30.6.08

Attesa per mercoledì la firma del bomber De Cesare.



GIUSEPPE BOVE Pagani. C'è sempre una prima volta, anche se arriva a trentasei anni e sul finire della carriera. Prima o poi i destini avrebbero dovuto incrociarsi per suggellare quel rapporto d'amicizia e stima che dura da una vita. Ezio Capuano e Ciro De Cesare finalmente insieme: manca poco per chiudere l'affare, pochi dettagli di natura economica ed il bomber di Mariconda sarà ufficializzato. È lo stesso attaccante a confermare lo stato avanzato della trattativa: «Pagani è una piazza stimolante e Capuano è sinonimo di garanzia. Chi ha dei dubbi relativi alla mia età verrà rapidamente smentito: ho ancora il fisico e le motivazioni di un ventenne». Ha salvato il Potenza nella passata stagione, realizzando poche ma indispensabili reti e si candida ora ad essere il nuovo idolo del pubblico azzurrostellato, il bomber cui aggrapparsi per assicurarsi una tranquilla salvezza. Tra domani e mercoledì la firma di De Cesare. Sono già ufficialmente azzurrostellati, il centrocampista D'Elia (89) e l'attaccante Bottone (88), due interessanti elementi della Primavera della Juventus: la formula del trasferimento è quella del prestito con diritto di riscatto. Salta la trattativa con l'Udinese per avere il talentuoso centravanti Felipe Monteiro Diogo, piccolo fenomeno brasiliano girato in prestito al Bari: il club friulano assicurerà comunque alla Paganese i cartellini di Morleo (vecchia conoscenza di Capuano), e dei giovani Marino (difensore) e Zampa (centrocampista). Oggi intanto è in programma un nuovo appuntamento con la Salernitana per la questione Scarpa: la Paganese vuol cedere a patto di ricevere in cambio Giannone (oppure Tricarico), Imparato e Turienzo (oppure Masini). Già in calendario anche gli incontri col Foggia, per arrivare ai centrocampisti Antonio Esposito e Tony D'Amico. Per la difesa il nome più gettonato resta quello di Rinaldi, ma prima di acquistare il dg D'Eboli vuol tutelarsi blindando il jolly De Giosa, richiesto anche dal Grosseto, cui è già stato proposto un prolungamento contrattuale. Raggiunta un'intesa di massima col Bari per il prestito dell'enfant prodige Iraci (89). Nel ritiro di Preci sarà tenuto sotto stretta osservazione anche Tindaro Calabrese, ventiduenne attaccante messinese, che nella passata stagione ha realizzto ben 29 gol. Alla prima squadra saranno aggregati anche l'89 D'Andria ed i due 91 più promettenti del vivaio azzurrostellato, il centrocampista Versiglioni e l'esterno sinistro Albano.

Nuovo sponsor al posto di Jomi.

Da domani, la Paganese Calcio avrà un nuovo main sponsor.

Sarà infatti l´Istituto Cardiologico De Martino, sito a Pagani in Via Carmine 51, a prendere il posto dell'azienda JOMI.

G.R. - paganese.it

Domenico Rega rescinde il contratto.

La Paganese Calcio 1926 S.r.l. comunica di aver rescisso consensualmente il contratto con il calciatore Domenico Rega.

Paganese, si complica l´arrivo di Aurelio.

In casa Paganese si complica la trattativa per l’attaccante campano Aurelio. Sull’esterno, che è stato contattato anche dalla Juve Stabia, si è fiondato il Perugia che avrebbe messo sul tavolo un’ottima offerta. Ora la palla passa al calciatore che deve scegliere tra gli azzurrostellati e i grifoni.

Francesco Pepe - resport.it

29.6.08

Ritratto di Paolo Capodaglio, primo acquisto ufficiale della Paganese targata Capuano.



Centrocampista offensivo, è cresciuto calcisticamente nel Guidonia con il quale, nella stagione calcistica 2003/04, è stato vice campione d'Italia nel campionato Berretti. Nella stessa stagione è stato aggregato spesso alla prima squadra, militante in serie D, collezionando 13 presenze. Sempre con la società laziale ha disputato, sempre in D, i campionati 2004/05 (32 presenze, 1 rete) e 2005/06 (34 presenze, 9 reti). In quest'ultima stagione ha partecipato alla 58esima edizione dl Torneo di Viareggio con la Rappresentativa Serie D. Ingaggiato dal Teramo, ha vestito la maglia degli abruzzesi nei campionati 2006/07 (Serie C1, 16 presenze) e in quello appena terminato (Serie C2, 30 presenze).

G.R. - paganese.it

Foto: teleponte.it

Paganese, dall´Udinese in arrivo Marino e Zampa.

A guardia dei pali la Paganese ha ormai in pugno Botticella che avrà la maglia numero uno per il secondo anno consecutivo. Dall’Udinese arriveranno in prestito il centrocampista argentino Zampa ed il difensore centrale Marino.

Francesco Pepe - resport.it

Juve Stabia e Paganese si contendono Brunner.

Sul fronte arrivi si sta concretizzando un duello tra Juve Stabia e Paganese per il numero uno del Sorrento, Alex Brunner. Il portiere non ha intenzione di proseguire la sua avventura in Costiera per via di qualche contrasto con il presidente Castellano e lo ha confermato il nuovo diesse dei rossoneri, Danilo Pagni.
Il calciatore di Trieste si presenterà lunedì a Sorrento per firmare la rescissione e sarà libero di potersi accasare altrove.

resport.it

Calciomercato: Capuano chiama De Cesare.



GIUSEPPE BOVE Pagani. Il primo colpo ufficiale - Capodaglio - ed una serie di botti pronta ad esplodere nella prossima settimana. Prende forma la nuova Paganese: ad immagine e somiglianza del tecnico Ezio Capuano. Nel suo progetto tattico - quel 3-5-2 che ha fatto le fortune della Juve Stabia due anni fa - rientrava il mediano Paolo Capodaglio ed il direttore generale Cosimo D'Eboli ha subito provveduto ad ingaggiarlo: il centrocampista romano, cresciuto al Guidonia ed esploso al Teramo, ha sottoscritto un contratto biennale e s'è detto subito entusiasta della nuova destinazione. Capodaglio ha caratteristiche da metodista: servono adesso un regista ed un uomo di corsa e temperamento per rendere granitica la zona nevralgica del campo. La Paganese ha già le idee chiarissime: vuole Giannone per garantire geometrie in cabina di regia e Tony D'Amico per assicurare pressing e polmoni alla linea mediana. Il primo è ad un passo ormai dal trasferimento: rientra, infatti, nell'affare che porterà il talentuoso Scarpa alla Salernitana. Insieme a lui svestiranno il granata per indossare la casacca azzurrostellata anche il difensore Imparato, valorizzato proprio da Capuano alla Juve Stabia, e l'ariete argentino Turienzo (in alternativa Masini). Con Tony D'Amico, invece, bisognerà avere molta pazienza: il forte centrocampista ex Cavese soltanto mercoledì prossimo rientrerà dalle vacanze in Messico e discuterà col Foggia di un'eventuale risoluzione consensuale (ha ancora un anno di contratto, ma potrebbe non rientrare più nei programmi ridimensionati del club pugliese). Dal centrocampo all'attacco: la Paganese ha bisogno di un leader, di un calciatore carismatico ed esperto, d'un rapinatore dell'area di rigore. L'identikit porta dritto a Ciro De Cesare, bomber di Mariconda da sempre in ottimi rapporti con Capuano: si sono già incontrati a Salerno nei giorni scorsi trovando anche un'intesa di massima. A supporto di De Cesare dovrebbe poi agire Monteiro Felipe Diogo, talentuoso centravanti brasiliano della Primavera dell'Udinese: rientra già da un anno nel giro della prima squadra, ha doti tecniche impressionanti e potrebbe trasferirsi in prestito a Pagani grazie agli ottimi rapporti tra D'Eboli ed il dg dei friulani Pietro Leonardi. La corsia preferenziale Udine-Pagani potrebbe allo stesso tempo essere percorsa anche dal centrocampista Zampa, dal difensore Marino e dal fluidificante mancino Morleo. Per la difesa dei pali, intanto, è stato fatto un sondaggio per l'esperto Brunner, pronto a dire addio al Sorrento.

