31.1.09

Paganese: la dirigenza a Milano per definire alcune trattative.

Non è un fascicolo dei servizi segreti, ma poco ci manca. Sono su un foglietto all’interno della giacca del direttore generale Cocchino D’Eboli i nomi dei due calciatori che saranno ingaggiati dalla Paganese entro la fine della sessione invernale del calciomercato. Chiusura prevista per lunedì e D’Eboli sarà a Milano, al Quark Hotel, sin da domani mattina. Insieme a lui dovrebbero esserci il tecnico Capuano e il presidente Trapani, oltre a Pepe, allenatore in seconda degli azzurrostellati. Si spera di chiudere per il brasiliano Felipe Diogo Monteiro Sodinha dell’Udinese, seconda punta di qualità, che in serie B al Bari ha collezionato appena 4 presenze e che, dopo gli arrivi in Puglia di Lanzafame e Kutuzov, non avrebbe troppo spazio

“Saliremo a Milano per concludere alcune trattative indispensabili per il prosieguo del nostro campionato – dice D’Eboli – E’ normale che ci servono un’altra punta e un centrocampista. Con la società e il tecnico abbiamo già studiato le strategie da portare avanti. C’è la volontà di rinforzare la rosa che sta facendo non bene ma benissimo, che ha messo insieme 25 punti ed è quindi a sole 15 lunghezze dalla salvezza. Con la giusta tranquillità e con questi ultimi due tasselli, possiamo tentare di realizzare questo piccolo capolavoro calcistico”

La Città

Quando Zarineh era nel mirino della Fiorentina (giugno 2007).

Il procuratore De Nicola: ''Fiorentina interessata a Zarineh''

Il procuratore Claudio De Nicola in un’intervista concessa a Goal.com svela il nome di un giocatore che potrebbe piacere alla Fiorentina in prospettiva futura. “Sempre riferendomi a calciatori provenienti dalle squadre giovanili della Juventus è da registrare il forte interessamento di Sampdoria, Udinese e Fiorentina per Keivan Zarineh, ex compagno d'attacco in bianconero di Paolucci che nelle ultime due stagioni ha giocato a Rieti – spiega nell’intervista Zarineh - Si tratta di un attaccante alto 1.96 che agisce soprattutto da prima punta”.

14/06/2007

www.violanews.com

Un'intervista del giugno del 2007 a Kevin Zarineh.





Zarineh: Macchè iraniano, io sono romano e romanista.

TIZIANO RICCARDI

Keivan Zarineh ha 22 anni, di professione fa il calciatore del Rieti e sogna la Roma. Il suo nome nelle ultime ore è stato accostato alla Roma, ma lui appena contattato da Il Romanista.it, ha tenuto a precisare una cosa: "Io non sono iraniano, come ha scritto qualcuno (la notizia è stata data questa mattina da Il Corriere dello Sport, ndr), ma sono romano e romanista. Vivo a Fiano Romano, dove è nata la tifosa numero uno: Sabrina Ferilli". Di lui si parla come possibile acquisto della società giallorossa: è a parametro zero, ma non è detto che resti.
E' vero che ha firmato per la Roma, Zarineh?
"L'interesse della società c'è, ma non ho ancora firmato niente. Stiamo valutando tutte le offerte, ci sono anche altre squadra che mi seguono (una di queste è l'Udinese, ndr), ma è chiaro che se si concretizzasse la possibilità di andare alla Roma, non avrei dubbi visto che sono nato romano e romanista".
La Roma come l'ha contattata?
"I dirigenti mi hanno notato nell'amichevole che abbiamo giocato contro il Rieti. Poi i contatti li ha gestiti il mio procuratore (De Nicola, ndr). Comunque, ripeto, ancora non ho firmato niente. Stiamo valutando".
Ci racconti di lei, allora. Come e dove nasce calcisticamente?
"Per me il pallone è una passione. Da quando avevo cinque anni giocavo per strada. La mia prima squadra è stato il Tor di Quinto dove ho giocato insieme a Gianluca Freddi (difensore della Primavera, ndr). Successivamente, dai 15 ai 18 anni, sono passato alla Juventus che poi mi ha mandato un po' in giro per l'Italia: prima a Teramo, poi a Ragusa. Quando il mio contratto con i bianconeri è scaduto, sono andato a Rieti. Ed ora, eccomi qua, di nuovo in scadenza di contratto e in attesa di una chiamata importante".
Il salto dalla C2 alla A è importante: lei si sentirebbe pronto per una piazza come Roma?
"Questo non lo so. Sarei onorato, per me non esiste altra squadra al mondo. Se decideranno di tenermi, darò il massimo per cercare di convincere chi è scettico".
Comprenderà lo scetticismo comune: si parla di lei come un attaccante che segna poco. Appena nove gol nelle ultime due stagioni a Rieti...
"Ho avuto parecchi problemi fisici, per questo non ho avuto continuità di rendimento. Io sono un attaccante alto 195 e peso 90 kg. Sono un centravanti di quelli classici d'area di rigore".
Ha fatto parlare la storia di suo padre che vende tappeti. Lui quando è arrivato in Italia?
"Vive a Roma da 50 anni, anche se non è un appassionato di calcio. Mi ha sempre seguito in tutte le tappe della mia carriera e per questo lo ringrazio".
L'ha spinta anche a studiare, oltre che giocare a calcio?
"Sì. Io mi sono diplomato come ragioniere ed ora sono iscritto all'Università Lumsa alla facoltà di Comunicazione per l'impresa. Devo dire, però, che sto parecchio indietro con gli esami...".
Allora ci vediamo a Roma?
"E' il mio sogno, ma ancora non ho firmato nulla. Aspettiamo, speriamo di risentirci presto a cose fatte".

www.ilromanista.it

Analizziamo i colpi di mercato (di Peppe Nocera).

La sosta di campionato ci permette di goderci una settimana in più la vittoria di Pistoia che con il passare dei giorni assume una valenza sempre maggiore. E’ stata infatti una botta di salute per la convalescente Paganese che cercava un antidoto alla mancanza dei tre punti, panacea di tutti i mali di stagione. Intanto dopo gli arrivi di Fanasca, Legittimo e Cucciniello, che già hanno avuto modo di rompere il ghiaccio, s’è finalmente giunti all’ingaggio della punta centrale. E’ arrivato infatti il ventitreenne capitolino Zarineh dalla Roma, dove per due mesi è stato allenato dal vice di Spalletti, Marco Domenichini ex azzurrostellato in C1 nella stagione ’82-’83. Di lui conosciamo un po' tutto vista la dettagliata scheda inserita sul nostro portale al suo arrivo. Di proprietà della Roma ma proveniente dall’esperienza abruzzese in seconda divisione con il Pescina sotto la guida dell’ex tecnico azzurro Chiappini. Durante l’ospitata in "Azzurrissima" ho avuto modo di apprezzarne la statura (1.95 cm) ma soprattutto la grande determinazione e la voglia di far bene. E’ alla prima esperienza in Prima Divisione ed il ragazzo di sangue mezzo iraniano sa che si sta giocando una grande chance forse decisiva a questa età per la sua carriera. I suoi centimetri non lo rendono il classico attaccante boa che da' un punto di riferimento alle difese avversarie invece ama svariare sul fronte offensivo non disdegnando l’ultimo passaggio per far finalizzare il compagno di reparto senza disdegnare, anzi, il suo colpo migliore ovvero il gioco aereo, con sponde e spizzicate smarcanti oltre al colpo risolutore. E’ consapevole comunque di avere sulle spalle il peso dell’attacco, una responsabilità da dividere con il suo compagno di vecchia data, Fanasca, che ne usufruirà sicuramente come Lasagna o chi arriverà. Quello che m’incuriosisce, con l’arrivo dei nuovi acquisti , è scoprire chi e come giocherà questa Paganese partorita a gennaio. Forse si pensa anche ad 4-3-2-1 viste le caratteristiche degli elementi a disposizione nel reparto offensivo. Una Paganese più offensiva supportata dai polmoni dei vari Caracciolo, Berardi e Cucciniello che sembra riceveranno un nuovo compagno da qui a 48 ore, quando nella giornata di domani la Paganese salirà a Milano per definire le ultime due operazioni di mercato dopo il passaggio anche di D’Andria alla Puteolana. Intanto nell’attesa sfogliamo la margherita dei nomi come tutti i tifosi anche se il dg D’Eboli, fresco d’ingresso nell’elite dei trenta che hanno avuto accesso al corso di Coverciano per direttori sportivi, s’è chiuso a riccio a difesa delle possibili scelte da chiudere a Milano nelle prossime ore. Si sa che arriveranno due elementi classe ’87 una seconda punta ed un centrocampista da formazioni di massima serie e dunque si prosegue sulla linea giovane ma di qualità, linea che la società sta sposando e sposerà anche per il futuro. Ora godiamoci questa domenica di tranquillità gustandoci il ragù sino in fondo riuscendo a gustare anche il dolce in attesa di brindare domenica prossima con un bicchiere di strega.

Peppe Nocera per Paganese.it

D'Eboli ammesso al corso di formazione per direttori sportivi.

Il direttore della Paganese Cosimo D'Eboli è stato ammesso al corso di abilitazione a "Direttore Sportivo" che inizierà il prossimo 9 febbraio presso il Centro Tecnico Federale L.Ridolfi di Firenze.
Al direttore D'Eboli le congratulazioni dell'intero staff tecnico e dirigenziale azzurrostellato e un augurio affinché possa affermarsi sempre di più nell'ambito del suo lavoro.

www.paganesecalcio.com

Domani si gioca il recupero della 20° Giornata Foligno - Gallipoli.

Domani 1 febbraio i campionati di I° divisione della Lega Pro resteranno fermi per osservare un turno di riposo, eccezion fatta per la gara Foligno - Gallipoli, valida per la 20° giornata non disputata il 25 gennaio per la concomitanza della festa patronale nella cittadina umbra.

La gara sarà diretta dal signor Del Giovane Stefano della sezione di Albano Laziale coadiuvato dai signori Raparelli Alessandro e Drago Calogero, rispettivamente delle sezioni di Albano Laziale e di Caltanisetta

30.1.09

Paolo D'Andria in prestito all'Atletico Puteolana.

La Paganese Calcio 1926 comunica di aver ceduto in prestito il centrocampista Paolo D'Andria all' A.S.D. Atletico Puteolana 2008, squadra che milita nel campionato di serie D, girone I.
L'intero staff dirigenziale e tecnico fanno gli auguri a Paolo per una brillante avventura calcistica da vivere nei prossimi mesi che possa servire come bagaglio di esperienza per la propria carriera agonistica.

Comunicato Stampa Paganese Calcio

Paganese, arriva Zarineh. Nel mirino anche Sasà Russo (Il Mattino).

Pagani. Keivan Zarineh è da ieri il nuovo attaccante della Paganese. L'atleta classe '85 è stato prelevato dal Pescina squadra che milita nel campionato di Seconda Divisione. Zarineh che con il Pescina ha disputato quest'anno 10 gare mettendo a segno anche tre gol è in comproprietà tra la Roma ed il Siena. Alto 195 centrimetri è la classica prima punta che la compagine azzurrostellata cercava. Nelle prossime ore il direttore generale Cosimo D'Eboli definirà anche l'acquisto del centrocampista. Sasà Russo, della Salernitana, è l’obiettivo. D'Eboli ha individuato anche l'attaccante esterno, un under tra i più promettenti del calcio italiano, che verrà messo sotto contratto nella giornata conclusiva del mercato.

da Il Mattino

Il campionato si ferma, ma ci sono due recuperi a Lecco e a Foligno.

