31.8.08

Consoliamoci con i tre punti di penalizzazione inflitti al Potenza.

Ecco la nuova classifica dopo la penalizzazione del Potenza legata ai fatti della partita Salernitana-Potenza della scorsa stagione:

Paganese-Foligno 1-2: la cronaca di Gianluca Russo.

Il tecnico Capuano deve rinunciare, oltre a Ferrero e Bacchi per i quali la società azzurrostellata attende l’ok da parte della Lega per il loro tesseramento, anche a Costanzo, squalificato, al centrocampista Tisci vittima di un’infiammazione al collaterale del ginocchio sinistro, e, dal 25’ della prima frazione di gioco, De Lorenzo a causa di noie muscolari. A mezzo servizio, invece, Bombara e Lasagna che partono dalla panchina costringendo così il tecnico di casa a mandare in campo Iraci e De Lorenzo.
Cevoli, invece, non può contare sul difensore Guastalvino anch’egli appiedato dal Giudice Sportivo.
Dopo una ventina di minuti in cui il gioco è stato spezzettato, con le due squadre che si sono controllate a vicenda, al 23’ la prima conclusione nello specchio della porta. Di Cosmo, in seguito ad calcio d’angolo, effettua un cross sottoporta sul quale si fa trovare pronto Taccola ma il suo tiro è troppo debole per poter impensierire Ripa. Dopo tredici minuti, però, arriva una ghiottissima occasione per i padroni di casa. Berardi sull’out mancino verticalizza per Di Cosmo il cui tiro a botta sicura esalta le doti di Ripa che con un colpo di reni manda la sfera in angolo.
La Paganese continua ad affacciarsi nella metà campo ospite ma non trova i varchi giusti e quando la prima frazione di gioco sembra confermare lo zero a zero iniziale arriva la doccia fredda. In pieno recupero, al 46’, punizione di Coresi in area per De Paula che indisturbato manda di testa alle spalle di Castelli. Dopo tre minuti di recupero, Viti manda le due squadre negli spogliatoi con gli ospiti che hanno saputo capitalizzare l’unica occasione capitatagli grazie ad uno svarione difensivo dei padroni di casa.
La ripresa, però, non inizia meglio per gli azzurrostellati. Dopo solo venticinque secondi, leggerezza di Imparato che, nell’intento di servire all’indietro il proprio portiere, mette De Paula a tu per tu con Castelli che si guadagna gli applausi del pubblico deviando in angolo.
La Paganese tenta di farsi vedere dalle parti di Ripa al 10’. Cross di Capodaglio in area per Taccola che di testa non inquadra lo specchio della porta.
Dopo un minuto però arriva il raddoppio. Turchi approfitta dell’ennesimo errore di Imparato servendo al centro Coresi che spedisce la sfera alla destra di Castelli. Al 15’ la Paganese potrebbe accorciare le distanze. Di Cosmo approfitta di un cattivo disimpegno di Ripa, lo aggira con un pallonetto che però non centra lo specchio della porta. Dopo tre minuti arriva la rete dei padroni casa. Spunto sulla corsia di sinistra di Di Cosmo, ottima palla al centro per Lasagna che sottoporta è lesto ad insaccare. Al 28’ la Paganese potrebbe anche pareggiare. Punizione di Di Cosmo sul primo palo dove è ben appostato Esposito ma il suo tiro termina sul fondo dando solo l’illusione del gol. La Paganese preme sull’acceleratore e spinto dal pubblico si lancia in avanti alla ricerca del pareggio. Al 30’ contatto in area Lasagna-Ripa, l’assistente Paglione indica il dischetto ma Viti lo smentisce. I padroni di casa non si fermano e dopo un minuto Esposito lavora un buon pallone sulla destra, mette al centro per Di Cosmo che clamorosamente manda a lato. L’ultima occasione per la Paganese arriva al 45’ con Esposito che su punizione chiama alla deviazione in angolo Ripa. Termina così la gara con il Foligno che al terzo tentativo, dopo le due sconfitte consecutive al “Torre”, riesce ad espugnare Pagani confermando, per il quarto anno consecutivo, così la tradizione che la vede vincente alla prima giornata di campionato.

Gianluca Russo - paganese.it

Paganese-Foligno: le foto di paganese.it










Le foto sono di Matta Francavilla - paganese.it

Il Foligno sfata il tabù del Marcello Torre.

La Paganese di Ezio Capuano si presenta al debutto al Marcello Torre senza lo squalificato Costanzo e con Bacchi e Ferrero assenti per motivi di tesseramento. Capodaglio e De Lorenzo vengono preferiti rispettivamente a Tisci (reduce da un infortunio) e Mendil (non ancora al top della condizione).
Tra i falchetti la formazione è quasi obbligata: Ripa tra i pali, in difesa (da sinistra a destra) Fiuzzi, Furiani, Bisello R., centrocampisti centrali Mandorlini e Signori, Baldanzeddu laterale destro e De Stefano ad occupare la fascia sinistra, Coresi in regia, con Turchi e il brasiliano De Paula in attacco. Pippo Petterini come da copione parte dalla panchina.
Partita equilibrata per una buona mezzora con nessuna azione degna di nota, se non un anticipo di Ripa su Taccola ed una punizione di Coresi deviata in angolo dagli avversari. La gara si infiamma nel finale di frazione quando la Paganese diventa padrona del campo e crea un'azione pericolosa al 35' con l'argentino Di Cosmo che, ben servito da Berardi, con il destro costringe Ripa ad un prodigioso colpo di reni.
Ma, nel momento di maggior pressione degli azzurro-stellati, al primo minuto di recupero, una punizione di Coresi si trasforma in un perfetto assist per De Paula che, di testa, supera Castelli portando in vantaggio i falchetti.
La ripresa inizia subito bene per gli uomini di Cevoli: dopo dieci minuti triangolazione fra re Juan Martin Turchi e Matteo Coresi , con quest'ultimo che scaglia un preciso rasoterra: la sfera si insacca fra palo e portiere: 0-2 . Ma passano appena cinque minuti e la Paganese accorcia le distanze con Lasagna (subentrato al 26'pt a De Lorenzo uscito per infortunio), pronto a raccogliere un assist di Di Cosmo.
L'undici di Capuano spinge assennatamente: alla mezz'ora Esposito manca di un soffio l'appuntamento con la rete su punizione calciata da Di Cosmo e poco dopo (al 33') lo stesso Esposito spadroneggia sulla fascia destra del rettangolo di gioco e serve Di Cosmo, ma l'argentino fallisce una facile occasione davanti a Ripa. Mister Cevoli prova a bloccare le trame avversarie rinforzando la linea difensiva: dopo l'ingresso di Pencelli al 25', debutta in campionato anche Petterini che va a rilevare De Stefano al 29'. Ora i falchetti riescono a tenere sotto controllo le offensive della Paganese e si arriva al 45' con il sig. Viti di Campobasso che assegna 3 minuti di recupero. Ultimo acuto col solito Esposito che al 91' impegna Ripa in angolo. La gara termina con il risultato di 2-1 per i biancoazzurri di Cevoli: dopo le recenti 2 sconfitte al Marcello Torre arriva finalmente la prima vittoria.

La cronaca è tratta da folignocalcio.it

Paganese-Foligno 1-2: esordio amaro per gli azzurrostellati. Capuano avrà molto da lavorare.



PAGANESE: Castelli, Imparato(21's.t. Chiavaro), Berardi, Caracciolo, De Giosa, Taccola, Esposito, Iraci (8' s.t. Bombara), De Lorenzo (25' p.t. Lasagna), Capodaglio, Di Cosmo. All: Capuano

FOLIGNO: Ripa, Bisello Ragno, De Stefano 28' s.t. Petterini), Signori, Fiuzzi, Furiani, Baldanzeddu (25' s.t. Pencelli), Mandorlini, Turchi, Coresi ( 23' s.t.Scianni Ribeiro), De Paula. All: Cevoli

ARBITRO: Viti di Campobasso

Assisenti: Paglione (Campobasso), Fortarezza (Foggia)

MARCATORI : DE PAULA al 46' p.t. - CORESI al 12' s.t. - LASAGNA al 20 s.t.

Ammoniti: Capodaglio, Mandorlini, Lasagna, Signori, Fiuzzi

Il Foligno approfitta degli errori di una Paganese dai due volti e si aggiudica per 2-1 la prima sfida stagionale di campionato.
Primo tempo eqilibrato tra le due formazioni. Azzurrostellati intraprendenti al 22' con una conclusione di Taccola su cross di Iraci. Al 39' ci ha provato Di Cosmo a volo, bravo Ripa a deviare in angolo.
Al 25' De Lorenzo è stato costretto a lasciare il campo per un infortunio; al suo posto è subentrato Lasagna.
Foligno in vantaggio al 46' con un colpo di testa di Di Paula che tutto solo in area trafigge Castelli su punizione di Coresi.
Termina il primo tempo con gli ospiti in vantaggio per 1-0.