IL MATTINO

Ufficiale: ingaggiato Paolo Capodaglio, centrocampista del Teramo.

La Paganese Calcio 1926 S.r.l. comunica di aver ingaggiato il centrocampista Paolo Capodaglio (Roma 19/06/1985). Il calciatore ex Teramo si è legato alla società azzurrostellata sottoscrivendo un contratto biennale.

paganese.it

Composizione gironi.

A meno di intoppi, la composizione dei gironi della Lega Pro sarà diramata sabato 19 luglio. Il giorno prima, invece, il Consiglio Federale comunicherà le società escluse dal campionato 2008/09.

G.R. - paganese.it

27.6.08

Pasquale Esposito: "A Pagani ho vissuto emozioni uniche"



Queste le dichiarazioni di un Pasquale Esposito visibilmente emozionato dopo la rescissione del contratto che lo legava alla Paganese: “A Pagani sono stato benissimo, ho vissuto emozioni irripetibili che rimarranno nel mio cuore per sempre”.
Al Presidente Trapani ed al direttore D’Eboli la sua riconoscenza: “Sarò sempre legato a questa società che mi ha dato la possibilità di affermarmi professionalmente e che mi sta concedendo la grande chance per tentare l’approdo in una grande squadra.
Spero davvero di riuscirci, in caso contrario potrei anche pensare di ritornare”. Infine non poteva mancare un ringraziamento ai tifosi, di cui è stato il beniamino: “Voglio ringraziare la splendida tifoseria di Pagani che ci ha sempre incoraggiati e trascinati verso le esaltanti vittorie conquistate in questi anni, i tifosi mi hanno dato tanto, spero di averli ripagati almeno in parte per l’affetto e la stima che mi hanno dimostrato”.

resport.it

Coppa Italia - Tim Cup.

La nascente Lega Pro ha comunicato i criteri di ammissione alla Coppa Italia - Tim Cup 2008/09. Alla manifestazione, organizzata dalla Lega Nazionale Professionisti, parteciperanno 18 società di Prima Divisione e 9 di Seconda Divisione. A rappresentare l'ex Serie C1 ci saranno le quattro società retrocesse dalla serie B e le quattordici (sette per girone) che si sono classificate dal terzo al nono posto dopo l’effettuazione dei Play Off.
A queste si aggiungeranno le nove società di serie C2 che si sono classificate dal primo a terzo posto di ogni girone sempre dopo l'effettuazione dei Play Off. Le ventisette società partecipanti alla TIM CUP saranno ammesse direttamente alla Fase Finale della Coppa Italia Serie C. paganese.it

PRIMA DIVISIONE (Serie C1): Arezzo, Avellino, Cesena, Cremonese, Crotone, Foggia, Foligno, Gallipoli, Legnano, Lucchese, Monza, Novara, Padova, Perugia, Pescara, Ravenna, Spezia, Taranto

SECONDA DIVISIONE (Serie C2): Bassano Virtus, Benevento, Celano O., Lumezzane, Mezzocorona, Pergocrema, Portogruaro, Real Marcianise, Reggiana,

paganese1926.blogspot.com

Cocchino D'Eboli non si lascia sfuggire Aurelio dal Cesena.



Pagani. In attesa degli ultimi verdetti circa le comproprietà in casa Paganese si è vigili sul mercato. Detto dell'affare Bombara del Messina ieri il direttore generale D'Eboli ha dovuto masticare amaro per non aver potuto portare a Pagani i gioiellini del Catania, Bucaro e Falconieri che si sono accordati con la neo promossa Reggiana. D'Eboli però non si è fatto trovare spiazzato e ha praticamente già concluso l'acquisto della promettente punta scuola Cesena, Aurelio. Sul ragazzo c'era anche la Juve Stabia ma l'operatore di mercato azzurro sembra aver battutto sul tempo il club gialloblu. Gialloblu che in virtù delle comproprietà sono stati costretti a far tornare alla casa madre, la Juventus, Di Bernardino e Rizza. Questo ha allertato subito Capuano che conoscendo le qualità dei due per averli avuti con se proprio con la Juve stabia sta tentando di portarli a Pagani. In queste ore, però, tutte le attenzioni o quasi del club azzurrostellato sono rivolte alla cessione di Francesco Scarpa. L'esterno di Torre Annunziata vuole giocare con la Salernitana ma al momento tra la Paganese ed il club granata non si è giunti ancora all'accordo. L'affare è più complicato del previsto anche perchè la Paganese punta ad ottenere il massimo da questa cessione. Fabiani e D'Eboli sono già in accordo circa la contropartita tecnica. Alla Paganese Imparato e Giannone più soldi. La Salernitana è disposta a cedere i due anche se però prima di fare ciò deve riscattare il centrocampista Giannone che è in comproprietà con la Ternana. Con la ternana non si è trovato un accordo e quindi si andrà alle buste. Questo però è un ostacolo superabile, l'inghippo maggiore, infatti, sembra essere rappresentato dalla contropartita economica. La Paganese chiede per il cartellino dell'atleta, che è sotto contratto fino al 2010, quasi 400 mila euro. Richiesta ritenuta eccessiva dal club granata che per far diminuire il denaro da sborsare sarebbe disposto ad inserire qualche altro calciatore nell'affare. Alla Paganese piacacciono sia Tricarico che Soligo. Lunedì si dovrebbe definire l'affare. Solo voci fino a questo momento anche per l'altro pezzo pregiato Pasquale Esposito. Scartata l'ipotesi Steaua Bucarest, che non ha convinto a pieno l'atleta, sono rimaste in piedi le trattative con il Pescara, il Grosseto e la Cavese. Scartata la pista Gela visto che il difensore non gradisce il declassamento in C2. Tra le prime novità della neonata Lega Pro da segnalare che martedì 8 luglio a Coverciano verrà presentato il pallone unico ufficiale della Umbro con cui si disputeranno le gare di C.

Il Mattino

La Paganese riscatta Giovanni Esposito.

Sono state rese note le risoluzioni per gli accordi di partecipazione riguardanti i calciatori in comproprietà.
L'unico calciatore per il quale la società azzurrostellata poteva esercitare il diritto di riscatto è il difensore Giovanni Esposito il cui cartellino, da oggi, è interamente di proprietà della Paganese. Non essendoci stato alcun deposito sia da parte della Paganese sia da parte dell'Arezzo, società avente il diritto di partecipazione, è la società titolare del tesseramento a riscattare l'altro 50%.

paganese.it

Paganese, nel mirino un baby dell'Udinese.

Per la difesa, la Paganese ha fatto un sondaggio con Antonio Marino, giovane elemento della Primavera dell’Udinese che però è seguito anche dalla Juve Stabia. Gli azzurrostellati hanno una corsia preferenziale con i friuliani dai quali presto avranno il difensore Archimede Morleo.

resport.it

Pasquale Esposito rescinde il contratto.



La Paganese calcio 1926 S.r.l. comunica di aver risolto consensualmente il contratto con il difensore Pasquale Esposito. La società ringrazia Pasquale per l’impegno e la serietà profusi in questi anni e per il grande attaccamento dimostrato verso i colori azzurrostellati, augurandogli un futuro professionale ricco di soddisfazioni.

Queste le dichiarazioni di un Pasquale Esposito visibilmente emozionato: "A Pagani sono stato benissimo, ho vissuto emozioni irripetibili che rimarranno nel mio cuore per sempre".
Al Presidente Trapani ed al direttore D’Eboli la sua riconoscenza: "Sarò sempre legato a questa società che mi ha dato la possibilità di affermarmi professionalmente e che mi sta concedendo la grande chance per tentare l’approdo in una grande squadra. Spero davvero di riuscirci, in caso contrario potrei anche pensare di ritornare".
Infine non poteva mancare un ringraziamento ai tifosi, di cui è stato il beniamino: "Voglio ringraziare la splendida tifoseria di Pagani che ci ha sempre incoraggiati e trascinati verso le esaltanti vittorie conquistate in questi anni, i tifosi mi hanno dato tanto, spero di averli ripagati almeno in parte per l’affetto e la stima che mi hanno dimostrato".

fonte e foto: paganese.it

Novità dal calciomercato.

