31.8.13

Benevento-Paganese: così in campo.

Un attacco da reinventare e qualche accorgimento tattico assolutamente necessario. Agenore Maurizi si prepara al debutto in campionato sulla panchina della Paganese con non pochi problemi. Non è emergenza, ma neppure abbondanza, nonostante siamo appena alla prima giornata. Le defezioni maggiori in attacco, dove non saranno del match Moreno Beretta e Federico Valle, che sono infortunati, oltre a Laurent Lanteri, non convocato perchè non ancora in condizione. Ci sono, invece, gli ultimi due arrivati, William Martinovic. Il brasiliano dovrebbe partire dalla panchina, mentre per lo sloveno potrebbe esserci anche l'esordio dal 1'. Nel 3-5-2. Infatti è questa la novità maggiore di giornata:Maurizi pare aver accantonato temporaneamente il 3-4-3, per affidarsi ad una mediana più abbottonata. Il tecnico di Colleferro può sorridere anche per il recupero di Meola, il quale ha recuperato dalla contrattura all'adduttore destro. L'esterno napoletano agirà sulla corsia destra di centrocampo, conAmelio dall'altra parte. Al centro Velardi sarà sostenuto da Franco e da Martinovic. In attacco, invece, scelte obbligate. In attesa di Novothny, il terminale offensivo sarà Mauro Cioffi, con al suo fianco De Sena. Praticamente fatti i giochi in difesa: davanti a Svedkauskas agiranno PepeZamparo ePerrotta.

Non se la passa meglio Guido Carboni. Il tecnico del Benevento deve fare i conti con assenze davvero pesanti. Mancheranno i portieri Gori Piscitelli, gli squalificati Altinier Montiel, oltre all'infortunatoDi Piazza. Ma i loro sostituti, almeno sulla carta, non dovrebbero far rimpiangere gli assenti. I sanniti tra i pali si sono tutelati acquistando Baiocco: sarà l'ex portiere della Reggina a difendere la porta giallorossa contro la Paganese, e non solo. Davanti a lui una difesa a quattro formata da Zanon,SignoriniMengoni ed Anaclerio. A centrocampo il playmaker sarà Di Deo, con ai suoi lati De Risio edEspinal. Mentre in attacco, per sopperire alle assenze di Altinier Di Piazza, Carboni sta pensando di avanzare Mancosu nel tridente offensivo con Evacuo Campagnacci.

PAGANESE (3-5-2): Svedkauskas; Pepe, Zamparo, Perrotta; Meola, Franco, Velardi, Martinovic, Amelio; Cioffi, De Sena. A disp.: Volturo, Toppan, Garofalo, Monopoli, Ceccarelli, Grillo, William. All.: Maurizi

BENEVENTO (4-3-3): Baiocco; Zanon, Signorini, Mengoni, Anaclerio; De Risio, Di Deo, Espinal; Mancosu, Evacuo, Campagnacci. A disp.: Zummo, Milesi, Som, Vacca, Carotti, Carretta, Buonaiuto. All.: Carboni

Danilo Sorrentino - www.paganese.net

30.8.13

Colpo in attacco: è fatta per l'attaccante ungherese Soma Novotny.


Soma Novothny ha rotto gli indugi e si appresta ad accettare l'offerta della Paganese. L'attaccante della Primavera del Napoli, che ha svolto tutto il precampionato con la formazione di Benitez, domani sarà un calciatore azzurrostellato. Si è convinto a vestire la maglia della Paganese, dopo il blitz di ieri aCastelvolturno del direttore generale Cosimo D'Eboli. Consigliato anche da Francesco Barresi, responsabile del settore giovanile del Napoli, Novothny ha detto sì al club di patron Trapani e già domani dovrebbe essere ratificato il suo passaggio alla Paganese. Colpo da novanta per i liguorini che si assicurano il bomber della Primavera azzurra, nonchè uno degli attaccanti più talentuosi in circolazione. Sabato scorso, al debutto con la Primavera, ha anche messo a segno l'unico gol del Napoli contro laLazio (gara persa 5-1). Non sarà a disposizione contro il Benevento, forse salterà anche il match casalingo col Pontedera, dato che proprio contro la compagine biancoceleste si è procurato una distorsione al ginocchio. Verrà curato dallo staff medico del Napoli e poi si metterà a disposizione diMauriziSul fronte uscite, oggi ha rescisso il contratto Agresta (va all'Aprilia), mentre domani sarà il turno di Giglio.

Danilo Sorrentino - www.paganese.net

Ultim'ora.

Soma Novothny ha detto sì. Nel pomeriggio di domani è prevista la firma sul contratto che legherà l'attaccante classe '94 alla Paganese.

dalla pagina Facebook di Paganese.it

Perugia, pari beffa a Nocera (2-2) Bufera sull'arbitro: «rigore inventato».


NOCERA INFERIORE - Un pareggio regalato, beffardo. Perché il Perugia fino a dieci minuti dalla fine dell'anticipo della prima giornata di Prima divisione Lega pro è meritatamente in vantaggio sul campo della Nocerina. Ma poi succede l'impensabile. 
E cioè che dopo due gol sbagliati dal brasiliano Fabinho (tra i migliori, autore di una magia di sinistro all'incrocio per il gol del momentaneo 2-1 per il Perugia) e un palo colpito da Mazzeo, il Grifo si faccia infilare banalmente su una palla apparentemente innocua: Conti si fa rubare la sfera dall'avversario diretto Malcore che fugge verso Koprivec, il portiere entra in un modo che a tutti sembra pulito ma invece per l'arbitro è rigore. Rigore che Lepore non sbaglia per il 2-2 finale.

Prima c'era stato un primo tempo frizzante, finito 2-1 per il Grifo dopo i gol di Eusepi e Fabinho, il pari momentaneo di Evacuo su dormita della difesa biancorossa, un rigore sbagliato da Eusepi e occasioni da una parte e dall'altra.

Nella ripresa quando il Perugia sembra poter controllare la gara e dopo essere andato vicino al 3-1 nelle tre occasioni sopra dette e prima ancora con Eusepi (2 volte), Nicco, ancora Fabinho e Moscati ecco la beffa da parte di una Nocerina comunque mai doma e che ha giocato con grande coraggio.

Perugia bellissimo davanti, molto meno dietro. Camplone è una furia con l'arbitro: «Rigore inventato, inventato tutta la vita» ha detto il tecnico ai microfoni di Raisport al fischio finale sottolineando comunque l'ottima prova della sua squadra.

Il tabellino

Nocerina (4-4-2): Gragnaniello; Cremaschi, Romito, De Franco, Rizza; Ficarrotta (13'st’ Hottor), Palma, Remedi (29'st’ Cristofari), Lepore; Malcore, Evacuo (24'st’ Jogan). A disposizione: Falcone, Kostadinovic, Crialese, Pontons, Paz. Allenatore: Fontana.

Perugia (4-3-3): Koprivec; Conti, Scognamiglio, Massoni, Sini; Nicco (13'st’ Vitofrancesco), Filipe, Moscati; Sprocati (27'st Mazzeo), Eusepi (41'st’ Insigne), Fabinho. A disposizione: Stillo, Bijimine, Mungo e Pagni. Allenatore: Camplone.

Arbitro: Fiore di Barletta.

Reti: 11’pt Eusepi, 14’pt Evacuo, 42’pt Fabinho, 34'st Lepore (rig.).