La ripresa inizia con un clamoroso errore di Imparato che serve palla a Di Paula, Castelli è bravissimo a chiudere lo specchio e a deviare in angolo. Il Foligno cerca di chiudere la partita in proprio favore e trova il raddoppio all'11' st: ancora una disattenzione di Imparato che attaccato da Turchi serve lateralmente Coresi che con un gran tiro trafigge Castelli.
Il goal del Foligno sveglia gli azzurrostellati che in più occasioni si presentano pericolosi dalle parti di Ripa.
Al 15' Di Cosmo non riesce ad approfittare di uno scivolone del portiere Ripa uscito incautamente fuori area. L'attaccante argentino della Paganese non inquadra la porta.
La Paganese incrementa la pressione e riesce ad accorciare le distanza con Lasagna che raccoglie un assist di Di Cosmo dalla sinistra e insacca l'incolpevole Ripa.
La Paganese spinge alla ricerca del pareggio. Taccola di testa sugli sviluppi di un angolo non riesce ad imprimere potenza alla sfera.
Al 28' su punizione bassa di Di Cosmo, Esposito manca il tap in vincente sotto porta di un soffio.
Al 30' intervento sospetto di Ripa su Lasagana. L'arbitro sembra aver concesso il rigore ma in realtà segnalava la linea di fondo campo
31' azione tambureggiante di Esposito sulla destra che serve Di Cosmo che sbaglia da un metro dalla porta.
La pressione della Paganese col trascorrere dei minuti si va esaurendo e il Foligno negli ultimi minuti riesce a difendere con tranquillità la propria porta.

Finisce con il Foligno che espugna il Marcello Torre per 2-1. Inizia male l'avventura degli azzurrostellati in questo torneo. I ragazzi per l'impegno profuso nella ripresa avrebbero meritato almeno il pareggio ma hanno pagato a caro prezzo gli errori commessi sia in fase difensiva che in quella offensiva.

La cronaca è di paganesecalcio.com

30.8.08

Paganese-Foligno: forza azzurri!

Forza Azzurri ! Voglio cominciare così, con questo incitamento ai nostri calciatori che domenica iniziano il campionato affrontando il Foligno. Nel braciere del "Torre" la temperatura sarà altissima alle ore 15.00 quando ci sarà il calcio d'inizio. Sino ad ora in Coppa Italia, dove la Paganese è in piena corsa per la qualificazione, s'è giocato con la piacevole atmosfera serale. Domenica si ritorna all'orario tradizionale e le energie di capitan De Giosa e compagni dovranno essere aumentate dal calore del pubblico sotto la spinta della curva nord che sicuramente indosserà l'abito migliore per l'esordio stagionale. L'ultima esibizione in Coppa Italia con il Savoia ha fatto intravedere, per un buon tempo, di nuovo quel credo calcistico caro al tecnico Capuano mettendo in mostra le individualità di sicuro affidamento come i vari Astaria, Capodaglio, Iraci che hanno vivacizzato la gara, scivolata via senza preoccupazioni per Melillo. E' mancata la giusta cattiveria sottoporta con Di Cosmo che ha sfiorato più volte la marcatura dopo il gol vincente di Mendil.
E' una Paganese che ritengo abbia bisogno ancora di tempo per automatizzare i movimenti in sincrono dei vari schemi anche se si è sulla buona strada. E' piaciuto Tisci da centrale, nel cuore del centrocampo con in mano il bastone di comando. Quella posizione valorizza le sue qualità ma sopratutto ne giovano gli attaccanti o chi s'inserisce nelle sue verticalizzazioni. In attesa degli ultimi due arrivi, esterno sinistro di centrocampo ed incontrista (lunedì a Milano il D.G. D'Eboli annuncerà i nuovi acquisti), è tutto pronto per sfidare gli umbri. Lo scorso anno da neo promosso, il Foligno è stata la vera rivelazione del campionato giungendo sino alla semifinale Play Off, uscendo sconfitto con il Cittadella poi promosso in B. Questa Paganese, spigliata e vogliosa di esprimere un calcio spettacolare, è pronta a stupire e noi attendiamo impazienti. Nel frattempo godiamoci la prima giornata di questo nuovo campionato di Prima Divisione, Girone B. Domenica l'appuntamento è per le ore 15.00, Stadio "Marcello Torre". Noi C1 siamo ancora. FORZA AZZURRI !

Peppe Nocera - paganese.it

Una bellissima lettera da un supertifoso del Foggia.

Ho ricevuto questa bellissima lettera da un caro amcio tifosissimo del Foggia. Ve la propongo perchè è davvero intensa:

"Salve,
sono un tifoso del Foggia che nello scorso campionato è riuscito a vedere la partita Paganese - Foggia in mezzo ai tifosi azzurrostellati.
In quell'occasione sia in Città che sugli spalti ho ricevuto, insieme ai miei amici, un'accoglienza esemplare per cortesia e gentilezza..

Mi fa molto piacere che il Foggia e la Paganese siano capitati nello stesso girone e spero di poter ritornare nel vostro stadio anche quest'anno.

Porgo a tutti gli sportivi e tifosi della Paganese gli auguri di un buon campionato che possa concludersi con le nostre due squadre nei primi posti in classifica.

Invito chi è interessato a visitare uno, se non il maggior, sito dei tifosi del Foggia "www.foggiacalciomania.com" dove, previa iscrizione, potrete anche visitare il forum che conta circa 9.000 iscritti.

Un abbraccio al caro amico Enrico con il quale l'anno scorso abbiamo condiviso gioie e dolori."


Pino Cicolella

Calciomercato: D'Eboli a caccia degli ultimi colpi.

RAFFAELE CONSIGLIO Pagani. La Paganese è intenta a preparare il debutto in campionato che avverrà domenica al "Marcello Torre" contro il Foligno. La bella vittoria in coppa contro il Savoia è ormai alle spalle. In città sale l'attesa per vedere finalmente all'opera la Paganese al primo vero appuntamento importante della stagione. Capuano dagli ultimi 90 minuti di coppa ha avuto le risposte che aspettava. La squadra rispetto ad alcune settimane fa iniza ad essere più veloce e reattiva ed anche il gioco che il tecnico ha chiesto ai suoi uomini si inizia a delineare. Note positive che lasciano ben sperare a 24 ore dal debutto in campionato. Lo staff di mercato in queste ore però è intento alla ricerca di quei due elementi per il completamento dell'organico. Manca un esterno sinistro ed un centrale di centrocampo. D'Eboli attende fiducioso la risoluzione in positivo dell'affare Silvestri. Il calciatore pupillo di Capuano ha chiesto alla sua attuale società, il Pescina, di essere lasciato libero perché è entusiasta della chiamata del club azzurrostellato. Alla volontà del calciatore al momento si è opposto il tecnico del Pescina, quell’Andrea Chiappini vecchia conoscenza del popolo azzurrostellato. D'Eboli però non molla e resta fiducioso. Altra pista seguita dall'operatore di mercato azzurro è quella che porta a Cherubini della Ternana. Per l'altro tassello mancante, ovvero il centrale di centrocampo, si aspetterà a lunedì prossimo quando una delegazione di mercato partirà alla volta di Milano anche se sul mercato c'è quell'Antonio Marasco che è ancora capace di fare la differenza in C1. Società che aspetta a momenti anche il tranfert dell'attaccante argentino Ferrero. Capuano confida molto nelle doti di questo attaccante che nelle amichevoli fin qui disputate ha dimostrato di avere i numeri adatti per essere il valore aggiunto in avanti. Nel test amichevole del giovedì contro la Beretti proprio Ferrero si è reso autore di due pregevoli marcature. In rete anche l'altro attaccante Di Cosmo. Intanto l'emittente televisiva Quarto Canale si è aggiudicata i diritti in esclusiva.

Tutto pronto per l'esordio casalingo col Foligno: in forte dubbio Ivan Tisci.

Il tecnico Ezio Capuano, oltre a Ferrero e Bacchi per i quali la società azzurrostellata non ha ancora ottenuto l'ok della Lega, potrebbe fare a meno anche del centrocampista Ivan Tisci, vittima di un'infiammazione al legamento collaterale del ginocchio sinistro.
Oltre alla presenza di Tisci, l'altro dubbio riguarda il reparto offensivo. Capuano potrebbe preferire Lasagna a Mendil ancora non al top della condizione.

Questa il probabile undici:

Castelli, Imparato, Bombara, Caracciolo, De Giosa, Taccola, Esposito, Berardi, Lasagna (Mendil), Tisci (Capodaglio), Di Cosmo.

Gianluca Russo - paganese.it

Paganese-Foligno: ecco i convocati.



Lo staff tecnico della Paganese Calcio ha diramato la lista dei convocati per la partita con il Foligno in programma domani al "Marcello Torre".
Questi i calciatori a disposizione:

PORTIERI: Castelli, Melillo

DIFENSORI: Astarita, Bombara, Chiavaro, De Giosa, Imparato, Taccola

CENTROCAMPISTI: Berardi, Capodaglio, Caracciolo, D'Andria, Esposito, Iraci, Tisci

ATTACCANTI: De Lorenzo, Di Cosmo, Lasagna, Mendil

Non sono ancora disponibili per motivi di tesseramento il laterale Bacchi e l'attaccante Ferrero, mentre Costanzo è squalificato.

paganesecalcio.com

29.8.08

Conosciamo il Foligno.



