30.6.12

Soligo pronto a dire sì alla Paganese che saluta Agresta e Siciliano.

Il centrocampista ex Salernitana tentato dall'offerta azzurrostellata

Riprenderà a pieno regime da lunedì il mercato in entrata della Paganese, che ieri ha registrato le rescissioni di Agresta e Siciliano, che non faranno dunque parte della rosa azzurro stellata per la prossima stagione. Con la riapertura ufficiale delle liste, ad inizio luglio, saranno depositati i contratti di Franco, Falzerano e Leone, che fanno già parte del progetto liguorino, così come Fava, Galizia e Fusco che hanno rinnovato, come presto anche Scarpa. Poi verrà sferrato l’assalto a Ciotola, lo scorso anno al Como, ed a Statella, ex Salernitana che proprio con Grassadonia in panchina riuscì in parte a dimostrare il proprio valore in quella sciagurata stagione granata. Restano sempre in piedi le trattative con Murolo, Di Deo, Fernandez, Caturano, oltre che con gli ex Salernitana Carrus e Soligo, sogni di mercato comunque non impossibili, specie se si pensa che il mediano veneto nelle ultime ore starebbe seriamente valutando, con il proprio procuratore Scotti, la possibilità di accettare il biennale proposto dalla Paganese. Per l’attacco Fofana potrebbe finire a Lanciano.

resport.it

Rassegna Stampa: La Città di Salerno.


Rassegna Stampa: Il Mattino.


29.6.12

Risoluzione per Agresta e Siciliano.

La Paganese Calcio 1926 srl, comunica che è stata effettuata la risoluzione del contratto per i calciatori Francesco Agresta e Pasquale Siciliano. La società, nel ringraziare i due atleti per l'impegno profuso in questa stagione agonistica culminata con la promozione in Prima Divisione, augura loro le migliori fortune professionali.

Ufficio stampa Paganese Calcio

La Paganese si è iscritta al campionato di C1.

La Paganese Calcio 1926 srl, comunica che è stata formalizzata e completata la pratica per l'iscrizione al prossimo campionato di Prima Divisione. Nella giornata di ieri, il segretario Antonio Ferraioli, ha provveduto alla consegna della pratica a Firenze presso gli uffici della Figc.

paganesecalcio.com

Ciotola e Statella verso la Paganese.

Sarà una grande Paganese. Questo ormai è certo ed è quello che sta cercando di fare il direttore generale Cosimo D’Eboli che sta la­vorando giorno e notte per consegnare nelle mani del tecnico Gianluca Grassadonia la miglior formazione possibile. I nomi che gra­vitano attorno alla ‘stella’ sono altisonanti e nei pros­simi giorni potrebbe esse­re assestato qualche altro colpo. Franco, Falzerano e Leone fanno già parte del­la Paganese che verrà, così come Dino Fava, Galizia e Fusco.
Un’ossatura niente male che potrebbe essere raffor­zata con la conferma di Cic­cio Scarpa. Il fantasista, che a Pagani ormai è di casa e che per Cocchino D’Eboli è come un figlio, è legato al Taranto con il quale ci sarebbe un accordo di massi­ma secondo il quale in caso di promozione in Prima Di­visione il calciatore sarebbe dovuto restare a Pagani. La situazione rischia di an­dare per le lunghe, intanto gli azzurrostellati continua­no a cercare di rinforzare la rosa.
 
I nomi caldi sono quelli di Ciotola, lo scorso anno al Como, e di Statel­la, ex Salernitana. Restano sempre in piedi le trattative con Murolo, dello Spezia, Di Deo (Taranto), Fernan­dez (Lanus), oltre gli ex Sa­lernitana Carrus e Soligo, che sembrano più distanti. Per l’attacco in pole ci sono sempre Fofana e Ginestra. Si muove qualcosa anche in uscita: prende forma, in­fatti, l’interessamento del Salerno Calcio per Luca Or­lando. L’ex Salernitana - che piace a Sassuolo, Varese, Reggina e Grosseto - piace non poco a Salerno dove ancora non è chiaro chi sia l’interlocutore di mercato. Di sicuro c’è che in settima­na si risolverà la telenovela. Intanto Robertiello è ad un passo dal Crotone. Passa­ti al Latina, infine, sia De Giosa che Cejas, obiettivi di mercato della Paganese nei giorni scorsi.
 
resport.it

Rassegna Stampa: Il Mattino.


Rassegna Stampa: La Città di Salerno.


28.6.12

Paganese beffata, sfumano De Giosa e Cejas.

I due calciatori della Ternana vanno al Latina: erano obiettivi del dg D'Eboli

Sfumano gli acquisti del difensore Roberto De Giosa e del centrocampista Max Cejas per la Paganese. I due calciatori, oggi, sono stati passati al Latina. La Ternana infatti ha deciso di privarsi di due tasselli fondamentali della promozione in B.

De Giosa, ex capitano azzurrostellato, e Cejas, piacevano molto al club del direttore generale Cocchino D'Eboli.

resport.it

Paganese, spuntano nuove idee di mercato.

La Paganese è alla ricerca di un esterno offensivo per il 4-4-2 di mister Gianluca Grassadonia. Il tecnico salernitano si augura di avere a disposizione anche per la prossima stagione Francesco Scarpa, che potrebbe svincolarsi dal Taranto, oltre a Galizia, il cui l'agente ha smentito l'accordo con la società per il rinnovo che è stato invece già trovato in sede prima della partenza per le vacanze dell'esterno napoletano.
Il diggì azzurrostellato Cosimo D'Eboli ha messo gli occhi su Nicola Ciotola, classe '84 nell'ultima stagione al Como. Un'importante alternativa alla forte ala destra campana potrebbe essere Giuseppe Statella, nato nel 1988 a Melito, in Calabria. Nell'ultima stagione al Pavia, ma di proprietà del Bari, Statella formerebbe con Scarpa e Galizia un pool di esterni offensivi capaci di andare al cross ed essere incisivi sottoporta.
Per la difesa piacciono Michele Murolo (28), nell'ultima stagione allo Spezia, e l'argentino Antonio Mariano Fernandez (33), esperto stopper del Siracusa che in carriera ha vestito, tra le altre, le maglie di Lanus, Torino, Dinamo Bucarest e Sorrento. La società ha deciso che saranno schierati due under come terzini. Piace il sampdoriano Bruno Martella, fluidificante mancino sul quale è però forte il pressing del Perugia.

tuttolegapro.com

Rassegna Stampa: La Città di Salerno.


Rassegna Stampa: Il Mattino.


27.6.12

Paganese: in difesa si seguono Murolo e Fernandez.

D'Eboli al lavoro per costruire una corazzata in Prima Divisione

Paganese attivissima sul fronte mercato. Il dg Cocchino D’Eboli ha già ottenuto le conferme dei pezzi da novanta quali Fusco, Scarpa, protagonisti della promozione in Prima Divisione. Ma il lavoro del dg non si ferma qui.

Dalla Reggina arriverà il portiere Leone e non è escluso che possa vestire la maglia azzurrostellata anche Ragni, di proprietà del Pescara e nell’ultima stagione a Eboli.

Per il reparto difensivo sono in piedi le trattative con l’argentino Fernandez del Siracusa (ex Sorrento) e con Michele Murolo dello Spezia (foto).

Per l’attacco, invece, perdono colpi le voci su Ginestra del Sorrento e Carrus.


resport.it

Paganese, continuano i rinnovi per i protagonisti della promozione: è la volta di Agresta.

Dopo Fusco, Fava e Galizia un altro protagonista della cavalcata promozione della Paganese è pronto a rinnovare il proprio contratto con il club azzurrostellato. Si tratta del terzino, classe '90, Francesco Agresta per il quale è pronto un contratto sino al 2014.

tuttolegapro.com

Calciomercato: le novità in casa Paganese.



La Paganese del prossimo anno sarà un perfetto mix tra calciatori esperti e giovani di prospettiva. Il direttore azzurrostellato Cosimo D’Eboli lavora per portare a Pagani il meglio che c’è sul mercato. Sono tanti i nomi altisonanti che sono accostati al club liguorino e che fanno ben sperare i tifosi in vista del prossimo campionato di 1^ Divisione.