Note: spettatori 3000. Ammoniti Romito, Filipe, De Franco, Koprivec (Pg). Corner 4-3 per il Perugia. Recuperi: 2’pt, 5’st.

www.ilmessaggero.it

Anticipo prima giornata: Nocerina-Perugia 2-2.

Un punto a testa e tutti a casa.

Rassegna Stampa di oggi.






La Paganese su Biancolino. Ma lui smentisce: “All’Avellino a vita”.


La Paganese ha pronta l’alternativa a Soma Novothny. Se il talento ungherese in forza alla Primavera del Napoli dovesse rifiutare gli azzurrostellati, il diggì D’Eboli virerebbe su un calciatore molto più esperto.

Si tratta di Raffaele Biancolino, 36enne punta in forza all’Avellino. Il Pitone viene da una stagione su buoni livelli, in cui ha messo a segno 10 gol in 26 presenze partecipando attivamente alla promozione degli irpini in Serie B.

Ma sembra che il navigato attaccante abbia intenzione di restare in maglia verde. A svelarlo è lo stesso Biancolino, attraverso il proprio profilo Twitter: “Nonostante i 36 anni fortunatamente ho ancora estimatori nel calcio. Li ringrazio tutti perché vuol dire che non sono ancora finito ma io resto un lupo a vita”.

Gianluca Pepe - paganinotizie.it

29.8.13

Accordo raggiunto, domenica si gioca.

I tentennamenti sono finiti: la Lega Pro scenderà in campo nella prima giornata domenica 1 settembre, con Nocerina, Paganese e Salernitana impegnate nei rispettivi impegni. I calciatori hanno trovato l’accordo con la Lega. Tale accordo  non determina esclusione di società dalla ripartizione anche della quota di contributi relativa alla valorizzazione dei giovani, impiegando l'età media (24 anni per la Seconda divisione) come criterio di ponderazione del sistema premiale di chi li utilizza. La Lega Pro e l'Aic hanno ringraziato il Presidente Abete per la grande qualità dell'impegno profuso, determinante nel raggiungere l'accordo. Il campionato 2013-14 inizierà regolarmente nel solco della Riforma dei Campionati che si completerà nel 2014-15. “C’è soddisfazione da parte nostra” – ha dichiarato il Presidente Damiano Tommasi nel rimarcare che “tutti ci tenevamo che la prima giornata di campionato fosse giocata regolarmente. Il nostro obiettivo era quello di mantenere l’impegno preso in sede di riforma dei campionati di far tornare la meritocrazia al centro delle scelte tecniche, e grazie alla buona volontà di tutti, Figc, Aic e Lega Pro, si è arrivati ad una soluzione che permetterà la valorizzazione dei giovani secondo criteri meritocratici. L’augurio è che questa sia la linea.

noi.salerno.it

Benevento Calcio, sei gol alla Berretti in attesa dell'esordio. Mister Carboni: “Siamo pronti per il campionato”.

Il Benevento Calcio vince 6-1 nell'amichevole in famiglia contro i ragazzi della Berretti. Sei marcature, tre per tempo, che portano la firma di Altinier e Carretta - per l'esterno una doppietta - nella prima frazione. Di Mancosu, anche lui due volte a segno, e del giovane in prova Ingritolli i gol nella ripresa.

Per la Berretti, invece, la rete è di Daniele Romano, giovane punta classe '95, in prova con il settore giovanile. 

Mister Carboni, come di consueto, mischia le carte e prova tutti gli uomini a disposizione. Nella prima frazione spazio anche per i due nuovi arrivati in casa giallorossa: Milesi e Som. 

Questione infermeria: leggero affaticamento, invece, per Evacuo, Campagnacci e Di Deo, che svolgono lavoro differenziato. Non si è allenato l'attaccante Di Piazza, alle prese con problemi muscolari.

Nella conferenza stampa post partita è stato il tecnico dei sanniti ad incontrare i giornalisti. “Il campionato è alle porte – ha spiegato Carboni – ora si inizia a fare sul serio”.

Il tecnico è soddisfatto anche per i nuovi acquisti, che hanno risolto il problema della carenza di uomini del reparto difensivo. “Si sono allenati poco, ma stanno bene – ha sottolineato il mister – devo valutare ancora se schierarli dal primo minuto”.

Intanto l'attenzione si sposta sul match contro la Paganese. “Nella prima uscita – ha detto Carboni – bisognerà fare bene per partire col piede giusto. Ma non sottovalutiamo gli avversari, quello che stiamo giocando è un campionato atipico”.

Dopo il tecnico dei sanniti, a parlare è stata la volta del portiere Paolo Baiocco. L'estremo difensore in prestito dalla Reggina ha spiegato perché ha scelto il Benevento. “Ho visto la richiesta della società come un'opportunità – ha commentato il giocatore -, sono felice di essere qui”.

Poi una considerazione sul campionato: “Vengo dalla serie B – ha spiegato il numero uno giallorosso -, ma questo è un campionato difficilissimo e ricco di stimoli. Per questo – ha concluso - sicuramente faremo bene”.

www.ntr24.tv

Benevento-Paganese via Twitter.

Per chi non potrà seguire domenica sera gli azzurrostellati al "Vigorito", ricordiamo che su twitter all'account @paganesemania, ci sará l'aggiornamento del risultato del match Benevento-Paganese.

Rassegna Stampa di oggi.





Lanteri e Martinovic: "Non siamo al Top ma vogliamo dire la nostra".

Emozionato e spaesato. Può sintetizzarsi così l'approccio di Dino Martinovic con i microfoni e i taccuini. Il centrocampista sloveno, nonostante le passate esperienze in Italia (Verona e Albinoleffe), mastica davvero poco di italiano.
Così l'attaccante Laurent Lanteri, che doveva essere presentato insieme a lui, si trasforma in interprete e riesce a far sbloccare Martinovic. "Sono felice di essere qui, ho avuto sensazioni positive del gruppo e dell'ambiente - spiega in inglese l'ultimo arrivato -. Non sono pronto per giocare sin da subito, perchè non ho fatto la preparazione, non ho giocato tre mesi, ma penso che sarò al top della condizione fra due o tre settimane". Tolti i panni di interprete, Lanteri si dimostra più sciolto del compagno di squadra davanti alle telecamere e parte senza indugi. "E' la stagione del mio riscatto, l'anno scorso non è andata affatto bene. Sono un po' fuori forma, sono in ritardo di condizione perchè non ho avuto la possibilità di allenarmi col Siena. Potevo stare fermo un anno visto che ho il contratto che scade a giugno però ho accettato la Paganese non appena sono venuto a conoscenza dell'interessamento della società nei miei confronti. Col Siena si è perso un po' di tempo per la trattativa e alla fine si sono rivelati giorni preziosi perchè ho perso tempo per allenarmi. Però adesso voglio dire la mia". La sua miglior stagione a Legnano, dove ha sfiorato la doppia cifra. "Quello era un gruppo giovane, avevamo tutti voglia di metterci in mostra. Ho fatto bene anche perchè in attacco c'era un certo Carlo Taldo (ex attaccante di Modena e Como, ndr), il quale era a fine carriera e mi ha dato una grossa mano in quel campionato", afferma sinceramente la punta francese. "Successivamente sono stato a Novara, dove ho trovato poco spazio, ma poi sono rinato alla Cisco Roma, dove ho vinto il campionato (stagione 2009/2010), arrivando a gennaio e giocando quasi sempre nel girone di ritorno. Poi fino all'anno scorso ho avuto diverse difficoltà". Ed ora il nuovo trampolino di lancio, alla soglia dei trent'anni ormai. "L'obiettivo è quello di fare bene. A parte le quattro-cinque squadre accreditate per la vittoria finale - spiega Lanteri - facciamo parte del gruppo che cercherà di accedere ai playoff. Vogliamo entrare nei primi nove posti".
Danilo Sorrentino - www.paganese.net

28.8.13

Lavoro a parte per William e Lanteri.