Con l'inizio del campionato, parte una nuova rubrica di Paganese.it nella quale andremo a conoscere l'avversario di turno degli azzurrostellati

E’ un Foligno decisamente rinnovato quello che si appresta ad esordire in campionato contro gli azzurro stellati del neo tecnico Capuano. La società umbra del patron Zampetti, dopo la conquista dei play-off nella passata stagione in C1 ( l’attuale prima divisione di Lega Pro ) ha subito in questo ultimo calciomercato delle modifiche importanti.

La prima è quella della scelta del tecnico. Dopo l’addio di Pierpaolo Bisoli, passato al Cesena, il duo dirigenziale biancazzurro formato da Cherubini e Pizzimenti ha scelto di affidare la panchina al giovanissimo allenatore Roberto Cevoli, che proprio con il Foligno affronterà la sua prima avventura da tecnico (dopo essere stato il vice di Gregucci e Camolese nel Vicenza). Il modulo preferito dal nuovo allenatore biancazzurro è il 3-4-1-2, con il quale già nella passata stagione il Foligno ha giocato in più di un occasione. Con l’addio di Bisoli però, il Foligno ha perso numerose pedine importanti. Gianluca Segarelli, Marco Bonura e Moreno Zebi infatti hanno seguito le orme dell’ex tecnico dei falchetti e vestiranno quest’anno la casacca bianconera del Cesena. Oltre a loro tre, sono stati tantissimi gli addii in casa Foligno. Ha lasciato l’Umbria anche il talentuoso esterno Fabrizio Cacciatore, passato alla Triestina. Insieme a lui anche Gianluca Giovannini, che ha firmato ad inizio estate un triennale con i bianco scudati del Padova. A centrocampo da segnalare la perdita del giovane Marco Parolo, finito all’Hellas Verona insieme al bomber campano Domenico Girardi, mentre il roccioso Manuel Pascali è finito al Kilmarnock, formazione che milita nella serie A scozzese (con la quale è già stato autore di un ottimo avvio di stagione, segnando anche un gol). In avanti, oltre all’addio del già citato Domenico Girardi, Paolo Bellucci è passato all’Arrone (serie D), mentre Stefano Giacomelli è stato acquistato dall’Inter in comproprietà proprio con i falchetti. Ma veniamo ai rinforzi.

Il primo su tutti è sicuramente il “puntero” Juan Martin Turchi, che si appresta a vivere il suo terzo anno da falchetto, ma che nella passata stagione è stato costretto a stare lontano dai campi di gioco praticamente per tutta la stagione (out da Novembre). Tra i pali confermatissimo il duo composto dal primo portiere Francesco Ripa e Nicola Palanca. In difesa ha rinnovato per altri tre anni Paolo Guastalvino (a cui è stata affidata la fascia da capitano). Stesso discorso per Luca Bisello Ragno, fresco di rinnovo per un’altra stagione. Le forze fresche per la difesa provengono da Luca Fiuzzi (lo scorso anno alla Reggiana), Mattia De Stefano (dal Torino) ed Ivano Baldanzeddu (in prestito dall’Empoli), che già viene considerato uno dei jolly per i falchetti, visto la sua duttilità. Per la gara contro la Paganese può considerarsi recuperato anche il folignate “doc” Filippo Petterini, dopo l’operazione in artroscopia al ginocchio subita più di un mese fa. A centrocampo le maggiori rivoluzioni. L’unico caposaldo della scorsa stagione è l’estroso Matteo Coresi, titolare inamovibile dotato di grande fantasia. Per completare il reparto la dirigenza biancazzurra ha puntato su nomi giovani. Il primo è il verdeoro Rafael Sciani, proveniente dal Rovigo. Francesco Signori (in prestito dalla Sampdoria) invece è il mediano di “rottura” che andrà a sostituire Moreno Zebi, viste le sue doti di interditore. Matteo Mandorlini, figlio d’arte, è l’altro giovane acquistato dalla società di Via dei Mille. Per il giocatore già una presenza in serie A con il Parma, squadra da dove proviene. Il tocco di esperienza sarà dato da Filippo Furiani, svincolatosi dalla Torres ed umbro di nascita. Il giocatore vanta numerose presenze tra serie B e C1, dove ha giocato anche con il Palermo. In avanti invece, grazie ai buoni rapporti tra Foligno e Chievo Verona è arrivato Marcos Ariel De Paula, pronto a riscattare l’opaca stagione dello scorso anno con il Foggia, dove il brasiliano ha collezionato solo tredici presenze e 3 gol. La rosa però, a detta della società di Via dei Mille ancora non è completa e si cercano ancora un difensore ed un centrocampista, che potrebbero arrivare insieme ad un’attaccante nel caso in cui il “furetto” di Torre del Greco, Giorgio Noviello, dovesse lasciare il Foligno. Ha già fatto parlare di se comunque questo “nuovo” Foligno, visto che nella Tim Cup, dopo aver battuto il Pergocrema al Blasone per 3 a 2, la squadra umbra è uscita a testa alta nel secondo turno dopo essere stata battuta dal Brescia di Serse Cosmi, in una partita dove proprio la formazione di Cevoli ha dimostrato di meritare qualcosina in più. L’ultima amichevole per i biancazzurri è stata disputata sabato 24 Agosto contro il Rimini: risultato finale 6 a 2 per i romagnoli. Nel primo tempo però, con i titolari in campo, il Foligno era riuscito a chiudere sul 2 a 1 in proprio favore. Tutti disponibili tra i falchetti per la gara del “Marcello Torre”, eccezion fatta per capitan Guastalvino, che dovrà scontare proprio in quel di Pagani una giornata di squalifica. Per gli uomini di Cevoli comunque il “Marcello Torre” è un vero e proprio tabù, dove in due gare giocate, il Foligno non è riuscito a strappare nemmeno un punto.

Il tecnico dei falchetti Roberto Cevoli, in occasione della gara di giovedì contro la Berretti del Foligno ha proposto nel primo tempo quella che dovrebbe essere la formazione anti-Paganese. Stessi undici della gara contro il Rimini della settimana scorsa, ad eccezion fatta di Marcos Ariel De Paula, che ha lavorato a parte ma sarà sicuramente in campo contro i campani. Qualche scampolo di partita nel secondo tempo anche per Filippo Petterini, che però al "Marcello Torre" partirà dalla panchina. Nella giornata di oggi i falchetti hanno svolto un allenamento in mattinata allo stadio Blasone, mentre per domani mattina, sempre al Blasone, è prevista la rifinitura prima della partenza alle ore 14 per Pagani. Per la trasferta in terra campana, i falchetti dovrebbero essere scortati anche da un buon numero di tifosi, che già hanno completato due autobus e vari furgoncini per non perdersi la "prima" dei propri beniamini.

PROBABILE FORMAZIONE


FOLIGNO (3-4-1-2): Ripa, Bisello Ragno, Furiani, Fiuzzi, Baldanzeddu, Signori, Mandorlini, De Stefano, Coresi, De Paula, Turchi. A disp.: Palanca, Pencelli, Di Paola, Petterini, Fedeli, Sciani, Cardarelli. All.: Cevoli. Fabio Luccioli -

paganese.it

Mister Capuano: "Contro il Savoia una gran bella Paganese".

Mister, questa sera (mercoledi, ndr) solo complimenti per i ragazzi?

"No, c'è anche qualcosa che non mi è piaciuto e anche di grave. Esaltare le prorpie caratteristiche e non mettere al servizio del gruppo son cose che mi fanno arrabbiare perchè in più di un occasione anzichè servire al centro compagni liberi si è voluto trovare la giocata personale. Complessivamente però ho visto una gran bella Paganese, abbiamo costruito ben 7 palle-gol di cui 5 utilizzando il movimento di taglio e dopo un mese di allenamento una squadra già si esprime in questo modo fa si che l'allenatore debba essere per forza contento. Nonostante questo però io dal mio gruppo pretendo sempre di più e tutti i punti di arrivo si devono tramutare in punti di partenza senza esaltarci anche se si sta facendo bene"

Ottima prova anche delle cosidette seconde linee

"In tutte le squadre di Capuano non esistono seconde linne. La Paganese ha un gruppo che viaggia sullo stesso binario ma soprattutto ha l'esaltazione del collettivo, chiunque giochi cambia poco"

Prova generale in vista dell'inizio del campionato, come si presenterà la Paganese?

"E' una partita difficile che però noi non vogliamo e non possiamo fallire. Domenica mi aspetto il pubblico delle grandi occasioni, il "Torre" sarà una bolgia e noi non possiamo deluderli. Domenica ci saranno altri ritmi, ci sarà una squadra molto più cattiva, molto più aggressiva, molto più compatta per iniziare col piede giusto"

Come prima punta è arrivato Ferrero, ma la piazza aspettava ben altri nomi


"Innanzitutto voglio ringraziare la dirigenza della Paganese, voglio ringraziare il direttore D'Eboli per il buon lavoro fatto e con orgoglio posso dire che questa squadra è costata meno di quella dell'anno scorso. Abbiamo una buona squadra e non era giusto con gente che guadagna poco, al di sotto delle proprie possibilità, ingaggiare un giocatore e spendere tantissimi soldi. Noi siamo la Paganese, non dobbiamo fare voli pindarici, dobbiamo rimanere coi piedi per terra e fare un buon campionato, lottare e regalare gesta di buon calcio come fatto questa sera (mercoledi, ndr)"

Che informazioni ha sul Foligno?