ACQUISTI – E’ fatta per i due giovani del Chievo Verona, Domenico Franco e Marcello Falzerano. Entrambi under (rispettivamente ’92 e ’91), entrambi pupilli del tecnico Gianluca Grassadonia. Raggiunto l’accordo con la Reggina per il prestito del giovane portiere Daniel Leone e col Siracusa per l’ingaggio di Mohamed Fofana, attaccante dal gran fisico che – se in forma – può essere devastante. Acquistato in comproprietà dall’Empoli lo “scugnizzo” Salvatore Caturano, classe ’90 con recente esperienza in B alla Nocerina. Rimarranno a Pagani, oltre a Fusco e Nigro, anche Fava e Galizia. Curiosa la situazione di quest’ultimo: la società ha annunciato sul proprio sito ufficiale di avergli rinnovato il contratto ed effettivamente così è stato, ma il suo agente, che non era presente al momento della firma, ha smentito l’accordo. Partirà con il ritiro anche Loris Tortori, che il Latina non ha riscattato e che dunque sarà a disposizione di Grassadonia per la prossima stagione se non dovessero arrivare offerte soddisfacenti.

TRATTATIVE IN ENTRATA – Il difensore Roberto De Giosa aspetta altre offerte e tornerebbe nella città di Sant’Alfonso solo in casi estremi. Discorso simile per Evans Soligo, che continua a tentennare per motivi logistici. L’ex Salernitana aspetta infatti una proposta dal Venezia per rimanere in Veneto, ma gli arancioneroverdi non possono accontentarlo economicamente. Di Deo vorrebbe andare alla Reggina con Dionigi, che lo ha allenato nell’ultima stagione al Taranto. Il club ionico dovrebbe concedere alla Paganese l’intero cartellino di Francesco Scarpa. Sul taccuino di D’Eboli ci sono due nomi nuovi: si tratta di Nicola Beati e Nicola Ciotola. Beati, centrocampista cresciuto nel settore giovanile dell’Inter, è un regista dotato di ottimi piedi che il Sorrento potrebbe lasciar partire. Ciotola, nato a Napoli nell’84, è tra gli esterni più importanti della categoria e dopo l’ultima stagione a Como potrebbe decidere di avvicinarsi a casa. In difesa il primo obiettivo è Michele Murolo dello Spezia, mentre per la porta si punta con decisione a Generoso Rossi del Sorrento. In attacco il sogno rimane Ciro Ginestra, 21 goal con la maglia del Sorrento nell’ultima stagione. L’alternativa al bomber di Pozzuoli si chiama Francesco Zizzari, classe ’82 della Reggina ma al Siracusa nell’ultima stagione. Il calciatore foggiano in carriera ha partecipato parecchie volte ai play-off.

Per quanto riguarda gli under, la società ha deciso di schierarne almeno due, entrambi nel ruolo di terzini. Arriveranno presumibilmente dalla Reggina o dal Napoli, club con cui intercorrono ottimi rapporti.

RATTATIVE IN USCITA
– I calciatori con più richieste sono senza dubbio il portiere Piero Robertiello ed i fratelli Orlando. L’estremo difensore di Oliveto Citra interessa al Crotone e al Frosinone e, in caso di offerta vantaggiosa, trattenerlo sarebbe difficilissimo. Il Sud Tirol e il Pavia vogliono in prestito Fabio Orlando. Il classe ’93, legato alla Paganese da altri due anni di contratto, andrebbe a farsi le ossa in Alta Italia per poi tornare alla base il prossimo anno. Il bomber Luca è finito invece nelle mire della Reggina. Comincia a defilarsi il Sassuolo, il cui nuovo allenatore Di Francesco non gradirebbe l’acquisto del giovane talento salernitano. Messo sul mercato Lino Siciliano, che non rientra nel progetto tecnico della società.

Gianluca Pepe - paganinotizie.it

Nigro a TLP: "Con il diesse ho trovato l'accordo, ma..."

Una potenzialità inespressa quella di Elio Nigro (26), difensore che ha concluso la stagione con la Paganese dopo averla iniziata ad Eboli. A Gennaio il passaggio con gli azzurro-stellati dopo l’aggressione subita da alcuni pseudo tifosi dell'Ebolitana. Qualità mai completamente dimostrata dal difensore che dopo l'esperienza con il Napoli da giovanissimo e le vicissitudini con il Benevento in C2, stagione 2006-2007, è stato costretto a ripartire dalla Serie D a Sapri dopo un anno di inattività. Poi la progressiva scalata, prima vestendo la maglia del Messina sempre in D, poi il salto in Lega Pro con l'Ebolitana ed infine l'approdo a Pagani culminato con la promozione in Prima Divisione. Il rapporto con gli azzurrostellati pronto a rinnovarsi, così come ha spiegato Nigro in esclusiva a TuttoLegaPro.com:
Buonasera Nigro, complimenti per la promozione e per il finale di stagione che é stato in crescendo nonostante lei sia stato spesso utilizzato fuori ruolo..
"Grazie, si ho avuto qualche difficoltà all'inizio, perché il mio ruolo naturale è quello di difensore centrale, ma il mister Palumbo, visto che a centrocampo eravamo pochi, mi adottò’ sulla mediana. Ho impiegato un po' di tempo per abituarmi ma alla fine ci sono riuscito".
Lei e la Paganese, un matrimonio che si rinnoverà?
"Non abbiamo ancora raggiunto un accordo definitivo ma credo non ci siano problemi. Ho già ricevuto rassicurazioni da parte di mister Grassadonia, un tecnico che stimo tantissimo perche è preparato ed una persona serissima".
Ora potrebbe iniziare per Lei un discorso importante....
"Si, la Prima Divisione è una categoria prestigiosa, spero possa essere un trampolino di lancio.... Magari riprendere un discorso interrotto qualche anno fa".
Come mai un calciatore di belle speranze come lei non è arrivato ai vertici del calcio?
"Il mio problema è quello di non aver mai avuto un agente FIFA che mi abbia realmente seguito, una persona che mi consigliasse. A Napoli arrivai che ero giovanissimo e feci alcuni errori, così come a Benevento quando mi feci male. La società giallorossa mi voleva in compartecipazione ma il Napoli non accettó la formula, litigai allora con il diesse Marino e finii con il rimanere fermo un anno, avevo anche pensato di smettere di giocare a calcio. Poi il direttore Ciccarone mi volle a Sapri in Serie D, poi Messina, Eboli ed infine Paganese”.
Oltre la Paganese, ci sono stati altri contatti?
"Si, sono fatte avanti squadre come Hinterreggio e Ancona ma la priorità per me rimane la Paganese".

tuttolegapro.com

Rassegna Stampa: La Città di Salerno.


Rassegna Stampa: Il Mattino.


26.6.12

Derby per Fofana, la Nocerina sorpassa la Paganese.

L'attaccante ex Spal oggetto del desiderio di molossi e azzurrostellati
Under, titolari, riserve, con­tratti esosi di cui liberarsi, calciatori poco considerati dall’allenatore, ripescaggi, scommesse, patteggiopoli. Il “vocabolario” dei tifosi del­la Nocerina si restringe a po­che definizioni nella rovente estate del 2012. Si chiacchie­ra sul calciomercato e lo si definisce subordinato alla categoria, perché ancora si spera in un ripescaggio che possa riportare i rossoneri ai nastri di partenza della Serie B. L’ultima moda, in verità, è quella di tifare contro la Nazionale italiana, per una non meglio precisata atti­nenza con il calcioscommes­se: insomma, tutti contro gli azzurri perché la Federazio­ne non fa pulizia.

C’è comunque equilibrio tra posizioni di questo tipo e coloro che, invece, luci­damente affermano che a Nocera non si sarebbe urla­to allo scandalo, ma soprat­tutto non ci si sarebbe messi a capo di una fantomatica crociata moralizzatrice se la Nocerina non avesse potu­to beneficiare di eventuali punizioni pesanti, ai danni di società coinvolte nella intorcinata vicenda seguita dalla Procura Federale. E’ un botta e risposta continuo, soprattutto sui social net­work. Le speranze dei forca­ioli contro il realismo di chi ragiona in ottica Lega Pro, perché la Nocerina ha già be­neficiato di un ripescaggio due anni fa e, almeno sulla carta, potrebbe non averne diritto pure quest’estate. Ma soprattutto perché, volendo proprio farei moralizzatori come si deve, si dovrebbe restituire il maltolto alle so­cietà che hanno “subito” le vicende di calcioscommesse nelle annate sportive in cui sarebbero effettivamente avvenute, stando ad accuse ed interrogatori.