Doppia seduta di allenamento quest'oggi per la Paganese. La squadra azzurrostellata è stata impegnata al Marcello Torre in una intensa giornata di lavoro divisa equamente tra atletica e tattica in vista della sfida di domenica a Benevento. Hanno lavorato a parte William e Lanteri che stanno seguendo un programma differenziato per raggiungere la migliore condizione fisica. Con il gruppo invece Martinovic. Resta ancora ai box Moreno Beretta il cui infortunio, recidiva di una precedente lesione muscolare all' adduttore dx, lo costringerà ad un periodo di riposo ancora da valutare. Domani, giovedi' 29 agosto, la squadra azzurrostellata sarà impegnata in un'unica seduta pomeridiana al Marcello Torre.

Paganesecalcio.com

In attesa del bomber, presentate le nuove maglie.


Sono state presentate questa mattina, presso la Sala Stampa "Scarano", le maglie per la stagione calcistica 2013/14. Su richiesta di alcuni tifosi, immutata quella gialla che evoca i ricordi legati al derby dell'"Angelini" di Chieti dell'ottobre scorso. Piccola variazione, invece, per quella azzurra con i risvolti che passano da dorati a bianchi. Nuova, infine, la seconda maglia, bianca con bande azzurre, che sarà indossata all'esordio del campionato previsto per domenica sera al "Vigorito" di Benevento. Continua invece a dragare il mercato il dg D'Eboli che confida, entro venerdì, di completare la rosa messa a disposizione del tecnico Maurizi con l'innesto dell'attaccante centrale. In attesa di una risposta da Soma Novotny, al dirigente azzurrostellato non mancano le alternative qualora l'affare con i partenopei non dovesse andare in porto. Non solo under sul taccuino di D'Eboli, tant'è che è forte l'interessamento per Raffaele Biancolino, classe '77, in forza all'Avellino. Il Pitone, che non rientra più nei piani di mister Rastelli, ha un contratto con gli irpini in scadenza a giugno 2014.

Paganese.it

27.8.13

Qui Benevento: si ferma Di Piazza.

E’ cominciata oggi la settimana di preparazione del Benevento in vista della prima gara di campionato – sciopero permettendo – di domenica sera contro la Paganese. Sul manto erboso di Paduli la truppa giallorossa ha incentrato il lavoro soprattutto sulla parte tattica, con Carboni che dopo le esercitazioni atletiche è passato al possesso palla a metà campo per poi concludere con una partitella a superficie ridotta. Non ha concluso regolarmente la seduta l’attaccante Di Piazza, che ha lasciato il terreno di gioco a causa di un affaticamento muscolare. Le suo condizioni, comunque, non sono preoccupanti. Hanno svolto un allenamento differenziato, invece, Mancosu, Carretta e Vacca, mentre l’estremo difensore Gori ha lavorato con il fisioterapista Galliano. Domani i giallorossi si incontreranno di nuovo a Paduli per una doppia sessione di allenamento a porte chiuse, una mattutina e l’altra pomeridiana. 

benevento.ottopagine.net

Il Benevento acquista il difensore Som dal Grosseto. Potrebbe giocare già da domenica.














Un comunicato stampa pubblicato sul sito del sodalizio di via Santa Colomba conferma l’indiscrezione trapelata da ieri. “Il Benevento Calcio comunica che, in data odierna, è stato perfezionato l’accordo con l’U.S. Grosseto 1912 per il trasferimento a titolo definitivo del calciatore Thomas Fabrice Som. Il difensore camerunense, classe ’88, ha sottoscritto un contratto biennale che lo lega al sodalizio giallorosso fino al 30 Giugno 2015. Som si aggregherà al gruppo di mister Carboni nella giornata di domani.

benevento.ottopagine.net


Derby Benevento-Paganese, la questura vieta vendita biglietti a Nocera.

Nel marasma venutosi a creare in merito al probabile sciopero dei calciatori contro l’età media in Lega Pro, un altro tema caldo dell’estate calcistica di terza serie è stato messo un po’ in disparte. Fino a oggi. Già, perchè la vicenda derby è sopita ma resta lì, vigile, pronta a venir fuori.“Daremo una chance ai tifosi per dimostrare la loro maturità”, si è detto da più parti, in primis dai vertici di Lega rappresentati dal DG Ghirelli, ma intanto – sempre sciopero permettendo – per la prima giornata di campionato in I Divisione ci pensa la Questura di Salerno a prendere un provvedimento quantomeno singolare, in ogni caso non propriamente simbolo di ‘apertura di credito’. Con una comunicazione inviata alla società del Benevento, infatti, il Questore Antonio De Iesu ha imposto una variazione dei punti vendita dei biglietti per assistere al derby regionale Benevento-Paganeseritenendo “inopportuno” il punto vendita di Nocera Inferiore. È nota infatti l’inimicizia dei tifosi azzurrostellati con quelli molossi. Per effetto di questa disposizione, dunque, sarà possibile per i tifosi della Paganese acquistare il biglietto soltanto nei punti vendita di Salerno. Resta caldo il fronte derby, da non sottovalutare.

solosalerno.it

26.8.13

I tagliandi d'ingresso per Benevento-Paganese.

Saranno in vendita da domani, e sino alle ore 19 di sabato 31, attraverso il circuito TicketOne, i tagliandi di ingresso per assistere alla gara Benevento - Paganese, in programma domenica 1° settembre alle ore 20,30.

Il costo del biglietto per la Curva Nord, settore riservato esclusivamente ai tifosi azzurrostellati possessori della s-CARD o di Tessera del Tifoso, è di 10 € + 1,50 € quale diritto di prevendita.

Tra i punti vendita il Bar Futuransa sito in via N.B. Grimaldi, 95 (Galleria Gargano) a Nocera Inferiore.

Si rende noto, inoltre, che la Questura di Benevento ha disposto una serie di misure organizzative:

- divieto di vendita on-line dei tagliandi per tutti i settori dello stadio;

- chiusura della biglietteria dello Stadio il giorno della gara entro le ore 18.30, anche per quanto concerne lo sportello “accrediti”;

- divieto di vendita presso le ricevitorie autorizzate di Benevento e provincia, di tagliandi riservati ai residenti nella provincia di Salerno, al fine di evitare commistioni all’atto di acquisto dei biglietti presso le predette ricevitorie;

- divieto di vendita dei biglietti per i settori dello Stadio diversi da quello riservato alla tifoseria ospite, ai residenti nella provincia di Salerno;

- vendita dei tagliandi del settore ospiti, con capienza massima di 1000 posti, riservata ai soli possessori della tessera del tifoso, ai residenti nella provincia di Salerno, entro le ore 19 del giorno precedente la gara; incedibilità dei tagliandi per tutti i settori dello Stadio;

- acquisto singolo di ogni tagliando per avente diritto – titolare di tessera- in deroga alla possibilità di acquisto n. 4 tagliandi per ogni transazione.

Paganese.it

Benevento-Paganese in schedina.