Il campionato di Prima Divisione della Lega Pro osserva domenica 1 febbraio un turno di riposo stabilito a inizio stagione. Sono comunque in programma due gare assai interessanti. Nel girone A Lecco-Pro Patria (recupero della 18a giornata). Nel girone B Foligno-Gallipoli (valida per la 20a giornata). Si tratta di due testa-coda di grande rilievo per la classifica.

Il campionato di Prima Divisione della Lega Pro domenica 1 febbraio è fermo. Si tratta di uno dei turni di riposo programmati dalla Lega di Firenze a inizio di stagione. Sono tuttavia in programma due gare di elevato interesse agonistico, in quanto si tratta due testa-coda che interessano un gran numero di squadre coinvolte nella lotta per la promozione e per la retrocessione.

Nel girone A si gioca Lecco-Pro Patria. La partita è valida come recupero del posticipo serale non disputato in occasione della 18a giornata, a causa del ghiaccio che ricopriva il terreno del Rigamonti-Ceppi. La Pro Patria (34) è attualmente seconda in classifica, staccata di due lunghezze dalla capolista Reggiana (36). Il Lecco è impelagato nella zona playout e occupa attualmente la quartultima posizione. E' reduce da una doppia vittoria consecutiva, che ha coinciso con la staffetta in panchina tra Pellegrino e Cadregari. Il Casms ha vietato la trasferta ai tifosi bustocchi e, pertanto, il settore ospiti resterà chiuso

Nel girone B è in programma Foligno-Gallipoli. La gara non è stata disputata domenica scorsa, quando si è giocata la 20a giornata, per la festa patronale della città umbra. Il Gallipoli (40) è capolista solitario con una lunghezza di vantaggio sul diretto inseguitore cioè il Benevento (39). Il Foligno è intrappolato nei bassifondi e occupa attualmente la terzultima posizione. I falchetti sono scesi decisamente sul mercato per rinforzare l’organico ed evitare la lotteria degli spareggi.

Redazioneweb - www.calciopress.net

Lavori alla Curva Nord: riapertura prevista per domenica 8 febbraio.

In attesa della definitiva omologazione, attesa a breve, sono stati eseguiti ulteriori lavori di messa in sicurezza alla Curva Nord. Se non ci saranno particolari intoppi, quindi, la riapertura è prevista per domenica 8 febbraio, in occasione del derby con il Benevento.

Gianluca Russo - paganese.it

A muso duro (da paganese.it)

Stavolta vorrei essere buono perché la vittoria di Pistoia ha addolcito anche me, perché il Presidente Trapani sta cercando comunque di completare l’organico, perché è ora di essere tutti compatti e pronti a tifare per la permanenza in C1, perché ci sono nuovi soci, perché la tifoseria è mobilitata per dare il giusto apporto alla società che ha bisogno di capitali freschi (?). UHMMM… Forse è quest’ultima la nota dolente, il classico pelo nell’uovo che però ti scompagina tutto quanto di buono detto o fatto in precedenza. Al di là dei sorrisini e degli sfottò provenienti da ogni dove per la questua, quasi da parrocchia, c’è il problema del risultato che la stessa raccolta potrà ottenere. A pensare alle precedenti esperienze di raccolte del genere spero che la società non si aspetti molto dalla raccolta fondi pro Paganese, sebbene l’apporto di tutti sarebbe auspicabile a causa dell’onerosità che la gestione di un campionato di C1 comporta. Il tifoso paganese, bravissimo nel criticare e abilissimo nell’elaborare campagne acquisti e formazioni è anche notoriamente avaro, non di affetto, giammai, ma di danaro. E così che quasi tutti i predecessori di Raffaele Trapani si sono arricchiti di pacche sulle spalle e critiche in grosse quantità. Certo si dirà e tutti quelli che vanno allo stadio o comprano l’abbonamento non contribuiscono? E i tifosi organizzati non danno il loro apporto di soldi e passione? Le risposte affermative sono scontate, ciò che non è scontato è l’indifferenza della massa dei cittadini. Anche se criticabile l’atteggiamento che vede solo nel calcio “lo sport”, è pur vero che finché il calcio rimarrà il gioco più popolare è da stupidi non sfruttarne tutte le potenzialità per promuovere la propria città e tutte le attività commerciali e culturali che può offrire. E’ auspicabile una crescita di tutto l’ambiente, una maturità che purtroppo non riusciamo a raggiungere e l’episodio accaduto prima della gara con la Juve Stabia sta a dimostrarlo. Non è questo il momento di fare demagogia e dire cose scontate che troverebbero tutti d’accordo nelle intenzioni, ma nessuno pronto a metterle in pratica, ma vi invito a riflettere. Pagani ha una storia che il calcio potrebbe aiutare a ricordare, ha un popolo antico che dovrebbe cominciare a guardare al futuro, ha una squadra di calcio che potrebbe essere un trampolino di lancio. Meditate.

L'Alchimista

29.1.09

Il sindaco di Benevento chiede la diretta televisiva.

Fausto Pepe, sindaco di Benevento, è andato sul pratico. Inutile protestare, inutile contestare le decisioni del Casms. Quello che esce dal Viminale è legge, non c’è nulla da fare. Allora, avrà pensato il sindaco, proviamo a lenire le sofferenze della tifoseria sannita. Ecco, dunque l’idea: oggi, o comunque al più presto, chiederà al Prefetto di ordinare la diretta televisiva dal Torre. E’ un brodino caldo per i tifosi che vogliono partecipare le gesta dei giallorossi, ma se la cosa andasse in porto non sarebbe una consolazione da poco.

www.ilsannioquotidiano.it

Arrivano i rinforzi: Zarineh e Pippi (Il Roma).

Beppe Signori lascia la Ternana.

Questa mattina Giuseppe Signori si è incontrato con l'amministratore unico Stefano Dominicis per consegnargli la lettera di dimissioni dall'incarico di consulente; dimissioni che sono state accettate. La Ternana calcio, nel ringraziare Giuseppe Signori per il lavoro svolto e la professionalità dimostrata, augura allo stesso un sincero 'In bocca al lupo' per il prosieguo della sua carriera.

Paganese.it

Il calciomercato delle avversarie.

PISTOIESE - Arriva Mario Artistico

L'attaccante Mario Artistico, classe '85, lascia la Juve Stabia per passare alla Pistoiese. Il giocatore, arriva alla corte di mister Polverino con la formula del prestito concesso dalla Cisco Roma, proprietaria del cartellino.

TERNANA - Ingaggiato Burrai

Con uno scarno comunicato apparso sul proprio sito internet, la Ternana ha ufficializzato l'ingaggio del giovane centrocampista Salvatore Burrai (21) dal Cagliari

FOLIGNO - Ingaggiato Cipolla


Il Foligno acquista a titolo definitivo dalla Pistoiese l'attaccante Giovanni Cipolla (34), il quale sarà legato al club umbro fino al 30 giugno 2009 con opzione per la stagione 2009/2010

POTENZA - Rescinde Vianello


Marco Vianello, centrocampista classe 1983 di scuola Milan, ha rescisso il suo contratto con il Potenza: l'ex Avellino e Sassuolo valuterà nei prossimi giorni le diverse richieste arrivate al suo agente Giovanni Bia.

CAVESE - Inserra al Pomigliano


La Cavese ha comunicato con una nota di aver ceduto al Pomigliano (serie D) il portiere Giovanni Inserra (20). L'estremo difensore, che raggiunge il club granata con la formula del prestito secco, era sceso in campo una sola volta in questa stagione in occasione della sfida di Coppa Italia di Lega Pro contro il Sorrento.

BENEVENTO - Colpo Falanga


Il Benevento Calcio comunica che è stato raggiunto l'accordo con l' A.S. Melfi per l'ingaggio del talentuoso calciatore Nino Falanga junior (classe 1990). Il giovane atleta, centrocampista di notevoli prospettive, ha già disputato cinque partite ufficiali con il Potenza collezionando 23 panchine sempre nella stessa categoria.

Primo allenamento di Zarineh, assente Imparato.

La Paganese continua ad allenarsi in vista del prossimo turno di campionato che si disputerà l'8 febbraio. Quest'oggi le attenzioni erano rivolte in modo particolare sul nuovo arrivato Zarineh che ha potuto prendere contatto con i nuovi compagni e lo staff tecnico.
L'allenamento nella prima parte ha riguardato soprattutto un lavoro basato sulla forza e sulla reattività. Nella seconda parte ci si è concentrati sul gioco offensivo che di sicuro subirà delle variazioni tattiche in seguito alla disponibilità ora di una prima punta.
Non ha partecipato alla seduta Raffaele Imparato alle prese con un problema alla caviglia.

www.paganesecalcio.com

Virtus Lanciano, presentato Dino Pagliari.

La Virtus Lanciano, squadra iscritta al campionato di Prima Divisione della Lega Pro (girone B), ha presentato ufficialmente il nuovo allenatore Dino Pagliari. Il tecnico subentra a Eusebio Di Francesco. Il comunicato sul sito ufficiale del club frentano.

Questo il comunicato ufficiale integrale che compare sul sito del club frentano: “Grande entusiasmo alla presentazione del nuovo tecnico. Dopo aver guidato il primo allenamento, accompagnato dal Presidente Valentina Maio, dall'A.D. Guglielmo Maio e dal Direttore dell'Area Tecnica Luca Leone, Dino Pagliari si è confermato uomo di poche parole e di estrema concretezza. Ha affermato di aver trovato una buona squadra che ha sicuramente bisogno di qualche ritocco e di una decisa sfoltita; ha indicato in 22 il numero ideale dei giocatori in organico e ha detto di voler lavorare obiettivo per obiettivo, concentrandosi al massimo partita per partita, senza stabilire traguardi a priori. Ora, la parola al campo”

da calciopress.net

Ufficiale: ingaggiato l'attaccante Keivan Zarineh.



