30.7.10

Il blog va in vacanza.

Spiace dovervi dire che il blog se ne va in vacanza, perchè in questi giorni state venendo veramente in tanti a leggere le ultime novità della nostra amata Paganese. Ultimamente si sono toccate punte di 600 visitatori unici al giorno, una bella soddisfazione per me e per tutti quelli che fanno il tifo per la squadra più bella del mondo.

Ho bisogno di ricaricare un po' le pile.

Prevedo di riuscire a fare qualche aggiornamento nei primi due fine settimana di agosto, ma non vi prometto nulla.

In ogni caso, solo e sempre forza Paganese.

Godetevi un po' di gol di Cosimo "Mino" Tedesco.





Il bomber Cosimo Tedesco: "Sono felicissimo di questa scelta, spero di ripagare i calorosi tifosi paganesi".

"Sono felicissimo di questa scelta, questa è una piazza che merita tanto e che mi ha sempre affascinato. Sara' per me motivo d'orgoglio indossare la maglia azzurrostellata per la quale prometto di dare tutto me stesso per ripagare la fiducia che la societa' ha riposto in me e allo stesso tempo per soddisfare i calorosi e invidiabili tifosi Paganesi".

Queste le prime dichiarazioni che il nuovo bomber della Paganese Cosimo Tedesco ha rilasciato a paganesecalcio.com e sotto la scheda analitica dell'attaccante brindisino che, secondo il Quotidiano di Foggia, era anche nel mirino di Zeman per il suo nuovo Foggia.

Ufficiale: ingaggiato il bomber Cosimo Tedesco.



Cosimo Tedesco, che ha già raggiunto i suoi nuovi compagni nel ritiro di Acquasanta Terme, è il nuovo attaccante della Paganese. Nato a Brindisi il 6 agosto 1981, nelle ultime tre stagioni ha vestito la maglia del Real Marcianise disputando 15 presenze (1 rete) nella stagione 2007/08 in serie C2, 15 presenze (3 reti) nella stagione 2008/09 in Prima Divisione e 34 presenze (10 reti) in quella da poco conclusa.

Gianluca Russo - paganese.it

Ufficiale: ingaggiato il centrocampista Daniele Greco.



La Paganese Calcio 1926 S.r.l. comunica che in questa serata e' stato formalizzato l'ingaggio del promettente centrocampista Daniele Greco, nato a Roma il 27/04/1988. Nell' ultima stagione ha militato nelle fila del Sorrento Calcio collezionando 20 presenze.

Paganesecalcio.com

Ufficiale: ingaggiato nuovamente Carlo Vicedomini.



La Paganese Calcio 1926 S.r.l. comunica che nella giornata di oggi e' stato formalizzato, con l'arrivo ad Acquasanta del Presidente Trapani, l'ingaggio del centrocampista Carlo Vicedomini, svincolatosi dal Lecce. Il calciatore si appresta a vivere la sua terza stagione con la maglia della Paganese.

Paganesecalcio.com

Ingaggiato l'attaccante Cosimo Tedesco?



Secondo quanto riportato da sportpress, Cosimo Tedesco è un nuovo calciatore della Paganese. L'attaccante ventinovenne autore di un buon campionato in Prima Divisione con la maglia del Real Marcianise, ha firmato questa sera con gli azzurrostellati un contratto annuale. Tedesco che ha realizzato 10 reti in 34 partite è stato assistito dagli agenti Giovanni Tateo e Giovanni Prete. Si attende l’ufficialità dalla società.

www.paganese.net

Ufficiale: il difensore Gianmarco Ingrosso firma nuovamente per la Paganese.



La Paganese Calcio 1926 Srl comunica di aver ingaggiato il difensore Gianmarco Ingrosso, nato a Gagliano del Capo ( Le ) il 28/01/1989. Il giovane difensore ha militato gia' nelle fila della Paganese approdando nel mese di gennaio della scorsa stagione collezionando 5 presenze e 1 rete.

paganesecalcio.com

Panini ad un passo: "C'è la volontà di chiudere".



Potrebbe allungarsi ancora la lista dei riconfermati della passata stagione. Dopo Esposito, Sciannamè, Macrì, Tortori e gli arrivi in ritiro di Vicedomini ed Ingrosso, prossimi alla firma, viaggia verso la riconferma anche il difensore Manuel Panini, tra i migliori della passata stagione. La bocciatura del terzino Alessandro Zoppetti in ritiro per un periodo di prova, per testare le sue condizioni dopo l’intervento per la ricostruzione del legamento crociato anteriore del ginocchio destro, ha riaperto le porte al calciatore laziale, ansioso di ritornare a vestire la casacca azzurrostellata. IN ESCLUSIVA ai microfoni di PAGANESE.NET ci conferma il tutto: “La chiamata finalmente è arrivata. Ho sentito il presidente Trapani alcuni giorni fa e sembra che ci sia da entrambi le parti la volontà di chiudere la trattativa. Nei prossimi giorni ci sarà l’incontro definitivo con il mio procuratore e penso che si risolva il tutto anche perché personalmente non faccio storie per i soldi”.

Dichiarazioni ben precise del terzino destro che, per colpa di un infortunio, la scorsa stagione non ha partecipato alla doppia sfida play-out. Operazione al ginocchio dopodiché tanto lavoro per farsi trovare pronto alla chiamata azzurrostellata: “Fisicamente sto recuperando man mano, lavorando da solo, dall’intervento al menisco patito sul finale del campionato scorso. Oggi pomeriggio mi aspetta l’ultima visita al ginocchio, se ci sarà l’esito che tutti ci auguriamo partirò per il ritiro di Acquasanta Terme. So che mi attende tanto duro lavoro ma ciò non mi spaventa. La preparazione in ritiro sarà fondamentale per recuperare in pieno la forma fisica avvicinandomi il prima possibile al top. Ora ho soltanto – conclude Manuel Panini - tantissima voglia di tornare”.

www.paganese.net

Paganese, il sogno è Cosimo Tedesco.

Sono parecchi i club che seguono lo svincolato attaccante Cosimo Tedesco, classe '81. Le ottime prestazioni condite da 10 reti nell'ultimo campionato di Prima Divisione con la maglia del Real Marcianise non sono passate di certo inosservate. La Paganese, infatti, starebbe pensando seriamente all'ingaggio della punta che ha disputato le ultime tre stagioni nel casertano.

tuttolegapro.com

Arriva l'esperto difensore Martinelli.



Giuseppe Bove ACQUASANTA TERME.
La Paganese si affida anche al tecnologia per perfezionare la preparazione atletica nel ritiro di Acquasanta Terme. Ieri al campo d'allenamento è comparso uno strumento computerizzato, dotato di un particolare software, che permette di immagazzinare i dati di ogni singolo calciatore, impegnato nei test di esplosività. Bocciato Alessandro Zoppetti che non è ancora in perfette condizioni fisiche dopo l'operazione al ginocchio di febbraio. Il difensore lombardo non sarà tesserato dalla Paganese e lascerà nelle prossime ore la sede del ritiro azzurrostellato. Per un calciatore che parte ne arriva subito un altro. Si è già allenato con la squadra infatti Pasquale Martinelli, centrale materano di 33 anni, protagonista di un'ottima annata con i biancazzurri lucani. L'ex difensore di Reggiana, Martina e Taranto ha preceduto l'arrivo in ritiro del presidente Trapani che farà il punto della situazione con il tecnico Palumbo sulle operazioni di mercato da mettere a segno. Certa la riconferma di Ingrosso, il cui arrivo sui monti della Laga, è previsto in giornata. Vicino anche l'accordo con l'attaccante Tedesco, ex Marcianise. «Siamo impegnati a lavorare - sottolinea il centrocampista Casisa - la società sta facendo le giuste valutazioni per creare una gruppo competitivo». Per la formazione azzurrostellata domani è in programma l'amichevole di lusso contro i bianconeri dell'Ascoli a Norcia.

Il Mattino

Paganese, le ultimissime dal ritiro.

Il ritiro di Acquasanta Terme si è ormai trasformato in un vero e proprio via vai. Già, proprio così, e bisogna dire che a farne le spese è sicuramente mister Palumbo il quale, tra le altre cose, ha dovuto rinunciare nella giornata di ieri anche all’esperto difensore centrale Alessandro Zoppetti. L’ex Perugia non ha infatti dimostrato di aver recuperato appieno la miglior forma fisica dopo l’intervento chirurgico al quale è stato costretto a sottoporsi nei mesi scorsi e pertanto di comune accordo con il presidente Trapani si è deciso di non proseguire in quest’avventura professionale. Con l’addio di Zoppetti si è aperta nuovamente una voragine li dietro che comunque dovrebbe essere colmata, seppur in parte, con l’arrivo previsto nelle prossime ore dell’ex Manuel Panini il quale ha finalmente trovato l’accordo con Raffaele Trapani per il ritorno in maglia azzurro stellata. Sarà valutato nelle prossime ore, inoltre, l’eventuale tesseramento del terzino sinistro Vincenzo Curcio che in ogni caso sembra aver impressionato in maniera positiva mister Palumbo. Per quanto riguarda invece il portiere, i nomi dei candidati restano sempre gli stessi: Della Corte, Pantanelli, Bifulco(svincolatosi dal Pescina Valle del Giovenco) e Petrocco ma non si escludono sorprese dell’ultima ora come ad esempio Salvatore Soviero. Non arriverà Tomassini che pure era stato accostato alla Paganese nelle scorse settimane.

Per il reparto avanzato restano valide invece le piste che portano a Pignalosa, Varriale e Chiaria, vera e propria idea dell’ultima ora e sul quale la società sta ragionando in maniera seria. A centrocampo, invece, con la riconferma di Vicedomini, la Paganese dovrà adesso lavorare per rinforzare le corsie esterno ed in tal senso il nome che più stuzzica la fantasia di Palumbo è inevitabilmente quello di Pasquale Izzo. Per quanto riguarda invece l’out sinistro di difesa potrebbe tornare di moda il nome di Nello Gambi che di Palumbo è un vero e proprio fedelissimo mentre per Martinelli non è poi così scontato che rimanga in maglia azzurro stellata. Il giocatore, così come accaduto per Zoppetti, dovrà essere valutato con estrema attenzione dall’entourage azzurro stellato e di conseguenza esprimere giudizi affrettati in tal senso potrebbe risultare un attimino avventato.

Allenamenti Gli azzurro stellati continuano il loro programma di lavoro nella quiete di Acquasanta Terme. Infortuni, fortunatamente, fino a questo momento non ce ne sono ancora stati e il tutto grazie all’ottimo lavoro svolto sin qui dai più stretti collaboratori sul campo di mister Palumbo. Unica nota stonata, come detto, l’addio di Alessandro Zoppetti che dal punto di vista fisico presentava più di qualche perplessità.