La gara Benevento - Paganese, in programma domenica sera al "Ciro Vigorito", è tra i quattordici match del concorso nr.53 del Totocalcio - Totogol. L'incontro è stato inserito anche tra le scommesse Big Match. Paganese.it

La prima di campionato rischia di slittare per uno sciopero.

La prima giornata dei campionati di Lega Pro slitta. Si va verso lo sciopero dei club e dei calciatori che protestano contro la norma dell'età media in Lega Pro, come vincolo per accedere ai contributi federali. Una regola che non piace ai calciatori.
I campionati di Prima e Seconda Divisione partono domenica con la prima giornata ma la stessa dovrebbe slittare perchè lo sciopero appare inevitabile.

Resport.it

Rassegna Stampa di oggi.




25.8.13

Amichevole: Paganese-Virtus Scafatese 2-1.

Paganese: Svedkauskas, Pepe, Perrotta(5' st Garofalo) , Zamparo (1' st Toppan) , Franco (1' st Aylton) , Amelio (1'st Martinovic), Monopoli (1' st Diedihiu) , Velardi (1' st Schiavon), William (38' pt Cioffi), De Sena, Meola ( 19' st Deli) ; A disp: Volturo, Tortora;

Virtus Scafatese: Borriello (1'st gallo) , Somma , Colantuono, Memoli, Abate, Cirillo G. (1'st De Bellis) , Cirillo C. (1'st Garello) , Amarante (1'st Maio) , Aiello (Malafronte) , Ferrentino (1'st Galdi) , Marcucci (1'st Kolaveri) ; A disp: Avino, Romano, Spera, Fariello

Reti: 24' pt Marcucci (VS) 23' st De Sena (P) 30' st Deli (P)


21.8.13

William, Lanteri e Martinovic: chi sono i tre nuovi acquisti della Paganese.

CHI E' DINO MARTINOVIC

Centrocampista offensivo, nato a Karlovac (Slovenia) il 20 luglio 1990, esordisce con la maglia del Nova Gorica nella Prva Liga, la massima serie del campionato sloveno, il 27 febbraio 2010 collezionando al termine della stagione 9 presenze e realizzando 2 reti. Nella stagione successiva, dopo aver seduto in panchina nel primo turno di Europa League contro il Randers Fc, è girato in prestito al Bela Krajina, società della Druga Liga (seconda lega Slovena 15 presenze, 6 reti). Ritornato alla base nel gennaio 2010, con il Nova Gorica disputa il campionato 2010/11 (9 presenze), 2011/12 (16 presenze 2 reti) e 2012/13 (4 presenze). Nell'agosto 2012 è ingaggiato dal Verona al quale si lega con un contratto triennale. Gli scaligeri, però, lo cedono in prestito con diritto di riscatto all'Albinoleffe in Prima Divisione (14 presenze, 1 rete).

CHI E' LAURENT LANTERI

Esterno destro di attacco, nato a Nizza il 2 novembre 1984, è di proprietà del Siena dal quale arriva con la formula del prestito. Al Monaco dalla stagione 1999/2000, nella massima serie francese (Ligue 1) colleziona due presenze: una nel 2002/03, l'altra nel 2003/2004. Arriva poi il trasferimento in prestito in Ligue 2 al Chateauroux, dove in due campionati (2004/05 e 2005/06) colleziona 38 presenze, realizzando 7 reti. Dal gennaio 2006 veste per tre anni la maglia del Legnano (2005/06 14 presenze, 5 reti - 2007/08 24 presenze, 9 reti di cui una alla Paganese - 2008/09 17 presenze 5 reti), intervallata dall'esperienza, in Ligue 2, al Metz (2006/07 - 6 presenze). Nel febbraio del 2009, rescisso il contratto con i lombardi, arriva il passaggio al Novara sempre in Prima Divisione con il quale disputa nove gare (1 rete) sino al febbraio del 2010 allorquando si trasferisce, in prestito con diritto di riscatto, in Seconda Divisione all'Atletico Roma (14 presenze di cui 3 nei play off, 7 reti di cui 1 una play off). Nella stagione 2010/11 veste sino a gennaio, sempre in Seconda Divisione, la casacca del Casale Calcio (14 presenze) prima del trasferimento in B al Novara dove disputa 4 gare. Nelle ultime due stagioni, invece, indossa le maglie, in Prima Divisione, di Foggia (2011/12 18 presenze, 3 reti) e Andria Bat (2012/13 12 presenze, 1 rete). Il 31 agosto 2012 il calciatore passa dal Novara al Siena nell'ambito dello scambio con il centrocampista Francesco Parravicini. 14.08.2013 *

CHI E' WILLIAM NASCIMENTO LACERDA

 Nato a Sao Caetano do Sul (Brasile) il 5 gennaio 1992, può ricoprire sia il ruolo di esterno destro d'attacco che quello di prima punta. Cresciuto calcisticamente nel Corinthians, nell'agosto del 2011 il calciatore, dotato di passaporto portoghese, è ingaggiato, a titolo definitivo dal Genoa. Con i rossoblu disputa il campionato Primavera collezionando 13 presenze e realizzando 7 reti. Nell'estate scorsa il club di patron Preziosi lo cede in prestito al Modena in serie B. Otto le gare disputate sino a dicembre allorquando una lesione di secondo grado al retto femorale della coscia destra lo costringe a rimanere lontano dai campi di gioco.

da Paganese.it

19.8.13

Amichevole: la Casertana espugna il Torre. Eziolino Capuano fischiato.

E’ un calcio di rigore di Baclet a condannare la Paganese alla prima sconfitta, escludendo quella ai rigori con la Pro Patria, nel pre campionato. Si impone di misura, infatti, la Casertana dell’ex tecnico Eziolino Capuano, ‘accolto’ con una bordata fischi dal pubblico assiepato sulla tribuna del “Torre” così come il difensore Rinaldi, anch’egli ex azzurro.

Maurizi opta per il classico 3-4-3 ma è costretto a rinunciare al brasiliano William, ultimo acquisto e finora colpo di mercato, che si allenerà regolamernte col gruppo in mattinata. Confermata per nove undicesimi la formazione della sfida di due settimane in Tim Cup con la novità di Svedkauskas tra i pali e dell’esterno Deli in attacco, per il quale è attesa l’ufficialità a breve dopo aver risolto alcuni problemi burocratici con il Palestrina, compagine di serie D in cui ha giocato la scorsa stagione. Al suo fianco Beretta e De Sena. In mediana, in attesa di un calciatore sappia fornire fosforo alla manovra, ci sono Franco e Velardi, positivo la sua prova, supportati sulle corsie laterali da Meola e Amelio. Invariato il pacchetto arretrato con Zamparo, Pepe e Perrotta.

Nei novanta minuti la gara non mai decolla con le due compagini, complice il caldo ed i carichi di preparazione, giocano al piccolo trotto. Molto più pericolosa la Casertana che mantiene con costanza il pallino del gioco anche se la giovane difesa azzurrostellata non soffre più di tanto, eccezion fatta per qualche uscita a vuoto del giovane portiere lituano, nonostante avesse di fronte calciatori del calibro di Baclet e Caturano. Male, invece, la fase di impostazione e di attacco. Escludendo una conclusione velletaria di Franco dalla distanza, gli azzurrostellati non sono mai riusciti ad impensierire Fumagalli confermando le difficoltà emerse nelle prima sfida ufficiale stagionale. Serve qualità, inventiva e imprevedibilità. L’ultimo acquisto William e Lanteri, che dovrebbe firmare in settimana, basteranno?