La Paganese Calcio 1926 comunica di aver ingaggiato il calciatore Keivan Zarineh (Roma, 26/05/1985) di proprietà della Roma, in forza al Pescina Valle del Giovenco in questa stagione. Il calciatore ha disputato 10 gare del campionato di Seconda Divisione 2008/09 realizzando 3 reti per un totale di 339 minuti giocati.
Precedentemente Zarineh aveva indossato le maglie di Cisco Roma, Rieti e Ragusa in C2 e quelle di Aprilia e Monterotondo in D.
Di padre iraniano, Zarineh è cresciuto calcisticamente nel Tor di Quinto per poi trasferirsi, su segnalazione dell'attuale Direttore Generale dell'Udinese Pietro Leonardi, alla Juventus. Con la maglia bianconera disputa tre campionati, ultimo quello con la Primavera, prima che la società torinese lo ceda in prestito al Teramo (Stagione 2002/03, Primavera), Monterotondo (Stagione 2003/04, Serie D, 25 presenze - 4 reti), Ragusa (Stagione 2004/05, Serie C2, 7 presenze), Aprilia (Stagione 2004/05 - da gennaio, Serie D, 15 presenze - 4 reti).
Scaduto il contratto che lo lega ai bianconeri si trasferisce, in C2, al Rieti dove in due campionati colleziona 52 presenze, realizzando 9 reti di cui una anche alla Paganese (11 marzo 2007).
Durante un'amichevole con la Roma, però, Keivan è notato dai dirigenti capitolini e, essendo svincolato con la retrocessione del Rieti in D, nel giugno 2007, corona il sogno di essere ingaggiato dalla squadra del cuore con un contratto quadriennale (scadenza 2011) per una cifra complessiva vicina ai 365.000 Euro. I giallorossi, però, lo girano in prestito alla Cisco Roma (Stagione 2007/08, Serie C2, 8 presenze - 1 rete) dove trova ad accoglierlo sia un suo grande estimatore, il d.g. Leonardi, che Orlando Fanasca.
Nell'estate scorsa, nella trattativa che ha portato Simone Loria dal Siena alla Roma, Zarineh è ceduto in comproprietà ai toscani che, a loro volta, lo girano in prestito, in Seconda Divisione, al Pescina con il quale disputa 10 presenze mettendo a segno 3 reti.
Keivan Zarineh, grazie alla sua stazza fisica (195 cm x 87 kg), è la classica punta centrale, uomo d'area di rigore, forte di testa, bravo a far salire la squadra.

Gianluca Russo - paganese.it

28.1.09

Paganese, nel mirino tre rinforzi.

Il dg D’Eboli punta su due attaccanti e un centrocampista. Tramonta l’ipotesi Magliocco.

RAFFAELE CONSIGLIO Pagani. Anche se in piena emergenza la Paganese lunedì sera nel posticipo contro la Pistoiese è riuscita nell'impresa di conquistare i primi tre punti dell'anno. Vittoria, quella di Pistoia, che vale oro visto che in un sol colpo la compagine azzurrostellata è riuscita a guadagnare diverse posizioni in classifica generale, ha toccato quota 25 punti ed inoltre si è allontanata dalla zone a rischio. Inoltre se a questo si aggiunge che si è vinto contro una diretta rivale alla salvezza relegandola sul fondo della classifica il successo assume contorni ancora più importanti. Contro gli arancioni la Paganese ha confermato la buona tenuta atletica ma nello stesso tempo anche i problemi di organico con i quali il tecnico Capuano convive da tempo. Mattatore della serata è stato il centrocampista Antonio Esposito che mettendo a segno il gol partita ha regalato tre punti pesanti ai suoi e confermato il buon stato di forma personale. «L'importante era vincere ed alla fine siamo tornati a casa con punti pesanti che ci permettono di guardare con più ottimismo al prosieguo del campionato. Vincere era importante anche se sapevamo che non era facile. Siamo andati con il piglio giusto e c'è la siamo giocata a viso aperto. Non abbiamo mai sofferto la Pistoiese, abbiamo contenuto bene all'inizio le loro sfuriate e poi al momento giusto siamo stati bravi a colpire». Vincere uno scontro diretto non è mai facile in modo particolare se si ha una rosa limitata. «Vero, abbiamo compiuto una mezza impresa. Però devo dire che sono diverse domeniche che ci troviamo in questa situazione e stiamo stringendo i denti perchè capiamo il momento delicato». Paganese che però sta per uscire dalla crisi visto che alcuni imprenditori si stanno avvicinando al patron Trapani. «Mi fa piacere di questo perchè Pagani è una piazza importante che merita di disputare campionati importanti. Sono soddisfatto anche per la nostra tifoseria che ci sostiene sempre e noi non possiamo scindere da loro». Emergenza organico che è destinata a finire visto che a breve arriveranno le pedine che mancano. «Questo può solo farci piacere così il mister avrà anche altre alternative. Nell'arco di un campionato tra squaliche ed infortuni ci vuole una rosa ampia altrimenti si rischia di brutto». Intanto sul fronte mercato in queste ore il direttore generale Cosimo D'Eboli è impegnato con il tecnico Capuano ed il presidente Trapani nella definizione di alcune trattative. Per il completamento della rosa mancano due attaccanti ed un centrocampista centrale. Gli obiettivi sono chiari anche se bisogna operare con oculatezza visto che il budget a disposizione non è elevato. D'Eboli punta all'acquisizione di una prima punta esperta ed un altra giovane ma con esperienza. Tramontata l'ipotesi Di Piazza e scartata l'idea Magliocco. Il calciatore non sarebbe nelle grazie della tifoseria, oggi si dovrebbe definire almeno una delle tre trattative in corso. Su De Cesare intanto è piombato anche il Gela dell'ex Cosco.

Il Mattino

Ufficiale: Paganese-Benevento senza tifosi ospiti.

Come già anticipato ieri, il Comitato di analisi per la sicurezza delle manifestazioni sportive, nella riunione tenutasi questa mattina, considerata la gara Paganese - Benevento ad alto rischio, ha disposto la chiusura del settore ospite del "Marcello Torre".
Il Comitato ha altresì ritenuto di poter favorire l’accesso al settore ospiti ad alcune categorie di spettatori quali le famiglie, i ragazzi delle scuole, le associazioni di anziani.

Per il derby con i sanniti, in programma domenica 8 febbraio, la società azzurrostellata indirà la giornata azzurra per cui non saranno validi abbonamenti, tessere omaggio ed ingressi di favore.

Gianluca Russo - paganese.it

Intervista a Keivan Zarineh, attaccante del Pescina nel mirino della Paganese.



Keivan Zarineh, attaccante centrale, 195 cm x 87 kg, nato ad Roma il 26 maggio 1985, è attualmente, in Seconda Divisione, al Pescina Valle Del Giovenco (9 presenze, 3 reti).
Ha vestito anche le maglie di Monterotondo (Serie D), Ragusa (Serie C2), Aprilia (Serie D), Rieti (Serie C2) e Cisco Roma (Serie C2).


Keivan, si parla con insistenza di un tuo passaggio imminente alla Paganese..

" Al momento non ho avuto alcun contatto, sono ancora di proprietà del Pescina. Sicuramente mi fa piacere sapere che una squadra di categoria superiore, in un'ottima posizione di classifica, mi cerchi. Ho letto sui giornali di questo interessamento però al momento non ho ricevuto nessuna chiamata ".

Quale è la posizione della tua società di appartenenza rispetto ad una tua possibile partenza. Ti lascerebbe libero ?

" Questo non lo so. Non conosco i piani della società, so che crede in me però nel caso chiedessi di andar via, visto che per me sarebbe una buona opportunità salire di categoria, penso che mi accontenterà ".

Con che spirito affronteresti il tuo primo campionato di C1 ?

" Lo spirito è quello di fare il meglio possibile. Sono giovane, non giovanissimo, per cui cercherei di ripagare la fiducia riposta in me dalla società. Non esiterei ad accettare perchè comunque è una vetrina importante ".

Gianluca Russo - paganese.it

Pistoiese-Paganese 0-1: le pagelle di paganese.net

PANTANELLI: Il numero 1 azzurrostellato è stato inoperoso per l’intero arco della gara, sul finire della stessa, dopo il palo colpito involontariamente dal colpo di testa di Taccola, però compie un gran intervento allontanando d’istinto la sfera col braccio sinistro anticipando l’intervento di un giocatore della Pistoiese ben appostato – VOTO 6.5

CHIAVARO: Buona prestazione per lui, senza sbavature e preciso negli interventi, è ritornato il giocatore che avevamo ammirato prima dell’infortunio. Continuando così il posto da titolare gli spetta di diritto… – VOTO 6.5

TACCOLA: Ancora una volta è lui il miglior in campo. Dimostra, nonostante la sua età, di avere la voglia di lottare e di mettersi in mostra di un ventenne. Combatte da vero guerriero incarnando la figura del calciatore tipo che tutti i tifosi azzurrostellati vorrebbero vedere sul rettangolo verde. Dopo i vari Ercolano, Biancolino, Innocenti, anche l’attaccante toscano Lorenzo Dal Rio entra a far parte della lunga lista dei calciatori “abbattuti” dal “vichingo” Taccola… per l’otto febbraio il capocannoniere Clemente è avvisato!!! – VOTO 7.5

ASTARITA: Dopo l’ottima prova contro la Juve Stabia, il gigante natio di Cercola si fa trovare ancora una volta pronto quando mister Capuano chiama. Anche per lui gara senza macchie e pensar che l’anno scorso calcava i campi della serie D – VOTO 6.5

IRACI: Prestazione sottotono per l’esterno brevilineo, appare troppo nervoso beccandosi l’ammonizione dopo pochi minuti commettendo falli a ripetizione. Viene lasciato negli spogliatoi dal mister per far posto a Bacchi…da rivedere – VOTO 5

BACCHI dal 46’: Entra al posto di Iraci ad inizio ripresa e la differenza subito si nota. Primo minuto, prima affondo sulla sinistra, cross per l’accorrente Esposito, che sigla il gol-vittoria. Dopo il vantaggio da una grossa mano anche in fase difensiva – VOTO 6.5

CARACCIOLO: Ci ha abituato a buone prestazione, mica poteva deludere davanti alle telecamere della RAI??? Gara tutta grinta e cuore pressando su ogni pallone soprattutto nel finale della gara dove c’erano da difendere tre punti fondamentali – VOTO 6.5

BERARDI: Stesso discorso per il suo compagno di reparto. Sforna a ripetizione ottime prestazione facendo il classico lavoro “oscuro” della mediana – VOTO 6.5

CUCCINIELLO: La sua gara dura soltanto 45 minuti per poi far posto a Capodaglio. Non dà il giusto apporto come fatto nel derby con la Juve Stabia – VOTO 5.5

CAPODAGLIO dal 46’: Solo 45 minuti per lui ma tanto cuore e grinta. Nella rosa, dopo la partenza del talentuoso Tisci, è l’unico calciatore capace di dare un po’ di ordine alla manovra offensiva…meriterebbe più spazio – VOTO 6

ESPOSITO: Ottima prestazione dell’esterno ex Juve Stabia e Foggia. Le occasioni più ghiotte della Paganese giungono entrambe sui suoi piedi, nella prima frazione di gioco, imbeccato perfettamente da Fanasca in piena area di rigore, si fa ipnotizzare da Mareggini. Ad inizio ripresa si fa perdonare però dell’errore commesso siglando il gol-vittoria con un destro di controbalzo – VOTO 7

LEGITTIMO dal 86’: sv

LASAGNA: Come nelle giornate precedenti, sempre in attesa della prima punta centrale, il giovane attaccante di proprietà del Catania si danna l’anima per rendersi pericoloso in attacco. Corre, lotta pressa, svaria sull’intero reparto avanzato…sufficienza piena per lo spirito di sacrificio – VOTO 6

FANASCA: Identico discorso per il suo compagno di reparto, le sue prestazioni migliorerebbero con un calciatore boa in attacco – VOTO 6

paganese.net

Programma settimanale degli allenamenti.

Dopo la bella vittoria conseguita lunedì sera, la Paganese riprenderà gli allenamenti oggi pomeriggio (ieri, ndr) sul sintetico del "Comunale" di Tramonti, in vista del derby con il Benevento, in programma domenica 8 febbraio al "M. Torre".