Tuttolegapro.com

Mercoledì 4 agosto il Consiglio Federale.

E’ stata confermata per mercoledì 4 agosto la riunione del prossimo Consiglio Federale. I lavori inizieranno alle ore 13 nella sede della Figc a Roma.

Comunicato Stampa Paganese Calcio

Si aggregano al gruppo Pasquale Martinelli e Gianmarco Ingrosso.
Abbandona Alessandro Zoppetti.



Alessandro Zoppetti, aggregatosi al resto della comitiva sabato scorso, nella serata di ieri ha lasciato la Paganese. Le sue condizioni, dopo l'intervento chirurgico per la ricostruzione del legamento crociato subìto nel febbraio scorso, non hanno convinto lo staff azzurrostellato che ha deciso quindi di non ratificarne l'ingaggio.
Per un difensore che va via, due che arrivano. Ha già sostenuto il primo allenamento con il gruppo, Pasquale Martinelli, difensore centrale (nella foto), nelle ultime due stagioni capitano del Matera in serie D (61 presenze, 1 rete).
Nato a Matera il 6 aprile 1977, vanta esperienze, tra le altre, anche con Cavese (1996/97 - Serie C2), Reggiana (1999/2002 - Serie C1), Martina (2002/03 - Serie C1), Frosinone (2003/04 - Serie C2) e Taranto (2005/06 - Serie C2).
Raggiungerà Acquasanta Terme nel pomeriggio, invece, Gianmarco Ingrosso, che sarà quindi il sesto riconfermato dalla passata stagione.

Gianluca Russo - paganese.it

29.7.10

Previsto per oggi l'arrivo del Presidente in ritiro.

Continua il lavoro della scarna rosa nel ritiro marchigiano di Acquasanta. Ieri nella prima amichevole stagionale gli azzurrostellati hanno vinto 13-1 contro una rappresentativa locale. Mattatore della giornata il bomber tascabile Loris Tortori, autore di sei goal, seguito da D'Isanto e Magliocco, autori di una doppietta. A segno anche Lepri, Greco e Siciliano. Previsto per oggi l'arrivo nelle Marche del Presidente Raffaele Trapani, che dovrebbe portare con sè qualche ufficialità, tra i tanto richiesti giocatori esperti e qualche giovane di prospettiva per completare lo scacchiere da affidare a Pino Palumbo. Una Paganese ancora alle prese con il rebus portiere.

Ancora speranzoso in una chiamata Mimmo Botticella, a Pagani nella stagione 2007/08: “A dir la verità, l’accordo con il presidente Trapani lo avevamo già trovato. Dovevamo soltanto incontrarci per apporre nero su bianco ma poi non c’è stato il beneplacet da parte del tecnico. Il motivo forse è che sono inattivo da un anno, motivo al quale però non credo tanto perché la Paganese era ad un passo da Ginestra anch’egli fermo come me. Aldilà di tutto, però, spero sempre in qualche novità”.

Ma la Paganese in passato ci ha abituato al rilancio di portieri dopo annate storte, Petrocco docet. Per l'attacco i tifosi sognano il grande colpo: difficile arrivare a Lucas Garcia Simon, 24 anni il prossimo primo di agosto, 13 presenze lo scorso anno in B con il Piacenza, miglior marcatore del Pescara con 10 reti la stagione precedente in Prima Divisione. Più facile sarebbe arrivare a Gaetano Pignalosa del Sorrento, classe 81, che formerebbe un bel tandem d'attacco con Tortori, senza dimenticare Magliocco.

tuttolegapro.com

Paganese: in arrivo Varriale e Panini.

La Paganese continua a dragare il mercato in attesa di piazzare almeno altri due colpi prima del fine settimana. L’intenzione di patron Trapani è infatti quella di consegnare nelle mani di Pino Palumbo gli elementi più adatti al suo credo tattico ed in tal senso nelle prossime ore sono attese delle novità importanti perché, ed è risaputo, il trainer pugliese vuole a tutti i costi i giocatori e anche in tempi alquanto ristretti onde evitare poi problematiche di ambientamento. Due le priorità assolute: un portiere di sicura affidabilità come ad esempio Della Corte, Pantanelli, Petrocco e perché no Barasso ed un attaccante di peso da affiancare ai brevilinei Magliocco e Tortori. In tal senso il nome più caldo è quello dell’ex Scafatese Vicenzo Varriale che attualmente nella Juve Stabia non riesce a ritagliarsi uno spazio importante in prima squadra.

Varriale rappresenta il prototipo del giocatore adatto alle esigenze tattiche di mister Palumbo e per questo motivo nelle prossime ore patron Trapani potrebbe sferrare l’assalto decisivo all’ariete il quale ha dal canto suo mostrato interesse per la prospettiva di venire a giocare a Pagani: “Diciamo che non c’è una trattativa vera e propria ma posso dire che se la Paganese mi richiedesse non ci penserei due volte su ad accettare”. Sempre per il reparto avanzato resta valido infine il nome di Pignalosa che il Sorrento libererebbe ben volentieri per farlo accasare al team azzurro stellato. A centrocampo, invece, con la riconferma di Vicedomini, la Paganese dovrà adesso lavorare per rinforzare le corsie esterno ed

in tal senso il nome che più stuzzica la fantasia di Palumbo è inevitabilmente quello di Pasquale Izzo. Per quanto riguarda invece l’out sinistro di difesa potrebbe tornare di moda il nome di Nello Gambi che di Palumbo è un vero e proprio fedelissimo. In concomitanza con l’arrivo del presidente Trapani nel ritiro di Acquasanta Terme, inoltre, Pino Palumbo potrebbe vedere arricchirsi la propria rosa di un altro elemento: si tratta di Manuel Panini, già nella passata stagione protagonista con la casacca azzurro stellata e a quanto pare ben lieto di rivestirla anche per la prossima stagione agonistica. Sempre per la retroguardia piacciono e non poco i vari Raimondi e Antonelli anche se in questo caso ci sarà da battere nell’eventualità un’agguerrita concorrenza. Dopo Sciannamè, Zoppetti e Giovanni Esposito, quindi, il reparto difensivo azzurro stellato potrebbe a breve arricchirsi di altri elementi per la gioia di Pino Palumbo. In prova, intanto,il giovane terzino sinistro Vincenzo Curcio. Nei prossimi giorni Palumbo comunicherà alla dirigenza se tesserarlo o meno.

Tuttolegapro.com

Paganese, si aggregano i difensori Martinelli e Ingrosso.



Giuseppe Bove ACQUASANTA TERME. La Paganese è vicinissima ai difensori Martinelli e Ingrosso che da oggi si aggregano al gruppo per gli allenamenti. Un brindisi per Cosimo Tedesco, ultima grande e forse unica tentazione reale per l'attacco azzurrostellato. La Paganese ha individuato nel colosso brindisino la spalla ideale per Roberto Magliocco. Primo approccio nella giornata martedì, nuovi contatti ieri mattina col procuratore dell'atleta: Tedesco piace al presidente Trapani e convince particolarmente il tecnico Pino Palumbo. Non soltanto perché ha il gol nel dna (10 centri a Marcianise nella passata stagione) quanto piuttosto per la capacità (rara) di portar pressing, aggredire la profondità, lavorare i fianchi delle retroguardie partendo pure da posizione defilata. Lo stato della trattativa non è avanzatissimo, ma concreto: c'è un gap tra domanda ed offerta che potrebbe essere colmato oggi quando il presidente Trapani raggiungerà il ritiro di Acquasanta Terme per un summit con Palumbo, teso a piazzare gli ultimi tasselli nel mosaico azzurrostellato. Primo argomento di discussione la posizione di Zoppetti e Vicedomini: entrambi lavorano già col gruppo ad Acquasanta Terme e dovrebbero arrivare al nero su bianco già in serata. Poi sarà affrontato il discorso Tedesco con un nuovo e (chissà) definitivo contatto col bomber brindisino. In corsa per l'attacco, se l'affare con Tedesco dovesse saltare, ci restano Varriale (lo scorso anno diviso tra Cavese e Juve Stabia) e soprattutto Chiaria, ancora vincolato contrattualmente al Melfi, ma pronto a portare in dote a Palumbo i 15 gol realizzati l’anno scorso. Dall'attacco alla difesa che attende di completarsi a destra e tra i pali: Panini freme per ritornare, Della Corte potrebbe essere il nuovo guardiano della Paganese. Condizionale d'obbligo dopo la trattativa prima chiusa e poi saltata per cavilli tecnici con Mimmo Botticella. Nella lista del presidente Trapani c'è anche l'ex Pescina, Bifulco. Intanto, ieri pomeriggio, dopo una dura razione di lavoro aerobico mattutino, la squadra è scesa in campo per un test amichevole in famiglia. A completare i ranghi alcuni calciatori di una rappresentativa dilettantistica del posto. Il tecnico Palumbo ha raccolto indicazioni positive soprattutto dall'attacco strutturato su Tortori e Magliocco: il primo ha realizzato ben sei reti, il secondo ha centrato il bersaglio per due volte. Tredici le firme complessive siglate nel corso dei novanta minuti di test (a bersaglio anche Lepri, Siciliano, Greco e D'Isanto, autore di una doppietta), utile più per valutazioni sul grado di crescita fisica che per questioni tattiche col 4-4-1-1 di Palumbo che potrebbe presto trasformarsi in un 4-4-2.

Il Mattino

28.7.10

Tredici reti nella prima uscita stagionale.

Prima uscita stagionale per la Paganese che nel pomeriggio, ad Acquasanta Terme, ha affrontato una rappresentativa locale. 13-1 il risultato finale che ha visto sugli scudi Loris Tortori, autore di sei reti. A segno anche D'Isanto, Magliocco, autori di una doppietta, Greco, Lepri e Siciliano.
Domani in ritiro è atteso l'arrivo del Presidente Trapani che, con mister Palumbo, farà il punto della situazione per quanto riguarda il mercato. Oltre ad ufficializzare quei calciatori già aggregati alla comitiva azzurrostellata, si tenterà di definire le trattative intavolate nei giorni scorsi.

Peppe Nocera per Paganese.it

 

Riconfermato il centrocampista Carlo Vicedomini.



Passano a cinque i calciatori riconfermati dalla passata stagione. Dopo Esposito, Macrì, Sciannamè e Tortori, è toccato a Carlo Vicedomini legarsi per un altro anno alla società azzurrostellata. Il centrocampista, che nel tardo pomeriggio di ieri ha raggiunto il ritiro di Acquasanta Terme, con la maglia della Paganese ha collezionato 45 presenze realizzando 4 reti.

Gianluca Russo - Paganese.it

Altro contentino per Palumbo: riconfermato Carlo Vicedomini.