Meglio, dunque, evitare di trascendere in queste batta­glie di chiacchiere, concen­trandosi sull’allestimento di una squadra che possa recitare un ruolo di assoluta protagonista in Prima Divi­sione. Un pensiero fisso nel­la testa del tecnico Gaetano Auteri e del direttore spor­tivo Marcello Pitino, sicura­mente felici nel caso in cui la Nocerina dovesse beneficia­re di un nuovo ripescaggio, ma tremendamente disin­cantati e realisti nel lavoro che hanno da diversi giorni avviato in chiave calcio­mercato. Per ora si pensa ai più giovani, a quegli under che gradualmente, anche in Lega Pro come in Serie D, stanno assurgendo al ruolo di importantissimo ago del­la bilancia per il rendimento in campionato, positivo o negativo, di tutte le squadre.

La pausa del weekend è sta­ta solo formale; la testa dei due “conduttori” del cal­ciomercato rossonero non s’è fermata, così come non sono rimasti a riposo i cel­lulari. Testardi della Samp; di nuovo di moda Schetter; Fofana (per il quale c’è un ‘derby’ con la Paganese) e Moi del Siracusa; Sabatino dal Taranto: queste le tratta­tive in entrata, che vanno a braccetto con l’addio certo a Parola (destinazione Reg­giana) e quello quasi sicuro di Catania (verso Avellino). Questa appena iniziata sarà l’ultima settimana transi­toria, dopodiché prenderà il via ufficialmente, con le prime ufficializzazioni, il calciomercato in casa Noce­rina.

resport.it

I sogni della Paganese: Rossi e Fernandez.

Il portiere però vuole restare a Sorrento, più semplice arrivare allo stopper del Siracusa

Dopo Luca Fusco, Dino Fava e Galizia, un altro perno della vecchia guardia giura fedeltà alla Paganese neo promossa in Prima di­visione. Si tratta di Ciccio Scarpa, che nelle prossime ore formalizzerà l’intesa già raggiunta con il direttore generale Cocchino D’Ebo­li ed il presidente Raffaele Trapani per far parte della squadra di Gianluca Gras­sadonia (premiato ieri sera dall’associazione allenatori per la recente vittoria del campionato) nella prossima stagione. La riconferma del fantasista di Torre Annun­ziata è l’ennesimo segnale di un mercato azzurrostella­to che va avanti senza sosta e che già in questa settima­na farà registrare le prime ufficializzazioni.

Rinforzi in arrivo in ogni re­parto. Per la maglia numero uno (il baby Daniel Leone della Reggina dovrebbe fare da 12esimo) il sogno è Ge­neroso Rossi. La Paganese gli ha proposto un biennale, però lui prende tempo: pur essendo in scadenza, vuole restare al Sorrento, piazza alla quale è legato al punto d’aver già rifiutato un con­tratto di due anni con la Ternana. La trattativa però resta aperta, come quella, forse più fattibile, per Ric­cardo Ragni, 23enne portie­re di proprietà del Pescara che tanto si fece apprezzare nel campionato di serie D vinto con l’Ebolitana.

In difesa il nome nuovo è Antonio Mariano Fernan­dez, esperto centrale na­tivo di Lanus, già in Italia da cinque anni e la scorsa stagione al Siracusa. Le al­ternative sono Roberto De Giosa della Ternana e Mi­chele Murolo, ex Salernita­na che nella passata stagio­ne ha giocato nello Spezia, anche se per entrambi non mancano le difficoltà. Il centrocampo è già stato rin­forzato con Mimmo Franco e Marcello Falzerano (i cui contratti dovrebbero essere depositati a giorni, non ap­pena riapriranno le liste) ma Cocchino D’Eboli vuole con forza Evans Soligo. Anche al mediano veneto è stato proposto un biennale: la ri­sposta definitiva dovrebbe arrivare a breve.

Davide Carrus è un sogno proibito, come il bomber Ciro Ginestra, che lascerà Sorrento ma pare diretto a Crotone. Per la prima linea già quasi certi sono gli arrivi a Pagani del 23enne napole­tano Salvatore Caturano, lo scorso anno al Foligno, del francese Mohamed Fofa­na del Siracusa, del quale è stato compagno di squa­dra quel Francesco Zizzari che potrebbe essere un altro nome buono per il futuro at­tacco azzurrostellato.

resport.it

Paganese, due nomi nuovi sul taccuino di D'Eboli.

La Paganese continua a lavorare sul mercato ed ha individuato altri due calciatori di esperienza che farebbero comodo all'allenatore Gianluca Grassadonia nel prossimo campionato. Si tratta del centrocampista Nicola Beati e dell'omonimo esterno Ciotola. Beati, di proprietà del Sorrento, è un regista dotato di ottimi piedi che formerebbe con Soligo - altro obiettivo del club azzurrostellato - una coppia ben assortita. Ciotola, classe '84, è un esterno di fascia particolarmente fantasioso. Il "dribblomane" nativo di Napoli ha vestito nell'ultima stagione la maglia del Como.
Attualmente è Beati ad essere più vicino alla Paganese. Il sodalizio campano si augura di mettere a segno il quinto colpo dopo gli ingaggi di Franco ('92) e Falzerano ('91) dal Chievo, del portiere Leone ('93) dalla Reggina e del bomber Mohamed Fofana dal Siracusa. Quest'ultimo ha raggiunto l'accordo con D'Eboli, anche se nelle ultime ore la Nocerina starebbe provando ad inserirsi nella trattativa e strapparlo ai "cugini".

tuttolegapro.com

Rassegna Stampa: La Città di Salerno.


Rassegna Stampa: Il Mattino.


L'agente di Galizia a TLP: "Nessun accordo con la Paganese".

Il rinnovo di Salvatore Galizia (33) con la Paganese è tutt'altro che definito, a rivelarlo è stato in esclusiva ai microfoni di TuttoLegaPro.com Pietro Liberti, agente dell'attaccante ex Nocerina: "Ho sentito le notizie del rinnovo di Galizia con la Paganese ma io non ho sentito nessuno della società azzurrostellata, quindi è tutt'altro che definito l'accordo. Salvatore (Galizia ndr) è ancora in vacanza quando tornerà parleremo del suo futuro. Con la Paganese dobbiamo sederci a tavolino e contrattare sulla durata e la parte economica del rinnovo".

tuttolegapro.com

24.6.12

Paganese, il diesse D'Eboli a TLP: "Vogliamo fare bene anche in Prima Divisione".

L'estate rovente del calciomercato non può che coinvolgere anche la Paganese, fresca di promozione in Prima Divisione, ed intenta a costruire la squadra per la prossima stagione. Un campionato che gli azzurrostellati vogliono condurre da protagonisti, così come ha voluto ribadire il ds Cocchino D'Eboli. Di seguito le parole rilasciate dall'uomo di mercato in esclusiva a TuttoLegaPro.com:

Buonasera D'Eboli, innanzitutto complimenti per la promozione ottenuta, ora però viene il difficile compito di costruire una squadra per il prossimo campionato...

"Ti ringrazio per i complimenti, ma il merito è stato di tutte le componenti della società. Si, ora inizia il mercato e noi vogliamo costruire una squadra che possa lottare per il vertice anche in Prima Divisione. Stiamo puntando ad una stagione da protagonisti".

In questi primi giorni di mercato la Paganese si sta muovendo molto...
"Si, abbiamo trovato un accordo per Salvatore Caturano dall'Empoli e seguiamo anche il portiere ex Ebolitana Ragni, classe 1991".
Quanto sono vere le voci di un possibile arrivo di due giovani del Chievo Verona: Franco e Falzerano?
"Per i due calciatori (il primo nato nel '92 e il secondo nel '91) abbiamo trovato già l'accordo con la società clivense, ma per l'ufficialità bisogna aspettare il 1 Luglio".

Non solo arrivi, ma anche conferme come ad esempio i rinnovi di Fusco e Nigro...

"Si, stiamo lavorando anche sulle conferme. Luca Fusco ed Elio Nigro sono solo i primi due tasselli, anche Dino Fava e Salavatore Galizia rimarranno con noi un altro anno. Tornerà dal prestito a Latina Loris Tortori, mentre abbiamo riscattato Enrico Pepe che era in comproprietà con il Siena".

Sul fronte uscite il nome caldo è quello del bomber Luca Orlando...
"Ovviamente Luca ha portato su di sè gli occhi di tante squadre e se dovesse arrivare un'offerta importante sarebbe difficile trattenerlo. Prima Divisione per Prima Divisione però il discorso sarebbe completamente differente".