Gli azzurrostellati osserveranno questo programma di allenamenti:

mercoledì 28 : seduta pomeridiana al "Comunale" di Tramonti;
giovedì 29 : seduta pomeridiana al "Comunale" di Tramonti;
venerdì 30 : seduta pomeridiana al "Comunale" di Tramonti;
sabato 31 : seduta mattutina al "Torre" di Pagani;

N.B. il programma potrebbe subire variazioni

www.paganesecalcio.com

27.1.09

Paganese-Benevento: chiuso il settore ospiti.

Il derby Paganese - Benevento, in programma domenica 8 febbraio, è tra le gare ad alto rischio individuate dall'Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Sportive e per le quali il Comitato di analisi per la sicurezza delle manifestazioni sportive effettuerà le proprie valutazioni.
Scontato a questo punto che il CASMS, nella riunione di domani alle ore 10.30, disporrà la chiusura del settore ospite del "Marcello Torre".

Gianluca Russo - paganese.it

Lampo di Esposito, la Paganese passa a Pistoia (Il Roma).

Colpo corsaro a Pistoia, la Paganese rifiata.

PAGANI - Arriva la prima vittoria del 2009, che coincide con il ritorno al successo esterno, cosa che è capitata solo a Taranto in questa stagione. Portano ancora fortuna le telecamere di Rai Sport, infatti anche l'anno scorso la trasferta di Verona, seguita dalle telecamere della tv nazionale, coincise con il primo punto esterno della banda Chiappini. Questa volta la vittoria è doppia: la Paganese ha sconfitto una diretta avversaria per le zone basse della classifica, allontanandola di 11 punti e scongiurando almeno lo spettro della retrocessione diretta. Capuano ha di che sorridere, a partire dalla vittoria finendo con l'immensa prestazione dei suoi ragazzi, dal primo all'ultimo. Privo di De Giosa ed Imparato, trova in Astarita e Chiavaro i due difensori perfetti al fianco del sempreverde Taccola che, a 38 anni suonati, duella ancora come un ragazzino con gli attaccanti che gli si fanno sotto (vedi Dal Rio ieri sera), con le buone e con le cattive. Un pacchetto difensivo che dà sicurezza al sempre più sicuro Pantanelli, che si è riscattato dalle prestazioni incerte delle ultime uscite. A centrocampo non si fa mancare proprio niente il tecnico. Nell'undici iniziale c'è la rocciosità di Caracciolo, la foga agonistica di Berardi e lo spirito di sacrificio di Esposito, accompagnati dalla giovinezza di Iraci e Cucciniello. Questi ultimi due restano però negli spogliatoi a fine primo tempo, lasciando il posto a Capodaglio e Bacchi: non c'è stata mossa più azzeccata di questa. Il gol che ha deciso la gara porta la firma di Esposito, ad inizio ripresa, passato da pochi secondi sull'out destro. Il fantasista napoletano raccoglie di controbalzo un cross al bacio dalla sinistra di Bacchi, che fa valere la sua freschezza contro Di Berardino. Sia Bacchi che Capodaglio saranno determinanti per il successo. L'attacco ha bisogno invece della prima punta. Fanasca e Lasagna si muovono bene, fin troppo, ma nessuno dei due ha le caratteristiche dell'attaccante che fa salire la squadra, che si fa trovare pronto a metterla dentro facendo valere la sua forza fisica. I due là davanti hanno le movenze giuste di chi gioca da supporto ad una punta; i loro movimenti sarebbero inviti a nozze per qualsiasi prima punta. Ora la palla passa alla società, che nonostante le difficoltà, dovrà provvedere a mettere a disposizione del mister la pedina mancante nello scacchiere azzurrostellato. Ci saranno due settimane per lavorare, si sfrutterà la pausa di domenica per recuperare il tempo perso in queste ultime due settimane, in cui la Paganese è stata impegnata in un vero e proprio tour de force. Tanti i nomi, pochi i fatti. Le risposte che la squadra ha dato sul campo lasciano presagire ad un girone di ritorno più roseo se si risolve questo nodo-attaccante. Nel girone di ritorno, la Paganese dovrà giocare gli scontri diretti quasi tutti lontano dalle mure amiche, Taranto escluso. Si andrà a Perugia, Sorrento, Castellammare, Lanciano, piazze e squadre molto più organizzate di Pistoia, ma alla Paganese basta avere fiducia nei propri mezzi, proprio come è capitato ieri sera contro gli arancioni. Chi parte bene, è già a metà dell'opera.

Danilo Sorrentino - www.tuttalac.it

Ufficiale: l'attaccante Giovanni Cipolla passa dalla Paganese al Foligno.

Il Foligno Calcio comunica di aver acquisito a titolo definitivo dalla Pistoiese l' attaccante Giovanni Cipolla, classe 1974. Il calciatore sarà legato al Foligno Calcio fino al 30 giugno 2009 con opzione per la stagione 2009/2010. Stamattina è previsto il suo arrivo a Foligno e sempre stamattina, alle ore 12.00, sarà presentato alla stampa presso la sala interviste dello Stadio "Enzo Blasone".

Paganese.it

Nassim Mendil firma un contratto di sei mesi con l'Eupen, squadra belga.



L'ottimo Gianluca Russo di paganese.it ha scovato questa notizia sulla rete:

Ce samedi, deux nouveaux renforts viennent de signer un contrat de 6 mois à l'AS. Le premier est le nommé Matthias LEPILLER (21 ans). Il appartient à la Fiorentina et jouait le premier tour au Grashopper Zürich (suisse).

Le deuxième nouveau joueur est Nassim MENDIL (29 ans). Il est également de nationalité française. Son dernier Club est le Calcio PAGANESE en série C1 italienne.

Il s'agit de deux attaquants.


Che tradotto maccheronicamente in italiano significa:

Sabato scorso, due nuovi attaccanti hanno firmato un contratto di 6 mesi per l'Eupen, Belgio. Il primo è Matthias Lepiller (21 anni)della Fiorentina e che quest'anno ha giocato nel Grasshoppers di Zurigo (Svizzera).

Il secondo è Nassim MENDIL (29 anni). Anch'esso cittadino francese. La sua ultima esperienza è stata nella PAGANESE Serie C1 italiana.


Nella foto lo stemma dell'Eupen. Mentre il sito è questo: www.as-eupen.be

Colpo grosso a Pistoia (di Peppe Nocera).

Ecco, la tanto attesa prima vittoria del 2009 giunge a Pistoia e rappresenta forse una svolta importante per il cammino della Paganese che con il secondo blitz stagionale, dopo Taranto, compie un bel balzo in classifica, raggiungendo Perugia e Taranto a quota 25. Tutti ci auguravamo l'exploit in Toscana, era nelle possibilità e nelle corde di questa squadra che ha svolto una gara diligente, riuscendo a svolgere una manovra corale gestendola senza affanni se non in avvio dove è arrivata qualche conclusione insidiosa dalle parti di Pantanelli. Il numero uno azzurro è stato inoperoso per tutta la gara tranne correre un serio pericolo proprio nei minuti conclusivi, quando s'è ritrovato a sbrigliare con affanno una palla vagante in area in seguito ad un fortuito palo colpito dal compagno Taccola nel tentativo di quest'ultimo di anticipare Dal Rio. Sarebbe stata una beffa dopo la straordinaria partita del capitano che ancora una volta è stato tra i migliori in campo, mettendo la museruola all'attaccante di turno come avvenuto negli ultimi turni per Brancolino e Innocenti. Solita verve in difesa dove il neoacquisto arancione è stato tenuto a bada con le buone e le cattive anche se qualche volta il capitano ha rischiato essendo un po' troppo esuberante nei duelli. A noi comunque il vichingo Taccola piace così.

Una vittoria contro la Pistoiese che vale doppio, firmata da Antonio Esposito che, finalmente liberatosi dai compiti di copertura ricoperti nel vecchio modulo, sta ritornando a pungere e spingere come solo lui sa fare ed anche segnare, ottenendo la sua seconda rete stagionale. Proprio nella ripresa con l'ingresso del turbo Bacchi a sinistra è giunta la palla giusta per Esposito che s'è fatto perdonare per l'occasione sprecata nel primo tempo. La Paganese è piaciuta per come ha gestito la gara e come gli esterni l'hanno modificata riuscendo a rendere inoffensiva la formazione del tecnico Polverino. Se la difesa ha retto merito anche del gran lavoro dei centrocampisti e a scalare del continuo svariare dei due folletti in attacco. Tiriamo dunque un bel sospiro di sollievo ed il futuro ci sembra leggermente più tranquillo anche se ora bisogna completare l'opera in una settimana determinante.

L'opera la deve completare il dg D'Eboli con l'avallo della società individuando i due attaccanti ed il centrocampista che facciano fare il salto di qualità al gran lavoro di Capuano che anche attraverso la Rai è riuscito a catalizzare meritatamente su di sé i riflettori. Con l'arrivo degli attaccanti nelle prossime ore si completerà una settimana ricca di novità positive che hanno un po' smussato le difficoltà societarie rese più dolci dalla preziosa vittoria di Pistoia dedicata giustamente dal tecnico ai tifosi saliti in Toscana. Gli irriducibili ultras erano presenti nonostante il maltempo, la diretta televisiva, il giorno feriale mantenendo alto il nome della tifoseria azzurra macchiatosi dopo la sgradevole vicenda nel pre-gara con la Juve Stabia. A proposito di tv, la tradizione positiva continua per i colori azzurrostellati che sono imbattibili dinanzi le telecamere sportive nazionali, con il bilancio sempre più attivo con due pareggi e quattro vittorie. Ora, come dicevamo prima, c'è tutto il tempo di riorganizzare l'organico con l'ultima settimana di mercato concomitante con la sosta del campionato di domenica prossima. Una settimana di tranquillità e di sereno lavoro per caricarsi a dovere in attesa del gran derby con il Benevento del super attacco Castaldo - Evacuo - Clemente con quest'ultimo capocannoniere con 10 reti. La Paganese preparerà questo derby con tranquillità anche perchè poi in campo avrà tanta voglia di vendicare quella sconfitta dell'andata giunta al 94°, aiutata da un "Torre" che dovrà andare a caccia delle streghe.

Peppe Nocera per paganese.it

Esposito, il tornante che espugna Pistoia.