Paganese iper attiva in questa prima fase di calciomercato. D’Eboli e Capuano non stanno lasciando nulla al caso e stanno mettendo sotto contratto atleti giovani e meno giovani che il prossimo anno vestiranno la casacca della Paganese. Il colpo da novanta è rappresentato dall’ingaggio del giovane esterno difensivo Domenico Bombara classe ’87 del Messina. Bombara lo scorso anno ha disputato 16 gare in B proprio con il Messina mentre due anni fa sempre con la formazione siciliana aveva esordito addirittura nel massimo campionato Italiano. Bombara ma non solo. D'Eboli ha già praticamente chiuso con la Juventus il prestito dell'attaccante Bottone che è uno dei punti di forza della primavera bianconera allenata da Chiarenza. Giovani in arrivo anche dal Catania. Con il club etneo trovato l’accordo per l’approdo a Pagani di Suarino e Donnarumma rispettivamente esterno sinistro di centrocampo ed attaccante entrambi classe ’90 mentre sfumano il centrocampista Bucaro e l’attaccante Falconini. Sasà Aurelio attaccante in comproprietà tra il Cesena ed il Genoa vestirà la maglia della Paganese il prossimo anno. Il Genoa infatti dopo aver riscattato l'altro 50% del cartellino dal Cesena, girerà il 50% alla Salernitana che a sua volta lo darà in prestito alla Paganese. A completare il pacchetto degli under c'è l'estrosa mezza punta del Bari, Benny Iraci che dopo l'esperienza dello scorso anno a Noicattaro in C2 è pronto per il grande palcoscenico. Detto dei giovani bisogna ricordare che almeno cinque colpi importanti sono stati messi già a segno dal direttore D'Eboli anche per i cosiddetti esperti. Gennaro ed Antonio Esposito ed Archimede Morleo sono già da ritenersi della Paganese.
Scarpa è da considerarsi della Salernitana anche se l'ufficializzazione della trattativa non è stata ancora divulgata. Alla Paganese andranno il difensore Imparato ed uno tra Tricarico e Giannone più un notevole conguaglio economico. Capuano ha chiesto espressamente il centrocampista ex Ternana, ma per avere ciò c'è bisogno che la Salernitana riesca a risolvere a suo favore la comproprietà. Sfumato definitivamente invece il giovane calciatore dell'Udinese Felipe Diogo. Il calciatore è stato infatti ceduto dal club friulano al Bari. Sul fronte portieri D'Eboli ha trovato un accordo di massima con il Catanzaro per avere il rinnovo del prestito del portiere Domenico Botticella.

Il Mattino

Pasquale Esposito e Nicola Fumai verso la rescissione?

I difensori Pasquale Esposito e Nicola Fumai sarebbero sul punto di rescindere i loro accordi con la Paganese. Entrambi non rientrerebbero nei programmi societari azzurrostellati.

Francesco Pepe - resport.it

26.6.08

Paganese, ingaggiato il difensore di fascia Domenico Bombara dal Messina.



RAFFAELE CONSIGLIO Pagani. Paganese iper attiva in questa prima fase di calciomercato. D’Eboli e Capuano non stanno lasciando nulla al caso e stanno mettendo sotto contratto atleti giovani e meno giovani che il prossimo anno vestiranno la casacca della Paganese. Il colpo da novanta è rappresentato dall’ingaggio del giovane esterno difensivo Domenico Bombara classe ’87 del Messina. Bombara lo scorso anno ha disputato 16 gare in B proprio con il Messina mentre due anni fa sempre con la formazione siciliana aveva esordito addirittura nel massimo campionato Italiano. Bombara ma non solo. D'Eboli ha già praticamente chiuso con la Juventus il prestito dell'attaccante Bottone che è uno dei punti di forza della primavera bianconera allenata da Chiarenza. Giovani in arrivo anche dal Catania. Con il club etneo trovato l’accordo per l’approdo a Pagani di Suarino e Donnarumma rispettivamente esterno sinistro di centrocampo ed attaccante entrambi classe ’90. Catania che girerà, sempre alla Paganese, il centrocampista Bucaro e l’attaccante Falconini lo scorso anno al Catanzaro in C2. Sasà Aurelio attaccante in comproprietà tra il Cesena ed il Genoa vestirà la maglia della Paganese il prossimo anno. Il Genoa infatti dopo aver riscattato l'altro 50% del cartellino dal Cesena, girerà il 50% alla Salernitana che a sua volta lo darà in prestito alla Paganese. A completare il pacchetto degli under c'è l'estrosa mezza punta del Bari, Benny Iraci che dopo l'esperienza dello scorso anno a Noicattaro in C2 è pronto per il grande palcoscenico. Detto dei giovani bisogna ricordare che almeno cinque colpi importanti sono stati messi già a segno dal direttore D'Eboli anche per i cosiddetti esperti. Gennaro ed Antonio Esposito ed Archimede Morleo sono già da ritenersi della Paganese. Inutile l'intromissione della Cavese che dopo aver soffiato l'estremo difensore Petrocco alla Paganese ha tentato la stessa cosa per Gennaro Esposito, ma con esiti diversi. Cavese che a questo punto dovrà accontentarsi di Pasquale Esposito ma per acquistare l'ex calciatore del Vodafone Cervia bisognerà sborsare un bel gruzzoletto di euro. Scarpa è da considerarsi della Salernitana anche se l'ufficializzazione della trattativa non è stata ancora divulgata. Alla Paganese andranno il difensore Imparato ed uno tra Tricarico e Giannone più un notevole conguaglio economico. Capuano ha chiesto espressamente il centrocampista ex Ternana, ma per avere ciò c'è bisogno che la Salernitana riesca a risolvere a suo favore la comproprietà. Sfumato definitivamente invece il giovane calciatore dell'Udinese Felipe Diogo. Il calciatore è stato infatti ceduto dal club friulano al Bari. Sul fronte portieri D'Eboli ha trovato un accordo di massima con il Catanzaro per avere il rinnovo del prestito del portiere Domenico Botticella.

Il Mattino

Sfumano Bucolo e Falconieri del Catania.

Non solo Aurelio per il club azzurrostellato. Capuano potrebbe ritrovarsi a guidare una squadra di buonissimo livello, con l’arrivo anche di Morleo dal Catanzaro. All’ultimo momento, però, la Paganese ha perso Bucolo e Falconieri, che sono passati alla Reggiana. Dalla Salernitana, poi, potrebbe arrivare Giannone, nel momento in cui sarebbe superato lo scoglio con la Ternana della comproprietà, mentre sempre il club granata dovrebbe girare alla società del presidente Trapani anche il difensore Imparato. Nel frattempo, arriverà a gironi una risposta da parte del portiere Botticella, che dovrà prima risolvere il nodo del biennale che ha ancora con il Catanzaro e poi accettare gli azzurrostellati. Rischia, però, di sfumare la prima alternativa di Cocchino D’Eboli, ovvero massimo Zappino della Pro Sesto, che sta per accordarsi con il Foggia e difendere la porta rossonera nel prossimo campionato di Prima divisione.

resport.it

La Paganese è sempre alla ricerca del portiere per la stagione 2008/2009.

Sfumato l'ex Petrocco, finito alla Cavese, è sempre ballotaggio tra Botticella e Zappino, ex Chievo e Frosinone, con quest'ultimo favorito ad indossare la casacca azzurrostellata. Per il ruolo di 12° Borrelli, ex Juve Stabia in pole.
Passando al reparto difensivo quasi sicura la riconferma di Roberto De Giosa, viste anche le difficoltà ad arrivare a Rinaldi del Foggia; vicinissimo l'esterno Archimede Morleo anch'egli pupillo del trainer Capuano già ai tempi del Sora. Sempre vive le piste che portano all'esterno di centrocampo Esposito, reduce da una stagione non esaltante nel Foggia, e al fantasista Felipe delle giovanili dell'Udinese.
Nel reparto avanzato è dato quasi per certo l'arrivo del giovane classe '89 Beniamino Iraci, che nella ultima stagione ha collezionato in C2 tra le file del Noicattro 16 presenze ed una rete.
Per la settimana prossima dovrebbero giungere anche le prime ufficialità.