Capitolo giovani, quali sono i ragazzi che andranno a farsi le ossa?
"Abbiamo intenzione di far svezzare tanti calciatori che noi riteniamo importanti per il futuro, penso a Fabio Orlando o Samuele Neglia, Giuseppe Loiacono, Francesco Errico. Così come Allegretti e la Mattina che torneranno dal prestito dalla Turris per poi essere rigirati di nuovo a qualche altra compagine. Sono tutti giovani classe 1993 che devono farsi le ossa".

E per quanto riguarda il mercato degli "under" in entrata? Ha già sentito Grassadonia?

"Con il mister abbiamo un incontro martedì e parleremo del mercato dei giovani. Vogliamo fare un discorso importante anche in Prima Divisione".

Luca Esposito per Tuttolegapro.com

Alleanze di mercato, la Paganese stringe intese con Napoli e Reggina.

Franco e Falzerano praticamente ingaggiati, Beati ad un passo ed una serie di trattative già intavolate che nei prossimi giorni potrebbero esser portate felicemente a termine. E’ un mercato importante quello della Paga­nese, a lavoro per allestire una rosa competitiva per la prossima stagione in Prima divisione. I giovani Fran­co e Falzerano, presi entrambi in prestito dal Chievo, come il baby portiere (classe ‘93) Leone della Reggina, sono soltanto i primi colpi - sebbene i contratti saranno depositati in Lega solo il primo luglio - di una campa­gna di rafforzamento che, come precisato dagli stessi vertici societari azzurrostellati, rivolgerà grande atten­zione alla linea verde. Il patron Raffaele Trapani ed il direttore Cosimo D’Eboli sono rientrati ieri da Milano. «Trattative e contatti si sono susseguiti incessantemen­te in una tre giorni piena zeppa di lavoro. L’obiettivo, per la prossima stagione, è quello di consegnare all’al­lenatore Grassadonia una rosa competitiva composta da calciatori esperti e giovani di indiscusso valore. Ed allora, ecco spiegate in chiave futura, giacché per l’uf­ficialità delle operazioni bisognerà attendere i primi giorni di luglio, le trattative con la Reggina di Lillo Foti e con il Napoli di De Laurentiis presente a Milano con il diesse Riccardo Bigon», recitava ieri il bollettino uffi­ciale del club liguorino.

Oltre ai giovani, però, si pensa anche ai big. Arriveran­no un difensore, un centrocampista ed un attaccante di grandi qualità. Per la retroguardia il nome buono sem­bra Murolo, ex Salernitana e lo scorso anno allo Spezia. Per la mediana invece si sogna Carrus, anche se come detto è intanto quasi certo l’arrivo di Beati dal Sorrento e piace pure Di Deo, anche se la società azzurrostellata (per espresso volere del tecnico Grassadonia) non ha ancora perso le speranze d’arrivare a Soligo. Per la pri­ma linea i nomi più caldi sono Fofana e Caturano. At­tenzione rivolta anche al ruolo di portiere: piace Ragni del Pescara, ex Ebolitana.

Da lunedì, intanto, si lavorerà sulle riconferme. La Pa­ganese vuole trattenere Nigro e Galizia, probabilmente anche Scarpa. Quasi scontato l’addio di bomber Orlan­do, potrebbe partire anche Fava.

resport.it

Rassegna Stampa: La Città di Salerno.


23.6.12

Ufficiale: riconfermati Fava e Galizia.

Ufficiale: sono stati riconfermati per la prossima stagione il centrocampista Salvatore Galizia e l'attaccante Dino Fava.

Rassegna Stampa: La Città di Salerno.


Rassegna Stampa: Il Mattino.


Paganese, dal Chievo ecco Franco e Falzerano.

Grand Hotel Paganese. E’ entrato già nel vivo il mercato della società di via Albanese che, fresca di promozione in Prima Divisione, ha tutte le intenzioni di allestire una rosa competitiva per la prossima stagione. Tre i colpi già messi a segno dal vulcanico ds Cosimo D’Eboli, ovvero i giovani Franco e Falzerano, presi entrambi in prestito dal Chievo i cui contratti saranno depositati in Lega il 1 luglio. Ma il dg paganese si è assicurato anche il portiere (classe ‘93) Daniel Leone della Reggina.
 
Si continua ad attingere dal blocco ex Salernitana dunque, sulla buona scia di quanto accaduto la scorsa stagione. Caso vuole, che il primo gol tra i professionisti per il peperino di origini liguorine, sia stato siglato proprio in un derby tra Salernitana e Paganese, nel match concluso 2-0 per i granata allenati da Breda. Altri due giovani per Grassadonia, da sempre abile nel far crescere e lanciare nel calcio professionistico ragazzi dalle belle speranze.
 
resport.it

Giorni intensi a Milano per Trapani e D'Eboli.

Sono stati giorni intensi per il patron Raffaele Trapani ed il direttore Cosimo D'Eboli entrambi a Milano patria del calciomercato. Trattative e contatti si sono susseguiti incessantemente in una tre giorni piena zeppa di lavoro per la societa' azzurrostellata. L'obiettivo, per la prossima stagione, è quello di consegnare a mister Grassadonia una rosa competitiva composta da calciatori esperti e giovani di indiscusso valore. Ed allora, ecco spiegate in chiave futura, giacchè per l'ufficialità delle operazioni bisognera' attendere i primi giorni di luglio, le trattative con la Reggina di Lillo Foti e con il Napoli di De Laurentiis presente a Milano con il diesse Riccardo Bigon. Sul taccuino di D'Eboli e nelle idee di Trapani i nomi sono tanti. Diversi ed i piu' disparati quelli circolati negli ultimi giorni, con un pizzico di fantasia che non guasta in questi casi. Una cosa è certa. Saranno, quelli da qui in avanti, giorni intensissimi per la societa' di via Albanese che si prepara alla Prima Divisione con meticolosita' ed oculatezza, senza lasciare nulla al caso.

Ufficio stampa Paganese Calcio

Dopo Fofana anche Caturano nel nuovo attacco della Paganese.

La Paganese piazza un altro colpo per il suo super attacco da Prima Divisione. Dopo Fofana del Siracusa, accordo raggiunto con l’Empoli per il prestito secco del giovane attaccante l’anno scorso a Nocera e poi a Foligno. Cresciuto con i toscani, Caturano si era messo in mostra a Taranto senza poi dare seguito alle buone impressioni offerte nella ex Serie C1. Per Salvatore Caturano l’ora del riscatto con l’ambiziosa Paganese del presidente Trapani. Dovrebbe fungere da attaccante esterno, nel quartetto che a questo punto prevede Fofana e Luca Orlando punte centrali, Scarpa e Caturano sulle fasce, senza dimenticare il jolly Galizia che potrebbe restare in forza agli azzurrostellati. Centrocampo. Nella giornata di lunedì, Cocchino D’Eboli incontrerà in un noto bar di Salerno il mediano del Taranto Guido Di Deo. Il calciatore ha già dato l’assenso al trasferimento a cifre importanti, specie dopo i dubbi venuti fuori sul futuro della compagine jonica. Alternativa a di Deo resta il giocatore sudamericano Maximilian Cejas. Niente da fare, a meno di clamorosi sviluppi, per Evans Soligo, il mediano del Vicenza, resterà in biancorosso se i veneti venissero ripescati come sembra in Serie B, altrimenti ritorno di Soligo in Lega Pro ma solo al Venezia. Contatto con il Pescara per il prestito del salernitano Lorenzo Prisco che potrebbe diventare uno dei due nuovi portieri della Paganese. Prisco, da qualche stagione caduto in disgrazia perché sottoutilizzato, ha una gran voglia di riscatto e potrebbe rilanciarsi proprio con la squadra della città di S.Alfonso.

paganinotizie.it

Riscattato Pepe, Balzano torna al Sorrento.

La Paganese ha riscattato dal Siena la seconda metà del cartellino del difensore classe '89 Enrico Pepe. Il club campano non ha fatto valere il diritto di riscatto della metà per il ventenne difensore Dario Balzano, che quindi ritornerà al Sorrento dopo una stagione esaltante in maglia azzurrostellata.

tuttolegapro.com

22.6.12

Ultime dal calciomercato.

Ufficiale: riscattata dal Siena anche l'altra metà del cartellino di Enrico Pepe che quindi è interamente azzurrostellato. Dopo l'esperienza al Latina, tornano alla Paganese gli attaccanti Loris Tortori e Pasquale Siciliano. Infine, non esercitato il diritto di riscatto della metà di Dario Balzano. paganese.it

Rassegna Stampa: Il Mattino.


