro di prima intenzione.

Nella ripresa la Paganese ha l'occasione per riportarsi in vantaggio con l'autore del primo gol. Pisseri regala palla a De Sena, il quale, però, non riesce ad insaccare a porta vuota. Gol sbagliato, gol subito: al 22' Boisfer con un bel lob dal limite dell'area sigla il gol del 2 a 1 per gli ospiti. La reazione azzurra non tarda ad arrivare: appena due minuti più tardi Acampora va via sulla fascia e serve in area il solissimo Grillo che pareggia i conti con una precisa conclusione. Nel finale tra i padroni di casa c’è spazio per il paganese De Risi, che subentra a William nei minuti di recupero.

Paganese-Gubbio 2-2
Paganese (3-5-2): Marruocco; Masi, Panariello, Toppan (46' Perrotta); Monopoli, Deli, Grillo, Acampora (91' Velardi), Palomeque; De Sena, William (94' De Risi). A disp.: Volturo, Fossa, Palma, Pugliese. All.: Belotti
Gubbio (4-3-1-2): Pisseri; Bartolucci (61' Laezza), Tartaglia, Ferrari, Procacci (83' Nuti); Addae, Boisfer, Falzerano; Moroni (57' Bortolussi); Sarr, Schetter. A disp.: Gozzi, Giuliacci, Molinelli, Migliori, Bortolussi. All.: Roselli
Marcatori: 27' De Sena (P), 37' Addae (G), 67' Boisfer (G), 69' Grillo (P)
Arbitro: Bichisecchi di Livorno (Solazzi - Campitelli)
Note: giornata soleggiata. Spettatori 200 circa. Ammoniti: Toppan, Grillo (P), Boisfer, Tartaglia (G)

Gianluca Pepe per tuttolegapro.com

Paganese e Gubbio non si fanno male, al Torre finiscel 2-2.

Gubbio contro Paganese. Il trainer Roselli opta per il modulo 4-3-1-2, con Moroni alle spalle delle punte Schetter e Falzerano; a centrocampo gioca Boisfer dal primo minuto. L'allenatore degli azzurrostellati Belotti invece schiera il 3-5-2. Partita davanti pochi intimi, per una gara di fine stagione. Al 4' su cross di Deli, Palomeque cerca la porta di testa, ma la palla non trova lo specchio della porta. Al 13' ci prova Sarr con una conclusione da fuori area, però si fa trovare pronto Marruocco e para a terra. Al 17' è Bartolucci che ci prova con un tiro da destra a sinistra, ma la palla sorvola sopra la traversa. Al 21' combinazione volante Acampora e William, con quest'ultimo che calcia in diagonale a rete, però si oppone con reattività Pisseri che in tuffo devia la sfera in angolo. Al 27' la Paganese trova il gol del vantaggio: fa tutto il cannoniere paganese De Sena che fa partire un gran tiro dai trenta metri con la palla che si insacca sotto il sette. Al 38' però il Gubbio trova il pareggio: Bartolucci serve ad Addae una palla invitante come un rigore in movimento: sventola del centrocampista ghanese che sorprende il portiere Marruocco e palla si insacca in rete. Si va così alla ripresa.
Al 54' Deli cerca di andare a rete direttamente da calcio d'angolo: la parabola del calciatore locale per poco non sorprende Pisseri che riesce a smanacciare la sfera fuori dai pali. Al 59' incertezza di Pisseri e la palla va verso De Sena che a porta vuota manca clamorosamente il raddoppio, calciando la sfera sul fondo. Da un gol sbagliato, arriva il raddoppio del Gubbio. Infatti siamo al 63': ci pensa Boisfer che con un tiro cross scagliato dal versante sinistro dell'area fa partire una parabola che si insacca in rete e sorprende Marruocco. Però è immediato il pareggio della Paganese che arriva al 65': Acampora a sinistra si libera e mette in area una palla dove si fa trovare pronto Grillo: tiro perfetto del centrocampista campano in area che fredda Pisseri. Subito dopo, al 66', Falzerano cerca la porta dal limite ma la palla sfiora la traversa. Al 79' ci prova Deli dal limite, ma Pisseri para a terra. All' 85' calcia dal limite De Sena, palla di poco alta. La partita si chiude con un tiro di Tartaglia (senza esito) dopo cinque minuti di recupero: è 2-2.

da gubbiofans.it

Stop alle sconfitte: col Gubbio è 2-2.

Ritorna a fare punti veri, dopo i 3 a tavolino nel derby non giocato con la Nocerina, la Paganese che conquista al “Marcello Torre” il secondo punto casalingo della stagione Vittorio Belotti. L’ultimo, infatti, conquistato tra le mura amiche risale al 5 gennaio scorso con il Benevento proprio nella ‘prima’ della nuova gestione dopo quella di Agenore Maurizi. Con il due a due con il Gubbio, gli azzurrostellati mettono fine alla lunga striscia di sette sconfitte consecutive.