Martedì, infine, nuova amichevole. Avversaria la compagine napoletana dei calciatori svincolati

www.paganese.net

IL TABELLINO

PAGANESE (3-4-3): Svedkauskas; Pepe, Zamparo, Perrotta; Meola (34’st Diedihou), Velardi (43’st Schiavon), Franco (43’st Aylton), Amelio; De Sena, Beretta (24’st Cioffi), Deli. A disp. Volturo, Monopoli, Toppan. All. Maurizi

Casertana (3-5-2): Fumagalli; Idda, Rinaldi (29’st Magliano), D’Alterio; Antonazzo (18’st Bruno), Marano (1’st Alvino), Cruciani, Cucciniello (21’st De Marco), Pezzella (25’st Mangiacasale); Baclet (14’st Favetta), Caturano (1’st Varriale). A disp. Vigliotti, Daleno, Pucino, Piccirillo, Bacioterracino, Bonanno.All. Capuano

MARCATORE: 4’st Baclet su rigore

17.8.13

Paganese-Casertana: allarme ordine pubblico, in arrivo limitazioni.


Nell’anno dei derby piú avvincenti degli ultimi anni di storia calcistica campana, arriva già a fine agosto il primo test per l’ordine pubblico. Domenica Paganese e Casertana si affronteranno in un’amichevole in programma alle 18.00 al “Marcello Torre” di Pagani. Una sfida che metterà di fronte due tifoserie storicamente poco amiche. All’origine c’é un vecchio attrito, risalente ai derby di campionato degli anni ‘90, tra le tifoserie avversarie che si incontreranno nuovamente in campo, seppur in amichevole per ora, dopo ben dieci anni. 
Nelle varie occasioni in cui le due squadre si sono incontrate, sono stati fatti registrare sempre delle intemperanze da parte delle due tifoserie. Un rischio che mette sotto la lente di ingrandimento da parte delle forze dell’ordine il match. Il rischio ordine pubblico per l’amichevole di domenica è concreto, non è da escludere che nelle prossime ore possano essere applicate delle limitazioni per evitare spiacevoli equivoci. L’ordinanza potrebbe porre delle limitazioni al pubblico, piccola anticipazione  di un campionato che ha fatto coincidere nello stesso girone, tutte le squadre campane iscritte in Prima Divisione, ravvivando vecchi contrasti tra le tifoserie. Al di là delle problematiche extra-calcistiche, per la Paganese é il primo banco di prova in attesa dell’inizio ufficiale del torneo fissato la prima domenica di settembre, in trasferta a Benevento.

Maurizi ne approfitterà per continuare a testare il suo 3-4-3 che ogni giorno di più regala risposte positive. La Casertana, ne usufruirá allo stesso modo anche se la prerogativa é quella di dare risposte riguardo il tecnico Capuano, che sembra giá vicino all’addio prima ancora di scendere in campo per le prime gare ufficiali della stagione dopo le negative prestazioni dei falchetti nelle amichevoli precampionato. Gli uomini di Maurizi, intanto, sono impegnati nella preparazione pre campionato, che s’interromperá soltanto in occasione del Ferragosto, per poi ritornare  sul terreno di gioco del Torre giá venerdi per una seduta di allenamento pomeridiana. Il mercato é in gran fermento e in settimana la rosa azzurrostellata potrebbe essere rinforzata con la firma, che appare vicinissima, del brasiliano Aylton, centrocampista classe ‘95, in prova già da inizio ritiro con la truppa di mister Maurizi. Per il reparto offensivo, invece, l’obiettivo numero uno resta il brasiliano William, in forza al Genoa, con cui sono giá avviate trattative, in attesa di risposte concrete previste entro la fine della settimana che culminerá proprio nella gara con i falchetti. 

Resport.it

13.8.13

Maurizi è sicuro: i giovani saranno la nostra forza.

Una vita (la prima) a dominare nel calcio a 5. Un’altra - iniziata nel 2008 sulla panchina della Massese - ad insistere su un teorema ora molto più diffuso: il trasferimento di quei concetti dentro il pallone dei grandi. In tanti hanno storto il naso in principio prima di ricredersi quando l’innovazione han deciso di sperimentarla - con grandi risultati - i club di primissima fascia: su tutti la Fiorentina di Montella.Agenore Maurizi è il precursore, il primo in Italia ad aver tracciato la strada dopo aver vinto tre scudetti e tre coppe Italia nel calcio a 5. E pur d’affermare le proprie tesi s’è appiccicato addosso etichette, pregiudizi, pettegolezzi. Proverà a spazzare tutto via alla guida della giovane Paganese, alla quale ha già dato – in meno di un mese – un’identità precisa di gioco e coordinate comportamentali chiare. Trapani gli ha dato l’occasione, D’Eboli ha creato subito sintonia e sinergia per le operazioni di mercato.

Da uno a dieci quant’è soddisfatto di questo primo mesetto? 
"Dieci. Stiamo dando il massimo - afferma il tecnico in un'intervista rilasciata ieri a "La Città" - abbiamo raggiunto tutti gli obiettivi che ci eravamo prefissati. Il mercato in entrata è quasi terminato ed il lavoro di campo procede senza intoppi. Poi l’ambiente è davvero perfetto per fare calcio: ho trovato una società molto competente ed organizzata. È chiara l’impronta data da Trapani in quasi dieci anni di presidenza. Possono cambiare gli obiettivi di anno in anno, ma la serietà e la premura restano costanti della personalità del presidente. Premesse indispensabili per poter lavorare bene. Negli ultimi due anni ho toppato e me ne assumo le responsabilità. Ma bisogna pure ricordare le condizioni precarie con le quali ho convissuto prima a Viareggio e poi a Treviso".

A che punto è la Paganese sul piano atletico e su quello tattico?
"A metà dell’opera. Siamo ancora in una prima fase dal punto di vista fisico e va successivamente sviluppata la velocità. Sul piano tattico stiamo approfondendo i concetti di possesso palla e difesa di squadra, non ancora quelli di transizione".

Nemmeno un intoppo di natura muscolare. 
"Se il lavoro procede in maniera scorrevole è perché sono circondato da grandi professionisti. Luca Tulino e Luca Florio, i miei preparatori, sono efficacissimi, studiano tutto nei dettagli, lavorano da anni col gps metabolico. Sembrava una stupidaggine, una roba che potesse funzionare solo nel calcio a 5. Invece, sta diventando di uso comune tra i grandi club. Ma non dite che Maurizi è stato il primo a puntare sul trasferimento di metodologie dal calcio a 5 all’ 11".

Perché non dovremmo?
"Perché io sono un signor nessuno. Poi dopo anni ed anni in cui magari ti hanno pure deriso un grande club come la Fiorentina inizia a puntarci con forza e si parla di innovazione. Ho sempre saputo che le metodologie del calcio a 5 portano solo benefici, soprattutto per lo smarcamento, l’orientamento del corpo e la velocità di pensiero ed esecuzione. Xavi ed Iniesta, i più grandi centrocampisti al mondo, fino a 16 anni hanno giocato solo il calcio a 5".

Si sente un po’ frustrato per questa mancanza di considerazione?
"Mi procura rabbia. Sono stato costretto a sentirne di tutti i colori in questo mondo pieno d’invidie e pettegolezzi. Ma sono fiero d’essere restato leale ai miei principi, al mio modo di vedere il calcio".

www.paganese.net

Finisce 1-1 l'amichevole con la Primavera del Napoli.