Marco Orlando Ferraioli - www.ilgiornaledellosport.net

25.6.08

"Paganese, che impresa!". Il 10 luglio la presentazione.



E' pronto il libro "Paganese, che impresa!" di Nino Ruggiero e Peppe Nocera.
L'evento di presentazione è in programma per il 10 luglio alle ore 19.30 presso l'Aula consiliare del comune di Pagani.

Accorrete numerosi.

Paganese, l’obiettivo di Capuano è il jolly Morleo.



RAFFAELE CONSIGLIO Pagani. Da martedì lo staff di mercato azzurro è tornato a Milano per visionare da vicino alcuni movimenti inerenti le comproprietà. In modo particolare si spera che l’Udinese riesca a riscattare il jolly Archime Morleo dal Catanzaro per poi girarlo alla compagine azzurrostellata. Morleo è una vecchia conoscenza di Capuano visto che il tecnico salernitano lo ha avuto alle sue dipendenze qualche anno fa in quel di Sora. Affare già bello è fatto con il Bari invece per il giovane attaccante Benny Iraci. L'atleta che nella passata stagione ha vestito la casacca del Noicattaro in C2 è da considerarsi il primo colpo del nuovo corso della Paganese targata Ezio Capuano. Sono giorni questi dove il direttore generale Cosimo D’Eboli è alle prese con l’acquisto di quei giovani da inserire nell’organico e poi da miscelare con almeno una decina di giocatori validi e già esperti. Dalla Juventus stanno per arrivare il centrocampista Bottone classe ’89 e l’esterno D’Elia. Dall’Udinese oltre a Diogo anche l'argentino Zampa e l'attaccante Gerardi classe '87 quest'anno alla Sangiovannese. Dal Genoa Amico e Di Nunzio rispettivamente difensore ed attaccante. Capitolo portiere ad ore si potrebbe sbloccare l'affare Botticella. Al Catanzaro la Paganese girerebbe qualche giovane di belle speranze vedi D'Andria, Mammetti e Giudice. In alternativa a Botticella c'è sempre Zappino del Frosinone, Benassi del Sassuolo e Spadavecchia del Bari. Braccio di ferro su alcune trattative con la Juve Stabia. I due club capani si contendono gli attaccanti Aurelio del Cesena e Lauria del Lanciano. L'Arezzo non vuole più mollare l'attaccante Alain Baclet. Cari, nuovo tecnico degli amaranto, sembra puntare sul francese e se così fosse la Paganese sarà costretta a cercare altrove. Altrove che potrebbe essere la vicina Sorrento visto che un'altra vecchia conoscenza di Capuano, Sibilli, ha intenzione di andar via. Manca solo l'ufficialità, che potrebbe avvenire già nei prossimi giorni, ma gli affari sono già conclusi con Gennaro ed Antonio Esposito. I due atleti ritornano alla corte di Capuano dopo qualche anno. Sul fronte cessioni oggi dovrebbe essere il giorno del passaggio dell'esterno di centrocampo Francesco Scarpa alla Salernitana. D'Eboli e Fabiani sembrano aver trovato un punto d'incontro. Alla Paganese dovrebbero andare il difensore Imparato, uno tra Soligo e Tricarico, il rinnovo del prestito di Enzo Fusco più un cospicuo conguaglio economico. L'altro pezzo pregiato azzurrostellato Pasquale Esposito è conteso dal Pescara, dalla Salernitana e dal Grosseto. Nelle ultime ore sull'atleta si è inserita la Cavese ed il Gela. Esposito però ha subito declinato l'invito del suo ex allenatore Cosco a Gela perchè punta quanto meno a restare in C1.

Il Mattino

Colpaccio della Paganese: arriva Aurelio, soffiato alla Juve Stabia.

Colpaccio della Paganese. Il club azzurrostellato si sta per aggiudicare Sasà Aurelio, esterno d’attacco del Cesena, che era in comproprietà col Genoa. Articolato il modo in cui il calciatore arriverà a Pagani, visto che il Genoa riscatterà la metà del cartellino dal Cesena e girerà il 50% alla Salernitana. Il giocatore sarà poi trasferito in granata e successivamente Fabiani lo presterà alla Paganese. Un vero e proprio giro di mercato che consentirà ad Eziolino Capuano di avere un esterno di grande valore nella sua squadra. Probabile che, nel caso in cui l’allenatore salernitano dovesse utilizzare il 3-5-2, Aurelio giochi in attacco come seconda punta.

resport.it

Paganese, in arrivo un tris di calciatori dalla Juventus.

Oggi i dirigenti azzurrostellati si siederanno attorno ad un tavolo con gli emissari di Catania e Juventus. Gli etnei gireranno in prestito alla Paganese due elementi della Primavera. Si parla di Suarino e Donnarumma, rispettivamente esterno sinistro di centrocampo e attaccante, entrambi classe ’90. Con i bianconeri invece sarà definito l’accordo per il prestito dell’attaccante Bottone, punta di spessore della Primavera allenata da Chiarenza.

resport.it

Paganese, Scarpa è virtualmente della Salernitana.

La cessione dell’ormai ex capitano della Paganese alla Salernitana è cosa fatta. Scarpa si legherà al club di via Posidonia con un contratto triennale. In azzurrostellato arriverà il difensore Imparato e, con molta probabilità, il centrocampista Tricarico per il quale si tratterebbe di un ritorno. Se non dovesse arrivare Giannone, alla corte di Capuano potrebbe approdare l’attaccante Turienzo.

resport.it

Bucolo e Falconieri alla Paganese.

Il centrocampista Bucolo e l’attaccante Falconieri sono della Paganese. I due giovani calciatori, di proprietà del Catania, hanno disputato l’ultima stagione al Catanzaro, in serie C2. Ora, i due elementi, saranno a disposizione di Capuano per disputare il campionato di Prima divisione.

resport.it

Paganese, sfuma l'ingaggio di Diogo.

Sfuma il sogno di Eziolino Capuano: Diogo Felipe non andrà alla Paganese. Il calciatore è stato ceduto dall’Udinese al Bari.

resport.it

24.6.08

Omaggio a Vincenzo De Risi: il compianto presidente della Paganese.



L'ultima volta che sono sceso a Pagani, per il ritorno col Lecco, mi sono recato negli spogliatoi del Marcello Torre insieme a Marcello Sforza. Lì ho scovato questo poster del rimpianto presidente della Paganese Vincenzo De Risi, ucciso nei primi anni ottanta a due passi dallo stadio.

Sono orgoglioso di essere amico di suo figlio, Francesco.

Paganese, in arrivo un blocco di calciatori dalla Salernitana.

La Paganese riceverà un bel gruzzolo di euro da investire sul mercato oltre ad un paio di calciatori granata in esubero e che non rientrano nei piani del tecnico Fabrizio Castori. Tra questi elementi ci sarà con molta probabilità il difensore Imparato, rientrato alla base dopo il prestito alla Juve Stabia. Oltre all’ ex stabiese nella città di Sant’Alfonso potrebbe approdare anche un centrocampista tra Tricarico e Soligo.

Francesco Pepe - resport.it

Capuano preme per l’ingaggio di Ghomsy. Botticella pronto a restare a guardia della porta.