SIMONE MATTEUCCI Pistoia. Contro la crisi, contro l'esiguità d'organico (in panchina addirittura i due Berretti Versiglioni e Buonocore), contro la fame della Pistoiese, arrivata all'ultima spiaggia: vince la Paganese scavalcando Pescara e Ternana, agganciando Perugia e Sorrento, distaccando di quattro punti la zona play-out. Vince soprattutto Capuano, abilissimo stratega capace di leggere le partite come pochi altri e di farla sua coi cambi intelligenti operati ad inizio ripresa (determinanti gli ingressi di Bacchi e Capodaglio). Le scelte di partenza sono praticamente scontate: Fanasca (ex di turno) e Lasagna sono gli unici due centravanti (o pseudo-tali) disponibili ed anche nelle retrovie le soluzioni sono limitate considerando le assenze per squalifica di Imparato e De Giosa. Il veterano Taccola guida il reparto arretrato e Caracciolo prova a mettere ordine nel cerchio di centrocampo per non soffrire eccessivamente la pressione di partenza della Pistoiese. Che alza subito il baricentro del gioco approfittando delle geometrie di Lanzillotta, delle progressioni costanti di Guerri e dell'ottimo lavoro tra le linee di Bellazzini, che s'appoggia sul potente ariete Dal Rio, al debutto in maglia arancione. L'ordine tattico azzurrostellato rischia seriamente di saltare dopo appena quattro giri di lancette quando Bellazzini, da calcio piazzato, libera sul secondo palo Quadrini (colpevole Astarita, che non stringe la marcatura), che si coordina di destro e manca di un soffio il bersaglio grosso. Due minuti e la schiena di Pantanelli viene nuovamente percossa da un brivido: Lanzillotta, leggermente decentrato, legge l'inserimento di Guerri e lo serve sulla corsa, ma il colpo di testa della mezz'ala toscana fa soltanto la barba al palo. Capuano, chiaramente insoddisfatto, ordina a Berardi di imbavagliare il talentuoso centrocampista della Pistoiese ed invita Iraci a tenersi basso per raddoppiare su Bellazzini e rendere meno arduo il compito di Chiavaro. Il messaggio viene recepito dalla Paganese, che "metabolizza" lo sfogo arancione e trova anche la forza per andare ad un soffio dal vantaggio al 17': Fanasca dal limite illumina Esposito sul filo del fuorigioco, ma Mareggini è provvidenziale e salva in uscita. Ai botti iniziali segue una fase di stanca: prevale la paura di perdere e la Pistoiese (preoccupata dalla vittoria del Potenza e da una classifica sempre più deficitaria) porta meno uomini nella metà campo azzurrostellata. Anche perché la Paganese in ripartenza è micidiale e lo dimostra poco prima della mezz'ora quando Taccola innesca il contropiede sugli sviluppi di un calcio piazzato di Bellazzini e soltanto l'intervento provvidenziale di Ghinassi impedisce a Lasagna di mandare a rete Fanasca. Capuano con intuito capisce che la Pistoiese s'è sgonfiata e ad inizio ripresa manda Capodaglio in mediana (esce Cucciniello) e toglie dalla mischia Iraci per inserire Bacchi restituendo Esposito alla sua dimensione naturale di tornante destro. Venti secondi e le mosse vengono già premiate: Capodaglio lancia sulla corsa Bacchi, cross preciso sul secondo palo per Esposito che di prima intenzione fa secco l'incolpevole Mareggini. La Pistoiese deve per forza di cose sbilanciarsi - fuori Di Berardino e Femiano (un difensore ed un mediano), dentro Breschi e Cortese, due centrocampisti offensivi - ma al quarto d'ora perde per infortunio Bellazzini, il più talentuoso e pericoloso. Dal Rio, già isolato e sovrastato da Taccola, va ancor più in sofferenza e la Paganese può gestire senza patemi il vantaggio, occupando in maniera esemplare tutti gli spazi, rischiando solo alla mezz'ora (punizione di Cutrupi e colpo di testa di Fautario ipnotizzato da Pantanelli), sfiorando anzi il raddoppio al 40' quando Lasagna sciupa una ghiotta chance lasciandosi anticipare ingenuamente da Mareggini in uscita e tremando un minuto dopo sulla punizione di Cutrupi che si stampa sul palo dopo la deviazione involontaria di Taccola.

Il Mattino

Pistoiese ko e contestata: un'altra brutta prova e la Paganese vince con il minimo sforzo (La Nazione).

Polverino: " Primo tempo buono ed equilibrato" (La Nazione).

Pistoiese-Paganese 0-1: le interviste del dopo partita.

Nel dopo gara ai microfoni di Leonardo Puccinetti di tuttomercatoweb hanno rilasciato delle dichiarazioni, per la Pistoiese, il ds Sauro Magni, l'allenatore Salvatore Polverino e l'ultimo arrivato Lorenzo Dal Rio, mentre il vulcanico Ezio Capuano per la Paganese.

PISTOIESE

Il direttore organizzativo Sauro Magni: "A nome della società sono sceso subito in sala stampa per chiedere scusa a tutti, tifosi, istituzioni e chiunque abbia pagato per vedere la gara di oggi. Sono molto dispiaciuto, la prestazione di stasera è stata pessima".

L'allenatore Salvatore Polverino: "Sono sorpreso dalle dichiarazioni della società, e neanche troppo d'accordo. La mia analisi è diversa, abbiamo disputato un buon primo tempo e gli episodi ci sono stati sfavorevoli. Quando hai questa gran voglia di far bene e arriva l'episodio sfavorevole come il gol a freddo nella ripresa è dura riprendersi. Ci abbiamo provato ma è andata male. Se mi aspetto un attaccante in settimana? Non chiedetelo a me".

L'attaccante Lorenzo Dal Rio: "E' stato un esordio sfortunato il mio, ma credo che comunque non meritavamo di perdere. Abbiamo creato poco ma abbiamo avuto più occasioni rispetto alla Paganese. Miglioreremo nel lavoro settimanale, ho grande fiducia in questi nuovi compagni".

PAGANESE

L'allenatore Eziolino Capuano: "Sono contento, siamo stati compatti e dinamici contro una Pistoiese che non ho assolutamente visto in crisi. La gara è cambiata quando ho cambiato gli esterni e alcune altre posizioni in campo, abbiamo puntato a far male sulla loro destra dove erano un po' aperti e ci siamo riusciti sul gol. Abbiamo saputo soffrire vincendo da collettivo, e secondo me meritiamo i tre punti. Taccola? Ha 38 anni ma non invecchia mai, è importante per noi".

da tuttomercatoweb.com

Pistoiese-Paganese 0-1: la cronaca di paganese.net

Termina con la vittoria esterna della Paganese per una rete a zero il posticipo della 20° giornata al "Marcello Melani" di Pistoia

Entrambe le formazioni, confermando i rispettivi schieramenti della vigilia, nella prima frazione di gioco danno vita ad un match equilibrato ma contemporaneamente “brutto” ed avaro di occasioni. Infatti, le uniche conclusioni pericolose giungono al 3’ ed al 5’ per la Pistoiese su due azioni fotocopie con Guerri, che in entrambe le occasioni di testa manda la sfera sul fondo. La Paganese risponde al 17’ con l’esterno Esposito che a tu per tu con l’estremo difensore toscano, servito perfettamente dall’ex Fanasca in profondità in una selva di avversari, si fa ribattere la conclusione da Mareggini in uscita.

La ripresa inizia con il doppio cambio tra le file della Paganese, entrano Capodaglio e Bacchi in luogo dei baby Iraci e Cucciniello, con il conseguente spostamento di Esposito sulla corsia di destra. Appena un giro di lancette e la mossa tattica di Capuano si rivela azzeccata. Discesa del neo-entrato Bacchi sulla corsia di sinistra, cross sul secondo palo per l’accorrente Esposito, che di prima intenzione di controbalzo manda la sfera alla destra dell’incolpevole Mareggini. Dopo il gol la gara si spegne letteralmente con la Paganese che fa del possesso palla l’arma migliore per annullare la Pistoiese. Le uniche occasioni per gli arancioni giungono al 29’ con Pantanelli che blocca a terra un pericoloso colpo di testa di Fautario, ed al 42’ sugli sviluppi di un calcio piazzato dopo un colpo di testa involontario di Taccola, la sfera sbatte sul palo prima dell’intervento di Pantanelli e della retroguardia azzurrostellata.

Dopo tre minuti di recupero l’arbitro pone fine alle ostilità con i calciatori azzurrostellati che vanno a raccogliere l’applauso meritato dei circa cinquanta supporters presenti in Toscana.

Marco Orlando Ferraioli – www.calciopress.net & www.paganese.net

Pistoiese-Paganese 0-1: la cronaca di paganesecalcio.com



La Paganese conquista una vittoria preziosissima a Pistoia grazie ad una prestazione contraddistinta da grande orgoglio e determinazione.
La gara è stata decisa ad inizio ripresa grazie ad una rete realizzata da Antonio Esposito dopo un un primo tempo piuttosto scialbo da parte di entrambe le squadre. Le stesse sono apparse molto contratte sin dai primi minuti. Sono state pochissime le occasioni da rete a dimostrazione del fatto che il peso della posta in palio ha condizionato non poco la manovra di entrambi le formazioni.
Gli azzurostellati, dopo aver rischiato qualcosa nei primi minuti di gioco quando la Pistoiese è riuscita a rendersi pericolosa per due volte con Guerri al 3' e al 5', sono riusciti a trovare le misure agli avversari con il trascorrere dei minuti.
L’occasione più ghiotta della prima frazione di gioco è capitata al 17’ sui piedi di Esposito che non è riuscito a superare Mareggini in uscita su servizio filtrante di Fanasca.
La svolta della gara è avvenuta ad inizio ripresa. Capuano ha avvicendato Iraci con Bacchi e Cucciniello con Capodaglio. Proprio da un’iniziativa di Bacchi sulla sinistra è scaturito il vantaggio della Paganese. Sul cross del laterale sinistro è intervenuto Esposito che a volo ha trafitto Mareggini. Da quel momento in poi la Paganese ha controllato senza particolari affanni la gara rischiando solo a tre minuti dal termine quando sugli sviluppi di un calcio di punizione, la sfera è carambolata come una pallina da flipper sul palo. Bravo Chiavaro successivamente nell’allontanare la sfera in avanti.
Nel finale di gara ha fatto il suo esordio anche Legittimo in campo proprio contro la sua ex squadra.
Una vittoria fondamentale per la Paganese nella corsa verso la salvezza.

paganesecalcio.com

Tonfo arancione: vince la Paganese (0-1)

Una pagina tristissima si è scritta stasera per i colori arancioni. La Pistoiese esce sconfitta dalla gara che poteva rappresentare il suo rilancio. Invece è arriva la terza sconfitta di seguito e seconda consecutiva in casa. La situazione di classifica si è fatta ancor più
pesante: ultimo posto solitario. La gara è stata modesta sia sul piano dello spettacolo che del gioco. Il pareggio sarebbe stato il risultato più giusto, dato che la Paganese, al di là del gol abbastanza fortuito e su un tiro "sporco" non ha fatto molto per conquistare l'intera posta. Nel primo tempo la Pistoiese aveva creato buone trame e la squadra sembrava trarre giovamento dal movimento e la forza del nuovo centravanti Dal Rio. Due palle goal, entrambe toccate a Guerri sfumano a lato ad inizio gara, poi la Paganese inizia a farsi apprezzare per la maggiore aggressività. Scarsa per la verità la cifra tecnica degli ospiti, peraltro scesi in campo con due squalificati e depauperati dalle cessioni. La Pistoiese di stasera, a differenza di quanto accaduto contro il Gallipoli ed il Crotone non ha la necessaria brillantezza. In apertura di ripresa (38'' dal fischio d'inizio) arriva il goal degli ospiti e sul Comunale cade il gelo, ma la temperatura atmosferica c'entra poco. La squadra arancione accusa il colpo e sembra in difficoltà a creare pericoli agli avversari. Al 22' c'è un fallo da rigore su Dal Rio, ma l'arbitro non è di questo avviso. È l'unica fiammata.
Bellazzini, migliore in campo nel primo tempo, era uscito da quattro minuti per infortunio e Dal Rio aveva già perso il suo partner in prima linea. La Paganese fa pochino, ma si difende senza affanni dagli sterili attacchi arancioni. I fischi dei tifosi all'indirizzo della Pistoiese arrivano purtroppo ben prima di quello triplice dell'arbitro.

www.acpistoiese.net

Esposito gol: la Paganese corsara a Pistoia.