 Ad aprire le marcature è De Sena alla mezzora con un destro dai trenta metri che si insacca dove Pisserinon può arrivare. La risposta umbra, però, non si fa attendere: dieci minuti dopo sugli sviluppi di un calcio piazzato la difesa azzurrostellata è immobile con Addae bravo a battere Marruocco. Nella ripresa, invece, accade tutto in centoventi secondi (dal 18’ al 20’): a Boisfer, che beffa l’estremo difensore azzurro con un tiro cross dalla sinistra, risponde Grillo che, servito da Acampora, insacca da pochi passi.

IL TABELLINO

PAGANESE (3-5-2): Marruocco; Masi, Panariello, Toppan (1’st Perrotta); Monopoli, Grillo, Acampora (43’st Velardi), Deli, Palomeque; William (48’st De Risi), De Sena. A disp: Volturo, Fossa, Palma, Pugliese. All: Belotti.

GUBBIO (4-3-3): Pisseri; Bartolucci (12’st Laezza), Tartaglia, Ferrari, Procacci (35’st Nuti); Addae, Boisfer, Sarr; Falzerano, Moroni (9’st Bortolussi), Schetter. A disp: Gozzi, Giuliacci, Molinelli, Migliori. All:Roselli

ARBITRO: Bichisecchi di Livorno 
MARCATORI: 27’pt De Sena, 37’pt Addae, 18’st Boisfer, 20’st Grillo. 
NOTE: Cielo sereno, terreno in non perfette condizioni. Spettatori 200 circa. Angoli: 3-1. Recupero:2’pt, 5’st 
AMMONITI: Toppan, Masi, Grillo, Ferrari

www.paganese.net

La novità sta nel fatto che la Paganese non ha perso.

PAGANESE-GUBBIO 2-2

La novità sta nel fatto che la Paganese non ha perduto. In una stagione nera, forse la più nera della storia calcistica locale, anche un pareggio in casa può essere accolto come un risultato positivo.
“Almeno non abbiamo perduto” – mi ha detto, ammiccando, uno di quelli che in casa non perde mai un appuntamento con la sua squadra del cuore. Analisi tecniche non ne faccio più, l’ho già detto in occasione dell’ultima esibizione interna con il Grosseto. Ma devo dire, ad onor del vero, che la partita con il Gubbio è stata fra le meno strazianti di un campionato segnato da prestazioni anonime ed insulse.
Il gol di De Sena è risultato un’autentica perla, una bomba da circa venticinque metri che non ha lasciato scampo al portiere del Gubbio. Ma anche il Gubbio ha messo sulla bilancia un gol di autore. Lo ha messo a segno Boisfer con un pallonetto millimetrico, oltre che beffardo, che ha sorpreso nettamente Marruocco.
Appuntamento a domani per un sintetico approfondimento con la rubrica “Così è, anche se non vi pare” su http://paganesegraffiti.wordpress.com/

Nino Ruggiero

Nella foto: De Sena, secondo da sinistra, da buoni 25 metri ha appena effettuato il tiro che si insacca alla sinistra di Pisseri.



Paganese-Gubbio 2-2: se non altro, non abbiamo perso.

10.4.14

Le ultimissime dal campo di allenamento.

Ieri allenamento pomeridiano allo stadio Marcello Torre per la Paganese.

La squadra azzurrostellata è stata impegnata nel riscaldamento atletico ed in esercitazioni tattiche con la partitella finale.

Il tecnico Vittorio Belotti ha cosi' potuto provare uomini e schemi da opporre al Gubbio.

Ai box Ceccarelli, Cioffi, Lanteri', Novothny e Tortora.

Oggi, venerdi' 11 aprile, la Paganese tornerà in campo alle 10:00, allo stadio Marcello Torre.

da paganesecalcio.com

Le ultimissime da Gubbio.

A Pagani potrebbe essere il momento dell'esordio in rossoblù dei giovanissimo Giovanni Nuti, classe 1998. Infatti il baby rossoblù è stato provato dal tecnico Roselli nell'amichevole giocata giovedì al "Pietro Barbetti" contro la Cagliese.

In pratica Nuti ha giocato centrale in una difesa a cinque. Infatti in terra campana ci potrebbe essere un'altra novità, cioè si torna al modulo 5-3-2. In pratica l'allenatore dei rossoblù ha provato questo quintetto difensivo: a destra Bartolucci, al centro l'asse Nuti, Ferrari e Tartaglia, e a sinistra Belfasti.