PAGANI. Mercato in continuo fermento
in casa Paganese. La settimana
appena iniziata potrebbe
essere, se non fondamentale,
quanto meno importante per iniziare
a capire quali sono le reali
intenzioni della dirigenza nell’allestimento
della squadra da consegnare
a mister Ezio Capuano. In
primis c’è da risolvere la questione
relativa al portiere ed in tal senso
sembrano esserci buone speranze
per quanto concerne la permanenza
a Pagani di Mimmo Botticella.
Il numero uno azzurrostellato ha
infatti dato la propria disponibilità
a restare alla Paganese con l’intento
di disputare per il secondo
anno consecutivo il torneo di serie
C1. Queste le parole di Botticella:
«Per il momento la situazione vive
una fase di stallo ma in ogni caso
da parte mi c’è la massima disponibilità
a restare qui anche per la
prossima stagione. Il mio obiettivo
è infatti quello di giocatore ancora
in serie C1 e quindi credo proprio
di rimanere a Pagani anche se il
mio cartellino è di proprietà del
Catanzaro e di conseguenza ora è
la dirigenza della Paganese a dover
trovare un accordo con la dirigenza
calabrese».
Sono queste, dunque, le parole di
Mimmo Botticella sul suo futuro in
maglia azzurrostellata. Per la cronaca
la Paganese nei giorni scorsi
è stata sulle tracce di Zappino e
Barasso ma alla fine dovrebbe
essere Botticella a difendere i pali
della porta azzurrostellata nella
prossima stagione. Capitolo difesa.
Anche qui ci sono ancora molte
situazoni in ballo legate anche al
futuro di De Giosa. Se, come sembra
probabile, il centrale dovesse
lasciare Pagani la dirigenza si tufferebbe
immediatamente sul mercato
per reperire un sostituto all’altezza
della situazione.
Per il momento l’unica trattativa in
corso è quella relativa ad Antonio
Ghomsy, pupillo di Ezio Capuano
che lo rivorrebbe con se nella sua
nuova avventura paganese. Nelle
ultime ore il tecnico salernitano
avrebbe effettuato un sondaggio
anche con Mario Terracciano ma
alla fine il difensore dovrebbe
rimanere a Scafati con buona
pace di tutti Per quanto riguarda
invece la batteria di esterni, Imparato
dovrebbe arrivare nei prossimi
giorni nell’ambito della trattativa
che porterà Scarpa alla Salernitana.
Più complicato, invece, arrivare a
Morleo visto che il giocatore attualmente
è in compartecipazione tra
Udinese e Catanzaro. A centrocampo
gli obiettivi sono sempre gli
stessi e cioè Giannone, Enzo
Fusco, Vicidomini (il quale dopo il
buon campionato di Lanciano ha
rilanciato sensibilmente le proprie
quotazioni), Tricarico(sul quale c’è
l’interesse anche del Potenza), De
Rosa e Antonio Esposito per i quali
non dovrebbero esserci invece
grossi problemi. In avanti il nome
nuovo è invece quello di Fabio De
Luca che lascerà quasi sicuramente
Scafati per approdare verso
altri lidi.
Il sogno resta sempre Turienzo ma
il nome più ricorrente è quello di
Masini offerto dalla Salernitana
sempre nell’ambito dell’operazione
Scarpa. In fase di stallo l’operazione
Osso anche se alla fine l’Udinese
dovrebbe lasciarlo ancora una
stagione a Pagani. Nel frattempo è
stato concluso l’acquisto di Iraci e
di altri giovani di belle speranze in
futuro.

Raffaele De Angelis - Il Roma

Macalli: prima le iscrizioni poi si deciderà sulla composizione dei gironi .



Dalla nuova denominazione, alla composizione dei due gironi della C1.

Il traguardo che il Presidente Macalli è stato raggiunto: quelo di cambiare denominazione alla Lega Professionisti della Serie C. Ora , come comporre i due gironi ? Il Presdiente della Lega Pro è stato categorico. Durante un'intervista rilasciata alla Provincia ha dichiarato: " prima dobbiamo attendere le iscrizioni della società , poi decideremo il da farsi. Le sette squadre campane di C1, non avranno il modo di scontrarsi durante il prossimo campionato - intendo dire in pochi derby per le sette società campane - , il tutto per prevenire scontri tra le tifoserie e per garantire l'ordine pubblico.". Si presunme che la lLega Pro vada verso una composizione dei gironi dividendo lo stivale longitudinalmente est - ovet.

Alessandro Proventi
www.ilgiornaledellosport.net

Paganese: ecco i baby in arrivo.

La Paganese sta mettendo le mani su alcuni dei migliori giovani della formazioni Primavera di serie A. Il direttore generale D’Eboli, nella giornata di domani, dovrebbe cominciare a chiudere alcune operazioni in entrata legate proprio a ragazzi di indubbie qualità e provenienti da settori giovanili importanti.
Praticamente fatta per il centrocampista della Juventus Donato Bottone, classe 89, nativo di Polla in provincia di Salerno, ci sarebbe già l’ok con il procuratore del giocatore. L’esterno Salvatore D’Elia, sempre della Juventus, potrebbe essere un altro obiettivo della premiata ditta D’Eboli – Capuano. In dirittura d’arrivo anche la trattativa con l’Udinese per il prestito del mastino di centrocampo della primavera friulana Facundo Zampa, argentino di Rosario, talento che ha bisogno di giocare un campionato intero da titolare e la Paganese gli aprirebbe questa possibilità. Sempre dall’Udinese arriverà il centravanti Federico Gerardi, dell’87, quest’anno in prestito alla Sangiovannese.
Affari in avvio di conclusione anche con il Genoa. Matteo Amico e Tiziano Di Nunzio, rispettivamente difensore e attaccante, sarebbero nel mirino della Paganese, così come i catanesi Cristian Suarino e Alfredo Donnarumma, il primo esterno di centrocampo e il secondo una mezzapunta.
Veniamo invece ai calciatori più esperti. Dal Messina possono arrivare l’esterno Nolè e il difensore centrale Ghomsy, con la Salernitana si chiuderà con ogni probabilità domani la vicenda Scarpa. L’attaccante passerà in granata in cambio di soldi più il terzino Imparato. La Paganese tenterà di inserire nella trattativa in extremis il centrocampista Andrea Tricarico per il quale si tratterebbe di un ritorno a Pagani. Questione portiere. Entro qualche ora Mimmo Botticella potrà tornare in azzurrostellato. Il procuratore incontrerà il diesse del Catanzaro, squadra proprietaria del cartellino del portiere, Gianni Improta e il tecnico Provenza, possibile che in Calabria finisca qualche giovane della Paganese.

calciocampania.com

23.6.08

Juve Stabia e Paganese si contendono la mezzapunta Salvatore Aurelio.



Le idee ci sono e sono anche tante. Il taccuino del direttore sportivo della Juve Stabia pullula di nomi. Dopo l’interessamento per Fabio Lauria del Lanciano c’è un’altra pista che sembra battere il club di via Cosenza: quella che porta a Salvatore Aurelio.
Aurelio è un esterno in grado di giocare anche in attacco, insomma, l’ideale per il 4-3-3 di Maurizio Costantini. Come Lauria, anche Aurelio è nato a Napoli e nel gennaio scorso ha compiuto 22 anni. La sua è la classica storia dei calciatori campani, che per sbarcare il lunario sono costretti a lasciare, sin dall’adolescenza, la terra natìa. La Juve Stabia potrebbe puntare sulla sua voglia di riscatto proprio come quella del club gialloblù, che dopo le sofferenze della stagione passata, ha voglia di rilanciarsi.
Su Aurelio c’è anche la Paganese di Eziolino Capuano che tra i tanti nomi in agenda ha inserito anche il nome dell’attaccante del Cesena.

www.resport.it

Paganese: tentativo per il portiere del Bari Spadavecchia.



La Paganese s'è oramai rassegnata a perdere l'estremo difensore Botticella. Il Catanzaro di mister Provenza sembra intenzionato a trattenere l'estremo in giallorosso e dunque il club di patron Trapani dovrà reperire un altro estremo difensore.
Massimo Zappino è sempre il primo obiettivo, ma la concorrenza del Foggia potrebbe dirottare la Paganese verso altri pipelet. Si parla con insistenza di Vitangelo Spadavecchia, classe 1982, di proprietà del Bari.
L'estremo difensore - 1 metro e 96 di altezza - tornerebbe in C1 dopo 4 stagioni trascorse tra B (Bari e Pescara), intervallate da una breve parentesi in Serie A col Catania: l'unica esperienza in terza serie per Spadavecchia c'è stata nella stagione 2004-05, tra le file della Sambenedettese.
Quasi fatta anche per il dodicesimo, che sarà Antonio Borrelli ('83), proveniente dalla J.Stabia.