Rassegna Stampa: La Città di Salerno.


Calciomercato: aggiornamento delle trattative.

Da paganese.it


21.6.12

Tutto sul mercato della Paganese.

 

Il presidente Raffaele Trapani e il dg Cosimo D’Eboli sono saliti a Milano per chiudere le prime trattative. La Paganese è attivissima sul mercato e sembra vicinissima all’acquisto di alcuni calciatori, i quali, uniti alla lista dei riconfermati e dei tanti nomi altisonanti presenti sul taccuino di D’Eboli, fanno davvero ben sperare in vista del prossimo campionato.

ACQUISTI – E’ praticamente fatta per il giovane portiere classe ’93 Daniel Leone, che arriverà in prestito dalla Reggina, con la quale ha disputato il campionato Primavera e il torneo di Viareggio. Abbiamo chiesto informazioni a riguardo al talent scout, nonché redattore di generazioneditalenti.com, Antonio Paviglianiti:”E’ un buon prospetto per il futuro, tant’è che quest’anno è arrivato terzo come portiere del girone C del torneo Primavera e ottavo nella graduatoria generale. Tra i pali è un gatto, molto reattivo e ha grande carisma. Non per niente comanda la difesa a bacchetta e, anche grazie al gioco di mister Venuto (ex Milazzo, ndr), in questa stagione è stato uno dei portieri meno perforati. E’ un pararigori, per conferme chiedere al romanista Ciciretti e all’interista Duncan. Purtroppo, però, non è impeccabile nelle uscite. Spesso ha qualche indecisione di troppo. Sono alcuni difetti che può migliorare sicuramente. Su di lui c’era, ad aprile, un forte interessamento del Carpi. Ha un carattere forte, sono convinto che reggerà bene l’impatto con una categoria così difficile. Tra l’altro conosce l’ambiente essendo più o meno del posto”.

Oltre a Leone, che dovrebbe fare da secondo portiere, sono vicinissimi i centrocampisti, rispettivamente centrale ed esterno, Domenico Franco e Marcello Falzerano. Il primo è un classe ’92 di proprietà del Chievo; il secondo, classe ’91, è originario di Pagani e ha passato la scorsa stagione tra Avellino e Latina.

RICONFERMATI – Gli unici due che sono sicuri di vestire la maglia azzurrostellata anche il prossimo anno sono Luca Fusco, che ha rinnovato il contratto ufficialmente, e Elio Nigro, del quale Grassadonia apprezza la duttilità e lo spirito di sacrificio. Dovrebbero rimanere a Pagani anche Agresta, Neglia e Galizia. Da verificare la situazione di Dino Fava. Lascerà Tricarico e con lui molto probabilmente De Martino.

Con il Siena è stato raggiunto l’accordo per il riscatto di Enrico Pepe. Non è ancora chiaro il destino di Dario Balzano, classe ’92, in prestito dal Sorrento. La Paganese ha un’opzione di riscatto della metà del cartellino ma vorrebbe acquistarlo per intero.

TRATTATIVE IN ENTRATA – In difesa il primo obiettivo di D’Eboli è Michele Murolo, ex di Marcianise e Salernitana. Piace anche il grande ex Roberto De Giosa, che ha ottenuto la promozione in Serie B con la Ternana e potrebbe lasciare il club umbro.

A centrocampo piacciono Davide Carrus e Evans Soligo, già alle dipendenze di Grassadonia nel campionato 2009/2010 alla Salernitana. Per la fascia, in caso di addio di Francesco Scarpa, la cui sorte dipende direttamente dal futuro del Taranto, il principale obiettivo sarebbe l’esperto Antonio Schetter.

Per la prima linea il sogno si chiama Ciro Ginestra. Il prolifico centravanti di Pozzuoli ha siglato qualcosa come 21 goal nell’ultima stagione a Sorrento. Secondo le ultime indiscrezioni la Paganese avrebbe ottenuto il sì di Mohamed Fofana, attaccante francese classe ’85 dall’indiscusso valore ma reduce da alcune stagioni in chiaroscuro. Più facile arrivare a Salvatore Caturano: lo scugnizzo napoletano, che decise con un suo goal la retrocessione della Paganese quando vestiva la maglia del Viareggio, ha fatto tanta esperienza tra Serie B (con le maglie di Empoli e – nella prima parte dello scorso campionato – Nocerina) e 1^ Divisione nonostante abbia solo 21 anni.

TRATTATIVE IN USCITA – Robertiello è stato richiesto dal Crotone. Se partisse il pipelet di Oliveto, gli azzurrostellati si lancerebbero all’assalto di Generoso “Gegè” Rossi, reduce da una buona stagione nelle fila del Sorrento. Sono giunte richieste anche per i fratelli Orlando. Fabio, classe ’93, interessa a Pavia e SudTirol mentre bomber Luca fa gola a parecchi club di serie cadetta. Il Sassuolo sembra essere in vantaggio.

Gianluca Pepe per paganinotizie.it

Paganese, tra giovani colpi e nomi altisonanti.

Il mercato della Paganese è in pieno fermento. Gli azzurrostellati, come riportato ieri in esclusiva dal nostro portale, hanno concluso l'ingaggio del giovane portiere Daniel Leone, proveniente dalla Reggina. Leone, classe '93, è stato uno delle sorprese dello scorso Torneo di Viareggio, nel quale gli amaranto uscirono sconfitti nella fase a gironi. L'estremo difensore napoletano parò un rigore all'interista Duncan (in odore di prima squadra), nei minuti finali di una partita in cui dimostrò di poter fare tanta strada nel calcio professionistico.
Leone non è l'unico acquisto degli azzurrostellati. Sembrerebbe fatta per l'arrivo alla corte di Grassadonia di Domenico Franco, classe '92 di proprietà del Chievo, e Marcello Falzerano, classe '91 originario di Pagani. I due giovani calciatori, rispettivamente mediano ed esterno di centrocampo, sono dei pupilli del tecnico azzurrostellato che avrebbe voluto acquistare loro già nella sessione invernale di calciomercato.
Dopo aver rinnovato i contratti a capitan Luca Fusco e al duttile Elio Nigro, gli azzurrostellati sembrano vicini a riscattare dal Siena il difensore Enrico Pepe. Il presidente Trapani e il dg Cosimo D'Eboli sono giunti a Milano per chiudere le prime trattative ed assicurare alla Paganese calciatori di esperienza. In difesa potrebbe arrivare Michele Murolo, ex di Real Marcianise e della fu Salernitana. A centrocampo piacciono Evans Soligo e Davide Carrus, entrambi ex Salernitana e con trascorsi in serie cadetta. Per l'attacco arriverà un grande attaccante. In caso di partenza di Luca Orlando sarà effettuato un grandissimo colpo. Piace il napoletano Salvatore Caturano, nato nel 1990, il quale ha trascorso tra Nocerina e Foligno l'ultima stagione. Il sogno per la prima linea resta Ciro Ginestra, di proprietà del Sorrento. Ma occhio a Mohamed Fofana: sul calciatore del Siracusa c'è l'interesse di mezza Lega Pro, ma sembra che D'Eboli sia riuscito a strappare il sì del francese.

tuttolegapro.com

Rassegna Stampa: La Città di Salerno.


Rassegna Stampa: Il Mattino.


20.6.12

Trapani e D'Eboli a Milano.

Il presidente Raffaele Trapani ed il direttore sportivo D'Eboli sono a Milano per definire la situazione relativa alle comproprieta' dei calciatori. Si lavora in maniera certosina per allestire un organico competitivo e di spessore per il prossimo campionato di Prima Divisione.  Da discutere, ed eventualmente definire, la situazione di Enrico Pepe, in comproprietà con il Siena e dei prestiti con diritto di riscatto di Tortori e Siciliano.

UFFICIO STAMPA PAGANESE CALCIO

Da "emarginato" a saracinesca, la Paganese si gode la favola Robertiello.