"E' una squadra che conosco molto bene, giocano con un 3-4-1-2 con un trequartista tra le linee devastante davanti ad una buona coppia d'attacco formato da Turchi e De Sousa. Da domani (giovedi,ndr) ci concentreremo tantissimo sulla sfida di domenica cercando di non concerdergli nulla"

paganese1926.blogspot.com

La sintesi di Paganese-Savoia.



Realizzazione di Paganese.it

Si ringrazia paganese1926.blogspot.com

La Paganese in tv su Quarto Canale.

La Lega "Pro" ha annunciato che l'emittente televisiva Quarto Canale si è aggiudicata i diritti per la trasmissione in differita delle gare della Paganese Calcio nella stagione 2008/09. L'accordo tra l'emittente paganese e la Lega prevede la diffusione delle gare di campionato e quelle di Coppa Italia con l'esclusione degli eventuali play off o fasi finali della Coppa Italia.

All'emittente che si è aggiudicata i diritti vanno gli auguri della Società per un proficuo lavoro.

paganesecalcio.com

Conosciamo Sebastián Alejandro Ferrero, nuovo "puntero" argentino della Paganese.







Prima punta di nazionalità argentina ma con passaporto italiano, Sebastián Alejandro Ferrero è cresciuto calcisticamente nel Gimnasia y Esgrima de La Plata disputando prima i campionati giovanili, poi quello di Primera División.
Successivamente si trasferisce in Spagna dove, per due stagioni, con il Celta de Vigo B partecipa al campionato di Segunda División B. Nel campionato 2004/05 cambia ancora nazione partecipando, con il Raith Rovers FC, al campionato di Prima divisione scozzese. Nel 2006 arriva anche l'esperienza italiana, in C1, con la Sangiovannese dove disputa 31 gare realizzando 6 reti prima del nuovo ritorno in patria all'Independiente Rivadavia de Mendoza (Nacional B) con il quale mette a segno sette reti.
Per la sua stazza imponente, nell'esperienza italiana di San Giovanni Valdarno, è stato soprannominato Oso (orso).

Paganese.it

Conosciamo Danilo Bacchi, nuovo esterno sinistro della Paganese.



Esterno sinistro, Danilo Bacchi è cresciuto calcisticamente nella Lazio con la quale disputa il campionato Giovanissimi Regionali (stagione calcistica 1997/98), quello di Allievi Provinciali (stagione calcistica 1998/99) e quello di Allievi Sperimentali (stagione calcistica 1999/00).
Nell'estate del 2001 è acquistato dal Cittadella con la quale disputa, per due stagioni, il campionato Primavera e partecipando, nel febbraio 2003, alla 55ª Edizione del Torneo Mondiale di Calcio - Coppa Carnevale. Dopo aver eliminato nei quarti di finale l'Inter per uno a zero, la marcia dei padovani si ferma, però, nelle semifinali sconfitti dallo Slavia Praga per due a uno.
Dopo le esperienze nel settore giovanile, nella stagione calcistica 2003/04 i granata lo cedono in prestito prima al Tivoli in C2 dove colleziona 21 presenze, poi, sempre in C2, alla Rosetana (stagione calcistica 2004/05 - 18 presenze).
Nella stagione 2005/06 ritorna al Cittadella prima di vestire le maglie di Gela (stagione calcistica 2006/07 - 24 presenze), e, nel campionato scorso, quella del Celano (22 presenze).

Paganese.it

17.8.08

Vi lascio con questa intervista a Julian Di Cosmo, il nuovo giustiziere azzurrostellato. Ci rivediamo il 31 agosto.



Pubblico con gioia un'intervista fatta nel maggio scorso a Julian Di Cosmo che ho trovato su un forum di tifosi catanesi.

Ritorno in vacanza per qualche giorno. Ci rivediamo a fine agosto. Ciao a tutti! Vi voglio bene e Forza Paganese!

Quando i Sogni diventano realtà, questo dichiarava Julian di Cosmo, pochi mesi fa, al suo arrivo in Sicilia: "Ho lasciato l'argentina per cercare fortuna in Italia, il mio obiettivo è quello di arrivare il più lontano possibile. Cosa significa non lo so, ma spero il più lontano possibile. La serie A è il mio grande sogno. Spero di ripercorrere le tappe della carriera di tanti altri argentini, come Batistuta. Da bambino mi ispiravo a lui, perché è un grande campionato sia in campo che fuori. Mio padre mi diceva sempre di guardare non solo la tecnica ma anche la personalità dei grandi campioni, ed io mi ispiravo al mitico Gabriel.

Un ragazzo, giovanissimo. Un sogno realizzato, la Serie A, che lo attende, l'anno prossimo al Catania, starà ancora una volta a lui meritare esordio e continuità, ripercorrendo, col suo stile, le orme di "Batigol".

Prelevato a Gennaio da Capocannoniere della Serie C2 (girone C), con 12 reti (4 rigori) realizzate, ben più della metà di quante non ne avesse messo a segno la sua squadra, l'Igea Virtus, ha concluso il campionato senza cedere il primato realizzativo (in coabitazione con Innocenti del Marcianise), anzi incrementandolo con altre 4 reti. Poche in proporzione al girone d'andata, causa l'acredine sofferto in un ambiente, societario e sportivo, che prima non gli ha concesso fiducia, tesserandolo con un contratto annuale quasi fosse uno stagista e poi, arrivata la firma col Catania, non ha fatto che biasimarlo, rinfacciandogli la sua scelta fino a rendergli la vita impossibile.

Lo stesso attaccante commenta così: Son deluso da come parte di tifosi mi ha giudicato dopo avere firmato per il Catania, io non sono mercenario o venduto. Le mie risposte le do sul campo, segnando e contribuendo alla salvezza della squadra, questo lo farò sino a quando non mi scadrà il contratto. Con il presidente dal giorno che mi ha accusato nello spogliatoi di non avergli comunicato la firma con il Catania non ho avuto più dialogo, è una cosa che mi dispiace ma vado avanti e spero di segnare altre reti pesanti.



Al di là delle critiche, motivate o meno, resta un giocatore che la Salvezza, all'Igea Virtus, l'ha davvero fatta conquistare, ed a suon di goals pesantissimi. Ha letteralmente aperto e chiuso le marcature dei giallorossi, alla prima di campionato contro la Cisco Roma, su rigore, ed alla 31^ pareggiando in casa al vantaggio del Noicattaro (avversario diretto) con una mezza rovesciata dal limite, che piomba in rete al 93esimo, ultimo gol, gol salvezza, ultimo punto, punto della matematica salvezza. Tabellini alla mano su 43 punti complessivi, ben 24 portano la firma decisiva di Di Cosmo.

Al termine della Gara queste le sue dichiarazioni: Il nostro obiettivo stagionale è stato raggiunto. A giugno raggiungerò il Catania e valuteremo se sono pronto o meno per giocare in A. Altrimenti sarò dato in prestito a qualche club di categoria inferiore ma il mio sogno è giocare in serie A».

La spiegazione di questo exploit, mista ad altrettanto auto-stupore, dalla stesse parole dell'attaccante, che da' una rapida descrizione di quel che era, e quel che è, oggi: "Non immaginavo di poter realizzare tutti questi gol, in Argentina facevo il trequartista. In Italia ho cambiato ruolo perché molti allenatori non usano più un modulo di gioco col trequartista. Così mi sono adattato nel ruolo di seconda punta. Le mie caratteristiche, che sono la velocità, il dribbling, le verticalizzazioni ed anche i calci di punizione, mi consentono di esprimermi bene anche in questa nuova posizione". Classe1984, nativo di Buenos Aires, la dirigenza di Barcellona Pozzo di Gotto era andato a scovarlo in serie D, dove giocava col Saluzzo, 15 presenze 6 reti, portandolo in Sicilia "in prova", con contratto annuale. L'esplosione, l'interessamento di parecchi club di B, l'arrivo del Catania e la partenza del giocatore.

Trequartista, l'idea di trasfromarlo prima punta ha garantito successi e soddisfazioni alla squadra giallorossa. L'allenatore, Castellucci ha recentemente dichiarato: "ha delle grandi qualità umane e tecniche, certamente il fatto di avere firmato il contratto senza avvertire la società ha fatto contrariare la stessa, ma nella vita il treno passa una sola volta. Alla fine, credo che Di Cosmo resterà nella storia di questa società. E' forte e noi lo sappiamo. Ha tutte le qualità per emergere e approdare in categorie superiori.

Il commento del giovane argentino: Sto vivendo un periodo decisamente positivo è un momento fortunato sia per me che per la mia squadra. Sto segnando con regolarità ed i risultati stanno arrivando. Stiamo accogliendo buoni frutti dal nostro duro lavoro settimanale".