Giuseppe Bove ACQUASANTA TERME.
La Paganese riceverà la visita del presidente Raffaele Trapani, atteso nelle Marche giovedì per un vertice di mercato con il direttore generale Raiola ed il tecnico Palumbo. Il massimo dirigente liguorino arriverà senza squilli di tromba ma farà ugualmente rumore. Di proclami non ne fa, l'obiettivo è centrare i tasselli giusti da inserire nella scarna rosa azzurrostellata. Dopo gli arrivi di Zoppetti e Greco, che attendono di apporre la propria firma sul contratto, nella tarda serata di ieri ha raggiunto Acquasanta Terme il centrocampista Carlo Vicedomini, da sempre pupillo di Palumbo. Per il mediano leccese è pronto un accordo su base annuale per la gioia del trainer di Venosa che ne ha fortemente caldeggiato la riconferma. Il calciatore salentino si appresta a vivere dunque la sua terza stagione con la casacca della Paganese. Il dinamismo ed una buona visione di gioco consentiranno a Palumbo di poter disporre di un elemento cardine nel suo 4-4-2. Con Casisa, Greco e Vicedomini l'allenatore azzurro può dormire sonni tranquilli nella zona nevralgica dove arriveranno anche due under per completare la batteria dei centrali. Il mercato della Paganese però è ancora in evoluzione. Il club liguorino sta stringendo una sorta di alleanza con il Sorrento. Dal club costiero è stato già prelevato Greco ma a fargli compagnia potrebbe arrivare anche l'attaccante Pignalosa, in esubero nella rosa rossonera. La trattativa è in fase avanzata e potrebbe sbloccarsi nelle prossime ore con il club di Mario Gambardella disposto ad accollarsi anche una parte dell'ingaggio. In alternativa non è da scartare l'ipotesi Varriale della Juve Stabia, assistito dall'agente Candido Fortunato, procuratore anche di Roberto Magliocco, che si sta segnalando come uno dei migliori nella prima fase di ritiro. Tra i pali è spuntato il nome di Della Corte, la scorsa stagione a Potenza. Mistero invece attorno alla posizione di Panini. Da ambienti vicini alla società è trapelata la volontà di riconfermare il biondo esterno che sta recuperando la migliore condizione dopo un intervento chirurgico al ginocchio destro. Il calciatore però attende una chiamata dalla proprietà che tarda ad arrivare. Intanto la squadra lavora senza sosta agli ordini dello staff tecnico. Ripetute, esercizi aerobici e sedute differenziate per reparti sono il menu quotidiano del gruppo. I rinforzi sono in arrivo e con essi anche il primo test stagionale contro l'Ascoli in programma sabato a Norcia.

Il Mattino

Paganese, si cercano giocatori di esperienza.

Continua il lavoro della Paganese in quel di Acquasanta Terme. Si stanno valutando le condizioni dell'esperto Alessandro Zoppetti, inattivo dallo scorso Febbraio a causa di un intervento al ginocchio. Il terzino destro ex Pisa (all'occorrenza potrebbe essere utilizzato tranquillamente come centrale) con la sua esperienza e il suo carisma darebbe sicurezza a tutto il reparto difensivo, punto debole della Paganese dello scorso anno. Per costruire una buona squadra, mister Palumbo ha chiesto agli uomini di mercato, nella figura del Presidente Raffaele Trapani e dell'ex team manager Filippo Raiola, calciatori esperti per i ruoli cruciali, centrale difensivo, metronomo di centrocampo e una punta capace di assicurare un buon numero di goal. Il primo ruolo potrebbe essere ricoperto proprio da Zoppetti, per il secondo si sta ancora lavorando e non trapelano molti nomi, mentre per il terzo ruolo, Magliocco e Tortori, confermatissimo in virtù dei 9 sigilli dello scorso anno, farebbero dormire sonni tranquilli a mister Palumbo.

Mentre si pensa a Salvatore Accursi, classe '78 nell'ultima stagione in forza al Perugia, è giunto nel ritiro marchigiano il giovane Vincenzo Curcio, terzino di spinta che sarà visionato per 4 giorni. Per il centrocampo si aspettano i ritorni di Pasquale Izzo e Carlo Vicidomini, entrambi alle dipendenze di Palumbo nella promozione dall'ex c2 alla c1 e della retrocessione dello scorso anno. Questione portiere: dopo il rifiuto di Ginestra, si è pensato a Mimmo Botticella, ma quest'ultimo non ha convinto Palumbo, poichè è stato fermo per una annata intera. Dunque è rispuntato dal nulla il nome di Armando Pantanelli, già 2 stagioni nella città di Sant'Alfonso, ma su di lui pesa la convinzione del popolo Paganese di un suo errore sul gol che ha condannato gli azzurrostellati dove non sarebbero mai voluti tornare.

Tuttolegapro.com

27.7.10

La riconferma di Palumbo ha spaccato in due la tifoseria.



Come vedete nella foto, il sondaggio in cui si chiedeva se eravate contenti della riconferma di Pino Palumbo sulla panchina della Paganese ha praticamente spaccato in due il popolo paganese: 123 si e 122 no.

Da notare che il popolo degli scontenti è aumentato vertiginosamente nell'ultima settimana. Infatti, fino a una decina di giorni fa, i contenti erano al 65% dei voti.

Le prime foto dal ritiro di Acquasanta Terme.









Le foto sono tratte da Paganesecalcio.com

Il centrocampista Daniele Greco si aggrega alla squadra nel ritiro di Acquasanta.

Giuseppe Bove ACQUASANTA TERME. Lavoro, sudore e voglia matta di mettersi in mostra nella stagione del riscatto. Sono questi gli aspetti salienti della prima settimana di lavoro della Paganese. Tra i pochi calciatori in organico c'è armonia e lo spirito giusto per dare il massimo. Le difficoltà ci sono e sono legate, oltre al normale affaticamento per i carichi di lavoro, all'incompletezza della rosa. A piccoli passi l'organico si sta arricchendo di nuove pedine. Con il gruppo si sta allenando da ieri anche il centrocampista Daniele Greco, arrivato da Gubbio dove era in ritiro con il Sorrento. Con il calciatore romano c'è già l'accordo economico, la firma sul contratto arriverà giovedì quando sui monti della Laga è atteso l'arrivo del presidente Trapani. Il patron liguorino porterà in dote al tecnico Pino Palumbo i rinforzi tanto attesi, abilmente tenuti segreti per evitare sorprese dell'ultim'ora o aste incontrollate che costringerebbero la società azzurrostellata a virare su altri obiettivi, come accaduto con il portiere Ginestra, promesso sposo della Paganese con tanto di dichiarazioni entusiastiche salvo poi optare per un clamoroso dietrofront. L'ingaggio di un estremo difensore è la priorità assoluta del mercato della Paganese. Ad Acquasanta Terme c'è solo il giovane Buk, destinato al ritorno tra i pali della formazione Allievi, che si sta sottoponendo al lavoro specifico con il preparatore Pagliarulo. Troppo poco per una squadra che non ha potuto effettuare nemmeno la classica partitella a ranghi misti. Per Palumbo arrivano in ogni caso indicazioni positive, soprattutto dai reduci della scorsa stagione. Tra questi il jolly difensivo Giovanni Esposito, primo riconfermato dalla società: «Siamo ancora in pochi - afferma il difensore di Barra - ma la volontà e l'abnegazione non mancano di certo».

Il Mattino

Estremo difensore cercasi.
La Paganese alle prese con il rebus portiere.

Cercasi estremo difensore. È questa una delle priorità di mercato delle ultime ore della Paganese alle prese con la questione portiere. Tanti i nomi circolati, tanti i contatti finora ma in ritiro nessun arrivo con la sola presenza del giovane Ivan Buk, classe 1993, aggregato alla Prima Squadra dagli formazione Allievi. Si è partiti da Francesco Russo passando per Paolo Ginestra e Luca Tomassini fino a giungere a Domenico Botticella. Con Russo, ex Cavese divenuto nei giorni scorsi a tutti gli effetti un calciatore del Pergocrema, in realtà la trattativa non è mai decollata del tutto a differenza degli altri suoi colleghi citati. Per Paolo Ginestra si è assistito ad un incredibile colpo di scena. Il calciatore, che nell’ultima stagione è stato messo fuori rosa dalla Ternana, è stato ad un passo dalla firma, con tanto di dichiarazioni entusiastiche per la nuova piazza, fino ad un clamoroso dietrofront poche ore prima del decisivo incontro in sede per apporre la sua firma al contratto offertogli dal sodalizio azzurrostellato capeggiato da patron Trapani.

Analoghe situazione anche per Luca Tomassini e Domenico Botticella, dove però non sono stati i calciatori a bloccare le trattative bensì la società, come ci hanno affermato entrambi contattati in esclusiva da PAGANESE.NET. “Fino alla settimana scorsa – afferma Luca Tomassini - mi consideravo un calciatore della Paganese a tutti gli effetti, mancava solo la firma ma era semplice formalità, l’accordo già c’era. Poi la telefonata al mio procuratore che bloccava l’incontro decisivo per alcuni problemi, forse per via di alcune divergenze tra gli operatori di mercato”.

Sulla stessa falsa riga anche Mimmo Botticella che sarebbe ritornato con molto piacere a Pagani, dopo l’esperienza nel 2007/08: “A dir la verità, l’accordo con il presidente Trapani lo avevamo già trovato. Dovevamo soltanto incontrarci per apporre nero su bianco ma poi non c’è stato il beneplacet da parte del tecnico. Il motivo forse è che sono inattivo da un anno, motivo al quale però non credo tanto perché la Paganese era ad un passo da Ginestra anch’egli fermo come me. Aldilà di tutto, però, spero sempre in qualche novità”.

Paganese, quindi, ancora alla ricerca dei due estremi difensori ma che poteva già predisporre della coppia Botticella – Tomassini pronti a sposare, senza alcun problema, il progetto Paganese.

www.paganese.net

Giovanni Esposito: "Alla Paganese c’è voglia di riscatto".



In attesa di completare l’organico con almeno altri dieci innesti tra calciatori esperti e giovani di prospettiva, a trascinare la Paganese nel ritiro di Acquasanta Terme è Giovanni Esposito. Il jolly difensivo è stato protagonista di una stagione in crescendo, culminata però con un’amara retrocessione in Seconda Divisione. La cocente delusione di Livorno è stata subito riassorbita e l’imminente ripescaggio in Prima Divisione ha dato ancora più vigore al difensore napoletano. La societá del presidente Trapani ha deciso di ripartire proprio dal difensore di Barra. "La societá mi ha proposto il rinnovo contrattuale - dichiara Esposito - e non ci ho pensato nemmeno un minuto a dire di nuovo sì alla Paganese. Sono alla terza stagione in azzurrostellato e non vedo l’ora di poter scendere in campo in gare ufficiali per dimenticare la beffa della scorsa annata che fatico a smaltire. Quest’anno sará diverso, c’è voglia di riscatto".