Giuliano Pisciotta - calciocampania.com

Capuano vuole giocare nel girone del nord.

RAFFAELE CONSIGLIO Pagani.Non trova sosta il mercato della Paganese. D'Eboli e Capuano continuano a lavorare per allestire una rosa competitiva che possa ben figurare nel prossimo campionato di C1. La politica societaria di reperire in primis giovani validi è stata premiata dalle nuove normative della Lega Pro che dal prossimo anno ha imposto la presenza nelle varie rose di almeno cinque under 23 ed istituito alcuni premi in percentuale per l'utilizzo degli stessi nell'arco del campionato. Ezio Capuano, che ha raccolto l'ennesima sfida della sua carriera, è tranquillo e convinto che la Paganese che sta venendo su sarà una squadra capace di far divertire. «Anche se ancora non c'è nulla di ufficiale sui calciatori che vestiranno la maglia azzurrostellata il prossimo anno è inutile nasconderlo che abbiamo già definito o quasi diverse trattative. La nostra idea è stata fin dall'inizio di costruire una rosa composta da venti atleti. Dieci esperti ed altrettanti giovani. Fortuna ha voluto che poi le nuove norme della Lega Pro ci hanno premiato e devo dire che adesso abbiamo un vantaggio notevole sugli altri team che devono reperire giovani validi da inserire nei propri organici». Capuano è sereno e nello stesso tempo sempre più convinto che scegliere la Paganese è stata la cosa migliore. «Ero convinto qualche mese fa e adesso sono ancora più contento della scelta che ho fatto. Ho scelto la Paganese perchè ho capito subito che si poteva creare qualcosa di importante e poi ho trovato una società ed un presidente che difficilmente si trova a certi livelli». Martedì tornerà a Milano per le comproprietà. «Abbiamo qualche comproprietà da risolvere e nello stesso tempo vogliamo vedere da vicino anche alcune comproprietà di calciatori di altre società che ci interessano. Sono convinto che possiamo avere una rosa completa già per la partenza del ritiro. È importante infatti lavorare con un gruppo già completo perchè poi i benefici si avranno nel corso del campionato». Sulla scelta del girone non vi è preferenza anche se sarebbe gradito quello settentrionale. «Si gioca in 11 sia nel girone C sia in quello A ma per una questione di ordine pubblico, ma non solo, sarebbe meglio andare a confrontarsi con le squadre del nord dove a calci si prende solo il pallone e non l'avversario». Da Capuano la piazza si aspetta tanto. «Ai tifosi che mi hanno subito accolto alla grande dico di restare tranquilli ed avere fiducia in questo progetto. So che sono molto calorosi e so del loro amore verso la squadra della città. Io mi sento già uno di loro e per questo ho in mente solo ed esclusivamente il bene della Paganese». Sul fronte mercato nel corso della prossima settimana dovrebbero essere ufficializzati gli acquisti della mezza punta del Bari Benny Iraci, del jolly Archimede Morleo e di Antonio e Gennaro Esposito rispettivamente dal Foggia e dal Siena. A difesa dei pali è spuntato il nome di Angelo Spadavecchia del Bari.

Il Mattino

22.6.08

In arrivo due Esposito. Quasi fatta per il portiere Zappino.



RAFFAELE CONSIGLIO Pagani. Dopo l'acquisto della mezza punta del Bari, Benny Iraci, quest'anno al Noicattaro in C2, e dell'esterno sinistro Archimede Morleo del Catanzaro, nelle prossime ore la Paganese dovrebbe mettere a segno altri due colpi importanti. Manca solo la firma, ma tra le parti c'è già un accordo di massima con l'esterno offensivo Antonio Esposito del Foggia e con il mediano del Siena Gennaro Esposito. Quattro elementi validi che fanno già capire che il prossimo anno la compagine azzurrostellata lotterà per il vertice. D'Eboli, Capuano e Trapani dopo la parentesi milanese sono tornati venerdì in città per definire ancora altre trattative. In primis la Paganese è alla ricerca del portiere titolare. Partito Botticella, tornato al Catanzato, si è vicini all'ingaggio dell'ex numero uno del Frosinone, Zappino. Sul calciatore c'è anche il Foggia di Novelli ma la Paganese alla fine la dovrebbe spuntare. Per la definizione della trattativa si aspetta il rientro dell'atleta che al momento è in vacanza. Come secondo la Paganese avrebbe ingaggiato l'ex portiere della Juve Stabia Antonio Borrelli, quest'anno al Sapri in D, che Capuano conosce bene per averlo avuto alle sue dipendenze proprio a Castellammare qualche anno fa. Il trainer salernitano sta cercando di arrivare anche al difensore camerunense Ghomsi. La trattativa è ben avviata, il calciatore ha già fatto capire alla Juve Stabia di voler accettare la proposta di contratto della Paganese ed il tutto potrebbe trovare risvolti positivi già dall'inizio della prossima settimana. Sempre dalla vicina Castellammare sono in procinto di arrivare a Pagani, Affatigato, De Rosa e Baclet. Per i primi due manca solo la firma sul contratto mentre per Alain Baclet, francese, c'è bisogno dell'assenso dell'Arezzo che detiene il cartellino. Tanto lavoro, in questi giorni, per il direttore generale azzurrostellato, Cosimo D'Eboli, che, come ci tiene a precisare, quest'anno non vuole commettere gli errori della passata stagione. «Quello che abbiamo vissuto la passata stagione spero non accada mai più. Abbiamo sofferto davvero tanto e solo grazie alla costanza e l'amore verso questa squadra siamo riusciti ad evitare la retrocessione. Da oltre dieci giorni stiamo lavorando in piena sinergia con il nostro nuovo tecnico per cercare di allestire una squadra competitiva. In questo periodo del mercato dire due parole sono troppe ed una e poco per questo preferiamo lavorare in segreto per non farci rompere le uova nel paniere. Quello che posso dire è che il prossimo anno ci divertiremo perchè abbiamo un tecnico bravo e preparato e stiamo prendendo tutti calciatori bravi e motivati. I tifosi devono stare tranquilli perchè quest'anno insieme a noi si toglieranno tante soddisfazioni. Sono convinto che al massimo sul finire della prossima settimana completeremo la rosa e metteremo al corrente la stampa ed i tifosi di tutte le operazioni che abbiamo portato a termine». Paganese che da martedì sarà di nuovo a Milano per continuare ad operare.

Il Mattino

Largo ai giovani.

Come più volte ribadito dal Presidente Macalli l'obiettivo della neo Lega Pro sarà quello di valorizzare sempre di più l'utilizzo dei giovani. Alla luce di ciò sono state riviste le "regole" per le quali le società potranno godere del contributo federale per l'impiego dei giovani calciatori. Il giocatore farà guadagnare il contributo alla sua società se sarà utilizzato per almeno trenta minuti e non più per un minimo di dieci come nella stagione appena terminata.
Vincoli che non varranno nelle ultime tre giornate di campionato, nelle quali ogni allenatore sarà libero di schierare i calciatori senza alcun limite di età.
I calciatori nati nell'87 permetteranno un introito alla società dell'80% del gettone base, quelli dell'88 il 100%, quelli dell'89 il 120%, quelli del '90 il 140%. Se, poi, il calciatore in questione proviene dal settore giovanile della stessa società, il gettone sarà aumentato di un altro 20%, un ulteriore 20% a quelle che vinceranno il proprio girone mentre è del 10% in caso di vittoria del campionato ma tramite Play Off. -20% per quelle retrocesse direttamente e -10% per le perdenti i Play Out.
Sono esclusi dal premio-valorizzazione i calciatori in prestito e gli stranieri.
Infine, le società che iscriveranno squadre al campionato Nazionale Allievi avranno diritto ad un aumento del 10% sul totale spettante; un ulteriore 10% a quelle che iscriveranno squadre al campionato Nazionale Giovanissimi.