Il tecnico dei campani Capuano da applausi: «Da tre anni friggo il pesce con l'acqua minerale».

PISTOIA, 26 gennaio - Alla Paganese basta un guizzo di Esposito a inizio secondo tempo per espugnare il campo del fanalino di coda Pistoiese nel posticipo della 20ª giornata del girone B della Prima Divisione di Lega Pro.
Con questo risultato, gli uomini di Capuano si sono portati a quota 25 in classifica, insieme con Perugia e Sorrento. Gli arancioni toscani, invece, restano soli in fondo alla classifica con appena 14 punti. Da applausi il commento a fine partita dell'allenatore della Paganese Eziolino Capuano:
«Sono orgoglioso di questa squadra - ha detto ai microfoni della Rai -. Sono tre anni che friggo il pesce con l'acqua minerale».

www.tuttosport.com

26.1.09

Pistoiese-Paganese 0-1: azzurrostellati perfetti! Il Benevento è avvisato.



Una Paganese double face piega la Pistoiese in trasferta e così si sbarazza di una diretta avversaria per la lotta alla retrocessione. Ora gli arancioni toscani sono a undici punti dalla banda Capuano.

Un primo tempo noioso in cui le uniche scintille si sprigionano ad inizio partita: prima Del Rio di testa sfiora il vantaggio per i padroni di casa. Poco dopo Esposito si divora la più facile delle occasioni sparando contro Mareggini una facile palla a pochi passi dalla porta.

Capuano nell'intervallo azzecca le mosse determinanti: fuori Iraci e Cucciniello per Bacchi e Capodaglio. Saranno proprio questi due nuovi entrati a fare la differenza sul campo. Infatti dopo neanche 50 secondi parte proprio dai piedi di Bacchi il cross che Esposito deposita in porta alla destra di Mareggini. Gran gol meritato che demolisce le velleità della Pistoiese e raddoppia le forze della Paganese.

Da qui alla fine ecco una Paganese determinata e convinta di portare a casa i tre punti. Una difesa attentissima con Taccola leader e Astarita e Chiavaro che non fanno rimpiangere De Giosa e Imparato. Io, fossi Capuano promuoverei questi due difensori a titolari anche contro il Benevento. Un po' di riposo alla Mourinho non può che far bene al distratto De Giosa e al nervoso Imparato.

Il centrocampo fa da filtro e da schermo davanti alla difesa con un roccioso e arcigno Caracciolo, mai domo a 34 anni suonati. Un grande Esposito che dopo il gol si danna l'anima per difenderlo. Bacchi e Capodaglio che diventano due spine nel fianco del centrocampo arancione e Fanasca e Lasagna che tengono alta la squadra. Ci fosse stato un attaccante un po' più esperto, stasera, la Paganese avrebbe segnato altri gol in contropiede. Ma non possiamo buttare la croce sul giovane Lasagna: ha fatto il massimo che poteva. Bravo!

Pantanelli, poi, è tornato ad essere una sicurezza là dietro.

E un plauso particolare a Capuano che ha saputo leggere benissimo la partita e ha azzeccato le due mosse che hanno demolito il cavallo pistoiese.

I tifosi della stella in campo azzurro possono dormire tranquilli stanotte: la loro squadra, con i tre innesti annunciati da Cocchino D'Eboli, può viaggiare sul binario tranquillo della salvezza. Probabilmente senza nenache passare dalla stazione dei playout.La classifica parla da sola, la potete guardare qui sopra: siamo tornati a navigare nella tiepide acque di centro classifica in compagnia di squadre come Perugia e Pescara. L'avreste mai detto?

Grande Paganese! Il Benevento è avvisato.

Paganese sulla prima pagina dello sport di Televideo.

Pistoiese-Paganese 0-1: la cronaca di paganese.it

Posticipo per Pistoiese e Paganese che, davanti alle telecamere di Rai Sport Più, si affrontano in un match delicato per entrambe le formazioni.
Il tecnico dei padroni di casa, Polverino, deve rinunciare per infortunio al portiere Bindi e per squalifica a Cipolla ma può disporre del nuovo arrivato Dal Rio. Rispetto alla sfortunata trasferta di Crotone, preferisce Quadrini e Femiano in luogo di Cortese e dell'ex Muwana.
Sul fronte opposto, mister Capuano, non può contare sugli squalificati De Giosa ed Imparato surrogati rispettivamente da Astarita e Chiavaro.
Padroni di casa subito pericolosi con Guerri che, nell'arco di sessanta secondi, mette spavento alla retroguardia azzurrostellata. Al 3', in seguito ad una punizione di Bellazzini, la sua girata termina di poco a lato mentre dopo un giro di lancette, sempre da un calcio piazzato, di testa non inquadra lo specchio della porta. Due occasioni ghiotte però anche per gli azzurrostellati. Al 16' assist di Fanasca per Esposito sul cui diagonale Mareggini è bravo a negargli la rete. Dodici minuti dopo, invece, galoppata sull'out destro di Iraci che vede, al centro dell'area, tutto solo Fanasca ma è provvidenziale l'intervento di Fiasconi.
Ad inizio ripresa il tecnico Capuano manda in campo Bacchi e Capodaglio spostando Esposito sulla corsia destra. E proprio dai piedi di Bacchi, al 1', parte il cross per l'ex stabiese che di prima intenzione, in controbalzo, manda la sfera nell'angolino alla destra di Mareggini. La Paganese, grazie ad un buon possesso palla, gestisce senza problemi la gara concedendo poco o nulla agli avversari. Al 29' punizione di Cutrupi, colpo di testa di Fautario con Pantanelli che blocca a terra. Passano dieci minuti e Lasagna, sul filo del fuorigioco, si invola verso Mareggini con quest'ultimo che è costretto ad uscire fuori dall'area per sventare il pericolo. A tre minuti dal termine, sempre su palla inattiva, l'ultima azione degna di nota per la Pistoiese. Punizione di Cortese, la sfera schizza sulla testa di Taccola prima di terminare la corsa sul palo alla destra di Pantanelli. Dopo tre minuti di recupero, però, la Paganese può festeggiare tre punti pesantissimi che permettono di raggiungere all'ottavo posto in classifica Perugia e Sorrento ed affrontare con più serenità il derby in programma l'8 febbraio al "Torre" con il Benevento.

Gianluca Russo - paganese.it

Pistoiese-Paganese 0-1: le foto del trionfante dopo partita.





Pistoiese-Paganese 0-1: le foto catturate durante la diretta di Rai Sport Più.



I tifosi azzurrostellati giunti numerosi a Pistoia. Un applauso particolare a questi ragazzi: la vittoria è anche merito loro.




Eziolino Capuano a fine primo tempo medita le mosse per vincere la gara. Saranno mosse determinanti, la Paganese al primo minuto della ripresa sigilla la vittoria con un gran gol di Esposito.




Una fase del primo tempo.




Capitan Taccola la rinvio.




Un contrasto tra Iraci e un avversario.




Il gol di Esposito: la palla scivola nell'angolino alla destra di Mareggini.




Capitan Taccola, sovrano dell'area di rigore.




Il presunto rigore per la Pistoiese: Taccola aspetta l'avversario e lo sgomita rischiando il rosso. Ha prevalso la malizia e l'esperienza del capitano.




L'eroico Chiavaro con la benda in testa: un difensore d'altri tempi.




L'unico rischio corso dalla Paganese: a dieci minuti dalla fine un cros deviato da Taccola sul palo. Sarebbe stata una beffa.

Le foto sono state catturate durante la diretta di Rai Sport Più.

Grandissima vittoria della Paganese che grazie ad una prodezza di Esposito espugna Pistoia.



Ecco la palla che scivola in porta: è il gol vittoria di Esposito che permette alla Paganese di tornare a casa con tre punti meritatissimi.

Grandissimo gol di Esposito: Paganese in vantaggio!

Fine primo tempo: Pistoiese-Paganese 0-0. Leggera supremazia della Paganese. Due occasioni per parte.



Primo tempo sonnacchioso tra Pistoiese e Paganese.
Parte forte la Pistoiese con una pulita occasione da gol sprecata dal nuovo acquisto Del Rio. Replica subito dopo la Paganese con una clamorosa occasione sprecata da Esposito che spara sul portiere arancione a cinque metri dalla porta. La Paganese controlla e fa la partita. Leggera supremazia territoriale degli azzurrostellati.
La foto è stata catturata dalla diretta di Rai Sport Più.

La diretta di Pistoiese-Paganese.

La diretta televisiva di Pistoiese-Paganese potete vederla a questo indirizzo:

http://www.raisport.rai.it/dl/RaiSport/PublishingBlock-47d1dd37-f6a4-4d2a-a433-b9428db9e9f7.html

Paganese all'assalto della Pistoiese: urge una vittoria.

RAFFAELE CONSIGLIO Pagani. Davanti alle telecamere di Raisport più, questa sera con inizio alle ore 20,45, Pistoiese e Paganese cercheranno di superarsi a vicenda per avvicinarsi alla quota salvezza. In modo particolare saranno i padroni di casa a dover cercare a tutti i costi di vincere visto che la vittoria di ieri del Potenza sul Lanciano ha relegato gli arancioni sul fondo della classifica generale. Pistoiese che dovrà fare a meno del bomber Cipolla squalificato ma che manderà in campo fin dal primo minuto l'ultimo acquisto Dal Rio. Sul fronte Paganese Ezio Capuano ancora una volta dovrà inventarsi il reparto difensivo visto che imparato e De Giosa saranno out per squalifica. A sostituire De Giosa ci sarà Agatino Chiavaro che ha recuperato dall'infortunio muscolare mentre per la sostituzione di Imparato è pronto il giovane Astarita che si è ben comportato già nel derby contro la Juve Stabia. Il mercato di riparazione al momento è fermo ai soli Fanasca e Legittimo ma nei prossimi giorni si provvederà a mettere sotto contrato almeno altri tre atleti. Urgono due attaccanti ed un centrocampista centrale che possa essere impiegato in caso di bisogno. Diversi gli ex della contesa di questa sera. Tra le file della Pistoiese c'è il colored Muwana che dovrebbe essere della gara fin dall'inizio mentre tra le fila della Paganese ci sono Fanasca e Legittimo che solo qualche settimana fa erano in campo proprio con la maglia arancione dei toscani. Pistoiese-Paganese sarà diretta da Bergher della sezione di Rovigo che sarà assistito da Parolin della sezione di Bassano del Grappa e De Bertoli della sezione di Este. Bergher, che è al secondo anno di Can Pro, non ha mai diretto la Paganese. Inoltre la giacchetta nera di turno quest'anno ha già diretto otto match in Prima divisione. Due le vittorie per i padroni di casa, cinque i pareggi ed una sola vittoria per la squadra ospite. Nonostante la diretta televisiva la Paganese sarà scortata da oltre un centinaio di tifosi che anche in Toscana saranno vicini ai propri beniamini. Intanto i problemi societari che Trapani aveva evidenziato nel corso di una trasmissione televisiva hanno trovato il pieno appoggio della tifoseria e non solo visto che oltre all'imprenditore Buccino che da venerdì è ufficialmente entrato in società ieri anche l'imprenditore paganese Zito si è avvicinato alla società. PISTOIESE: Bindi, Di Bernardino, Fiasconi, Ghinassi, Fautario, Cortese, Guerri, Muwana, Lanzillotta, Bellazzini, Dal Rio. PAGANESE: Pantanelli, Astarita, Iraci, Caracciolo, Taccola, Chiavaro, Esposito, Berardi, Lasagna, Fanasca, Cucciniello.