L’esterno sinistro, che si è ben disimpegnato anche al centro della retroguardia di Palumbo nella parte finale dello scorso campionato, sará il nuovo capitano della Paganese: "Non è stato ancora deciso nulla in merito - sottolinea - ma se dovesse toccare a me indossarla lo farò con onore per nulla intimorito dalle responsabilitá maggiori che comporta". Nelle Marche, intanto, la squadra lavora ancora a ranghi ridotti. Le trattative intavolate dal presidente Trapani e dal direttore generale Raiola sono ormai in fase avanzata ed entro un paio di giorni arriveranno le ufficializzazioni. "Lavorare in pochi rappresenta un gap - aggiunge Esposito - ma bisogna stringere i denti. Si sono aggregati Zoppetti e Greco che hanno ottime qualitá e potranno darci una grossa mano ma la societá non sta lasciando nulla al caso ed a breve saremo al completo".

L’impianto di base della nuova Paganese è giá di ottima fattura, i nuovi acquisti sembrano pronti a calarsi nella realtá azzurrostellata e le premesse lasciano ben sperare: "In rosa ci sono calciatori davvero molto interessanti - prosegue il futuro capitano azzurro - giovani come D’Isanto e Lepri sono pronti a disputare un campionato di Prima Divisione. In attacco poi Tortori è una garanzia e l’acquisto di Magliocco non ha nemmeno bisogno di commenti. E’ arrivato in ritiro in condizioni fisiche invidiabili". Giovedì infine è atteso in ritiro il patron Trapani, che resterá al fianco della squadra fino a domenica per il primo test amichevole contro l’Ascoli.

Tuttolegapro.com

In prova il giovane terzino Curcio dal Sambiase Calcio.

Il giovane terzino Vincenzo Curcio, lametino purosangue di proprietà del Sambiase Calcio, si è aggregato alla comitiva azzurrostellata nel ritiro pre-campionato di Acquasanta. Curcio sosterrà quattro giorni di continui provini sotto il vigile occhio dello staff tecnico guidato dal tecnico Palumbo.

tuttosportcalabria.it

26.7.10

Rassegna stampa: Il Roma.

Speciale Calciomercato. Nuovi acquisti in arrivo.

La Paganese fa la spesa a Sorrento. Manca solo l’ufficialità e Daniele Greco, centrocampista dei costieri, passerà alla corte di Palumbo. Il sodalizio azzurrostellato ha battuto la concorrenza del Melfi per aggiudicarsi il giovane mediano rossonero. Nato a Roma nel 1988, cresce nel Settore Giovanile della Lazio, dove fa tutta la trafila fino ad arrivare alle Nazionali minori. Dopo due comparse a Gallipoli e Sassuolo, esplode a Sorrento, dove in due anni colleziona 25 presenze. Arriva a Pagani con la formula del prestito.

Ma la Paganese è sempre alla ricerca di calciatori, visto che soltanto 13 calciatori si stanno allenando sui campi di Acquasanta Terme. Ai dodici partiti giovedì scorso da Pagani, si è aggiunto l’esperto difensore Alessandro Zoppetti, svincolatosi dal Perugia. Dovrebbe raggiungerlo l’ex compagno di squadra Salvatore Accursi, per la gioia di Palumbo che aveva richiesto almeno un difensore centrale esperto. Nella famosa lista del trainer di Venosa anche un portiere, un centrocampista di regia e un attaccante, tutti esperti. Dopo aver incassato il no di Ginestra, gli uomini di mercato azzurri stanno pensando al clamoroso ritorno di Botticella, mentre resta top secret il nome del mediano navigato. Palumbo aveva pensato al fido Andrea Tricarico, ma la Salernitana vuole ripartire proprio da lui. A rimpinguare il reparto avanzato, invece, potrebbe essere un altro pezzo forte del Sorrento, Gaetano Pignalosa. L’attaccante, classe ’81, non sembra rientrare nei piani dei rossoneri ed è finito sulla lista dei partenti. Per raggiungere il compagno Daniele Greco, però, bisogna eliminare la concorrenza di Messina e Isola Liri.

Danilo Sorrentino - www.paganese.net

Trapani: "Abbiamo fatto qualcosa di impensabile. Ora tocca alla città".

E’ fatta. La Paganese era da tempo soltanto in attesa di un avvenimento praticamente certo: il ripescaggio in Prima Divisione. Depositata tutta la documentazione necessaria sia a Firenze in Lega che a Roma in Figc, il lavoro del segretario Mario Ferraioli porterà i frutti sperati, il ritorno, dalla porta di servizio. "Dipendeva tutto da noi - dice il presidente Raffaele Trapani - e lo sapevamo da tempo. Abbiamo profuso sforzi economici non da poco per poter essere inseriti nella graduatoria delle possibili ripescate. Eravamo convinti fin da subito di avere numerose chances visto che, di solito, vengono avvantaggiati i club reduci dagli spareggi per non retrocedere o quelli che hanno giocato i play-off in Seconda Divisione. Adesso però è il momento che tutta la città si stringa intorno alla squadra. Quello che avevamo promesso lo abbiamo fatto - dice Trapani - e se mi sono intestardito nel volere il ripescaggio è anche perché tanti tifosi lo meritavano dopo l’uscita contro il Viareggio. Un grazie a chi ha collaborato con me in questo periodo e agli amici di sempre. Mi aspetto una grande risposta da parte di tutti perché abbiamo fatto qualcosa di impensabile".

E non finisce qui. Il presidente Trapani vuole sgombrare il campo da qualsiasi polemica o dubbio sulla figura dell’allenatore: "Una battuta del tecnico è stata mal interpretata da qualcuno in ritiro - conclude il numero uno del sodalizio liguorino - Palumbo è orgoglioso di allenare questa Paganese e sa che ci vorrà un pizzico di tempo più del dovuto per completare la rosa a sua disposizione. Siamo stati impegnati in questo periodo per arrivare di nuovo in Prima Divisione, è normale che qualcosa sarebbe rimasto indietro. Ma adesso completeremo anche una buona Paganese. Vedrete".

La Città - www.paganese.net

Paganese: spunta Ignoffo, piace Giglio.

Continua il lavoro degli azzurrostellati in quel di Acquasanta Terme. Sabato prossimo la squadra allenata da Pino Palumbo farà il suo esordio in un amichevole contro l’Ascoli. Ieri è giunto in ritiro il difensore ex Perugia e Pisa Alessandro Zoppetti per effettuare un periodo di prova con la squadra del patron Trapani. A non convincere la società non è la qualità indiscussa del calciatore (oltre 200 presenze in serie B) ma le sue condizioni fisiche,visto che a febbraio ha subito un intervento per la ricostruzione dei legamenti crociati del ginocchio sinistro e da allora non è più sceso in campo. Un elemento di sicuro valore ma probabilmente da ricostruire fisicamente e psicologicamente. Una scommessa per lo staff tecnico di Palumbo ma anche per la stessa società. Irrisolta anche la questione portiere. Le porte a Botticella sembrano ormai chiuse. Nelle ultime ore è spuntato il nome dell’ex Como Malatesta ma la trattativa sembra alquanto complessa.

A questo punto non è da escludere neanche un ritorno di Armando Pantanelli,ormai uomo di fiducia della società su cui però gravano le responsabilità del gol subito nel ritorno dello spareggio salvezza contro il Viareggio che costò la retrocessione sul campo agli azzurrostellati. Per la difesa da Benevento potrebbe arrivare Gian Battista Ignoffo,accostato negli ultimi giorni al Milazzo che proprio pochi giorni fa ha ufficializzato l’acquisto dalla Paganese di Fabrizio Lasagna. Da valutare anche la posizione di Manuel Panini che attende una chiamata dallo staff azzurrostellati per aggregarsi al ritiro di Acquasanta Terme.

Da Scafati potrebbe arrivare l’esperto terzino Mastronicola,svincolatosi dalla Scafatese negli scorsi giorni ed in cerca di squadra. Ancora in stand by le trattative per i ritorni di Izzo e Vicedomini. Dall’Igea Virtus potrebbe invece arrivare l’esperto centrocampista Massimiliano Pisciotta. Dopo l’acquisto di Magliocco per il reparto offensivo potrebbe anche arrivare un’altra sorpresa dalla società azzurro stellata. Potrebbe finalmente arrivare il Giglio giusto a Pagani,infatti l’ex Bomber di Olbia e Lucchese si è da poco svincolato dalla società sarda e potrebbe cedere alle lusinghe della Paganese e tornare in Prima Divisione. In attesa del ripescaggio ormai certo della società azzurro stellata iniziano i primi toto gironi.

I tifosi azzurrostellati trepidano in vista di un improbabile derby con la Nocerina,che al 99% sarà evitato dalla lega. L’ipotesi più probabile è che la Paganese torni nel girone settentrionale insieme a Salernitana, Benevento e Sorrento con Juve Stabia,Cavese e Nocerina nello schieramento meridionale. Pura utopia un girone meridionale con tutte le squadre campane visti i problemi di ordine pubblico avvenuti negli anni passati.

tuttolegapro.com

Anche il centrocampista Daniele Greco è ad un passo dalla firma.



Manca solo l'ufficializzazione da parte della società azzurrostellata ma Daniele Greco può considerarsi un nuovo calciatore della Paganese. Centrocampista centrale, arriva in prestito dal Sorrento e già ha raggiunto i suoi nuovi compagni nel ritiro di Acquasanta Terme.
Nato a Roma il 27 aprile 1988 inizia a dare i primi calci prima nel Prima Porta poi nel Roma Calcio '96 da dove è prelevato dalla Lazio. Con i biancocelesti inizia tutta la trafila del Settore Giovanile partecipando ai campionati Esordienti (stagioni 2000/01 - 2001/02), Giovanissimi Nazionali (stagione 2002/03), Allievi Nazionali (stagioni 2003/04 - 2004/05) e Primavera (stagioni 2005/06, 1 rete - 2006/07, 2 reti).
Capitano della squadra capitolina, colleziona anche ben ventitrè presenze con la maglia della Nazionale nelle varie competizioni di categoria. 4 i gettoni con l'Under 15, altrettanti con l'Under 16, 10 con l'Under 17 condite da una rete, 4 con l'Under 18 ed una con l'Under 20.
Nel maggio del 2005 risulta essere calciatore chiave del centrocampo dell’Under 17 che giunge terza ai campionati Europei.
Nell'estate del 2007, poi, è ceduto in prestito in serie C1 al Gallipoli dove non trova però spazio. A gennaio, passa, sempre in terza serie, al Sassuolo con il quale colleziona una presenza. A luglio 2008 arriva al Sorrento, in Prima Divisione, con la formula della comproprietà, disputando 5 presenze. Ad ottobre dello stesso anno si mette in luce nella gara di Coppa Italia con il Real Marcianise realizzando una tripletta, la prima della sua carriera. Riscattato dai rossoneri nel giugno 2009, nell'ultimo campionato colleziona 20 presenze.