G.R. - paganese.it

21.6.08

Paganese, tre colpi: Iraci, Morleo e Ghomsi.



RAFFAELE CONSIGLIO Pagani.Inizia a prendere forma la Paganese targata Ezio Capuano. Il club presieduto da Raffaele Trapani sta portando a termine le prime operazioni. Praticamente già definito l'accordo con il Bari per avere l'esterno d'attacco Benny Iraci che lo scorso anno ha militato nelle fila del Noicattaro in C2 e con il Catanzaro per Archimede Morleo venticinquenne jolly difensivo già alle dipendenze di Capuano qualche anno fa a Sora. In dirittura di arrivo anche il passaggio del difensore camerunense Ghomsi (foto). La Juve Stabia vorrebbe riconfermarlo ma il calciatore ha espresso parere favorevole circa un passaggio alla Paganese. Sempre dal club stabiese potrebbero arrivare i centrocampisti De Rosa, Affatigato ed Esposito. Meno probabile al momento il passaggio di Caputo. Con l'Arezzo si tratta per avere un altra vecchia conoscenza di Capuano, l'attaccante francese, Alain Blaclet. Dall'Udinese la Paganese ha ottenuto il rinnovo per il centrocampista Osso e starebbe per prendere anche il trequartista Diogo. Capitolo portiere. Il Catanzaro non ha sciolto ancora le riserve su Botticella e Zappino è tentato dal Foggia per questo D'Eboli potrebbe ingaggiare Enzo Criscuolo chiuso a Cava da Petrocco. Il ruolo di dodicesimo sarà ricoperto dall'ex portiere della Juve Stabia, Borrelli. Piace l'attaccante del Sant'Antonio Abate Martone, 30 gol quest'anno in D. Definito il nuovo sponsor che sarà l'Istituto cardiologico De Martino.

Il Mattino

Non c´è l'accordo sulla contropartita per la cessione di Scarpa alla Salernitana.



La cessione di Francesco Scarpa alla Salernitana sta diventando un tormentone per la Paganese ed i suoi tifosi. Anche ieri non c’è stata la tanto attesa fumata bianca. Il presidente Trapani, il dg D’Eboli ed il tecnico Capuano sono rientrati in mattinata da Milano e subito si sono diretti presso la sede del club granata nel centro di Salerno. La Salernitana propone un conguaglio accettabile ma è sui calciatori da girare alla Paganese che si è verificato l’ennesimo inghippo. Fabiani, dg granata, offre in cambio Mammarella, l’argentino Masini e la comproprietà di Fusco, elementi che non soddisfano appieno Capuano. D’Eboli invece continua a chiedere le prestazioni di Soligo, Imparato e magari anche Giannone per il quale la situazione è ingarbugliata.

Francesco Pepe - resport.it

Paganese, il portiere Zappino potrebbe firmare al rientro dalle vacanze.

Il mercato della Paganese resta fermo agli acquisti della mezzapunta Iraci e dell’esterno sinistro Morleo. Aspettano di essere ufficializzati anche gli ingaggi dell’esterno offensivo Antonio Esposito del Foggia e del mediano Gennaro Esposito del Siena, entrambi già alla corte di Capuano a Castellammare. Tra i pali la società sembra aver scelto Zappino che al rientro dalle vacanze potrebbe firmare l’accordo con la Paganese.

Francesco Pepe resport.it

Clamoroso: Bordeanu al Messina.

Dopo l'annuncio della famiglia Franza di lasciare la guida del Messina, nessun nuovo gruppo o imprenditore si è fatto avanti per rilevare la squadra, che così, come annunciato nei giorni scorsi, rischia seriamente di non iscriversi al prossimo campionato di B. Molti giocatori della rosa, nell'incertezza, trattano con altre società e perfino l'allenatore Di Costanzo nei giorni scorsi avrebbe avuto il permesso dalla dirigenza per discutere con l'Ascoli. Per questi e per tanti altri motivi, la notizia del giorno proveniente dalla Sicilia ha del sorprendente: il club siciliano ha infatti tesserato due calciatori svincolati, il centrocampista ex Pescara Alessandro Paolucci (22) e il portiere rumeno ex Pro Vasto Liviu Bordeanu (25). Dal sito della Lega Calcio risulta che il contratto dell'estremo difensore era stato depositato lo scorso 26 febbraio, mentre il 31 gennaio quello del mediano.

www.tuttomercatoweb.com

20.6.08

Paganese: in arrivo tre rinforzi da Salerno.

RAFFAELE CONSIGLIO Pagani. D'Eboli e Capuano sono da metà settimana a Milano per definire alcune trattative intavolate alcune settimane fa. In questi giorni ci sono stati contatti serrati anche se al momento non vi è alcuna ufficializzazione di affari conclusi. A Milano il direttore generale azzurrostellato conta di definire il passaggio di Francesco Scarpa alla Salernitana. Fabiani e D'Eboli così sanciranno il passaggio del centrocampista di Torre Annunziata al club granata del patron Lombardi. Da definire solo il conguaglio che la Salernitana dovrà dare alla Paganese. Capuano pressa per avere i centrocampisti Giannone e Tricarico e uno tra Turienzo e Pintori. Sempre nell'affare Scarpa potrebbe rientrare il rinnovo del prestito di Enzo Fusco che così per il secondo anno di fila vestirebbe l'azzurro. Mercato che anno dopo anno diventa sempre più difficile. Di soldi ne girano pochi e le richieste per chi ha calciatori validi sono eccessive. D'Eboli sta stringendo i tempi con il Bari per cercare di avere la mezza punta Benny Iraci classe '89, che lo scorso anno ha vestito la casacca del Noicattaro in C2. Contatti anche con l'Udinese che dopo aver lasciato a Pagani il giovane centrocampista Osso dovrebbe dare qualche altro valido elemento alla compagine salernitana. La Paganese ha chiesto il trequartista Diogo, l'attaccante Gerardi e l'esperto esterno sinistro Morleo, ex Catanzaro. Da Milano però lo staff di mercato azzurro conta anche di poter strappare qualche contratto importante a calciatori di categoria superiore. Svanito o quasi il sogno Rinaldi, il Foggia ha praticamente posto il veto sulla sua cessione, dal club rossonero arriverà il centrocampista Esposito. Novelli, neo tecnico del Foggia, ha dato il via libera alla cessione di uno dei pupilli di Capuano. Stretta decisiva anche per l'altro Esposito Gennaro. Foggia che però si è inserita nella trattativa con l'esperto portiere ex Frosinone, Zappino. Il club salentino vorrebbe strappare l'atleta alla Paganese che nel frattempo ha bloccato però anche Benassi e nelle ultime ore sembra vicino ad un possibile accordo con Enzo Criscuolo della Cavese. Da valutare la posizione di alcuni calciatori della Juve Stabia. Piacciono Affatigato, De Rosa, Caputo e Baclet. Altre trattative in piedi sono quelle con il Marcianise per il difensore Nigro e con il Celano per i giovani promettenti Barraco e Mignogna. Verrà presentato giovedì 10 luglio, presso l'aula consiliare del comune di Pagani, il libro "Paganese, che impresa". L'opera realizzata da Nino Ruggiero e Peppe Nocera è stata dedicata alla memoria del Tenente Pittoni.

IL MATTINO

Paganese: movimenti di mercato.