Paganese-Cosenza 2-0: la cronaca di paganese.it

Molti gli ex della gara, tra le fila rosso-blu Braca, Musacco e Cantoro, tra gli azzurro-stellati Tisci e Mendil con i due attaccanti però indisponibili.
La cronaca. Il Cosenza parte con il piede sull'acceleratore ed ha la prima occasione dopo appena quattro minuti con un colpo di testa di Moschella che si spegne sull'esterno della rete. Al 7' ci prova Musacco da fuori area ma la sua conclusione si rivela innocua per Castelli. Un minuto dopo la prima vera palla goal porte la firma di Spinelli che con una conclusione dal limite impegna severamente il numero uno azzurro-stellato il quale grazie all'aiuto della traversa evita la marcatura. Al 17' primo tiro in porta da parte degli azzurrostellati con Di Cosmo ma la sua conclusione sorvola di poco la traversa. I calabresi si riaffacciano nella metà campo azzurrostellata al 32' con un tiro di Occhiuzzi che va alto sopra la traversa. Al 43' Paganese in vantaggio con Di Cosmo il quale, sugli sviluppi di un corner, raccoglie sotto rete un cross di Esposito e di testa supera il numero uno del Cosenza Ambrosi. Termina così la prima frazione di gioco con la Paganese in vantaggio per uno a zero.
Le squadre rientrano sul terreno di gioco con gli stessi undici iniziali. Buona occasione per Catania al 52' che con un tiro da fuori area sfiora il pareggio. La Paganese risponde al 62' con un colpo di testa dell'esperto Taccola che però non crea problemi ad Ambrosi. Al 83' cross di Morelli in area per Galantucci che da buona posizione manda al lato. Cinque minuti più tardi l'episodio che chiude il match : Ambrosi rifila un calcione a De Lorenzo. Espulsione e rigore. Dal dischetto si presenta il numero dieci Tisci il quale non fallisce. In pieno recupero punizione di De Giosa deviata in angolo da Guizzetti subentrato intanto ad Ambrosi. E' l'ultima occasione della gara che finisce tra gli applausi del numeroso pubblico locale accorso per vedere all'opera la squadra di Eziolino Capuano che non ha deluso le attese. Appuntamento a mercoledì prossimo quando la squadra liguorina sarà ospitata al Comunale di Scafati per il secondo turno di Coppa Italia.

Alessandro Mancuso - paganese.it

Paganese-Cosenza 2-0: gli ultimi arrivati Di Cosmo e Tisci castigano il Cosenza.



PAGANESE - COSENZA - Stadio "Marcello Torre" - ore 20.30

Formazioni delle due squadre:

PAGANESE: Castelli, Imparato, Bombara( 8' s.t. Capodaglio), Caracciolo, De Giosa (K), Taccola (VK), Esposito, Berardi, Lasagna(35' Iraci), Tisci, Di Cosmo(13' s.t. De Lorenzo). All: Capuano
A disp: Melillo, Chiavaro, Astarita, Versiglioni

COSENZA: Ambrosi, Morelli, Chianello(15' s.t. De Miglio), Moschella, Spinelli, Parisi (K), Occhiuzzi, , Fabio, Galantucci, Catania, Musacco(8' s.t. Bernardi)
A disp: Guizzetti, Bacilieri, Braca, Zangaro, Danti. All: Toscani

Arbitro: Di Ciommo (Venosa)
Assistenti: Ostuni (Venosa) - Volpe (Potenza)

Reti: 43' p.t. Di Cosmo 45' st. Tisci (Rig.)

AMMONITI: Berardi, Caracciolo, Imparato, Lasagna, Capodaglio.

NOTE: circa 1400 spettatori paganti di cui 50 provenienti da Cosenza

Partita equilibrata nel primo tempo. Cosenza vicinissimo al gol all'8' con Catania che a botta sicura colpisce la traversa.
La Paganese ha risposto con una bell'azione al 20' orchestrata da Lasagna che ha servito Esposito che ha sparato alto sulla traversa. Ammoniti nelle file della Paganese Berardi e Capodaglio per interventi scomposti a centrocampo.
La Paganese cerca di colpire gli avversari con rapide verticalizzazioni che non hanno prodotto grandi risultati.
Al 31' Occhiuzzi su calcio d'angolo ha impegnato severamente Castelli. Intraprendente Lasagna, di sicuro, il più pericoloso degli azzurri questa sera.
Paganese in vantaggio al 43' con Di Cosmo. Sugli sviluppi di una splendida apertura di Esposito dalla destra, l'attaccante argentino di testa insaccava nell'angolo basso alla destra del portiere. Negli ultimi minuti del primo tempo gli azzurrostellati avevano chiuso il Cosenza nella propria area di rigore. Termina il primo tempo con la Paganese in vantaggio per 1-0.

Inizia il secondo tempo....

Il Cosenza prova a spingere nel tentativo di raggiungere il pareggio ma la difesa della Paganese si difende con ordine. Fase di stanca alla metà del secondo tempo; le squadre sembrano tirare il fiato.

Al 25' Castelli in uscita disperata nega ancora una volta il gol a Catania. Al 27 ' dopo l'ennesimo fuorigioco fischiato a scapito della Paganese, l'arbitro su segnalazione del suo assistente espelle per proteste l'allenatore in seconda Pepe.
Al 35' clamorosa occasione per il Cosenza. Galantucci di testa non inquadra il bersaglio.
Al 42' clamarosa indecisione di Ambrosi che esce a piede a martello su De Lorenzo. L'arbitro assegna il calcio di rigore ed espelle il portiere cosentino. Tisci dal dischetto trasforma. L'incontro termina dopo quattro minuti di recupero sul risultato di 2-0 per la Paganese. Mercoledì nella seconda giornata di Coppa Italia gli azzurrostellati sarnno impegnati in trasferta contro la Scafatese.

Testi e foto: paganesecalcio.com

Paganese-Cosenza: al termine del primo tempo azzurrostellati in vantaggio con Di Cosmo.

PAGANESE - COSENZA - Stadio "Marcello Torre" - ore 20.30

Formazioni delle due squadre:

PAGANESE: Castelli, Imparato, Bombara, Caracciolo, De Giosa (K), Taccola (VK), Esposito, Berardi, Lasagna, Tisci, Di Cosmo. All: Capuano
A disp: Melillo, Chiavaro, Astarita, Iraci, Capodaglio, De Lorenzo, Versiglioni

COSENZA: Ambrosi, Morelli, Chianello, Moschella, Spinelli, Parisi (K), Occhiuzzi, , Fabio, Galantucci, Catania, Musacco
A disp: Guizzetti, Bacilieri, Braca, Bernardi, Zangaro, De Miglio, Danti. All: Toscani

Arbitro: Di Ciommo (Venosa)
Assistenti: Ostuni (Venosa) - Volpe (Potenza)

Reti: 43' Di Cosmo

Partita equilibrata fino a questo momento. Cosenza vicinissimo al gol all'8' con Catania che a botta sicura colpisce la traversa.
La Paganese ha risposto con una bell'azione al 20' orchestrata da Lasagna che ha servito poi Esposito che sulla penetrazione ha spedito la palla alta. Ammoniti nelle file della Paganese Berardi e Capodaglio per interventi scomposti a centrocampo.
La Paganese cerca di colpire gli avversari con rapide verticalizzazioni che fino a questo momento non hanno prodotto grandi risultati.
Al 31' Occhiuzzi su calcio d'angolo ha impegnato severamente Castelli. Intraprendente Lasagna, di sicuro, il più pericoloso degli azzurri questa sera.
Paganese in vantaggio al 43' con Di Cosmo. Susgli sviluppi di una splendida aperutra di Esposito dalla destra, l'attaccante argentino di testa insaccava nell'angolo basso alla destra del portiere. Negli ultimi minuti del primo tempo gli azzurrostellati avevano chiuso il Cosenza nella propria area di rigore. Termina il primo tempo con la Paganese in vantaggio per 1-0.

paganesecalcio.com

Paganese-Cosenza di Coppa Italia: ecco i convocati.

Il tecnico Capuano al termine della seduta di allenamento svoltasi ieri sera al "Marcello Torre" ha diramato la lista dei convocati in vista del match di Coppa Italia con il Cosenza in programma questa sera. Ecco l'elenco completo:

PORTIERI: Castelli, Melillo

DIFENSORI: Astarita, Bombara, Chiavaro, De Giosa, Imparato, Taccola

CENTROCAMPISTI: Berardi, Capodaglio, Caracciolo, Esposito, Iraci, Tisci, Versiglioni

ATTACCANTI: De Lorenzo, Di Cosmo, Lasagna

Da segnalare che Mannone sta recuperando i postumi di un colpo subito ad una caviglia ed è indisponibile, così come d'Andria sempre alle prese con un'infiammazione tendinea. Non convocato a scopo precauzionale Mendil per un affaticamento muscolare.
Mancata convocazione anche per Costanzo in quanto squalificato.

paganesecalcio.com

16.8.08

Con Di Cosmo e Tisci una Paganese da sogno. E non è finita...



In attesa di un altro centrocampista e soprattutto di una punta da affiancare a Di Cosmo, possiamo tranquillamente affermare che la Paganese fin qui confezionata da Trapani, D'Eboli e Capuano non ha niente da invidiare alle grandi del girone B.