Termina in parità l'amichevole disputata questo pomeriggio a Sturno, in provincia di Avellino, tra laPaganese e la Primavera del Napoli. Test match che ha consentito al tecnico Agenore Maurizi di valutare i miglioramenti della squadra sia dal punto di vista prettamente tattico che da quello fisico oltre a monitorare quei calciatori (Bounafaa) ancora in prova. All'amichevole durante cui il tecnico di Colleferroha fatto ruotare tutti gli effettivi a disposizione non hanno partecipato il difensore Pepe e l'esterno Vallea scopo precauzionale dopo un affaticamento muscolare. Assente anche l'estremo difensore Tomas Svedkauskas impegnata con la Nazionale lituana Under 19. Le reti dell'incontro sono state siglate daMeola, direttamente dagli undici metri, e da Girardi per i partenopei

IL TABELLINO

Napoli Primavera: Scalese, Guardiglio (44'st Supino), Anastasio, Prezioso, Mangiapia, Girardi, Di Fiore, Schiavo (45'pt De Simone), De Iorio (11'st Barone), Mancini (6'st Gaetano), D'Auria (17'st Zambrano). A disp. Contini. All. Saurini

Paganese (3-4-3): Volturo, Monopoli, Toppan (1'st Zamparo), Perrotta (1'st Garofalo); Meola, Aylton (1'st Grillo), Velardi (22'st Schiavon)(40'st Tortora), Amelio (1'st Ceccarelli); De Sena, Beretta (1'st Didiou), Cioffi (1'st Bounafaa). A disp. Ruocco. All. Maurizi

ARBITRO: De Luca di Ercolano (Pizza - Battiniello)
MARCATORI: 29'pt Meola (P), 31'pt Girardi (N)
AMMONITI: Meola (P), Guardiglio (N)

www.paganese.net

10.8.13

Ecco i calendari: la Paganese esordirà a Benevento. I derby con laNocerina a dicembre e ad aprile.

Inizierà a Benevento il primo di settembre l'avventura in campionato della Paganese di Mister Maurizi. Al derby coi sanniti faranno seguito due partite interne, contro Pontedera e Ascoli, una neo promossa e una neo retrocessa. Per i tanto temuti derby campani, dopo quello d'esordio col Benevento (ritorno a gennaio) bisognerà aspettare il primo dicembre quando gli azzurrostellati ospiteranno i rivali della Nocerina (ritorno il 6 aprile) e il 22 dicembre quando nell'ultima giornata di andata la Paganese tornerà all'Arechi di Salerno per vendicare il match di due anni fa contro la Salernitana finito tra le polemiche.
Il 22 di settembre, prima trasferta nordista della Paganese a Viareggio. Io sto già la. 

Il calendario completo è disponibile su Paganese.it a questo indirizzo:  http://www.paganese.it/public/img/Calendario2013-14.pdf 

8.8.13

Buone vacanze a tutti i tifosi azzurrostellati!

Vado via qualche giorno, il blog verrà aggiornato a spizzichi e bocconi.
Buone vacanze a chi parte. E buon lavoro a chi resta.

Forza Paganese! Sempre.

La Paganese batte 3-1 in amichevole l'Equipe Salerno con doppietta di Beretta e gol di Franco.

La Paganese di mister Maurizi supera per 3 a 1 l'Equipe Soccer Salerno nell'amichevole di oggi.

PAGANESE 3
ÉQUIPE SALERNO SOCCER 1

PAGANESE(1 tempo):Svedkauskas, Zamparo, Pepe, Perrotta, Meola, Ceccarelli, Franco,Velardi, De Sena, Deli, Beretta. 
All. Maurizi
ÉQUIPE SALERNO( 1 tempo): Prisco, Cuomo, Braca, Melcarne(35' Campanella) Alex, Siano, Cammarota, Lolaico, Citro, De Cesare, Orlando

PAGANESE(2 tempo): Svedkauskas(30's.t. Volturo), Monopoli, Toppan, Garofalo, Diedihou, Aylton, Schiavon, Amelio, Valle, Cioffi, Beretta.
ÉQUIPE SALERNO( 2 tempo):Iuliano(28'Nappi,)Cuomo(15'Vicedomini),Braca(15'Pappalardo) Campanella, Alex(10'Barbarisi) Siano, Cammarota(23' Ferrara)Lolaico, Citro(25' Caputo) De Cesare, Orlando(28' Guerriero)

RETI: 27' Beretta;  37' Alex, 41' Franco, 17' s.t. Beretta(rig)

Domani mattina la composizione dei gironi: subito rischio derby per la Paganese.


Domani mattina sapremo se i così tanto attesi derby saranno subito protagonisti delle prime giornate di campionato. Sarà infatti varato alle ore 
11, in diretta su Rai Sport 1, il nuovo calendario della Lega Pro. Riflettori puntati ovviamente sul girone B, quello che tanto sta facendo discutere, specie per l’inserimento, tutte nello stesso gruppo, delle compagini campane. Salernitana neopromossa, potrebbe subito prendere una tra Nocerina, Benevento e Paganese, arrivate tutte e tre nelle prime posizioni di classifica dello scorso campionato. E stavolta non varrà il detto “tanto, prima o poi, bisogna incontrarle tutte”, una cosa è cominciare con un derby, un’altra prendere il Barletta o il Prato, con tutto il rispetto per queste due formazioni. E intanto impazza il mercato. La Nocerina è sempre più vicino ad ottenere il sì di Tommaso Romito. Il difensore si sta allenando già da giorni con i molossi di mister Fontana. Al massimo domani mattina potrebbe essere trovato l’accordo. Pavarese invece non sembra voler affrettare i tempi per Remedi del Livorno, ci sarà prima da sfoltire il reparto mediano, con Lettieri che potrebbe andare al Sorrento in Seconda Divisione. La Paganese rischia di vedersi soffiare l’attaccante William del Genoa. Il brasiliano sembrerebbe infatti ad un passo dal Como che gli sta facendo una corte spietata. Azzurrostellati che con l’ingaggio di un centravanti sarebbero realmente al completo e potrebbero attendere gli sviluppi del mercato per un eventuale nuovo intervento. Di sicuro D’Eboli dovrà sistemare qualche pedina in esubero in Seconda Divisione e Serie D. La Salernitana invece rischia di non riuscire ad arrivare al sudamericano Sacilotto. Il centrocampista ex Nocerina e Latina, ha ricevuto una telefonata di mister Sanderra ma ha fatto chiaramente capire che le cifre annunciate dalla proprietà granata non sono assolutamente accettabili. Nuovo incontro previsto nei prossimi giorni, forse quello definitivo. In casa Cavese affidato a Lorenzo Ansaldi il compito di gestire l’ufficio stampa. La squadra continua invece a lavorare in quel di Morcone, ancora incompleta e con il diesse Casapulla a caccia di rinforzi. Cavese che proprio ieri è stata inserita nel girone I, quello calabro-siculo-campano, e dovrà vedersela tra le altre anche con la super favorita Battipagliese di Ciaramella.

Giuseppe Della Morte - telenuova.tv

Paganese, ora manca solo un centravanti.