Gianluca Russo - paganese.it

Una Paganese nervosa di nuovo vittima dei ladri.
Il ritorno di Botticella non convince Palumbo.



Giuseppe Bove ACQUASANTA TERME. Uno spiacevole episodio ha causato disagi alla Paganese nel ritiro marchigiano di Acquasanta Terme. Nella notte tra sabato e domenica ignoti si sono introdotti negli spogliatoi della struttura sportiva, che ospita gli allenamenti della truppa di Palumbo, ed hanno fatto razzia di materiale tecnico. Il furto ha causato non pochi problemi. I ladri hanno asportato infatti indumenti d'allenamento, tra pantaloncini e magliette, e palloni da gioco per il lavoro specifico dei portieri cagionando danni per alcune migliaia di euro. Per la Paganese si tratta della seconda visita di malintenzionati in pochi giorni di ritiro. Rammaricato il direttore generale Filippo Raiola che segue costantemente il lavoro del gruppo: «Questi episodi lasciano sconcertati - dichiara - al di là del danno materiale. Ad Acquasanta Terme ci siamo sempre trovati bene e siamo stati accolti in maniera splendida. La gente del posto è ospitale e non è giusto fare di tutta l'erba un fascio ma non è giusto sottolineare questi episodi solo quando accadono al Sud». Dopo lo sfogo Raiola si è subito messo in contatto con il management della Legea, sponsor tecnico della Paganese, per l'arrivo sui monti della Laga di una nuova fornitura di materiale da gioco e d'allenamento. La squadra, pur tra qualche difficoltà di ordine numerico, continua a lavorare agli ordini del tecnico Palumbo e del suo staff. Il gruppo è stato diviso in due blocchi per curare i vari aspetti di gioco e perfezionare i primi schemi del 4-4-2 tanto caro al tecnico di Venosa. Gli attaccanti sono stati tenuti sotto osservazione dal trainer lucano mentre la parte difensiva è stata curata dal vice Flavio Simone. Con quest'ultimo si è ben disimpegnato anche Alessandro Zoppetti, il difensore lombardo aggregato alla Paganese da un paio di giorni ed in attesa di apporre la propria firma sul contratto. L'esterno destro, all'occorrenza utilizzabile anche da centrale, sta recuperando la migliore condizione dopo un intervento chirurgico effettuato a febbraio per la ricostruzione del legamento crociato anteriore del ginocchio destro. Oltre a Zoppetti la Paganese ufficializzerà a breve anche l'ingaggio del centrocampista Greco dal Sorrento. Il calciatore, classe '88, ha già raggiunto Acquasanta nella serata di ieri per mettersi a disposizione di Palumbo. Nelle ultime ore infine gli azzurrostellati hanno intavolato una trattativa con il mediano Basile, svincolato dopo l'esclusione della Scafatese dalla Lega Pro. Tra i pali invece non ci sarà Botticella, la cui inattività di un anno non convince appieno il tecnico Palumbo.

Il Mattino

Lega Pro: tutto sui ripescaggi e sulle ipotesi dei gironi

Solo il 4 agosto quando si riunirà il Consiglio Federale della Federcalcio si saprà di più e si avrà la certezza dei ripescaggi, con la composizione dei gironi di Lega Pro.

LE BOCCIATE
Otto i posti disponibili figli di altrettanti fallimenti. In prima istanza hanno alzato bandiera bianca senza battere ciglio tre delle quattro retrocesse dalla serie B, una situazione che si ripete in fotocopia da tre anni a questa parte (un motivo ci sarà pure): Gallipoli, Mantova, Rimini a cui si era precedentemente accodato il Perugia in Prima Divisione. Ben presto però, con il passare dei giorni e delle settimane, l´emorragia è divenuta irrefrenabile e si sono aggiunti altri addii clamorosi dalla Lega Pro. Il Consiglio Federale infatti non ha ritenuto idonee nemmeno Arezzo, Real Marcianise e Figline. Non contenta, anche la serie cadetta ha voluto la sua parte: l´Ancona è stata la quarta società di B a sparire dal calcio professionistico. Prima ancora la Co.vi.soc aveva espresso parere contrario alle iscrizioni di Cavese, Foggia, Salernitana e Spal, poi salvate anche se l´ipotesi penalizzazione da scontare nel prossimo torneo non è ancora da escludere. A settembre sapremo tutto.

CHI HA FATTO RICORSO

Ci hanno provato Figline e Ancona ma non c´è stato niente da fare: respinto il ricorso dei dorici, irricevibile quello dei toscani. Questo il responso dell´Alta Corte di Giustizia. I posti disponibili per la Prima Divisione restano otto.

CHI HA FATTO DOMANDA DI RIPESCAGGIO

La Triestina ha presentato tutta la documentazione necessaria per tornare in Serie B: i giuliani prenderanno il posto dell´Ancona. Per quanto riguarda la Prima Divisione da quel (poco) che si sa le squadre che hanno presentato ufficialmente la domanda corredata dalle fidejussioni sono Paganese, Pavia, Barletta, Nocerina e Pisa, a cui si sono aggiunte sul filo di lana Bassano, Gela, Giulianova e Siracusa. Nove domande per otto posti. Solo una resterebbe fuori qualora il Consiglio Federale omologasse tutte le documentazioni ricevute: il Pisa, ovvero l´ultima delle promosse dalla D. Sorprendono le rinunce di Catanzaro e Brindisi mentre ci si aspettava un colpo di coda del San Marino ma non è stato così. Prato e Fano avevano già fatto sapere che non avrebbero partecipato alla corsa. Insomma, alla fine il sud la fa da padrone con un perentorio, se confermato, sei a due e il piacevole ritorno della Sicilia nella terza serie nazionale. Sarà un campionato durissimo.

QUESTIONE GIRONI (1): ORIZZONTALE O VERTICALE?
Tenendo fede alle dichiarazioni pittoresche del presidente Macalli dell´ultimo mese (ha iniziato con un“chi vuole giocare vicino a casa è meglio vada nei Dilettanti, la Lega Pro è un campionato nazionale” e ancora “le trasferte non influiscono sui bilanci che per l´1,5% del bilancio di una società, prendano un brocco di meno e vadano a giocare ad Algeri tutte le domeniche” per chiudere con un enigmatico “il problema gironi c´è solo da noi, in B non ci sono questi problemi. Salernitana e Cavese non possono stare insieme? E se fossero in B dove giocherebbero? Ad Algeri?” frase quest´ultima che lascerebbe aperta addirittura la possibilità di tornare alla vecchia divisione) l´unica conclusione che si riesce a trarre è che molto probabilmente non è stata ancora presa una decisione in merito anche se quanto analizzeremo in seguito ci porterebbe verso la conferma della suddivisione verticale.

QUESTIONE GIRONI (2): I GIRONI SI FANNO IN CAMPANIA?

E´ successo anche dodici mesi fa, ipotizzabile la storia si ripeta. Il problema Campania esiste, è sotto gli occhi di tutti ed è difficilmente arginabile (anche con la tessera del tifoso) se non tenendo distanti tifoserie e città pronte ad adoperare il calcio come scusa per farsi la guerra. Arriveranno dalla B e dalla Seconda Divisione tifoserie caldissime come quelle di Salernitana, JuveStabia e Nocerina che vanno ad aggiungersi a quelle di Cavese, Benevento, Sorrento e Paganese. Per chi non lo sapesse Salerno e Cava de´ Tirreni sono distanti meno di dieci chilometri ed esiste una rivalità fortissima tra queste due tifoserie, al contrario di quello che accade tra Salerno e Pagani dove invece il clima più disteso tanto che la Salernitana aveva già chiesto la disponibilità dello stadio “Torre” di Pagani per giocare le partite interne, qualora le vertenze sullo stadio “Arechi” non si fossero districate in tempo utile come invece è stato. Distensione manco a parlarne tra la stessa Pagani e Cava divise da appena undici chilometri e, se non bastasse, stessi problemi tra Nocera e Pagani i cui due centri abitati distano addirittura quattro chilometri e i territori comunali confinano gomito a gomito: chiamarla rivalità è un eufemismo. Tutte le partite “difficili” sarà impossibile eliminarle ma si dovrà cercare di ridurne il numero per quanto più possibile. Ecco perchè con un po´ di buon senso Salernitana e Paganese dovrebbero essere divise da Nocerina e Cavese (che pur tra loro non si amano affatto, ricordiamolo) mantenendo magari la stessa suddivisione dell´anno scorso con Benevento e Sorrento al nord e la JuveStabia al sud (che a sua volta ha una tifoseria molto accesa e con rivalità che si estendono a tutte le squadre in regione e le pugliesi).

QUESTIONE GIRONI (3): LA TESSERA DEL TIFOSO NON CAMBIERA´ LE COSE

Dicono che la tessera del tifoso i veri “ultrà” non la sottoscriveranno: servirà per non vedere incidenti dentro gli stadi (forse, anche se nell´ultimo anno non è che ci siano stati episodi di chissà quale rilevanza) ma non cambierà mai le rivalità preesistenti e i “campi di battaglia” diventeranno semplicemente altri. In questo modo infatti non si potrà evitare comunque a persone comuni di spostarsi la domenica da una città all´altra. Se prima magari c´era un certo numero di persone tutte concentrate in un unico punto come poteva essere lo stadio (tradotto, più controllabili), ora si rischia di avere tanti piccoli gruppi sparsi in giro per città nemiche: il risultato? Il numero delle forze dell´ordine sarà pari a zero dentro gli stadi (dove ci saranno anche sempre meno persone) ma sarà in numero nettamente superiore fuori a far fronte a chissà quali pseudo-bande di pseudo-tifosi pronte a combattere per l´onore (?) della propria città. Il calcio ne uscirà tanto più pulito (?) quanto più triste, così come le casse dei comuni che dovranno sobbarcarsi le stesse spese per il servizio d´ordine domenicale. In poche parole quando si stileranno i gironi non si potrà far finta che questo problema non ci sia e, aldilà di quello che Macalli afferma di facciata (“se certe squadre giocassero in B come farebbero che il girone è unico e senza possibilità di dividerle?”) finchè si potrà bisognerà prendere in forte considerazione anche questo aspetto. In attesa di un deterrente migliore.

QUESTIONE GIRONI (4): LA COMPETITIVITA´
Indubbiamente l´anno scorso da più parti si è sottolineato come il girone A fosse molto meno competitivo rispetto al girone B. Che si vada verso un´inversione di tendenza lo sapremo con ragionevole certezza già la prossima settimana, ma le possibilità cominciano a lievitare soprattutto se, come probabile, rimarrà la suddivisione verticale con le campane divise.