Il Mattino

Pistoiese, polemiche in corso.

Pistoiese-Paganese, posticipo valido per la 20a giornata del campionato di Prima Divisione della Lega Pro (Girone B), trova il club arancione reduce da una settimana piena di avvenimenti e strascichi polemici. Tiene banco il caso Cipolla.

Il posticipo di questa sera (fischio di inizio ore 20,45) contro la Paganese, arriva per il sodalizio arancione al culmine di una settimana piena di avvenimenti e strascichi polemici che inveleniscono una situazione di per sè già elettrica e precaria.

Il quasi certo addio di capitan Cipolla, (manca solo l'ufficialità che arriverà nella giornata di domani) e le sue dichiarazioni fortemente astiose nei confronti sopratutto di mister Polverino rilasciate in diretta telefonica durante la trasmissione "Anteprima Goal" di ieri mattina A Radio Diffusione Pistoia, danno un ulteriore tocco di tensione. Della quale sia gli addetti ai lavori che i tifosi arancioni, avrebbero volentieri e (aggiungiamo noi) giustamente fatto a meno.

Non si capisce il motivo che ha spinto il sodalizio presieduto da Massimiliano Braccialini dapprima ad acquistare Lorenzo Dal Rio (che con Cipolla avrebbe formato una coppia di attaccanti potenzialmente forte, n.d.r.) e poi a cedere il capitano arancione al Foligno, procurando una forte rottura con l'allenatore Polverino e notevole malumore all'interno dello spogliatoio.

Cipolla ha dichiarato senza parafrasare, come suo costume, che la cessione alla società umbra è avvenuta all'improvviso: "Mi ha chiamato il mio procuratore che ha detto che la Pistoiese mi aveva ceduto al Foligno! E' stata una vigliaccata. Sono rimasto sorpreso e deluso dall'atteggiamento di Polverino che mi aveva sempre dimostrato fiducia e che invece, si è comportato in maniera ambigua. Un comportamento che mi ha ha completamente disorientato. Come un fiume in piena Cipolla ha proseguito la sua lucida ma amara riflessione dichiarando: "Anche gli altri giocatori temono che il mister si comporti alla stessa maniera e non hanno più la fiducia di un tempo. Siamo rimasti all'interno dello spogliatoio a parlare per una mezzora e tutti si sono dimostrati dispiaciuti per la mia partenza”.

Così parlò l'ormai ex capitano della Pistoiese che se ne va dalla piazza pistoiese, dopo un anno esatto dal suo arrivo. Classe 1974, un carattere ribelle che spesso ha cozzato contro Presidenti e Società di appartenenza (ricordiamo le incomprensioni ed i litigi con Braglia alla Lucchese), a Pistoia in quest'ultimo periodo, sopratutto grazie all'arrivo di Polverino, aveva ritrovato fiducia nei propri mezzi ed una forma tale che, nelle ultime esibizioni, lo avevano portato ad essere il migliore della squadra.

Cosa sia successo tra l'allenatore ed il giocatore lontano da occhi indiscreti non lo sappiamo e forse non lo sapremo mai. Avvicinato dal sottoscritto mister Polverino ha candidamente affermato: "Io faccio l'allenatore e se la Società mi garantisce che partendo Cipolla possono arrivare altri due giocatori, io accetto per il bene della squadra".

In effetti il ragionamento non fa una piega ma pensiamo che la Società poteva attendere qualche giorno in più, visto che alle porte batte una partita da "dentro o fuori". Un eventuale passo falso potrebbe, oltre che dare il colpo di grazia nel cammino verso la salvezza, portare ulteriori malumori all'interno della squadra con drastiche e dolorose prese di posizione. Le prossime ore, a tale proposito, saranno fondamentali.

Antonio Zinanni - www.calciopress.net

La Paganese a Pistoia per il posticipo televisivo. Capuano senza i difensori Imparato e De Giosa

Pagani. Paganese impegnata questa sera nel posticipo del campionato contro la Pistoiese. Davanti alle telecamere di Raisport più, con inizio alle 20,45, gli uomini allenati da Ezio Capuano cercheranno di strappare punti preziosi in chiave salvezza. La Pistoiese, che per effetto dei risultati della domenica calcistica appena trascorsa è il fanalino di coda del girone, dovrà fare a meno dell'attaccante più prolifico, Cipolla mentre gli azzurrostellati non potranno contare sui difensori Imparato e De Giosa fermati per squalifica. Tra gli arancioni toscani debutto fin dal primo minuto per l'attaccante Dal Rio mentre Astarita e Chiavaro avranno il compito di sostituire gli squalificati tra le fila della Paganese. Capuano anche in Toscana avrà gli uomini contati visto che il direttore D'Eboli solo dalla prossima settimana metterà sotto contratto i 3 atleti che servono per completare la rosa. Nonostante la diretta televisiva anche a Pistoia la Paganese sarà scortata da un centinaio di tifosi. Pistoiese-Paganese sarà diretta da Bergher di Rovigo che è al secondo anno di Can C. Questa la probabile formazione della Paganese: Pantanelli, Astarita, Iraci, Caracciolo, Taccola, Chiavaro, Esposito, Berardi, Lasagna, Fanasca, Cucciniello. ra.co.

La Paganese a Pistoia con gli uomini contati.

In attesa di buone nuove dal calciomercato, mister Capuano è ancora in piena emergenza considerando anche le squalifiche di capitan De Giosa e Imparato.
Formazione obbligata, quindi, per il tecnico salernitano che, quasi sicuramente, manderà in campo lo stesso undici che così bene ha fatto nel derby con la Juve Stabia. Davanti a Pantanelli ci sarà il trio composto da Astarita, Taccola, che indosserà la fascia di capitano, e Chiavaro. A centrocampo le corsie esterne saranno occupate da Iraci ed Esposito, rispettivamente quella destra e quella sinistra, mentre a presiedere la zona nevralgica ecco Cucciniello, Caracciolo e Berardi. In attacco la coppia Fanasca - Lasagna.

Questo il probabile undici : Pantanelli, Chiavaro, Iraci, Caracciolo, Astarita, Taccola, Esposito, Berardi, Lasagna, Fanasca, Cucciniello.

A disp. : Melillo, Buonocore, Legittimo, D'Andria, Bacchi, Versiglioni, Capodaglio.

Gianluca Russo - paganese.it

Pistoiese-Paganese: a tu per tu con l'avversario.

PISTOIA - Due le novità in casa pistoiese in vista dell'incontro con la Paganese. La prima riguarda l'esordio di Lorenzo Dal Rio al centro dell'attacco arancione. La seconda invece riguarda il ruolo di portiere, per il quale Gianmatteo Mareggini si riprende il posto di titolare. Quanto a Lorenzo Dal Rio, arrivato ad inizio settimana, proprio in tempo per poter debuttare in occasione del posticipo con la Paganese, trasmesso da Raisat Più. Il suo innesto, come ha dichiarato il tecnico Polverino alla vigilia, è sicuro, in quanto dovrà sostituire lo squalificato Giovanni Cipolla. L'attaccante napoletano, nel frattempo, potrebbe passare al Foligno, squadra dalla quale ha ricevuto una offerta. L'affare è praticamente già fatto, anche se l'ufficialità ci sarà solo nella giornata di domani. Per mister Polverino si tratta quindi di un impiego obbligato, quello di Dal Rio, che farà da terminale ad un attacco nel quale dovrebbe tornare anche il giovane Quadrini, nel mirino della Juve Stabia. Il trio d'attacco arancione sarà formato, quindi, dallo stesso Quadrini, Dal Rio e dal confermato Bellazzini. Confermato rispetto alla gara con il Crotone anche il centrocampo, nel quale giocheranno Guerri, Lanzillotta e Cortese, con qualche chances per Muwana. Invariata invece la difesa, con Di Berardino, in ballottaggio con Cutrupi, Fiasconi, preferito a Bartolucci, Ghinassi e Fautario. In porta, invece, giocherà il rientrante Mareggini, tenuto fuori a Crotone a vantaggio di Bindi, perché quest'ultimo ha subito un leggero infortunio alla spalla in settimana e non si è potuto allenare. Insomma, la Pistoiese si appresta ad affrontare questa difficile sfida con la Paganese, sperando di riscattare le ultime due sconfitte consecutive.

Riccardo Agostini da paganese.it

Pistoiese: Del Rio all'esordio in arancione (La Nazione).

25.1.09

Ultimora Pistoiese: si infortuna il portiere Bindi. Al suo posto Sorini.

Un infortunio terrà ai box il portiere Bindi, per cui domani sera con la Paganese andrà in panchina Sorini. Il resto della truppa ricarca quelo sceso in campo a Crotone, con la variazione del neo acquisto Dal Rio al posto dello squalificato Cipolla. Ecco la lista che mister Polverino ha stilato questa sera dopo l'ultimo allenamento: Ecco l'elenco completo: Bartolucci, Bellazzini, Bianchini, Breschi, Cortese, Cutrupi, Dal Rio, Di Berardino, Fautario, Femiano, Fiasconi, Ghinassi, Guerri, Lanzillotta, Mareggini, Muwana, Quadrini, Sorini.

acpistoiese.net

Pistoiese-Paganese: le probabili formazioni.



Immagine tratta dal giornalino di acpistoiese.net

Ecco cosa è successo in attesa del posticipo Pistoiese-Paganese.

Per la Pistoiese Capuano cambia la difesa: è pronto Chiavaro.

RAFFAELE CONSIGLIO Pagani. Stamani la Paganese si è messa in viaggio verso Pistoia dove domani sera affronterà i padroni di casa nel posticipo del girone B della Prima Divisione (diretta Raisport più a partire dalle ore 20,45). Capuano in questa settimana ha dato spazio a diversi allenamenti sotto la luce artificiale per far abituare i suoi. Lo stato fisico atletico della squadra è buono manca solo qualche pedina in più ma questa sarà l'ultima settimana di emergenza visto che poi già da lunedì prossimo si passerà a mettere sotto contratto quei calciatori che il direttore generale, D'Eboli ha fermato da tempo, due attaccanti ed un centrocampista centrale. Qualcosa si muove anche per quel che concerne l'allargamento della società. Il messaggio lanciato dal presidente Trapani ha già fatto breccia nel cuore di Antonio Buccino, imprenditore quarantottenne trapiantato a Pagani, che da sabato è entrato fattivamente a far parte della società azzurrostellata. Questo permetterà a Trapani di avere un aiuto economico sostanziale e poter portare a termine il campionato nel migliore dei modi. Intanto sempre nella giornata di sabato è stato innaugurato, alla presenza del sindaco Gambino e dello stesso Capuano, il centro di raccolta contributi "Pro Paganese" in via Marconi a Pagani. Sul fronte squadra domani contro la Pistoiese il tecnico azzurrostellato dovrà rinuciare ai difensori Imparato e De Giosa che sono stati fermati dal giudice sportivo rispettivamente per due ed un turno. Pronto al rientro fin dal primo minuto il difensore Chiavaro che si è ristabilito a pieno dal fastidio muscolare che gli aveva privato di prendere parte alla gara, domenica scorsa, contro il Real Marcianise.