A centrocampo il trio Sarr, Addae e Moroni. In attacco il duo formato da Schetter e Falzerano. Non ci saranno domenica gli squalificati Giallombardo e Caccavallo, oltre a Falconieri. Non sono al meglio delle condizioni Boisfer e Luparini. Spazio nell'amichevole anche per altri giovani come Labate, Gelli, Migliori, Spagnolo e Bortolussi.

Per la cronaca il Gubbio ha vinto per 6-0 con le reti di Belfasti, Addae, Falzerano, Moroni, Ferrari e Spagnolo su rigore. Così in campo nel test amichevole: Gubbio primo tempo (5-3-2): Pisseri; Bartolucci (11' Laezza), Nuti, Ferrari, Tartaglia, Belfasti; Moroni, Addae, Sarr; Schetter, Falzerano. Gubbio secondo tempo (4-2-3-1): Gozzi; Labate, Nuti, Gelli, Procacci; Molinelli, Giuliacci; Migliori, Spagnolo, Falzerano (60' Schetter); Bortolussi. Le reti: 4' Belfasti, 18' Addae, 20' Falzerano, 27' Moroni, 37' Ferrari, 90' Spagnolo (su rigore).

da gubbiofans.it

La designazione arbitrale di Paganese-Gubbio.

A dirigere la gara Paganese - Gubbio sarà il signor Gianni Bichisecchi della sezione di Livorno coadiuvato dai signori Luca Solazzi della sezione di Avezzano e Domenico Campitelli della sezione di Termoli.

Bichisecchi, Solazzi e Campitelli sono al primo anno in Can Pro.

I tre sono alla loro prima direzione con gli azzurrostellati.

da paganesecalcio.com

Qui Gubbio: Roselli fa le prove anti Paganese tornando al 3-5-2.

Roselli fa le prove anti Paganese. E nell'amichevole contro la Cagliese (Eccellenza marchigiana) cambia tutto: dal 4-3-3 disegna il Gubbio sul 3-5-2. Il giovanissimo Nuti (compie 16 anni il 6 novembre prossimo) completa con Ferrari e Tartaglia il pacchetto dei tre centrali di difesa.

A centrocampo esterno Bartolucci (che accusa un infortunio al ginocchio dopo appena dieci minuti e al suo posto entra Laezza), Moroni, Addae, Badara Sarr a centrocampo, Belfasti esterno a sinistra con licenza di andare in percussione. In attacco Schetter e Falzerano che si alternano nei due ruoli di prima e seconda punta, giocando spesso in verticale, a volte in orizzontale.

La Cagliese svolge al meglio il ruolo di sparring partner mettendo in evidenza buone trame e velocità nel far girare la palla. il tutto - ovviamente - rapportato alla categoria dilettantistica in cui milita. ma tanto di cappello ai ragazzi di Lucchetti. Sicché ne viene fuori, almeno nel primo tempo, una partita accettabile come ritmi anche se il divario tecnico è evidente. Dopo 3 minuti il Gubbio va in vantaggio con Belfasti che esplode un diagonale di sinistro sotto l'incrocio. Al 16' il raddoppio: Laezza rimette indietro per Addae che di piatto destro infila di misura. Due minuti tris: Belfasti in percussione, palla al centro e Falzerano supera Zepponi.
Minuto 26' quarto gol: Tartaglia serve Moroni in profondità, il centrocampista supera in dribbling l'uscita di Zepponi e di piatto destro infila sul palo lungo. Ferrari si ricorda di essere un centrale difensivo col vizietto del gol e al 36' devia in fondo al sacco, con un bel colpo di testa, un corner di Falzerano.

Nella ripresa il dottor "Ros" cambia ancora e schiera il Gubbio sul 4-2-3-1 con Bortolussi vertice avanzato, Migliori, Spagnolo e Falzerano trequartisti, Molinelli e Giuliacci a scudo della difesa a quattro con il bravo Labate a destra, Nuti e Gelli centrali e l'aitante Procacci a spingere sulla sinistra.
Ma il livello tecnico che esprimono i giovani rossoblù è mediocre tanto che la Cagliese riesce a non prendere altri gol fino al 90' quando subisce il rigore di Spagnolo, con il Gubbio che costruisce appena un paio di occasioni degne di tale nome. E alla fine i cinque tifosi presenti sugli spalti escono mugugnando: nemmeno contro i dilettanti marchigiani il Gubbio è riuscito a esprimere bel gioco, eccezion fatta per alcuni spunti nel primo tempo quando in squadra c'erano molti dei cosidetti "titolari". E' dunque proprio un anno orribilis per i colori rossoblù. Non solo come squadra.