A testimonianza di ciò, ecco un commento di Jeanlouis (un tifoso azzurrostellato) che ho trovato sul forum della Paganese:

"Ieri finalmente ho potuto assistere ad un allenamento della Paganese a S.Antonio Abate e il gruppo C'E'! Finalmente si gioca a calcio....non come l'anno scorso....e ti dico di più per dimostrare quanto valiamo spero che la Paganese venga inserita nel giorno del "nord" più km sicuramente....ma lì si gioca il vero calcio...ed Eziolino Capuano fa trottare tutti i giocatori....ora manca solo quel centrocampista esterno e quel attacante per chiudere una squadra che sicuramente ci farà divertire! Jeanlouis"

Coppa Italia: domani esordio al Torre contro il Cosenza.

La Lega Italiana Calcio Professionistico ha definito i gironi della Prima fase di Coppa Italia 2008/09 alla quale sono ammesse 75 società di cui 63 di 1° e 2° divisione e 12 di Serie D.

La PAGANESE è stata inserita nel girone P insieme a Cosenza, Potenza, Savoia e Scafatese.
Questo il calendario degli azzurrostellati:

DOMENICA 17 AGOSTO: ore 20.30 - PAGANESE vs Cosenza
MERCOLEDI' 20 AGOSTO: ore 20.30 - Scafatese vs PAGANESE
MERCOLEDI' 27 AGOSTO: ore 20.30 - PAGANESE vs Savoia
MERCOLEDI' 3 SETTEMBRE: - Potenza vs PAGANESE
L'orario delle gara esterna con il Potenza resta da definire e sarà comunicato appena disponibile.

ECCO IL CALENDARIO COMPLETO

Prima Giornata 17/08/08
PAGANESE - Cosenza
Savoia - Potenza
*riposa: Scafatese

Seconda Giornata 20/08/08
Cosenza - Savoia
Scafatese - PAGANESE
*riposa: Potenza

Terza giornata 24/08/2008
Potenza - Cosenza
Savoia - Scafatese
*riposa: PAGANESE

Quarta giornata 27/08/2008
PAGANESE - Savoia
Scafatese - Potenza
*riposa: Cosenza

Quinta giornata 03/09/2008
Cosenza - Scafatese
Potenza - PAGANESE
*riposa: Savoia

Conosciamo gli ultimi due acquisti: Julian Di Cosmo e Ivan Tisci.



Julian Di Cosmo, nato il 28 dicembre 1984 a Santa Fè (Argentina) ma con passaporto comunitario, è una seconda punta.
Prima di arrivare in Italia, e precisamente al Saluzzo, Di Cosmo ha vestito la maglia del Brown de San Vicente nel campionato Liga Rafaelina de Fútbol (serie B argentina).
Con la squadra abruzzese, invece, nel campionato di Serie D 2006/07 ha realizzato sei reti in quindici presenze. L'anno seguente è acquistato dall'Igea Virtus, in C2, con la quale, spostato dal ruolo di trequartista a punta, si è aggiudicato il titolo di capocannoniere del Girone C con sedici reti (quattro su rigore) in trentuno gare. Al termine della stagione ha sottoscritto un contratto triennale con il Catania.




Ivan Tisci è cresciuto calcisticamente nel Genoa, con la squadra della sua città ha disputato il campionato Primavera nelle stagioni calcistiche 1991/92 e 1992/93 ed esordendo in serie A il 12 dicembre 1993 in Genoa - Foggia 1-4. Nel campionato 1994/95 ha vestito prima la maglia del Cosenza in B (3 presenze), poi quella dell'Ospitaletto in C1 (10 presenze, 1 rete). Poi due anni ancora in C1: nel 1995/96, al Savoia (28 presenze, 2 reti), nel 1996/97 al Sora (30 presenze, 1 rete) prima di essere acquistato dal Pescara. Con gli adriatici ha disputato l'intero campionato di B 1997/98 (29 presenze, 1 rete) e parte di quello successivo (10 presenze) prima di essere di ceduto in prestito al Vicenza in A (6 presenze). L'anno seguente torna, stavolta in B, al Savoia (18 presenze, 1 rete) prima del rientro in Abruzzo dove vi resta per altri due campionati, il primo in B (17 presenze, 3 reti), il secondo in C1 (25 presenze, 4 reti). Nella stagione 2002/03 il passaggio in C1 al Lanciano (29 presenze, 5 reti; in quello seguente in B all'Avellino (44 presenze, 8 reti) dove è voluto fortemente dal tecnico Zeman. Da giugno 2004 a gennaio 2007 è al Modena dove colleziona 85 presenze e realizza 5 reti. Arriva, quindi, il trasferimento al Crotone, sempre in serie B, (13 presenze, 1 rete) e nella stagione scorsa al Foggia. Con i satanelli disputa 21 gare, mettendo a segno 4 reti, uno delle quali (su rigore) il 24 febbraio al "Torre", gara che costò la panchina ad Andrea Chiappini.
Ivan Tisci ha anche un sito personale raggiungibile a questo indirizzo: http://www.pescaraffari.com/tisci

Gianluca Russo - paganese.it

Foto: paganese.it

Ecco i gironi: la Paganese (purtroppo per me) ritorna nel girone Sud.

La Lega Pro ha comunicato la formazione dei gironi, suddivisi geograficamente, con formula Nord/Sud. Di seguito la formazione dei gironi

GIRONE A:
Cesena
Cremonese
Lecco
Legnano
Lumezzane
Monza
Novara
Padova
Pergocrema
Portogruaro
Pro Patria
Pro Sesto
Ravenna
Reggiana
Samb
Spal
Venezia
H. Verona

GIRONE B:
Arezzo
Benevento
Cavese
Crotone
Foggia
Foligno
Gallipoli
Juve Stabia
PAGANESE
Perugia
Pescara
Pistoiese
Potenza
Real Marcianise
Sorrento
Taranto
Ternana
Virtus Lanciano

Miggiano si autoincensa su La Nazione.

Sentita cosa dice Miggiano, neo allenatore della Pistoiese, intervistato da La Nazione:

“Senza peccare di presunzione vorrei definirla il mio capolavoro. La Paganese, a undici giornate dalla fine del campionato, era da tutti ritenuta già retrocessa. L’ambiente era difficile, c’era un’accesa contestazione, problemi societari e di spogliatoio. Riuscii a compattare la squadra e riuscimmo a risalire fino al quart’ultimo posto della zona playout, dove battemmo il Lecco e ci salvammo”.

Fidele Muwana e Orlando Fanasca seguono Miggiano e Nieri alla Pistoiese.

Roberto Miggiano, nuovo tecnico della Paganese, ha portato con sè a Pistoia altri due pezzi della "sua" Paganese. Dopo aver portato in Toscana l'allenatore dei portieri Enrico Nieri, è riuscito a convincere anche altri due ex azzurrostellati: il centrocampista offensivo Orlando Fanasca e il regista Fidele Muwana. Entrambi hanno esordito in arancione nell'amichevole vinto per 1-0 contro il Cuoiopelli.

Ironia della sorte, si ritroveranno di fronte la Paganese essendo capitati nello stesso girone.

3.8.08

Vado in vacanza qualche giorno.

Oggi parto per qualche giorno di vacanza.
Se trovo una connessione internet che mi permetterà di aggiornare il blog lo farò volentieri. Altrimenti dovrete aspettare che ritorni dalle vacanze.
Dovrei tornare a casa il 16 agosto e ripartire il 18 (per poi tornare definitivamente il 29). In quei due giorni (16 e 17 agosto) cercherò di pubblicare più notizie possibili.
In ogni caso vi consiglio di visitare tutti gli altri siti che parlano della nostra magica Paganese:

Official Web Site

Unofficial Web Site

Sito Forza Paganese

Blog Crediamoc1

Blog Forza Azzurrostellati

Blog Calcio Paganese

Blog La Mia Paganese

Un abbraccio a tutti e buone vacanze!

Pisa-Paganese 1-1: le impressioni di mister Capuano.



Il tecnico azzurrostellato ha espresso soddisfazione per la prova offerta dai suoi ragazzi nell'amichevole disputata con il Pisa.
"Sono soddisfatto in pieno della prova dei miei ragazzi quest'oggi al cospetto di un'ottima squadra di Serie B . - ha dichiarato Capuano - In modo particolare sono contento per la fase di non possesso espressa quest'oggi".
"Devo dire - ha aggiunto Capuano - che il programma del ritiro si sta concludendo nel migliore dei modi. Ci avviamo verso la conclusione dello stesso e le risultanze sono addirittura migliori rispetto alle più rosee aspettative".
Intanto però prima di lasciare l'Umbria ci sarà da affrontare il Catania giovedì ad Assisi. "Sarà un altro impegno importante che cercheremo di svolgere nel migliore dei modi. Mi aspetto ancora qualche altro margine di miglioramento da parte dei ragazzi rispetto ad oggi".

paganesecalcio.com

Termina 1-1 l'amichevole contro il quotato Pisa. In gol Esposito.