Manca solo un centravanti e poi l’ossatura base della squadra che sarà chiamata ad affrontare il prossimo campionato di Prima Divisione sarà completa ma, va detto, fino al 1 settembre potrebbero esserci altre opportunità e il diggì D’Eboli di certo non se le lascerebbe scappare. Nel frattempo, l’operatore di mercato della Paganese è impegnato nella ricerca di un centravanti che possa elevare il tasso di pericolosità offensivo della squadra di Maurizi e che risponda al solito identikit: giovane, promettente, possibilmente di proprietà di un club di categoria superiore che sia disposto a riconoscere al sodalizio del patron Trapani il premio di valorizzazione. L’obiettivo dichiarato per il ruolo di punta centrale, dopo le partenze dei vari Orlando, Fava, Girardi e Caturano, è il brasiliano del Genoa Nascimento Lacerda William. Classe ’92, il sudamericano originario di Sao Caetano do Sul, William supera il metro e ottanta d’altezza, è tecnicamente dotato, fa della velocità il suo pezzo forte, ma sa farsi valere anche nel gioco aereo. Nel settore giovanile dei grifoni ha segnato 7 gol in 13 partite. Nella passata stagione l’attaccante brasiliano ha avuto la possibilità di confrontarsi con la Serie B, in prestito al Modena, ma un infortunio lo ha oltremodo penalizzato (per lui 7 apparizioni e nessuna rete). A Pagani avrebbe la possibilità di rilanciarsi. Sempre per il reparto avanzato piacciono il francese del Siena, Lanteri, e l’italo-brasiliano della Salernitana, Gustavo. In dirittura d’arrivo l’affare relativo all’ingaggio del portiere lituano Svedkauskas, prodotto del vivaio della Roma, e dell’esterno del Parma Hervè. Portate a termine queste operazioni, il diggì D’Eboli potrebbe poi concentrarsi sulle cessioni: uno tra i portieri Volturo e Pergamena andrà a farsi le ossa in Seconda Divisione. In lista di sbarco ci sono il mancino Agresta ed il mediano Giglio.

Alle 18, intanto, al Torre la squadra di Maurizi affronta in amichevole l’Equipe Salerno Soccer di mister Pisani, un test probante per la truppa azzurrostellata.

Da: liratv.com

Rassegna Stampa di oggi.





Equipe Salerno, ancora Luca Orlando sugli scudi. Oggi amichevole con la Paganese.

È terminata 1-1 l’amichevole tra l’Equipe Salerno Soccer e il Pomigliano, compagine di Serie D. Si è giocato a Potenza perché la squadra napoletana è in ritiro a Rifreddo di Pignola nel potentino, e curiosamente si è giocato lì anche per onorare la memoria dell’ingegnere potentino Domenico Lorusso, ucciso in Germania oltre due mesi fa: l’iniziativa denominata "Un gol per l'Africa" è stata ideata dal potentino prof. Rocco Galasso dell’Equipe Salerno Soccer. Molti sono stati i tifosi accorsi a questa sfida calcistica, finita in parità con i gol di Rosario De Rosa per il Pomigliano e di Luca Orlando per l’Equipe Salerno. In particolare per Orlando si è trattato del quarto gol in 6 partite disputate con la selezione degli svincolati. C’erano molti ex del Potenza oltre che del Città di Potenza: si ricordano tra gli altri il portiere Rino Iuliano, il terzino Giuseppe Lolaico, il centrocampista  Andrea Cammarota, l’attaccante Ciro De Cesare e il presidente dell’Equipe Soccer Luigi Cuomo. In evidenza Michele Siano, e come lui anche altri giocatori dell’Equipe Salerno hanno mostrato di essere entrati in condizione: un plauso lo meritano l’allenatore Pisani, il preparatore Senatore e il fisioterapista Spiezia, infatti il loro lavoro permette a questi calciatori, che oggi non hanno un contratto, di mantenersi in forma. Il ricavato della gara sarà devoluto all'Associazione "Il pozzo della farfalla" per la costruzione di un centro di formazione e per inagurare il 10 agosto il terzo pozzo di acqua potabile in Togo. Prossimi impegni oggi con la Paganese, allo stadio Marcello Torre, e venerdì a Serino contro l’Aversa Normanna.

tuttolegapro.com

Perrotta: "Ho voluto fortemente il ritorno a Pagani".

Marco Perrotta è, a dispetto della giovane età, un ragazzo molto maturo. Il 19enne difensore della Paganese è abituato a dimostrarlo sia in campo, dove spiccano le sue doti di leader, che fuori, con azioni e dichiarazioni mai banali.
In questa sessione di calciomercato su di lui era forte l'interesse del Barletta. Ma Perrotta non ha voluto sapere ragioni: 1^ Divisione per 1^ Divisione, ha voluto fortemente il ritorno nella città campana. E alla fine è stato accontentato.
"Sono nuovamente qui a Pagani perché l'anno scorso mi sono trovato molto bene con la squadra e con la città - ha detto alla stampa -. Sono convinto che disputeremo una buona stagione. In difesa io e i miei compagni, le cui qualità non si discutono, abbiamo già trovato una buona intesa, grazie anche al grande lavoro di mister Maurizi in ritiro".
"L'interesse del Barletta - ha continuato - è stato molto forte. Ringrazio tanto il club pugliese, ma la mia preferenza era chiarissima. Nel periodo di ritiro col Pescara sono cresciuto molto. In Abruzzo, però, stanno costruendo una squadra importante e ho capito che non ci sarebbe stato tanto spazio per me".
Chiusura finale sulla possibile novità dell'età media in Lega Pro: "Non penso sia una cosa positiva. Deve giocare solo chi merita, sia che si tratti di un calciatore giovanissimo che di uno navigato".

tuttolegapro.com

7.8.13

Il caso Babù finisce pure su Repubblica.

L'amichevole contro l'Equipe Salerno inizierà alle 18.

L'amichevole in programma domani pomeriggio, giovedì 8 agosto al Marcello Torre con l'Equipe Salerno è slittata di mezz'ora, quindi il fischio d'inizio è previsto per le 18:00.
Al termine della gara, due tesserati ed il tecnico saranno a disposizione per le interviste.

www.paganesecalcio.com

Rassegna Stampa di oggi.





Paganese: quanti movimenti.

Continua il feeling tra Paganese e Parma. Dal club ducale è in arrivo il difensore francese classe 94 Diedieuh Hervè, che con il Parma Primavera ha dimostrato l’anno scorso tutto il suo valore. Dal Crotone ingaggiato l’attaccante di 18 anni Federico Valle, ragazzo su cui il direttore generale degli azzurri Cocchino D’Eboli punta moltissimo. Un altro arrivo alle porte è quello del portiere Tomas Svedkauskas. nato il 22 giugno 1994 a Marijampole, in Lituania, è cresciuto calcisticamente nel suo paese, nella stagione 2011/12 si trasferisce alla Fiorentina, dove offre il suo contributo in Primavera. Viene apprezzato da molti addetti ai lavori durante il torneo di Viareggio, dove è nominato miglior portiere della competizione. La Roma lo ingaggia a luglio 2012, facendolo aggregare al ritiro con la Prima Squadra. La Paganese ha invece un nuovo difensore. Si tratta di Simone Ceccarelli, terzino, che giunge dalla Primavera dell’Hellas Verona. Classe 94, Ceccarelli è il calciatore che la dirigenza azzurro stellata ha preso così da liberare una volta e per tutte Agresta che invece potrebbe accasarsi alla Nocerina visto che il suo procuratore è Mariano Grimaldi che di fatto sta costruendo con Pavarese la nuova squadra rossonera.

paganinotizie.it

Paganese, Ceccarelli si presenta: "Trattativa lampo, tutto in un giorno".