Da secondo portiere a protagonista assoluto.
E’ la favola azzurrostellata di Piero Robertiello (al centro nella foto dei festeggiamenti). Nonostante le voci su un possibile arrivo di nuovi estremi difensori, il giovale pipelet ex Salernitana vuole rimanere alla corte di Gianluca Grassadonia.
Conquistata la promozione anche grazie alle sue parate, la Paganese vuole ripartire da Robertiello, autore di finale di stagione assolutamente positivo, che ha promosso in pieno la scelta del tecnico di affidargli la porta azzurrostellata, rimasta inviolata per tutte e 4 le gare dei playoff. Stagione particolare per il 23enne salernitano, partito secondo nella gerarchia di estremi difensori dietro Petrocco, titolare inamovibile nel girone d’andata.
A gennaio, con la rescissione dell’ex Cosenza, arriva la prima chance importante, non sfruttata però a pieno, complice l’ingaggio dell’italo-canadese Stillo (classe ‘91), spesso promosso nell’undici base per la regola sugli under.
 
Un valzer durato quasi tutto un girone di ritorno, con i due ad alternarsi tra i pali fino alla definitiva consacrazione. Venuta a cadere nei playoff la regola della Lega sull’utilizzo di calciatori Under, all’ex Giulianova è stata data piena fiducia da Grassadonia, che ha scelto lui per gli spareggi promozione, venendo premiato in pieno dall’estremo difensore stellato. Quattro partite senza nemmeno un gol subito, con la fantastica prestazione di Lamezia Terme a coronamento di un’esplosione definitiva. La ciliegina sulla torta, inutile a dirlo, il rigore parato a Gattari in una partita che sembrava stregata per i biancoverdi, con Robertiello che indurrà all’errore dagli undici metri anche Mangiapane. E’ riuscito a ritagliarsi finalmente il suo spazio, il ragazzo ex Salernitana, che poi è stato decisivo nella doppia finale con il Chieti e quindi l’approdo in Prima divisione. 

resport.it

La Paganese stringe per Di Deo e Soligo.

E’ Guido Di Deo il nome nuovo della Paganese, che sta trattando con il centrocampista in scadenza con il Taranto. La società azzurrostellata, ha infatti intensificato i contatto con il 31enne nativo di Battipaglia, che non disdegnerebbe riavvicinarsi alla propria città e alla propria famiglia. Il mediano, dopo una buona stagione con i rossoblù, è in scadenza di contratto, nonostante un’annata condita da 6 reti e da una promozione in B sfiorata. 
Vizio del gol che da sempre accompagna l’ex Salernitana, che in una stagione con la Fermana ha timbrato il cartellino ben 12 volte. Un passato in maglia granata anche per lui, con due diverse esperienze che gli hanno permesso di affermarsi anche in serie B, con più di 60 presenze all’attivo. Giocatore completo, dotato di un gran colpo di testa, Di Deo può agire sia da centrocampista centrale che da esterno destro, anche se la conferma di Galizia fa pensare a lui come sostituto ideale di Tricarico, in partenza da Pagani. 
 
Nel frattempo, continuano le trattative per Evans Soligo, con il quale i dirigenti liguorini stanno discutendo i dettagli economici, sperando di riuscire a convincere il veneziano ad arrivare alla corte di Grassadonia, per quello che sarebbe un altro tassello di qualità, di indubbia caratura ed esperienza. Anche per ciò che riguarda il reparto avanzato, la società di via Albanese è molto attiva, sempre alla ricerca del sostituto di bomber Orlando. Si trattano sempre Ginestra ed Evacuo, anche se non sono da escludere altre situazioni, visti gli elevati ingaggi che le due esperte punte percepiscono. Saranno decisivi, in questo senso, i prossimi giorni.
 
resport.it

Rassegna Stampa: La Città di Salerno.


Rassegna Stampa: Il Mattino.


19.6.12

Aggiornamento calciomercato: confermati anche Fusco, Nigro e Galizia.

da paganese.it


Paganese: assalto a Beati, Cossu, Murolo, Evacuo e Falzerano.

Sono ore frenetiche per i dirigenti della Paganese, che dopo la promozione in Prima Divisione, puntano a rinforzare la rosa di Grassa­donia per difendere la per­manenza in una categoria che per stessa ammissione del diesse D’Eboli: “è dif­ficilissima”. “La squadra andrà migliorata in ogni reparto, non solo in attacco, ci saranno diversi acqui­sti perché il salto di serie si farà sentire”.

Concluso il rapporto con Tricarico, l’obiettivo primario dell’e­sperto direttore, è quello di regalare un centrocampi­sta di quantità e qualità altecnico salernitano, fresco di rinnovo. Il nome caldo è quello di Soligo, ex capitano della Salernitana, allenata per un breve periodo anche dallo stesso Grassadonia, che vorrebbe il diligente me­diano il quale ha mostrato gradimento nei confronti dell’ipotesi ‘stellata’. Sem­pre in mediana, rimangono aperte le strade che portano a Carrus, quest’anno al Fro­sinone, e l’argentino Cejas, fresco di promozione in B conquistata con la sua Ter­nana, attualmente svinco­lato. L’ex Taranto, interessa anche all’Avellino.

Piace anche Beati, scuola Inter, quest’anno al Sorrento. Il talentuoso regista, però è richiesto anche dal Perugia, anch’esso neopromosso in Prima Divisione, e il centro­campista, perugino di nasci­ta e grande tifoso del ‘Grifo’, preferirebbe tale destinazio­ne.

In attacco, nel frattempo, si cerca il sostituto ideale di Luca Orlando, in procinto di lasciare il club di via Alba­nese per la serie B (Sassuo­lo in vantaggio). I nomi più caldi sono quelli di Gine­stra, il ‘cobra’ del Sorrento, ed Evacuo. L’ingaggio del­le due punte di indiscusso valore non è semplice però, perche se per il primo c’è da battere il forte interessamen­to del Crotone, militante in serie B, per il secondo c’è lo scoglio dell’elevatissimo stipendio percepito da parte del bomber pompeiano. Più probabili le soluzioni che vedono al centro del merca­to Fofana, in scadenza con il Siracusa, e Falzerano. Il folletto ex Salernitana, Pa­ganese doc, è stato allenato proprio da Grassadonia ai tempi delle giovanili, e gra­direbbe non poco tornare a giocare nella sua città, dopo l’ipotesi di gennaio sfumata.

Anche il pacchetto arretra­to liguorino sarà rinforzato. Dopo il rinnovo di capitan Fusco, l’obiettivo del patron Trapani, è quello di portare a Pagani un nome di spes­sore. Il sogno si chiama Mi­chele Murolo, forte difenso­re ex Real Marcianise, che quest’anno ha conquistato Promozione in B e Coppa Italia di Lega Pro con lo Spe­zia. Qualora dovesse sfuma­re l’ingaggio del 30enne centrale napoletano, si punta a Riccardo Cossu dell’Alma Fano, autore di una discreta stagione con i marchigiani. La Paganese, nonostante la promozione conquistata da poco, ha messo da parte le lodi e i complimenti per la­vorare incessantemente sul mercato, nell’intento di al­lestire una rosa di spessore anche per la prossima sta­gione, e regalare alla città di Sant’Alfonso un’altra anna­ta da incorniciare.

resport.it

Rassegna Stampa: La Città di Salerno.


Rassegna Stampa: Il Mattino.


Carrus, Soligo e Millesi: tre nomi che sembrano essere tre obiettivi per la nuova Paganese.

Tre nomi che sembrano essere tre obiettivi per la nuova Paganese targata Prima Divisione. Millesi, esterno sinistro, reduce da una buona stagione ad Avellino potrebbe essere una ciliegina sulla torta, dall’Irpinia però potrebbe arrivare il giovane Falzerano, Carrus è stato protagonista a Frosinone di un ottimo campionato a livello personale, il giocatore potrebbe decidere di cambiare aria, Soligo sta aspettando il Vicenza, un ritorno in Campania non sembra essere nei suoi piani. Cejas della Ternana ed Esposito del Verona sono i giocatori da sempre nei piani del direttore generale Cocchino D’Eboli.

Pippa, Moi e Mancosu del Siracusa sono giocatori posti sotto osservazione. Uno dei giocatori sondati ma difficilmente raggiungibili cioè Giampiero Clemente che ha vinto il torneo di C2 con il Perugia è da sempre inseguito da D’Eboli, trattativa possibile ma complicata. Grassadonia vuole 3-4 elementi di qualità da inserire nel gruppo e almeno 3 giovani validi che vadano a infoltire la pattuglia degli Under. Evacuo per la prima linea resta un sogno, una punta forte arriverà soprattutto se Luca Orlando dovesse prendere la strada della B. Pepe potrebbe tornare al Siena, mentre non sembrano rientrare nei piani Siciliano e Tortori, entrambi a Latina il cui nuovo allenatore Pecchia non sembra voler esercitare il riscatto. Per loro si potranno trovare soluzioni, specie in Seconda Divisione, sempre che la Seconda Divisione l’anno prossimo esisterà.

paganinotizie.it

Sondaggio del Crotone per Robertiello.