NORCIA
- Penultimo impegno per il Pisa di Ventura in terra Umbra, in attesa di sfidare il Catania e poi prepararsi al meglio per la gara di Coppa Italia contro il Cittadella. Nelle fila della squadra campana l'ex di mille battaglie Mirko Taccola. Per la Paganese assenti i portieri Maltese e Volturo, il centrocampista D'Andria ancora acciaccato e l'attaccante Mendil che sta svolgendo un lavoro di preparazione differenziato.
Al 14' il Pisa passa grazie a Buzzegoli che sfrutta in mezza rovesciata un assist di Genevier. Per il resto si va al piccolo trotto, anche per il gran caldo che imperversa in tutta la zona. Fortunatamente il vento porta un po' di refrigerio. Al 26' Colombo al tiro, servito da Pit. Pareggia la Paganese al 31' con Esposito: calcio di punizione ben calciato da De Giosa ed in area l'attaccante campano insacca solo soletto. Al 37' Genevier per Pit che però calcia sulla barriera un calcio di punizione da posizione interessante. Due minuti dopo Toscano mette a lato. E pian piano la prima frazione si chiude anche se non è proprio amichevole, dato che la Paganese ci ha messo molto agonismo.
Ad inizio ripresa Ventura mischia le carte, solo Raimondi e Viviani ancora in campo, anche se il capitano esce dopo pochi minuti. Esordio anche per il nuovo acquisto Degano che cerca di mettersi in evidenza. Pochi i cambi per la Paganese, tra cui il portiere Vincenzo Melillo ex Castelnuovo Garfagnana. La seconda frazione non offre emozioni, vuoi per il caldo, vuoi per il fatto che la Paganese ha tirato i remi in barca.

PISA (primo tempo): Alfonso, Birindelli, Trevisan (7' Viviani), Raimondi, Feussi, Pit, Braiati, Genevier, Buzzegoli, Toscano, Colombo.
A disp. Lorello, Degano, Masiero, Ciotola, Radovanovic, Casisa, Musca, Bombagi, Ferri, Calistri. All. Ventura.

PISA (secondo tempo)
: Lorello, Viviani, Raimondi (10' st Ferri), Musca, Calistri, Masiero, Casisa, Radovanovic, Bombagi, Ciotola, Degano. All. Ventura.

PAGANESE (primo tempo): Castelli, Imparato, Bombara, Caracciolo, De Giosa, Taccola, Esposito, Gentile, De Lorenzo, Lasagna, Berardi.
A disp. Melillo, Astarita, Costanzo, Chiavaro, Mannone, Iraci, Capodaglio. All. Capuano.

PAGANESE (secondo tempo)
: Melillo, Costanzo, Mannone, Caracciolo, Astarita, Chiavaro, Iraci, Capodaglio, De Lorenzo, Lasagna, Berardi. All. Capuano.

RETI: 14'pt Buzzegoli, 31'pt Esposito


Pisanews.net

Nella foto di Giacomo Vaiani l'autore del gol pisano Buzzegoli.

Per protesta salta la prima giornata di campionato del 31 agosto.

Il Consiglio Direttivo dell’Associazione Italiana Calciatori comunica che nella prima giornata di campionato le squadre di 1ª e 2ª Divisione non scenderanno in campo in segno di protesta contro le delibere della Lega Pro sulla limitazione delle “rose” che di fatto estromettono centinaia di calciatori.
Nella prima giornata di campionato le squadre di Serie A e B, in segno di solidarietà, scenderanno in campo con 30 minuti di ritardo.

Comunicato stampa AIC.

Il diario di bordo di Paganese.it

In mattinata il tecnico azzurrostellato ha focalizzato la sua attenzione sulle situazioni di gioco inattive; nel pomeriggio amichevole a Norcia con il Pisa terminata uno a uno.
Lavoro a parte per Nassim Mendil, a corto di preparazione.

Gianluca Russo - paganese.it

Oggi a Norcia amichevole con il Pisa.



Si giocherà oggi a Norcia l'interessante amichevole tra Paganese e Pisa.
Non sono stati convocati per la sfida di oggi, i portieri Maltese e Volturo, il centrocampista D'Andria ancora acciaccato e l'attaccante Mendil che sta svolgendo un lavoro di preparazione differenziato.
Questa la formazione iniziale per la Paganese: Castelli, Imparato, Bombara, Caracciolo, De Giosa, Taccola, Esposito, Gentile, De Lorenzo, Lasagna, Berardi.
Da segnalare il ritorno in panchina del Dottor Errico Cesareo che quest'anno coordinerà l'intero staff medico.

Il Pisa schiererà la seguente formazione: Alfonso, Birindelli, Feussi, Raimondi, Trevisan, Buzzegoli, Braiati, Toscano, Genevier, Colombo, Pit. All. Giampiero Ventura

Paganesecalcio.com

2.8.08

Il diario di bordo di Paganese.it

Nella seduta mattutina lavoro di forza in palestra, in quella pomeridiana prima esercitazioni tecnico - tattiche, poi applicazioni delle stesse in una partitella in famiglia.
Tutti i calciatori della rosa (eccezion fatta per D'Andria) hanno preso parte agli allenamenti.
Domani pomeriggio, invece, con inizio alle ore 17, amichevole a Norcia con il Pisa.

Gianluca Russo - paganese.it

Presentazione della squadra e amichevole col Catania.

La Paganese Calcio 1926 informa che venerdì 8 agosto alle ore 20 si svolgerà presso lo stadio "Marcello Torre" la presentazione ufficiale della squadra e dell'intero staff tecnico e dirigenziale.
Definito anche l'orario della gara in programma giovedì prossimo con il Catania. Si giocherà ad Assisi alle ore 19.

paganesecalcio.com

Il jolly Berardi «Sono pronto». Tisci, è fatta.



ETTORE ROMANO Preci. «Il tecnico Capuano ha voluto valutarmi in questo ritiro ma devo ringraziare soprattutto Mirko Taccola che ha speso buone parole per me». A parlare è Simone Berardi, professione jolly del centrocampo o giù di li. Per ora collaudato interprete della mediana al fianco di Caracciolo. Ha di che impegnarsi dunque Berardi in questa fase di ritiro, lui stesso ha ammesso di avere degli obblighi precisi: «Si, è vero. Non voglio sfigurare con Taccola che si è espresso favorevolmente sul mio conto, soprattutto voglio ripagare la fiducia del tecnico e dimostrargli che ha visto giusto». Per adesso Capuano sembra averci visto proprio giusto, lo stesso dicasi per il "consigliere" Taccola. Simone Berardi ha messo subito in chiaro le sua ambizioni. Migliore in campo nell'amichevole contro il Cosenza, tra i più in palla durante le sedute d'allenamento. Lavoro duro, a cui Berardi non si sottrae, in campo corre e lotta; in allenamento non risparmia un filo d'energia. Tutto sotto gli occhi di Capuano, tecnico che Berardi sta conoscendo solo ora: «Mi avevano parlato molto bene del tecnico - continua il centrocampista - Ma posso affermare di aver trovato un allenatore preparatissimo, i suoi metodi di lavoro mi hanno favorevolmente impressionato. Sono un giocatore poliedrico che può giocare in diversi ruoli. Nasco come terzino destro ma ho cambiato spesso ruolo, mi adatto alle necessità della squadra». Prima di tutto il collettivo, il jolly del centrocampo lavora e suda anche per gli altri. Sente di dover ripagare la fiducia dell'intero gruppo: «Ho trovato dei compagni disponibili che mi hanno messo subito a mio agio. La squadra è ancora in costruzione ma già vedo ottime cose. Stiamo lavorando duramente e sono convinto che i presupposti per far bene ci sono tutti». È ambizioso Berardi. Sulla stessa lunghezza d'onda staziona Capuano. Gli ultimi movimenti di mercato reggono il passo dell'ambizione. I radar della Paganese hanno intercettato il bomber Gianvito Plasmati ('83), lo scorso anno al Taranto. C'è un'offerta per un biennale, la differenza tra le due parti non è sproporzionata e potrebbe limarsi nei prossimi giorni. Intanto si persegue sempre la pista Di Cosmo del Catania mentre l'argentino Sebastian Ferrero raggiungerà a breve il ritiro. Starà in prova per un po'. Capuano avrà modo di monitorarlo da vicino prima di decidere del suo futuro. Sempre in entrata è praticamente fatta per Ivan Tisci ('74). Il centrocampista dai piedi buoni può considerarsi un giocatore della Paganese; gli farà spazio Gentile che, a giorni, potrebbe abbandonare il ritiro di Preci.

Il Mattino

1.8.08

Paganese rimandata: serve l'attaccante (Il Mattino).