Dopo il primo allenamento svolto nel pomeriggio di ieri con la sua nuova squadra, la Paganese, l'esterno di centrocampo di proprietà del Verona, si è presentato con queste parole agli orgnani d'informazione: "Sono molto motivato e spero che potremo fare bene sia io che la squadra. Sono un esterno mancino, ma ho giocato anche a centrocampo. La trattativa con la Paganese è stata improvvisa. E' successo tutto in un giorno".

Il calciatore ha passato molti anni nel Settore Giovanile della Roma: "Sono riuscito a togliermi belle soddisfazioni in questo periodo, vincendo quasi tutto quello che c'era da vincere. Sono stato allenato anche da Stramaccioni, che saluto e ringrazio".


Da tuttohellasverona.it 


6.8.13

Quattro volti nuovi per la Paganese: Ceccarelli, Svedkauskas, Diedhiou e Valle.

Ben tre i volti nuovi presenti questo pomeriggio al "Torre" alla ripresa degli allenamenti dopo il match disputato con la Pro Patria, valevole per la Coppa Italia Tim.

Oltre all'attaccante esterno Simone Ceccarelli, ufficializzato nella mattinata, prima seduta in azzurrostellato anche per il portiere Tomas Švedkauskas (foto). 


Nato a Marijampolė il 22 giugno 1994, il lituano arriva in prestito dalla Roma alla quale è legato con un contratto in scadenza il 30 giugno 2017. Cresciuto calcisticamente nelSūduva, società calcistica della sua città, nella stagione 2011/12 è ceduto in prestito alla Fiorentina con la quale partecipa al campionato Primavera (15 presenze). Con la squadra toscana prende parte anche al 64° Torneo di Viareggio - Coppa Carnevale al termine del quale è premiato come miglior portiere della manifestazione. Non riscattato dai viola, ritorna al Sūduva dal quale il club capitolino lo acquista a titolo definitivo nel luglio 2012. Con i giallorossi disputa il campionato Primavera collezionando 20 presenze e accomodandosi per 17 volte in panchina con la prima squadra guidata da Zeman prima, da Andreazzoli poi.
E' titolare della nazionale Under 19, che ha partecipato al Campionato europeo U19 tenutosi proprio inLituania nel mese scorso, e della nazionale Under 21 con la quale sta disputando la fase a gironi per la qualificazione agli europei che si terranno nella Repubblica Ceca nel giugno 2015.

Primo giorno in azzurrostellato anche per l'esterno di centrocampo Hervé Diedhiou. Nato a Bignona (Senegal) il 5 gennaio 1994, il calciatore arriva in prestito dal Parma. Dopo aver sostenuto le visite mediche e apposto la firma al contratto che lo legherà alla Paganese sino a giugno 2014, il calciatore ha assistito, a bordo campo, all'allenamento dei nuovi compagni di squadra.

E' stato questo il giorno dell'ufficializzazione anche per Federico Valle, classe '95, l'anno scorso alla Primaveradel Crotone. Il calciatore ha preso parte all'intero romitaggio estivo di Acquasanta Terme. Parte finale del ritiro che ha visto come protagonista anche il centrocampista offensivo Ayoub Bounafaa. Nato a El Borouj(Marocco) il 25 gennaio 1995, nelle ultime tre stagioni ha vestito, in serie D, la maglia del Pordenone collezionando 25 presenze. Nei prossimi giorni è prevista l'ufficializzazione del suo ingaggio.

da paganese.it 

Ultim'ora: tesserato il trequartista Federico Valle.

La Paganese Calcio comunica il tesseramento del trequartista classe 95' Federico Valle proveniente dalla serie cadetta dove era in forza al Crotone. Il calciatore romano, già in ritiro con la squadra azzurrostellata ad Acquasanta Terme, oggi, martedi' 6 agosto, si è allenato regolarmente agli ordini del tecnico Maurizi.

"Sono soddisfatto di questa scelta-ha dichiarato Valle-perché giocare in piazze calde come è quella di Pagani è uno stimolo importante per qualsiasi calciatore. Sono giovane è vero, ma ho una gran voglia di mettermi in mostra profondendo il massimo impegno come tutti i miei compagni, per avere una chance in questa squadra".

paganesecalcio.com

Girone di ferro, Paganese soddisfatta. Il DG D’Eboli: “Derby grande opportunità”.


La diramazione dei gironi di Prima Divisione ha immediatamente innescato il popolo del web e le tifoserie, pronte a vivere una stagione vietata ai deboli di cuore. Si prospetta, specie per il girone B, un campionato incandescente, al di là dei derby. A fare il punto della situazione ai nostri microfoni, lo scatenato dg della Paganese Cosimo D’Eboli: “Per un momento abbiamo temuto che potessimo essere dislocati insieme alla Salernitana nel raggruppamento centro-settentrionale, una decisione senza capo né coda. Alla fine ha prevalso il criterio più logico ed equo, considerando il non facile momento economico e l’esigenza di gestire quanto più efficacemente possibile le risorse a disposizione di ogni club. Io personalmente sono un accanito sostenitore dei derby, costituiscono il sale del calcio e non vedo per quale motivo non dovessero essere disputati. Quella che ci offre la Lega è un’opportunità di crescita sportiva, ma anche di maturazione per le tifoserie che, sono convinto, risponderanno con messaggi distensivi e col più alto senso di appartenenza sportiva al proprio team. Qualora i paventati problemi di ordine pubblico costituissero un limite davvero invalicabile, mi auguro quanto meno che le partite vengano disputate sia all’andata che al ritorno davanti al pubblico locale. La riunione sui derby a porte aperte è soltanto rinviata, a breve ci siederemo a tavolino e peroreremo la causa di vere e proprie feste di sport, possiamo riuscirci”. L’esperto dirigente ebolitano, da anni trapiantanto nella città di Sant’Alfonso non le manda a dire neanche in chiave mercato:” Qualcuno mi ha messo spesso e volentieri in bocca parole da me mai proferite. In molti, particolarmente quelli che ora sono fermi dopo non aver raggiunto i propri obiettivi, parlano senza ragion d’essere; le chiacchiere le lascio fare a questi detrattori davanti ai bar, per quanto mi riguarda parlano i fatti: a Pagani in nove anni ho seminato e raccolto più di tutti. Per quel che concerne la Salernitana mi sono sempre limitato ad applaudire lo staff tecnico e dirigenziale per i risultati ottenuti in così breve tempo sia in D che nell’ex C2. Il ciclo degli ex granata per noi si è chiuso, ora vogliamo gettare le basi per un progetto triennale coltivando in casa i nostri talenti, supportati da sinergie con sodalizi di spessore (vedi Parma, ndr). Saremo prontissimi per il campionato, a breve ridefiniremo l’organico a disposizione di mister Maurizi con almeno tre innesti mentre andranno via Agresta, Pergamena ed anche Fabio Orlando”. Chisura dedicata ai babies: “Abbiamo deliberato di puntare sui ’95 e ’96 sia in ottica prima squadra che settore giovanile, la base del calcio che verrà. Ogni decisione presa (come quella di svincolare ’94, tra cui i salernitani Andrea Gioia, Luca Sorrentino e Fabio Salzano, nda) ha una valida motivazione di fondo, se a qualcuno piace fare polemica sa che non può andare lontano, il calcio è anche matematica ed il tempo darà tutte le risposte che attendiamo, a fare la differenza sono i numeri e sono tutti dalla nostra e mia parte”. Il campionato dei derby è già ampiamente iniziato, ai posteri l’ardua sentenza.

da solosalerno.it