NOTiZIARIO

Boisfer, Malaccari e molto probabilmente Radi non partiranno per Pagani. Non sono in perfette condizioni. Caccavallo, Giallombardo e Falconieri sono squalificati. Da verificare poi le condizioni di Belfasti, che ha qualche problemino muscolare e Bartolucci che ha un ginocchio in disordine. Insomma ancora problemi, ancora incertezze. Roselli fa di necessità virtù e guarda avanti. Cerca di dare stimoli nuovi alla squadra per cercare di chiudere in maniera onorevole questa stagione costellata da oltre settanta infortuni, da 99 cartellini, da 38 giornate di squalifica accumulate dai giocatori oltre a quella fino a fine maggio del presidente Fioriti. Per quanto riguarda la preparazione oggi la squadra si allenerà all'antistadio e domattina dovrebbe fare la rifinitura sull'erba del Barbetti. Ma potrebbero anche invertirsi i campi con l'allenamento oggi allo stadio e domattina la rifinitura all'antistadio. Domani nel primo pomeriggio la partenza per Pagani.

da forzagubbio.it

William ci crede: "Una vittoria per tifosi e società".

"Voglio continuare a far gol con la Paganese". Lo ha detto l'attaccante brasiliano William Nascimento nella settimana che precede la gara casalinga con il Gubbio"In questi mesi a Pagani, ho cercato di dare sempre il mio contributo - ha detto William - anche se sono stato costretto ad un periodo di riposo forzato a causa dell' infortunio che mi ha tenuto lontano dal campo da gioco. Sono riuscito a riprendermi bene anche se in questo campionato alla Paganese non è che stia andando tutto per il verso giusto, tutt'altro. E' una stagione particolare, ne abbiamo parlato più volte anche tra di noi, nello spogliatoio, con i compagni oltrechè con il mister ma purtroppo non riusciamo proprio a venirne fuori. E' difficile anche ricercare i reali motivi di questa situazione che si è creata, che non ci piace e che facciamo di tutto per poter sovvertire, senza però riuscirci, nonostante l'impegno".
William parla poi della prossima gara con il Gubbio. La penultima casalinga per la Paganese: "Potrebbe sembrare una frase fatta ma non lo è-dichiara William-vogliamo vincere, è quello che facciamo sempre, ogni domenica ma dico di più, ogni giorno di ogni settimana, mettendoci il massimo dell' impegno, negli allenamenti cosi' come in partita. Poi pero' il risultato finale non ci premia. Il nostro obiettivo in questo momento è, intanto, provare a dare una gioia sin da domenica, ai nostri tifosi ma anche alla società e poi, chiudere dignitosamente il campionato. Lo dobbiamo innanzitutto a noi stessi"

da paganese.net

Rassegna Stampa di oggi.




9.4.14

Rassegna Stampa di oggi.





Le ultimissime dal campo di allenamento.

La Paganese si è allenata stamattina allo stadio Marcello Torre. La squadra azzurrostellata, impegnata oggi in una seduta unica di lavoro, ha svolto riscaldamento atletico, poi esercitazioni in chiave tattica e partitella finale. Ai box gli infortunati Ceccarelli, Cioffi, Lanteri, Novothny e Tortora. La Paganese tornerà in campo domani pomeriggio, ore 15:00, allo stadio Marcello Torre.

da paganesecalcio.com

William Nascimento: "Voglio continuare a far gol con la Paganese".

"Voglio continuare a far gol con la Paganese" Lo ha detto l'attaccante brasiliano William Nascimento nella settimana che precede la gara casalinga con il Gubbio.

"In questi mesi a Pagani, ho cercato di dare sempre il mio contributo-ha detto William-anche se sono stato costretto ad un periodo di riposo forzato a causa dell' infortunio che mi ha tenuto lontano dal campo da gioco. Sono riuscito a riprendermi bene anche se in questo campionato alla Paganese non è che stia andando tutto per il verso giusto, tutt' altro...E' una stagione particolare, ne abbiamo parlato piu' volte anche tra di noi, nello spogliatoio, con i compagni oltrechè con il mister ma purtroppo non riusciamo proprio a venirne fuori. E' difficile anche ricercare i reali motivi di questa situazione che si è creata, che non ci piace e che facciamo di tutto per poter sovvertire, senza pero' riuscirci, nonostante l'impegno".

Poi William parla della prossima gara con il Gubbio. La penultima casalinga per la Paganese:

"Potrebbe sembrare una frase fatta ma non lo è-dichiara William-vogliamo vincere, è quello che facciamo sempre, ogni domenica ma dico di piu', ogni giorno di ogni settimana, mettendoci il massimo dell' impegno, negli allenamenti cosi' come in partita. Poi pero' il risultato finale non ci premia... Il nostro obiettivo in questo momento è, intanto, provare a dare una gioia sin da domenica, ai nostri tifosi ma anche alla società e poi, chiudere dignitosamente il campionato...Lo dobbiamo innanzitutto a noi stessi".

da paganesecalcio.com