DANIELE MINNI Spoleto. Se il più pericoloso alla fine è stato Antonio Esposito, esterno di professione, allora le recriminazioni e le pretese di Capuano sono lecite e giustificate. Perché la Paganese gioca un buon calcio, elabora una manovra spesso avvolgente, ma non ha riferimenti offensivi validi e potenti per mandare in tilt i collaudati meccanismi difensivi del Cosenza (formazione allestita per il salto in Prima divisione) e vincere una gara che invece termina a reti inviolate. C’è una categoria di differenza tra azzurrostellati e calabresi e per la prima mezz’ora di gioco si nota pure. Caracciolo è la mente del centrocampo, Berardi e Capodaglio gli interni che accelerano le operazioni del gioco, Iraci e Bombara (al debutto) gli interpreti di fascia, Lasagna l'unico terminale offensivo, sostenuto in via del tutto inedita dal funambolo Esposito. Non passa un filo d'aria nella nutrita mediana della Paganese: il Cosenza fatica ad uscire dal guscio, se la cava nelle retrovie con la potenza di Braca e l'esperienza di Parisi, ma va in affanno ogni qualvolta si innescano i meccanismi tattici azzurrostellati. Il limite è strutturale (e sarà presto annullato con l'inserimento di Mendil e l'arrivo di una prima punta di peso). La Paganese è autoritaria e dinamica ed alla penuria d'attaccanti ci sopperisce col talento di Lasagna e l'imprevedibilità di Esposito. Che già al 6' parte da sinistra, s'accentra e conclude di poco alto sopra la traversa. E poco prima della mezz'ora, nel momento di maggior pressione, guadagna una preziosa punizione dal limite e poi mette i brividi ad Ambrosi calciandola un centimetro al di sopra dell'incrocio dei pali. La reazione del Cosenza la innesca un tiro-cross molto insidioso di Catania (32') che mette paura a Melillo. Il giovane portiere azzurrostellato (preferito a Castelli, utilizzato poi nella ripresa) non è mai costretto ad intervenire, ma soltanto perché Danti al 38' è impreciso nel concludere dal limite e perché allo scadere Polani, su servizio perfetto di Occhiuzzi, viene anticipato prodigiosamente da De Giosa. La ripresa offre pochi spunti di valutazione: il valzer delle sostituzioni è inevitabile, così come la stanchezza che s'impadronisce dei calciatori facendo perdere di lucidità e portando spesso ad interventi particolarmente rudi. Gli unici sussulti nel finale di gara portano la firma di Lasagna e De Rosa, ma non permettono alla Paganese di vincere. La partita comunque ha dato indicazioni utili. COSENZA 0 PAGANESE 0 COSENZA (4-4-2): Ambrosi (1' st Guizzetti); Morelli (1' st Bernardi), Braca (22' st Bacilieri), Parisi (22' st Zangaro), Chianello (1' st Moschella); Occhiuzzi (1' st Musacco), De Rose, Spinelli (1' st Fabio), Catania (22' st Danti); Polani (1' st Cantoro), Danti (1' st Ambrosi). PAGANESE (3-5-1-1): Melillo (1' st Castelli); Imparato (30' st Costanzo), Taccola (1' st Chiavaro), De Giosa (15' st Astarita); Iraci (23' st Mannone), Berardi, Caracciolo, Capodaglio (1' st De Rosa), Bombara (1' st Gentile); Esposito (34' st Capodaglio; Lasagna.

Il Mattino

Paganese-Cosenza 0-0: Capuano soddisfatto dei progressi.



Spoleto. Le reti bianche di Spoleto non immalinconiscono l'umore di Capuano. Il tecnico procede con piglio sicuro, sa di che pasta è fatta la sua Paganese. Sa cosa va bene, cosa invece un po’ meno. Soprattutto cosa occorre ancora al mosaico: un po’ di forza e muscoli nel bel mezzo dell'attacco, ancora orfano di una prima punta di ruolo. Rincorre i suoi obiettivi di mercato il tecnico, intanto si coccola i primi meccanismi funzionanti della squadra. I ragazzi dimostrano di assimilare il credo del tecnico. Un credo ragionato, come da teorema del 3-5-2 di Capuano. Difatti le note liete giungono proprio dalla mediana, il terzetto comandato da Caracciolo funziona a dovere: «Posso ritenermi soddisfatto dopo questa partita - afferma Capuano - Sono molto contento del lavoro svolto dal centrocampo. In fase di possesso palla mi è piaciuto il modo di giocare. Siamo stati bravi nel fraseggio e nel gioco palla a terra. Gli schemi sono stati assimilati». Di fronte un Cosenza solido nella forma, non ha creato troppi grattacapi all'undici di Capuano: qualche rara fiammata sul finire della prima frazione ma niente di più. Ciò che è mancato alla Paganese è stata la scarsa convinzione negli ultimi metri: «Credo che di meglio non si poteva fare - continua il tecnico - Non abbiamo concesso nulla al Cosenza che, comunque, è un’ottima squadra. Abbiamo espesso un buon gioco anche se non siamo stati incisivi sotto porta». La solita, vecchia storia; che ad ogni amichevole getta la croce sull'isolato Lasagna in attacco: «Con il solo Lasagna in attacco proprio non si poteva fare di più. Ma non è certo un problema del ragazzo. Lui come tutti gli altri lotta e da il massimo in partita e durante gli allenamenti. Questo modulo ha bisogno di interpreti specifici per ogni ruolo, ma non è detto che non si possa cambiare durante il campionato». Che si possa allontanare dal collaudato 3-5-2 è difficile, variazioni sul tema tattico Capuano non è abituato a sposarle. Sarà dunque energico l'intervento sul mercato in entrata per rafforzare il reparto offensivo. Mendil non basta, ci vuole qualcos'altro. Chili e centimetri che attestino la validità del teorema di Capuano. Intanto sembra praticamente definito l'accordo con Sebastian Ferrero ('81), attaccante argentino (sei reti in trenta presenze con la Sangiovannese due anni fa). Ancora aperta la pista che porta al connazionale Di Cosmo del Catania. Il discorso è stato già avviato da tempo ma non ha ancora trovato sbocco in un accordo. Accordo che potrebbe arrivare il sette agosto, data in cui si terrà la gara amichevole proprio tra Paganese e Catania. Dovesse fallire la trattativa per quest'ultimo c'è sempre l'ipotesi affascinante di Del Core del Foggia. Sistemato l'attacco si procederà a rinfoltire il già consolidato centrocampo. L'esperto Ivan Tisci (’74) potrebbe portare quel pizzico di qualità in più sulla trequarti. da.mi.

Il Mattino

Per un De Lorenzo che torna c'è un De Rosa che se ne va.



L' attaccante Ruggiero De Lorenzo (foto) ritorna in ritiro, guarito dai postumi di una microfrattura all' alluce destro. Lascia invece il ritiro di Preci l'attaccante De Rosa che finora era aggregato alla Paganese in prova.

paganesecalcio.com

Inizia l'ultima settimana di ritiro.

Inizia l'ultima settimana di ritiro per la Paganese a Preci. Gli azzurrostellati affronteranno in gare amichevoli dapprima il Pisa a Norcia domenica alle ore 17 e successivamente il Catania giovedì 7 agosto ad Assisi prima di lasciare l'Umbria il giorno successivo.
Quest'oggi mister Capuano ha concesso mezza giornata di riposo al gruppo. Nel pomeriggio durante la seduta tattica il tecnico ha rimarcato ed evidenziato ai propri calciatori soprattutto gli errori commessi nell'amichevole di ieri.

paganesecalcio.com

Il diario di bordo di Paganese.it

Mister Capuano ha concesso ai calciatori azzurrostellati la mattinata di riposo mentre nel pomeriggio ha analizzato con gli atleti la gara di ieri evidenziando gli errori commessi. Al termine solito lavoro tecnico - tattico.
Lavoro differenziato per Nassim Mendil e Ruggiero De Lorenzo mentre Paolo D'Andria è ritorno a Pagani per sottoporsi alla risonanza magnetica al ginocchio.
Ha lasciato la Paganese, infine, l'attaccante Vincenzo De Rosa.

Gianluca Russo - paganese.it

L'attaccante argentino Sebastián Alejandro Ferrero vicinissimo alla firma.



Quello odierno, a meno di ulteriori rinvii, sarà il giorno del passaggio in azzurrostellato del centrocampista Ivan Tisci.

L'atleta è in attesa del lascia passare da parte del Foggia, società proprietaria del cartellino, prima di sottoscrivere il suo contratto con la Paganese.

Se, con l'arrivo di Tisci, il centrocampo può ritenersi completo non si può dire lo stesso per il reparto avanzato.

In attesa di Julian Di Cosmo, la cui posizione sarà definita il 7 agosto al termine dell'amichevole con il Catania, al primo posto delle preferenze azzurrostellate è balzato Sebastián Alejandro Ferrero, di nazionalità argentina ma con passaporto italiano.
La punta classe '81, che dovrebbe raggiungere Preci nella giornata di domani, nell'ultima stagione ha disputato, nella sua terra d'origine, con l'Independiente Rivadavia de Mendoza, il campionato di Primera B Nacional realizzando sei reti. Il calciatore, che ha già conosciuto il campionato di C1 nel 2006/07 con la Sangiovannese (31 presenze, 6 reti), ha giocato anche in Spagna con il Celta de Vigo B e in Scozia con il Raith Rovers FC.

Per la sua stazza imponente, nell'esperienza italiana di San Giovanni Valdarno, è stato soprannominato "Oso" (orso).

Gianluca Russo - paganese.it

Anticipata di un giorno la presentazione della squadra.

E' stata anticipata di un giorno la presentazione ufficiale della Paganese 2008/09.

I tifosi azzurrostellati, infatti, faranno la conoscenza dei calciatori che compongono la nuova rosa venerdì 8 agosto.

Gianluca Russo - paganese.it

Ivan Tisci potrebbe firmare nelle prossime ore.



La Paganese potrebbe chiudere nelle prossime ore la trattativa con il Foggia per il centrocampista Ivan Tisci (33). Fattosi da parte il Sorrento, che per bocca del ds Pagni ha smentito qualsiasi negoziato, ed arenatisi i sondaggi di Potenza e Marcianise, ora gli azzurrostellati si sono guadagnati una corsia preferenziale per il giocatore genovese.

tuttomercatoweb.com