QUESTIONE GIRONI (5): LA SUDDIVISIONE
Con Paganese, Giulianova, Pavia, Barletta, Nocerina, Siracusa, Bassano e Gela ripescate potremmo andare incontro a queste che non sono altro che ipotesi, nulla di più, diciamolo subito.

La sensazione dopo quanto detto, potessimo scommettere un euro, è che ci si avvierà verso la suddivisione verticale, diciamo sessanta a quaranta le probabilità per i gironi con suddivisione adriatico-tirrenica se così vogliamo chiamarla, rispetto alla canonica suddivisione nord-sud in senso orizzontale.

Una bozza potrebbe essere questa:

1^ DIV - GIRONE A: Alessandria, Benevento, Como, Cremonese, Foligno, Gubbio, Lucchese, Lumezzane, Monza, Paganese, Pavia, Pergocrema, Salernitana, Sorrento, Spezia, SudTirol, Verona e Viareggio.


1^ DIV - GIRONE B: Andria Bat, Atletico Roma, Bassano, Barletta, Cavese, Cosenza, Foggia, Gela, Giulianova, JuveStabia, Nocerina, Ravenna, Reggiana, Siracusa, Spal, Taranto, Ternana e Virtus Lanciano.


Se il Pisa dovesse all´ultimo momento superare il Giulianova a quel punto, con ogni probabilità, toccherebbe al Verona tornare al sud o, addirittura, si materializzerebbe l´ipotesi (remota) del ritorno alla vecchia suddivisione nord-sud con diciotto squadre per girone contando nel raggruppamento settentrionale toscane ed emiliane al posto delle umbre.

Fonte: LoSpallino.com

25.7.10

Il difensore Alessandro Zoppetti a un passo dalla firma.
Sono da verificare le condizioni fisiche.



La Paganese, a breve, potrebbe avere un nuovo difensore. Ha già raggiunto, infatti, nel tardo pomeriggio di ieri, il ritiro di Acquasanta Terme, Alessandro Zoppetti, appena svincolatosi dal Perugia.
Calciatore che può ricoprire sia il ruolo di esterno destro che di centrale, è nato il 28 marzo 1979 a Castelpurlengo (Milano).
Ha vestito le maglie di Cremonese, Pescara, Reggina, Lecce, Salernitana, Catania, Ascoli, Treviso, Pisa e Perugia. Per lui 222 presenze in serie B, 67 tra serie C1 e Prima Divisione, nonché una in serie A in Reggina - Roma nella prima gara di campionato della stagione 2005/06. 6 invece le reti messe a segno, tutte in cadetteria.
Restano da valutare, però, le sue condizioni fisiche dopo l'intervento chirurgico per la ricostruzione del legamento crociato anteriore del ginocchio destro al quale è stato sottoposto nel febbraio scorso e che l'ha costretto anzitempo a dichiarare conclusa la stagione.

Gianluca Russo - paganese.it

 

Ultime dal calciomercato: vicina la firma dei difensori Zoppetti e Accursi e dell'ex portiere Mimmo Botticella.

Da ieri ha infatti raggiunto il ritiro di Acquasanta Terme l’esperto difensore Alessandro Zoppetti, svincolato dopo il fallimento del Perugia. Zoppetti porta in dote carisma, esperienza e duttilitá: è un terzino destro, ma può tranquillamente agire da centrale difensivo. A giorni è previsto l’arrivo del presidente Trapani in ritiro per mettere nero su bianco. A seguire Zoppetti potrebbe arrivare anche Salvatore Accursi, pure lui reduce da un’annata travagliata a Perugia. E per tutelarsi tra i pali è vicinissimo il ritorno di Mimmo Botticella.

tuttolegapro.com

Roberto Magliocco: "Inizio una nuova vita".

Occhi negli occhi: dentro c’era una fiamma d’ardore, di rivalsa, di voglia di riprendere se stesso. E’ bastato uno sguardo tra il presidente Raffaele Trapani e l’attaccante Roberto Magliocco per raggiungere l’intesa e firmare un contratto su base annuale. Dicono sia una sorpresa, in realtá l’attaccante palermitano è una certezza. Ad Acquasanta Terme, in attesa che il gruppo si completi, ci pensa lui a trascinare la squadra. Tonico, tirato a lucido, senza neppure un grammo di sovrappeso, deciso a ritornare il Magliocco dei tempi d’oro dopo un paio di stagioni così così. Al passato non vuole pensarci il palermitano: "Ora ho davanti una nuova vita, una nuova grande opportunitá e voglio sfruttarla nel migliore dei modi. Il presidente Trapani ha avuto grande fiducia nei miei confronti ed io sento di poter dare tanto, anche in termini d’esperienza".

A 32 anni, Magliocco sente profumo di Primavera, quasi non avverte la cappa di calore, sgroppa e cerca la profonditá fin dalle prime sedute tattiche, fa felice Pino Palumbo in un rapporto di vicendevole stima: "Un paio di giorni non sono necessari per valutare una persona, ma - sottolinea Magliocco - Palumbo è un uomo onesto, serio e molto preparato. Ne ho avuti tanti di allenatori ed i suoi metodi mi convincono e mi affascinano". Viaggia il grande Roberto e ringrazia Candido Fortunato, il suo procuratore: "Più che un agente è un vero amico: ha sempre lavorato per curare i miei interessi". Cosa sará della nuova stagione? "E’ presto per fare previsioni. Di certo c’è il ritorno in prima divisione, c’è la serenitá del lavoro, c’è la consapevolezza che questo gruppo si completerá gradualmente fino a rendere la Paganese una squadra tosta".

tuttolegapro.com

Ufficiale: l'attaccante Fabrizio Lasagna firma col Milazzo.



Il Milazzo, sotto la regia del d.s. Ferrigno, assesta un nuovo colpo di mercato. Arriva, infatti, alla corte di mister Venuto l'attaccante (classe 1988) Fabrizio Lasagna. Il giocatore, originario di Palermo, proviene dalla Paganese, società che di recente ne aveva acquisito l'intero cartellino riscattandolo dal Catania. Prima del biennio in Campania, Lasagna ha vissuto un'esperienza con la maglia della Vibonese in serie C-2. In precedenza diversi anni di formazione nel settore giovanile della Sampdoria (Giovanissimi ed Allievi) e del Catania (Allievi e Primavera).

www.forzamilazzo.com

Domenica 8 agosto triangolare con Sambenedettese e Grottammare.

La PAGANESE CALCIO 1926 s.r.l. comunica che in data 8 agosto 2010 la formazione azzurrostellata partecipera' ad un triangolare con l' U.S. SAMBENEDETTESE e S.S.D. GROTTAMMARE CALCIO. Il test, che consentirà al tecnico Palumbo di valutare le condizioni dell'organico a sua disposizione, si disputerà presso lo stadio comunale " Pirani " sito in via San Martino di Grottammare con inizio previsto per le ore 20,00.

paganesecalcio.com

23.7.10

Gli aggiornamenti riprenderanno lunedì.
Buon fine settimana a tutti.



Vi lascio con una bella immagine tratta dal sito paganese.net

Potete seguire le prossime mosse del calciomercato azzurrostellato sui seguenti siti:

www.paganese.it

www.paganesecalcio.com


www.paganese.net

Ufficializzate le prime amichevoli estive.
Il 31 luglio la Paganese affronterà l'Ascoli.

La Paganese Calcio ha ufficializzato le prime amichevoli estive in programma durante il ritiro di Acquasanta Terme. Il 31 luglio presso l'impianto sportivo di Norcia alle ore 18 la formazione azzurrostellata affronterà l'Ascoli, compagine militante nel campionato di serie B. L'8 agosto, invece, la compagine di Pino Palumbo sarà impegnata in un triangolare con Sambenedettese e Grottammare, in programma alle ore 20 presso lo stadio "Pirani" di Grottammare.

paganese.net

Mister Palumbo: "Se non arrivano rinforzi sarò costretto a farmi da parte".



Sei ore di viaggio in un pullman semivuoto. Dovrebbe essere l’inizio di una avventura entusiasmante ed invece l’arrivo ad Acquasanta Terme della Paganese coincide con una sorta d’ultimatum del tecnico Pino Palumbo. Certo, l’ufficializzazione della domanda di ripescaggio assicura agli azzurrostellati fin da ora il quarto campionato consecutivo in prima divisione, ma col materiale attualmente disponibile ha pochi motivi per sorridere l’allenatore di Venosa e l’idea di lottare col solo scopo di soffrire gli sottrae perfino un pizzico di pazienza. Il battesimo della nuova stagione è in una lunga riunione intorno alla panchina ed in una lieve seduta di risveglio muscolare. Con Palumbo ci sono il vice Claudio Simone, l’allenatore dei portieri Pagliarulo, lo storico fisioterapista Vincenzo Galizia ed un gruppetto striminzito di calciatori.

Dodici appena, due dei quali (Tammaro e Sarno) aggregati all’ultim’ora per esser sottoposti a regime di prova. L’elenco non offre garanzie tecniche e numeriche: Macrì, Siciliano, Lepri, Sciannamè, Magliocco, Casisa, Tammaro, D’Isanto, Sarno, Tortori, Esposito e Buk. Col campionato che giá bussa alle porte (poco meno di un mese al via) c’è la necessitá di lavorare su un organico solido e non viver di precarietá. Di qui il monito di Pino Palumbo che sa tanto d’ultimatum: "Siamo pochi e spero che nel giro di 4-5 giorni mi diano la possibilitá di allenare almeno 18 calciatori. Capisco gli sforzi della societá, tesi a presentare la domanda di ripescaggio e per rispetto di questi enormi sacrifici sono partito pur dovendo gestire appena 12 giocatori. Ma - continua Palumbo - per rispetto della mia persona, della cittá di Pagani, dei tifosi e dello stesso presidente sono pronto a rivalutare la mia posizione se nel giro di 4-5 giorni non dovessero arrivare rinforzi. Non escludo l’ipotesi di andar via. E quando parlo di rinforzi mi riferisco a calciatori di grossa esperienza che non prescindano da questi ruoli: portiere, difensore centrale, centrocampista di regia e prima punta".

tuttolegapro.com

Ripescaggi: dovrebbero essere sei le richieste in Prima Divisione.

Situazione ripescaggi in Prima Divisione in continuo evolversi. Però entro le ore 12.00 di oggi non sarà più possibile inoltrare domanda e chi avrà fatto tutto ed in regola avrà la possibilità di accedere alla categoria superiore.Di comunicati ufficiali se ne contano ben pochi, al momento risultano solo Nocerina, Barletta e Pisa che hanno annunciato sui loro rispettivi siti web ufficiali l'intenzione di presentare la domanda. Anche Pavia lo aveva dichiarato ma ancor prima che fosse introdotto l'assegno di 400mila euro a fondo perduto, ma quest'ostacolo non sembra aver scoraggiato la società pavese.