Il Mattino

Guerri, Pistoiese: " E' l'occasione ideale per vincere" (La Nazione).

Dimostriamo di amare la Paganese (di Peppe Nocera).

Quello che sta attraversando la Paganese è sicuramente, il primo, vero momento delicato dell’era Trapani. Il presidente del risorgimento calcistico paganese, da sei anni al comando del club azzurro, si trova a vivere una situazione economica non certo florida, che lo preoccupa ma certamente non lo avvilisce. La società ha sempre avuto un indirizzo di gestione oculato e, pur con tutte le precauzioni possibili, si trova a fronteggiare questo periodo di crisi da allarme arancione, e non certamente per via del prossimo avversario la Pistoiese. Come sempre guarda lontano il presidente dell’era d’oro della Paganese e già vede un futuro tutt’altro che buio però è il presente che offre incertezze ed ansie ma lui ed i suoi amici di cordata, sono pronti ad affrontarlo. Questa volta hanno chiesto aiuto, però, in modo esplicito alla città con il varo del pacchetto pubblicitario una simpatica iniziativa per rendere partecipi tutti con un minimo contributo. E’ il momento di dimostrare al Presidente la riconoscenza per tutto quello che ha saputo creare in questi anni di autentica goduria calcistica. L’altra sera, durante la trasmissione "Azzurrissima" l'ho visto più rinfrancato di qualche giorno prima. Vive il momento con la giusta responsabilità ed anche la consapevolezza che anche stavolta ne verrà a capo con il suo ottimismo e la sua caparbietà. L’ingresso di un nuovo imprenditore paganese, Antonio Buccino, ha sicuramente ridato entusiasmo alla società che non vede cadere nel vuoto i suoi appelli di allargare il cerchio dei soci che sembra poter accogliere altri componenti a breve, come lo stesso Rino Sorrentino che, come ha dichiarato il presidente Trapani, con il quale ha avuto anche già un contatto, sarebbe intenzionato a valutare un ritorno, gradito, in società. Tante novità dunque bollono in pentola e come si vede con barlumi di speranza all’orizzonte.

Nel frattempo tra iniziative varie a livello societario ed il mercato che entra nel vivo con l’ultima settimana a disposizione per compiere operazioni, la Paganese - squadra è attesa da un autentico scontro diretto che vale doppio. Pistoiese – Paganese, che sarà il posticipo serale della terza giornata di ritorno del girone B di Prima Divisione, è praticamente uno spartiacque per il prosieguo del campionato. Da Pistoia bisogna ritornare assolutamente con punti pesanti. Sarà quella che si mostrerà al "Melani" l’ultima Paganese formato emergenza con gli squalificati De Giosa ed Imparato e con un organico ridotto ai minimi termini e senza attaccanti con determinate caratteristiche. Allora l’invito è rivolto a chi ha più campionati sulle spalle e dunque i vari Pantanelli, Taccola, Caracciolo ai quali chiedo di disputare la partita-perfetta e capitalizzare al massimo questa trasferta che è determinate per tanti aspetti e trascinare i più giovani al successo. Capitolo mercato. Nonostante le ristrettezze economiche due, tre, calciatori di categoria arriveranno. Capuano invoca, giustamente, forze nuove in attacco e già in settimana ci potrebbero essere novità. A questo punto i nomi sono superflui. Servono calciatori con determinate attitudini per la piazza e con uno spirito di sacrificio che si adatti all’ambiente e sposi il progetto Paganese. IL d.g. D’Eboli, o meglio colui che è chiamato a trasformare come sempre la lana in seta, farà giungere a Pagani due punte, una esperta e l’altra giovane con l’aggiunta di un centrocampista di categoria per definire la rosa. Difficile coniugare esigenze economiche e qualità del prodotto ma lui, il Mandrake del mercato, siamo sicuri che anche questa volta ce la farà.

Peppe Nocera - paganese.it

Paganese: nuovo ingresso in società.

Altro ingresso in società per la Paganese Calcio. Alfonso Zito, imprenditore locale, è entrato a far parte della famiglia azzurrostellata contribuendo così a dare ulteriore ossigeno alle casse societarie.

Gianluca Russo - paganese.it

Lega Pro 1/B-Risultati e marcatori 20a giornata.

Nella ventesima giornata del campionato di Lega Pro Prima Divisione (girone B) tra le prime vince solo il Benevento. Il Crotone crolla a Marcianise. Perugia battuto a Sorrento. Foligno-Gallipoli rinviata al 01/02. Pistoiese-Paganese si gioca domani sera alle 20,45.

BENEVENTO-TARANTO 2-0
8’pt Castaldo, 27’st Palermo


CAVESE-FOGGIA 1-1
39’pt rig. Coletti (F), 47’pt rig. Favasuli (C)


FOLIGNO-GALLIPOLI rinviata a 01/02 - ore 14.30


JUVE STABIA-AREZZO 0-0


PESCARA-TERNANA 2-2
6’pt Morello (T), 12’pt Noviello (T),
31’pt Simon (P), 45’st rig. Zeytulaev (P)


PISTOIESE-PAGANESE lun. 25 - ore 20,45


POTENZA-V. LANCIANO 2-0
2’st Cuomo, 16’st Cantoro


R. MARCIANISE-CROTONE 3-1

5’pt Manco (M), 3’st Pacciardi (C),

18’st Innocenti (M), 35’st Della Ventura (M)


SORRENTO-PERUGIA 1-0
1’st Biancone


Classifica


Gallipoli 40

Benevento 39

Arezzo 37

Crotone 36

Cavese 32

Foggia 31

R. Marcianise 27

Perugia, Sorrento 25

Pescara*, Ternana 24

Paganese 22


Juve Stabia**, V. Lanciano 21

Taranto 20

Foligno 17

Potenza*** 15

Pistoiese 14


* 1 punto di penalizzazione

** 2 punti di penalizzazione

*** 3 punti di penalizzazione

Foligno, Gallipoli, Paganese e Pistoiese una partita in meno


Redazione Diretta Web – www.calciopress.net

24.1.09

I convocati per Pistoiese-Paganese.

I tecnici azzurrostellati Capuano e Pepe, per la gara di lunedì con la Pistoiese, hanno convocato i seguenti diciotto calciatori :

Portieri : Melillo, Pantanelli;

Difensori : Astarita, Buonocore, Chiavaro, Taccola;

Centrocampisti : Bacchi, Berardi, Capodaglio, Caracciolo, Cucciniello, D'Andria, Esposito, Iraci, Legittimo, Versiglioni;

Attaccanti : Fanasca, Lasagna.

Non risultano tra i convocati gli squalificati De Giosa e Imparato che, domani mattina, partiranno comunque con la squadra per il ritiro di Montecatini Terme.

Gianluca Russo - paganese.it

Pistoiese: quale formazione?

Pistoia - Gli arancioni sono tutti al pezzo per affrontare il difficile match di lunedì sera con la Paganese. La Pistoiese, com’è noto, priva di Giovanni Cipolla, squalificato, e anche in odore di trasferimento (le sirene provenienti dall’Umbria in particolare Foligno e Gubbio) sembrano essere irresistibili, ed a questo punto la società del presidente Braccialini, la settimana prossima, sarà costretta a rituffarsi sul mercato... Tornando all’attualità c’è da chiedersi chi sarà il sostituto dell’attaccante napoletano, fermo restando che come terminale offensivo giocherà Dal Rio, all’esordio in maglia arancione. A questo punto il più indiziato a prendere il posto di Cipolla sembra il giovane Quadrini che sembra avere velocità e scatto bruciante nel breve. L’intesa con l’attaccante ex Lumezzane è stata fra l’altro testata con incoraggianti segnali nella partitella in famiglia di metà settimana. Le scelte comunque fino a domenica pomeriggio non saranno effettuate e non solo per l’attacco ma anche per il centrocampo dove il prescelto come quarto uomo sembrerebbe Cortese da aggiungere ai vari Guerri, Lanzillotta e Muwana, con Femiano sacrificato in panchina. “Comunque al di là di chi scenderà in campo è importante l’organizzazione di gioco, lo spirito di sacrificio e l’umiltà di tutti”, è la dichiarazione di Mister Polverino. In difesa vi sono altre incertezze: fermi restando Fautario sulla fascia sinistra e Ghinassi come centrale, si contenderanno una maglia Di Berardino e Cutrupi sulla fascia destra, l’esperto Fiasconi e Bartolucci come secondo centrale; tutto dipenderà dalla formazione che mister Capuano metterà in campo. La speranza di un ritorno alla vittoria fra le fila arancioni c’è è inutile negarlo, sia nella squadra che fra i tifosi, le telecamere RAI potrebbero essere uno stimolo ulteriore per tornare a quella vittoria che fra le mura amiche manca dal 7 settembre 2008, quasi 5 mesi. Una eternità.

Graziano Breschi - www.tuttalac.it

Fanasca insegue il gol dell'ex.



RAFFAELE CONSIGLIO
Pagani. Per il posticipo di lunedì sera, diretta Raisport più dalle ore 20,45, contro la Pistoiese, Capuano ha fatto variare gli allenamenti. Si è dato spazio alla preparazione settimanale sotto la luce artificiale per far abituare i calciatori. Giovedì durante il test amichevole disputato a Baronissi contro il Valentino Mazzola, squadra che milita nel campionato di Promozione, il tecnico salernitano ha dato spazio a tutti gli uomini a sua disposizione. In gol Berardi, Fanasca ed Imparato. Proprio Fanasca sarà uno dei calciatori più osservati visto che appena qualche settimana fa era proprio tra le fila degli arancioni con Legittimo, che però inizialmente si accomoderà in panchina. Da ex Fanasca (nella foto) ci tiene a dare un dispiacere alla sua ex squadra ma sopratutto a regalare la vittoria alla Paganese. «Per me sarà una gara particolare visto che avevo iniziato questo campionato proprio con la Pistoiese. Mister Miggiano mi volle a tutti i costi ed io accettai anche se devo dire che non ho mai dimenticato ne la Paganese ne la gente di Pagani. La salvezza dello scorso anno mi è rimasta dentro». Lunedì però bisognerà ancora una volta stringere i denti e far fronte alle difficoltà che ci sono in organico. «È vero al momento non è che siamo al completo però credo che al di là di questo chi andrà in campo darà il massimo anche perchè dobbiamo cercare di portare punti a casa. Loro vorranno a tutti i costi vincere ma difronte troveranno una Paganese convita di poter far male». La giovane età della Pistoiese potrebbe alla fine giocare a vostro favore. «Certo giocheranno con tanti giovani e potrebbero peccare di inesperienza però dobbiamo restare concentrati fino all'ultimo minuto perchè contro di noi, loro, si giocano una grossa fetta di permanenza in Prima Divisione. Io sono convinto che sarà una bella gara e che di certo possiamo tornare a casa con un grosso risultato. Magari vinciamo e realizzo il gol della vittoria. Sarebbe bello anche se ripeto l'importante è il bene della Paganese». Pistoiese - Paganese sarà diretta da Bergher di Rovigo che è al secondo anno di Can C.

Il Mattino