Per il giovane portiere, classe '89, Piero Robertiello della Paganese è stato effettuato un sondaggio - da indiscrezioni raccolte in esclusiva da TuttoLegaPro.com presso la Lega Calcio - da parte del Crotone.

tuttolegapro.com

Paganese, si lavora a un doppio colpo.

La Paganese - da indiscrezioni raccolte in esclusiva da TuttoLegaPro.com presso la Lega Calcio - è al lavoro per chiudere un doppio colpo di mercato. Per l'attacco piace Marcello Falzerano dell'Avellino, ma di proprietà del Chievo Verona. Per il centrocampo nel mirino c'è Domenico Franco. Anche il classe '92 è di proprietà del club clivense.

tuttolegapro.com

18.6.12

Rassegna Stampa: La Città di Salerno.


Rassegna Stampa: Il Roma.


Paganese scatenata, assalto a Cejas e Fofana.

Il regista della Ternana vicino alla firma, sondaggio per l'attaccante del Siracusa

La Paganese vuole fare le cose in grande. Si sogna un assalto ai playoff e per riuscirci il presidente Trapani è pronto a tuffarsi alla grande sul mercato. A centrocampo la Paganese segue anche Maximilian Cejas della Ternana, fresco di promozione in serie B ma con le valigie in mano.
In attacco il nome caldo è quello di Fofana, punta reduce da una buona stagione al Siracusa e che piace anche all’Avellino. 

resport.it
 
 

La Paganese vuole sparare già 4 colpi. E spunta Carrus.

Ginestra, Cossu e Soligo ad un passo. Anche Falzerano sull’uscio. E poi l’ultima grande tentazione: Carrus. La promozione in Prima divisione è stata conqui­stata appena da una set­timana, esattamente sette giorni fa a Chieti, ma per la Paganese è già tempo di un mercato scoppiettante. Perfezionato il rinnovo del contratto del tecnico Gras­sadonia, il presidente Tra­pani ed il direttore D’Eboli hanno avviato un’opera di rafforzamento che dovrà portare alla costruzione di un organico azzurrostella­to in grado di recitare un ruolo da protagonista an­che in terza serie.
I nomi che sembrano esse­re già in dirittura d’arrivo sarebbero stati espressa­mente richiesti proprio dall’allenatore salernitano. Ginestra, bomber in forza al Sorrento, ed il quasi ex dell’Alma Fano, Cossu, sono infatti dei ‘vecchi pallini’ di Grassadonia, mentre con Soligo c’è un rapporto solido cementato ai tempi dell’esperienza in granata (dove il mediano veneto era anche capita­no). Piace molto pure Fal­zerano, che è tra l’altro di origini paganesi, mentre l’idea Carrus è tanto dif­ficile quanto concreta se si pensa al ruolo di ‘collante’ che potrebbe svolgere il ds Salerno, attualmente al Catania ed amico di Gras­sadonia, come del forte mediano sardo. Potrebbe essere l’esperto direttore sportivo materano, insom­ma, a ‘consigliare’ a Carrus la destinazione Pagani. A centrocampo partirà Trica­rico, conferma in vista in­vece per Galizia. D’Eboli, inoltre, sta discutendo con il Siena per il cartellino di Pepe e con il Sorrento per Balzano. La Paganese, inoltre, vuole esercitare il diritto di riscatto per Sici­liano e Tortori.
 
Intanto, con i calciatori e lo staff che hanno incassa­to il premio promozione, è già pronto l’incartamento per l’iscrizione alla Prima divisione: 27mila euro di tassa d’iscrizione, 600mila per la fideiussione e le allegate documentazio­ni (tra cui quella relativa all’impiantistica garantita dalla convenzione stipu­lata in questi giorni con il Comune di Pagani). Entro il 25 giugno saranno depo­sitate presso la Covisoc le attestazioni di pagamento di stipendi e contributi ai tesserati fino al mese di aprile.
Rinnovato, infine, l’accor­do tra la Paganese Calcio e lo sponsor tecnico Legea. Grazie al lavoro del diret­tore tecnico Raiola, anche per la prossima stagione, le divise ufficiali azzur­rostellate saranno a cura della nota azienda napo­letana. 


resport.it

Intervista al presidente Raffaele Trapani.



da paganinotizie.it

Il ritiro parte il 16 luglio.

Sarà ancora Acquasanta Terme, cittadina in provincia di Ascoli Piceno, la sede scelta dalla Paganese per il ritiro pre campionato. La comitiva azzurrostellata, agli ordini del tecnico Gianluca Grassadonia e dell'intero staff tecnico, partirà, dopo aver svolto le consuete visite mediche in sede, il prossimo 16 luglio alla volta della cittadina marchigiana dove resterà fino a sabato 4 agosto, vigilia del primo incontro ufficiale valevole come Primo Turno Eliminatorio nella Coppa Italia TIM.
La sede del ritiro sarà ancora l' Hotel Tre Lanterne che tornerà ad ospitare la Paganese per il sesto anno, il quinto consecutivo.

Gianluca Pepe - tuttolegapro.com

Oggi è il compleanno di Francesco Scarpa. Auguri!

Buon compleanno al centrocampista Francesco Scarpa che oggi compie trentatrè anni.

17.6.12

Calciomercato: la situazione ad oggi.

(da paganese.it)


Romitaggio estivo.

Definite le date del romitaggio estivo. Si partirà per AcquasantaTerme lunedì 16 luglio mentre il ritorno a Pagani è previsto per sabato 4 agosto.

paganese.it

C1 risiamo!

Rubrica La Paganese vista da...Nocera di Paganese.it

La navicella azzurra entra nel porto della Prima Divisione e si allinea al “Legno” umbro e a quello calabrese, respingendo gli assalti di quello abruzzese. Assalti vani del Chieti che dalla mezz’ora del primo tempo era in superiorità numerica dopo l’espulsione di Galizia, ma i neroverdi potevano anche giocare per un altro tempo, non avrebbero mai segnato. Il pomeriggio è stato lungo per chi come me l’ha vissuto in diretta, tra mille scaramanzie, com’è nel mio solito, dal viaggio dove ero contratto e poco voglioso di partecipare alle battute che spesso si fanno con amici in auto. Il pranzo con piatti tipici abruzzesi, ravioli in crema di tartufo e funghi e arrosticini, è servito a riempire quel vuoto di stomaco, che significava agitazione e ansia, che è proseguita, aumentando, all’arrivo allo stadio “Angelini“ coincisa con l’ingresso del pullman della Paganese, dove ho incrociato il viso del direttore D’Eboli, concentrato come non mai. A seguire sono giunte le auto dei dirigenti azzurri accolte, come il torpedone della squadra, da beceri cori dei tifosi del Chieti. Ho parlato con il presidente ho visto Grassadonia che è sceso dal pullman e con la testa bassa è piombato negli spogliatoi e chi mi aveva infondato tutta la tranquillità dei play-off, mi faceva ripiombare di nuovo, vedendolo cosi, nel mio stato comatoso d’inizio viaggio. Tra me e me ho pensato: “Se il mister è così, significa che non è convinto, andiamo bene…”. Tutte le mie paranoie sono riaffiorate come l’intera settimana trascorsa, tra un giorno in cui ero euforico e pensavo che il 2-0 dell’andata era un risultato, con la quale avrebbe dormito tra due guanciali, mentre il giorno dopo pensavo: “E’ troppo esiguo il vantaggio…”. In tutto questo dimenarmi mentale tra statistiche e confronti numerici, mi accorgo che manca ancora un’ora. Personalmente niente è più straziante dell’attesa, se poi ci mettete lo speaker del Chieti che mette su una discoteca in tribuna e pompa musica ad alto volume, ricordano i novant’anni del Chieti, delle quattro promozioni negli ultimi sei anni e che da lì a qualche ora erano pronti a festeggiare la quinta, immaginerete il mio stato d’animo. E’ cominciata così la mia maratona su e giù tra le poltroncine neroverdi dell’”Angelini”, masticando nervosamente una gomma, alimentata da sorsi d’acqua che hanno aumentato il mal di stomaco d nervosismo. Mi sono calmato paradossalmente al fischio d’inizio della partita e più si giocava e più ero tranquillo. Avevo notato dopo venti minuti che avevo assunto una posizione strana delle mani con un doppio incrocio. Non mi son mosso da quella posizione, al fianco del direttore Carlo Vitiello e dell’amico Gianluca Russo. Qualche timore è giunto all’espulsione di Galizia. Per fortuna il primo tempo e scivolato via senza patemi e, all’inizio del secondo, ho visto che il 5-3-1 non era scalfito minimamente dai velleitari attacchi del Chieti che calava d’intensità. Ma non mi illudevo, mancava ancora mezz’ora. Che sofferenza, più la mia che della Paganese! A un quarto d’ora dalla fine è iniziato ad aumentare il tifo dei paganesi, si avvicinava il traguardo, ma io e le mie mani da contorsionista, quasi violacee erano sempre intrecciate, quando arrivava la telefonata da Telenuova chiedendomi di raccontare gli ultimi minuti. “No - ho pensato - è troppo presto, aspettate… - con la mia irreprensibile scaramanzia”, nessuno mi ascoltava ero in diretta e via, il tifoso lasciava il posto al giornalista, raccontando con immenso piacere e grandissimo orgoglio, ai tanti paganesi in ascolto, il ritorno in Prima Divisione della nostra Paganese. Peppe Nocera per paganese.it

Rassegna Stampa: Il Mattino.