Da giornali e fonte terzi si è sicuri che il Pavia ci sarà come anche la Paganese. Il San Marino sembra aver deciso all'ultimo di ritirarsi dalla corsa per puntare ad una Seconda Divisione da vertice, invece il Bassano che in un primo momento aveva messo da parte tale sforzo economico, nelle ultime pare che i dirigenti abbiano abbandonato l'idea del ripescaggio. Analoga situazione a Catanzaro e Gela, si è trovato difficoltà nel reperire fondi mentre a Brindisi e Siracusa oltre ai problemi finanziari sembra essere a rischio addirittura la sopravvivenza tra i professionisti.

tuttolegapro.com

Depositata la domanda di ripescaggio.
Ora dipende tutto dalla Lega.

La Paganese Calcio 1926 S.r.l. comunica che nella prima mattinata di oggi e’ stata depositata presso gli uffici del Consiglio Federale di Roma, la domanda di ammissione al ripescaggio in I^ Divisione, adempiendo cosi’ a tutti gli obblighi previsti in questa stagione dal Consiglio Federale in materia di ripescaggi. Completata la documentazione richiesta, con allegate le due fidejussioni da € 400.000,00 ciascuna ma, soprattutto, depositato l'assegno circolare di € 400.000,00 da versare obbligatoriamente nelle casse della Federazione a titolo di contributo a favore del settore giovanile. Ancora una volta, quindi, il Patron Trapani e tutti i suoi soci hanno dimostrato tutta la loro passione verso i colori azzurrostellati, compiendo un ulteriore sacrificio economico per provare a riconquistare la categoria persa il 30 maggio scorso a Livorno, onorando la promessa fatta qualche tempo fa ai tifosi ed all'intera citta' . Adesso non resta altro che aspettare la decisione definitiva della Lega che valuterà le richieste pervenute ed ufficializzerà nei primi giorni di agosto la composizione dei prossimi tornei di Prima e Seconda Divisione.

Comunicato Stampa Paganese Calcio

22.7.10

Paganese doppio colpo: presi Casisa e Magliocco.

Raffaele Consiglio Pagani. Nelle ultime ore la Paganese è attivissima sul mercato. Dopo l'ingaggio del giovani esterni di centrocampo Lepri della Fiorentina e D'Isanto dall'Avellino è stato perfezionato anche l'acquisto dell'esperto centrocampista centrale Giuseppe Casisa dal Varese, oltre a chiudere con l’attaccante Roberto Magliocco, il quale ha firmato un biennale. Casisa, nato a Palermo 25 anni fa, è stato acquistato con la formula della comproprietà. Cresciuto calcisticamente nel settore giovanile del Palermo ha vissuto tre stagioni importanti con il Gallipoli portandolo dalla serie D alla C1. Poi due anni al Varese e lo scorso anno l'esperienza in Seconda divisione con la Canavese. Il calciatore per arrivare a Pagani ha rifiutato anche altre offerte. «Avevo anche altre offerte ma Pagani per me è la prima scelta in queste categorie. È una piazza calorosa che riesce a dare quegli stimoli giusti ad un calciatore come me che vuole arrivare molto in alto. Sono siciliano e amo giocare con il calore della gente». Giocare in una piazza che si aspetta il riscatto dopo la deludente stagione passata non lo spaventa. «Sono cosciente che lo scorso anno la tifoseria è rimasta molto delusa per la retrocessione però sono convinto che quest'anno si farà bene. Sono convinto che grazie al ripescaggio la Paganese anche il prossimo anno giocherà in Prima Divisione. Qui ho trovato persone competenti e poi il presidente è davvero una persona che ha a cuore le sorti della squadra. Ai tifosi prometto massimo impegno e cercherò di ripagare la fiducia della società con i risultati sul campo». Mercato che è in continuo fermento. A breve dovrebbe firmare anche l'estremo difensore ex Ternana, Paolo Ginestra che ha scelto la Paganese per il prossimo anno. Ginestra vince dunque la concorrenza di Russo della Cavese e Marconato ex Arezzo. Per la difesa si aspetta la firma in calce al contratto dell'esperto Mirko Taccola. Sempre per il reparto difensivo piace Rizza del Livorno lo scorso in forza all'Arezzo per il quale bisogna vincere la concorrenza del Sorrento, e l'argentino Gabriel Raimondi che dopo il fallimento del Perugia è svincolato ma sul calciatore c'è anche la Juve Stabia. Intanto stamani si partirà alla volta del ritiro di Acquasanta Terme. La troupe azzurrostellata resterà nelle Marche fino al 13 di Agosto. In ritiro fissata già un amichevole contro la Sambenedettese l'8 agosto. Al rientro in sede la squadra sarà presentata ai tifosi ed alla stampa al "Marcello Torre". Il direttore generale Filippo Raiola è già salito in ritiro per visionare i campi di allenamento e tutte le struttere utili per la preparazione.

Il Mattino

Ripescaggi, la certezza è solo per le prime quattro che hanno presentato domanda.

Domani è il giorno decisivo, termine ultimo per presentare la domanda di ripescaggio in Prima Divisione. La Nocerina ci sarà, lo ha reso noto la società con un comunicato ufficiale in cui si afferma di aver dato mandato, al segretario generale Bruno Iovino, di adempiere alle procedure necessarie, e che nella giornata di venerdì 23 luglio sarà depositata presso la FIGC di Roma, e la Lega Pro di Firenze, tutta la documentazione utile per la domanda di ripescaggio. Toccherà ora vedere quante altre squadre ne faranno richiesta, ma soprattutto quante squadre avranno la necessaria forza economica per mettere a disposizione della Lega un milione e 200mila euro: 400mila euro a fondo perduto! Al momento sono ufficiali solo le richieste di Nocerina e Barletta e da varie fonti si danno per certe anche quelle di Pavia, Paganese e Pisa.

Mentre nelle altre piazze intenzionate a richiedere il ripescaggio la questione è diventata una corsa contro il tempo. In caso di rinunce, la Nocerina sarebbe quarta su otto posti disponibili . Come si comporterà la Lega se le richieste non saranno sufficienti a ricorprire gli otto posti vacanti? Formerà dei gironi a numero dispari o addirittura punterà ad anticipare la modifica dei gironi, già annunciato per la prossima stagione, portandoli a 16 squadre e di conseguenza accogliendo solo 4 domande di ripescaggio?

In quest'ultimo caso la Nocerina dovrebbe sperare di essere nelle prime quattro ma 3 domande sembrano già certe, rimarrebbe quindi solo un altro posto disponibile. Il presidente di Lega Macalli ha affermato nei giorni scorsi che variazioni ai campionati si adotteranno solo dalla prossima stagione ma ha anche precisato che il ripescaggio non è un obbligo ma solo una possibilità. Resta quindi da attendere il numero effettivo delle domande per avere un quadro più esaustivo della situazione e sperare poi che non vengano prese decisioni clamorose da parte dell'Organo Federale. Il 4 agosto ci sarà la riunione del Consiglio federale che si pronuncerà sui ripescaggi e la composizione dei gironi di Prima e Seconda divisione.

tuttolegapro.com

Paganese in ritiro aspettando il ripescaggio.

Sono giorni decisivi per il presidente della Paganese Raffaele Trapani per firmare un autentico capolavoro sportivo. Cominciamo da ieri. Giornata convulsa, complicata. Doveva arrivare la firma del portiere Paolo Ginestra, ex della Ternana, ma all’ultimo momento qualcosa si è inceppato. E’ giunto però un sì. Ingaggiato infatti il centrocampista Giuseppe Casisa, classe 1985. Nato a Palermo, Casisa nella sua carriera ha vestito la maglia del Gallipoli, con cui è stato protagonista del doppio salto dei pugliesi dalla D alla C1, collezionando quindici presenze e tre reti in serie D, sette con un gol in serie C2 e 5 presenze in serie C1. Nella torneo 2007/2008 lasciò i giallorossi per accasarsi al Varese con cui ha militato per due anni in serie C2, l’ultimo con annessa promozione in Prima Divisione agli ordini del mago Sannino, e mettendo insieme più di sessanta partite con tre gol fatti.

L’anno scorso il passaggio in Seconda Divisione tra le fila della Canavese giocando quasi sempre (30 presenze) e firmando un gol. Eppure, e siamo all’oggi, la squadra che parte stamattina alla volta di Acquasanta Terme, sede del ritiro pre-campionato, è ancora largamente incompleta. Oltre ai confermati Esposito, Macrì, Sciannamè, Tortori e Lasagna, ci saranno di certo Casisa, Lepri, D’Isanto, forse ci sará anche Nando Castaldo, mentre saranno aggregati alcuni giovani della Berretti e giocatori senza contratto che saranno valutati in ritiro: "Credo che abbiamo tredici-quattordici elementi per ora, ma il mercato è apertissimo e stiamo lavorando. Credo che completeremo tutto in poco tempo, poi per i ritocchi ci sará ancora spazio". Queste le parole del patron Trapani che è impegnato su più fronti: costruzione della squadra, attesa spasmodica per ottenere il lasciapassare per il ritorno in Prima Divisione, organizzazione capillare per la cessione delle tessere vip con cui si tenterá di recuperare parte delle ingenti somme sborsate in questo periodo di fuoco sotto l’aspetto economico.

La Paganese infatti è stata costretta a pagare, oltre alle fidejussioni per un totale di 800 mila euro, anche i 400 mila euro a fondo perduto previsti dalla nuova norma della Figc. "Il segretario Mario Ferraioli ha giá provveduto a consegnare la documentazione necessaria alla Lega Pro di Firenze - continua Trapani - adesso sará impegnato a Roma per completare il lavoro svolto in questo periodo per il discorso ripescaggio". Dunque, anche se del domani non v’è certezza, il domani della Paganese è fatto di speranze e convinzioni allo stesso tempo. La speranza è che la Figc, in extremis, abbassi la cifra a fondo perduto da versare per accedere ai ripescaggi. In ogni caso la Paganese ha fatto tutto quello che doveva fare.

tuttolegapro.com

Clamoroso dietrofront di Paolo Ginestra.
Si riapre la caccia al portiere.

Clamoroso, e discutibile, dietrofront di Paolo Ginestra che al momento della firma ci ripensa. Doveva essere una semplice formalità, anche perchè le dichiarazioni, molto entusiastiche, rilasciate alle nostra testata non avrebbero fatto presagire una decisione del genere. Da un calciatore della sua esperienza, poi, mai ci saremmo aspettati un simile comportamento ma il mondo del calcio insegna che nulla è scontato. Verba volant, scripta manent.

Gianluca Russo - paganese.it

La lista dei 12 convocati per il ritiro di Acquasanta Terme.

Dodici i calciatori azzurrostellati partiti questa mattina per Acquasanta Terme, sede del romitaggio estivo 2010. Questi gli atleti convocati dal tecnico Pino Palumbo :

Portiere : Buk Ivan ('93);

Difensori : Esposito Giovanni ('85), Sciannamè Claudio ('87);

Centrocampisti : Casisa Giuseppe ('85), D'Isanto Antonio ('90), Lepri Giacomo ('90), Macrì Gianluca ('83), Sarno Carmine ('90), Tammaro Mirko ('90);

Attaccanti : Magliocco Roberto ('78), Siciliano Pasquale ('91), Tortori Loris ('88).

Sarno (nella passata stagione 3 presenze con l'Avellino in D) e Tammaro (nella passata stagione 33 presenze e 6 reti con l'Olympia Agnonese in D) sono atleti in prova, mentre Siciliano, di proprietà della Paganese, torna alla base dopo l'esperienza, in Eccellenza, con la maglia dell'Internapoli. Non risulta tra i convocati, invece, Fabrizio Lasagna, che è in attesa di essere ceduto. Potrebbe, invece, aggregarsi al gruppo a breve Manuel Panini per il quale restano da valutare le condizioni fisiche dopo l'intervento chirurgico.

Peppe Nocera per paganese.it

Macalli: "I ripescaggi in Prima Divisione saranno otto, ma finora non ho ricevuto nessuna fidejussione".



"Ad oggi non ho ricevuto nessuna fidejussione per le domande di ripescaggio". Testo e musica di Mario Macalli, presidente della Lega Pro, che ha illustrato lo stato dell'arte in un'intervista rilasciata a Nicola Binda della Gazzetta dello Sport.

L'unica certezza al momento è la data di inizio dei tornei fissata, un pò a sorpresa visto che non si conosce un terzo delle squadre partecipanti, per il 22 agosto.

E per i ripescaggi, con la domanda che scade il 23 luglio, si deciderà nella riunione dl Consiglio Federale del 4 agosto, appena quattro giorni prima dell'inizio della Coppa Italia TIM.

Al momento sarebbero pronte a presentare la documentazione per il ripescaggio Barletta, Pavia e Pisa; prossime al traguardo anche Nocerina e Paganese.

Saranno 8 i ripescaggi in Prima Divisione; mentre Triestina e Verona sono in ballottaggio per sostituire l'Ancona in serie B.

Tuttolegapro.com

21.7.10

Un paio di gol di Roberto Magliocco.
Il primo è a Marassi contro il Genoa.



La scheda di Roberto Magliocco, nuovo attaccante della Paganese.



Seconda ufficializzazione di giornata per la Paganese che ha ingaggiato l'attaccante Roberto Magliocco. Nato a Palermo il 12 ottobre 1978 ha vestito le maglie di Palermo (stagione 1997/98, Serie C1, 2 presenze), Trapani (stagione 1998/99, Serie C2, 2 presenze - stagione 1999/00, Serie C2, 23 presenze), Foggia (stagione 2000/01, Serie C2, 5 presenze - stagione 2001/02, Serie C2, 2 presenze), Nocerina (stagione 2002/03, Serie C2, 23 presenze più 2 nei Play Off, 4 reti - stagione 2003/04, Serie C2, 29 presenze, 13 reti - stagione 2008/09, Serie D, 12 presenze, 3 reti), Sora (stagione 2004/05, Serie C1, 30 presenze più 2 nei Play Out, 15 reti più 1 nei Play Out), Salernitana (stagione 2005/06, Serie C1, 29 presenze più 2 nei Play Off, 9 reti più 1 nei Play Off - stagione 2006/07, Serie C1, 19 presenze, 1 rete, stagione 2007/08, Serie C1, 12 presenze, 2 reti), Juve Stabia (stagione 2007/08, Serie C1, 7 presenze, 3 reti), Matera (stagione 2008/09, Serie D, 6 presenze), Messina (stagione 2009/10, Serie D, 12 presenze, 4 reti) e Potenza (stagione 2009/10, Prima Divisione, 10 presenze, 2 reti).

Paganese.it

L'attacco azzurrostellato si rinforza con l'arrivo dell'esperto Roberto Magliocco.



La Paganese Calcio 1926 Srl comunica di aver ingaggiato l'esperto attaccante Roberto Magliocco, nato a Palermo il 12/10/1982. Magliocco nella sua carriera ha collezionato complessivamente 85 presenze e 17 gol in Serie C2 (divise tra Trapani, Foggia e Nocerina), 107 presenze e 32 gol in Serie C1 (con la maglia di Sora, Salernitana, Juve Stabia e Potenza) e 30 presenze con 7 reti in Serie D (con le maglie di Nocerina, Maera e Messina).

Comunicato Stampa Paganese Calcio

La scheda di Giuseppe Casisa.

Qualche foto di Giuseppe Casisa,
nuovo centrocampista della Paganese.







Ecco il terzo colpo: il centrocampista Giuseppe Casisa,
proveniente dalla Canavese.



Altro arrivo in casa Paganese che ha ufficializzato l'ingaggio del centrocampista Giuseppe Casisa.
Nato a Palermo il 5 novembre 1985, è cresciuto calcisticamente nel settore giovanile della squadra rosanero con la quale, nella stagione 2002/03, disputa il campionato Primavera. Veste, poi, la maglia del Fincantieri (stagione 2003/04, serie D, 30 presenze 2 reti) prima di trasferirsi al Gallipoli (stagione 2004/05, serie D, 16 presenze - stagione 2005/06, serie C2, 7 presenze 1 rete - stagione 2006/07, serie C1, 4 presenze). In comproprietà con il Pisa è ingaggiato, poi, dal Varese (stagione 2007/08, serie C2, 31 presenze 1 rete - stagione 2008/09, Seconda Divisione, 32 presenze 2 reti). I lombardi, infine, lo cedono in prestito alla Canavese (stagione 2009/10, Seconda Divisione, 32 presenze 1 rete).

Paganese.it

Sapri-Avellino 0-4: guardate attentamente il terzo gol,
porta la firma di Antonio D'Isanto.

Da domani in ritiro ad Acquasanta Terme.

Prenderà ufficialmente il via domani la stagione 2010/2011 della Paganese. Nella mattinata di giovedì, infatti, la comitiva azzurrostellata, agli ordini del tecnico Pino Palumbo, partirà alla volta delle Marche con destinazione Acquasanta Terme. Per il secondo anno consecutivo, infatti, sarà la piccola cittadina marchigiana ad ospitare la preparazione pre-campionato, fondamentale per mettere nelle game la benzina necessaria ad affrontare nel migliore dei modi la prossima stagione agonistica.
Diverse, inoltre, le amichevoli che la Paganese sosterrà durante il periodo di ritiro, con l'intento di preparare al meglio i primi appuntamenti ufficiali della nuova stagione; già in agenda un' amichevole che si disputerà domenica 8 agosto (con sede ed ora ancora definire) contro la Sambenedettese.

paganesecalcio.com

Paganese, al lavoro tra mercato e ripescaggio.



Alle prese con le carte, alle prese con i conti: Paganese al lavoro su più fronti ma in particolare alle prese con gli ultimi adempimenti prima di presentare la domanda di ripescaggio in Prima Divisione. Per forza di cose, tutto il resto passa in secondo piano, per qualche giorno ancora, compreso il mercato, compreso il ritiro. Qualcosa si muove, forse in giornata due o tre cose diverranno ufficiali. Chiusura delle operazioni, chiusura di qualche trattativa. Dovrebbe essere la volta buona per il portiere Ginestra, che aveva chiesto ed ottenuto qualche giorno di riflessione prima di ratificare con l’autografo sul contratto un accordo più o meno trovato giá. • E la difesa? La caccia ad uno o più elementi in grado di rassicurare Palumbo entra nel vivo. Ultimo nome circolato in ordine di tempo? Quello di Cardinale, il centrale ex Salernitana, rimasto coinvolto l’anno scorso nelle vicende del Potenza, sbattendo la porta a metá stagione senza però andarsene dalla Lucania. Si parla pure di Zanetti (Foggia) e continua l’accenno ad Antonioli.

E in avanti? Trapani non ha desistito del tutto dalla caccia all’argentino Simon, ex Piacenza. Trattativa sempre complessa, a causa delle perplessitá di fondo del calciatore, che preferisce tornare a casa ma che non ha scartato del tutto il corteggiamento insistente da parte del club azzurrostellato. Fin qui il mercato o almeno quel poco che trapela a livello di indiscrezioni del momento. •Oggi però è tempo, come detto, di carte. La Paganese è ad un passo dall’arrivare a scriverle per davvero e con ogni completezza del caso, cioè con le garanzie e con gli assegni. Risalire di un gradino, a pochi mesi di distanza da una discesa, vale oro. Il resto dovrá venire comunque: stavolta la Prima Divisione andrá difesa meglio, con gente all’altezza del compito e del ruolo. • Mercato quindi non semplice: occorrono le pedine giuste ma al prezzo giusto, cioè accessibile per una societá che ha giá speso extra-campo.

www.tuttolegapro.com

20.7.10

Giacomo Lepri: "Contento di aver scelto Pagani".





In esclusiva ai microfoni di Paganese.net parla il nuovo acquisto della Paganese: l'esterno Giacomo Lepri

Giacomo, innanzitutto benvenuto a Pagani. Quali sono le tue prime impressioni da neo azzurro stellato?

“Sinceramente sono contentissimo per la nuova esperienza che mi attende. In questi giorni con la sola ufficialità ho ricevuto già tanto calore, spero di ripagare il tutto con le prestazioni sul campo”

Ci spieghi come è avvenuta la trattativa?


“La trattativa è stata breve. E’ successo tutto la settimana scorsa a Milano quando la società ha incontrato il mio procuratore, Michele Fioravanti, che mi ha informato del tutto. Ho parlato subito con il tecnico ed ho accettato senza problemi la proposta”


Conosci Pagani, la piazza?


“Sinceramente poco. So soltanto, come mi è stato riferito da più parti, che si tratta di un ambiente caloroso. La piazza rappresenta un importante trampolino di lancio perché dopo tutta la trafila nel settore giovanile della Fiorentina posso disputare un campionato importante”

Ti descrivi ai tuoi nuovi tifosi?


“Sono un esterno destro di centrocampo, all’occorrenza anche seconda punta. Le mie caratteristiche, oltre alla velocità, sono il dribbling, il cercare il fondo per gli attaccanti ma soprattutto creare più volte possibile superiorità nella trequarti avversaria”


Cosa ti senti di promettere?


“Esclusivamente tanto impegno e grinta. Uscire dal campo con la cosiddetta maglietta sudata ogni qualvolta che verrò schierato”


www.paganese.net

Foto tratte dalla pagina Facebook di Giacomo Lepri.