Rassegna Stampa: La Città di Salerno.


Grassadonia a TLP: "Una salvezza tranquilla il nostro obiettivo".

La Paganese targata Prima Divisione riparte da Gianluca Grassadonia. L'ufficialità arrivata nella serata di ieri da parte della società azzurrostellata ha confermato le indiscrezioni raccolte nei giorni scorsi dal nostro portale. Sarà una prima volta nella serie maggiore di Lega Pro per Grassadonia, tecnico giovane che ha legato il suo futuro alla Paganese nonostante le voci di mercato che lo volevano seguito da un'altra grande realtà: il Salerno Calcio. Richiamato a Maggio, dopo l'avvicendamento (dimissioni) dello scorso Gennaio, Grassadonia è stato bravo a tenere il gruppo unito e concentrato negli spareggi play-off, vinti ai danni del Chieti. Una promozione frutto della sapienza tattica e tecnica di Grassadonia, ma anche della forza degli uomini che hanno fatto parte della rosa azzurra. Di seguito l'intervista esclusiva rilasciata da Grassadonia a TuttoLegaPro.com:
Buonasera Mister Grassadonia, innanzitutto complimenti per la promozione in Prima Divisione da parte di tutta la redazione di Tuttolegapro.com...
"Vi ringrazio per i complimenti, ma penso che vadano estesi a tutti. In primis i giocatori che hanno sempre dimostrato grande coesione e attaccamento alla maglia. Un esempio è la sfida di ritorno con il Chieti quando abbiamo giocato con ben tre calciatori che avevano trovato poco spazio: Loiacono, Pastore e Sicignano. Io penso che il gruppo sia stato il segreto di questa promozione in Prima Divisione. A mia volta devo fare dei ringraziamenti particolari: al direttore sportivo Cocchino D'Eboli, insieme abbiamo lavorato in grande sinergia, e al presidente Trapani che ho avuto modo di conoscere personalmente  e che nel finale di stagione è stato vicino alla squadra".
Ieri è arrivata l'ufficialità della sua permanenza alla guida della Paganese, quali sono state le richieste di Grassadonia alla società?
"Ho parlato spesso con la società del mio futuro ed alla fine siamo riusciti ad intenderci sulle cose da fare per la prossima stagione. Sicuramente la rosa verrà rinforzata in ogni reparto di almeno due elementi. Nomi? Non penso sia il caso di farne, ma sappiamo quali sono gli obiettivi primari. Anche in Prima Divisione daremo spazio ai giovani, come fatto in questa stagione".
Per lei s'era parlato dell'interessamento del Salerno Calcio, quanto sono vere queste voci?
"Non mi piace parlare di queste cose, ora il mio futuro è legato alla Paganese e sono proiettato solo a fare il bene per la società azzurrostellata".
Parlando di obiettivi, dove si colloca la Paganese nella prossima stagione?
"Noi vogliamo non ripetere le ultime due stagioni in Prima Divisione (play-out e retrocessione ndr), ma puntare ad una permanenza in categoria. Sappiamo che è difficile, ma ci dobbiamo provare. L'obiettivo è la salvezza".
Andiamo nel caso specifico dei primi rumors di mercato. Negli ultimi giorni è stato accostato alla Paganese l'esperto portiere Belardi...
"Al momento non posso dire nulla, però noi abbiamo Robertiello, è un portiere giovane e di prospettiva che ha fatto bene in Seconda Divisione".
Altro giovane interessante è Luca Orlando, per lui iniziano a suonare le sirene della B...
"Sappiamo che il giocatore ha richieste in Serie B e se dovessero concretizzarsi la società non penso gli tarperà le ali, ovviamente in caso di offerte ritenute congrue. Prima Divisione per Prima Divisione però credo che la Paganese ci penserà su due volte prima di cederlo, in questo caso starà al giocatore decidere il suo futuro".
L'ultima domanda è sul futuro, quando e dove ripartirà la stagione della Paganese?
"Ci ritroveremo in sede per effettuare le visite mediche ed qualche allenamento dal 10 al 12 Luglio. Poi si partirà per il ritiro ad Acquasanta Terme, diciamo la nostra seconda casa, dal 15 Luglio in poi".

Luca Esposito per Tuttolegapro.com

Mercato Paganese: Grassadonia fa il "manager" e chiama Soligo.

L'allenatore vuole il centrocampista del Vicenza e sogna in avanti Ginestra del Sorrento

L’accordo c’era e alla fine è stato sottoscritto nel pomeriggio di ieri dopo una mattinata di trattative: Grassadonia e la Paganese si sono detti il fatidico sì dopo pranzo. Per lui un anno di contratto più un’opzione per la stagione 2013-2014. L’allenatore è arrivato di buon’ora nella sede del club di via Albanese, dove ad attenderlo c’erano il presidente Raffaele Trapani e il direttore generale Cosimo D’Eboli. Un lungo colloquio, scambio di vedute e soprattutto la lista della spesa per una squadra che nella prossima stagione parta per un torneo di vertice. Gianluca Grassadonia è stato accontentato su tutto, anche se non sono state poche le divergenze. Pareri contrastanti che hanno fatto temere il peggio, tanto che era circolata voce di un accordo sfumato.

Poi - tavola ottima consigliera- si è arrivati al punto d’incontro, Trapani ha accontentato in toto alle richieste dell’allenatore salernitano. Incluso il robusto aumento dello stipendio e il premio promozione che il patron ha elargito proprio ieri. “sono molto contento- ha detto il diretto interessato- riparto con entusiasmo ed umiltà cercando di fare un campionato dignitoso di Prima Divisione. Sicuramente la Paganese si farà rispettare”. Stabilite le vicende economiche, Grassadonia è passato alla seconda fase, vale a dire la garanzia di una squadra che lotti per i vertici della classifica. Ha chiesto la riconferma del gruppo da lui voluto alla Paganese e almeno tre acquisti di qualità. In pratica i vari Fusco, Fava, Scarpa, Agresta, Neglia e Robertiello dovrebbero restare. Il condizionale è d’obbligo perché il portiere ex Salernitana sembra allettato da proposte provenienti da categorie superiori. Idem per Tricarico la cui posizione sarà valutata in questi giorni anche perché si dovrà capire se il centrocampista sarà guarito totalmente dall’infortunio. In dubbio Galizia, più croce che delizia del pubblico del “Torre” per via di un carattere che non collima con le idee di Grassadonia.

Tra i riconfermati ci dovrebbe essere anche Fabio Orlando, non il fratello Luca che dovrebbe passare al Sassuolo. Un affare chiuso già in inverno quando Grassadonia fu avvicendato in panchina da Pino Palumbo. Cosimo D’Eboli, al riguardo, è al lavoro con la società emiliana per capire se ci sono i crismi di un prestito dell’attaccante salernitano. In entrata circolano già dei nomi che solo a pronunciarli la piazza s’infiammerebbe in un battibaleno: si parla dell’attaccante Ciro Ginestra (l’anno scorso a Sorrento), del difensore Riccardo Cossu (al Fano Alma Juventus) e del centrocampista Evans Soligo (retrocesso in Prima Divisione con il Vicenza) che Grassadonia conosce bene per i trascorsi alla Salernitana.

resport.it