La Paganese è sempre alla ricerca del numero uno per la stagione 2008/2009. Sfumato l'ex Petrocco, finito alla Cavese, è sempre ballotaggio tra Botticella e Zappino, ex Chievo e Frosinone, con quest'ultimo favorito ad indossare la casacca azzurrostellata. Per il ruolo di 12° Borrelli, ex Juve Stabia in pole.
Passando al reparto difensivo quasi sicura la riconferma di Roberto De Giosa, viste anche le difficoltà ad arrivare a Rinaldi del Foggia; vicinissimo l'esterno Archimede Morleo anch'egli pupillo del trainer Capuano già ai tempi del Sora. Sempre vive le piste che portano all'esterno di centrocampo Esposito, reduce da una stagione non esaltante nel Foggia, e al fantasista Felipe delle giovanili dell'Udinese.
Nel reparto avanzato è dato quasi per certo l'arrivo del giovane classe '89 Beniamino Iraci, che nella ultima stagione ha collezionato in C2 tra le file del Noicattaro 16 presenze ed una rete.
Per la settimana prossima dovrebbero giungere anche le prime ufficialità.

paganese1926.blogspot.com

19.6.08

Paganese-Iraci: accordo raggiunto.



Come ampiamente preannunciato nei giorni scorsi, Capuano avrà in rosa il giovane esterno di centrocampo Beniamino Iraci, classe ‘89 lo scorso anno a Noicattaro. Nonostante la giovane età, il calciatore siciliano ha inanellato 17 presenze con i rossoneri pugliesi siglando anche una rete. L’accordo con il procuratore e con lo stesso Iraci è stato raggiunto in pochi secondi.

Francesco Pepe - resport.it

Vincenzo Cosco allenerà il Gela.



Vincenzo Cosco riparte da Gela. L’ex trainer della Val di Sangro, che l’anno scorso ha iniziato la stagione alla guida della Paganese, ha firmato per il Gela, club siciliano che parteciperà al torneo di serie C2.

resport.it

La serie C si chiamerà Lega Pro.

La serie C cambia nome. Da oggi diventa Lega Pro (Lega italiano calcio professionistica). La serie C1 diventa la Prima Divisione e la serie C2 la Seconda Divisione. Umbro lo sponsor tecnico. Rose contingentate. Solo 18 elementi per le squadre di C1 e 15 per quelle di C2. Giovani under 21 senza limiti numerici.

La serie C ha cambiato nome. Da oggi si chiamerà Lega Italiana calcio professionistica, abbreviazione "Lega Pro", e avrà un nuovo logo. Lo ha annunciato il presidente, Mario Macalli, al termine della riunione di fine stagione della Lega di serie C tenutasi questa mattina all'Ac Hotel di Firenze.

"Abbiamo cambiato la nostra definizione nominativa - ha spiegato Macalli all'uscita dalla riunione di Lega -. Siamo diventati Lega Italiana calcio professionistica, con l'abbreviazione di "Lega Pro" con il nuovo logo. Cambiano le denominazioni di serie C1 e C2, con la prima che avrà la denominazione di campionato di prima divisione, diviso in girone A e B, con trentasei squadre, quindi diciotto per ogni girone. Mentre la serie C2 diventa campionato di seconda divisione con cinquantaquattro squadre, con anche in questo caso diciotto società per i tre gironi".

E' stato comunicato anche il nuovo sponsor tecnico legato alla Lega Italiana calcio professionistico: "Sarà la Umbro", ha aggiunto Macalli, precisando che "dal nuovo regolamento federale è stata decisa una limitazione delle rose, con diciotto elementi per le squadre di C1 e quindici di C2, più tutti i giovani che si vogliono, con ragazzi che devono essere nati dal 1987 in poi".

"Sulla divisione geografica dei gironi - ha detto ancora Macalli - aspettiamo l'elenco delle aventi diritto e poi faremo esercizio di buon senso, partendo dal buon risultato riscontrato la scorsa stagione".

"E' stata una buona assemblea, il movimento è vivo, adesso pensiamo anche alla riforma dei campionati, che è necessaria. Come 'Lega pro' - ha concluso Macalli - rimaniamo in prima linea, certi di ribadire la nostra volontà di cambiamento, perché i club devono smettere di essere una fabbrica di debiti, con i presidenti che sono gli unici a rimetterci".

Redazioneweb - www.calciopress.net

Giovedì 10 luglio la presentazione del volume “Paganese, che impresa!”.

Sarà presentato giovedì 10 luglio alle 19.30 presso l’Aula consiliare del Comune di Pagani il volume “Paganese, che impresa!”, realizzato dai giornalisti Nino Ruggiero e Peppe Nocera. Il libro, interamente incentrato sulla miracolosa salvezza degli azzurro-stellati nell’appena trascorso campionato di C1, sarà dedicato alla memoria del Tenente Marco Pittoni.
Gli autori, i giornalisti Nino Ruggiero e Peppe Nocera, hanno inteso dedicare la loro ultima fatica di letteratura calcistica alla memoria dell’ufficiale dei carabinieri che ha immolato la sua giovane vita in difesa dell’ordine costituito.
Il lavoro di Ruggiero e Nocera è la normale prosecuzione dell’opera presentata lo scorso ottobre, “Paganese: 80 anni di calcio”, due volumi di ben 840 pagine dedicate interamente alle vicende sportive della Paganese dalla sua fondazione ai giorni nostri.
Raccolta l’entusiastica adesione al progetto dell’Associazione ex Consiglieri Comunali, presieduta dal senatore Gerardo De Prisco, al termine del campionato, i due giornalisti hanno pensato di raccontare una salvezza che va considerata alla stregua di una promozione. Un salvezza conquistata proprio in extremis, dopo varie vicissitudini superate nel corso di un lungo ed estenuante campionato di C1, che ha il sapore di una grande impresa.
Il libro presenta storie e personaggi del campionato appena decorso, risultati e tabellini delle gare e pareri di tutti gli addetti ai lavori che seguono abitualmente le gesta della Paganese; non mancano originali fotografie a colori che rendono più piacevole e gradevole la pubblicazione.
La triste vicenda del barbaro assassinio del giovane tenente Pittoni ha segnato profondamente l’intera comunità; così, è arrivata la decisione di dedicare il volume, oramai quasi pronto alla stampa, alla memoria dell’eroico carabiniere, sempre presente nei momenti più delicati delle gare interne della Paganese. Nel libro, tra l’altro, è anche pubblicata una foto inedita del tenente Pittoni in compagnia dell’arbitro Barletta di Bernalda in occasione della contestata gara interna con il Padova in cui si registrarono momenti di alta tensione in occasione di un gol subìto dalla Paganese.

Serie C, quale futuro?

Il presidente della Lega, Mario Macalli, si appresta a cambiare nome alla serie C. Molto altro ancora bolle in pentola. Sponsor unico. Contenimento delle rose. Utilizzo dei giovani. Stretta sugli stadi. Riforma dei campionati. Si sta per disegna il futuro della terza serie. Si, ma quale?

Modifica del nome - Nell’assemblea del 19 giugno, la Lega di Firenze si appresta a cambiare il nome alla categoria. Secondo quanto è trapelato si va verso il modello inglese. La serie C dovrebbe assumere la denominazione, rispettivamente, di Prima e di Seconda Divisione. Le anticipazioni di Macalli prospettano anche la discesa in campo di uno sponsor unico per la categoria, che potrebbe dare un po’ di fiato alle casse di tante società vicine al collasso economico.

Società a rischio – Il presidente Macalli, in interviste rilasciate a diversi organi di stampa, si è dichiarato molto preoccupato (“Ho una pau­ra terribile, perché siamo fermi”) in materia di iscrizioni. Le rigide norme fissate dalla Figc potrebbero determinare un'ecatombe, se venissero applicate alla lettera e senza le solite deroghe all’italiana. Tra serie B e serie C sarebbero almeno venti, a detta di Macalli, i club che ri­schiano di non essere ammessi.

Impianti sportivi –
Anche le ferree normative sulla disponibilità di un impianto consono alla categoria sul quale disputare le partite interne di campionato, potrebbero risultare penalizzanti per molte società. La lettura del comunicato di Lega non lascia molto spazio al’immaginazione. Se le norme saranno applicate in modo rigoroso (e senza le deroghe della scorsa stagione) molti club potrebbero essere dichiarati fuori legge, ed esclusi dai rispettivi campionati, non potendo contare su uno stadio a norma. Senza contare che si tratta di capire cosa deciderà l’Osservatorio.

Contenimento delle rose – Nella prossima stagione le rose, come ha più volte anticipato dallo stesso Macalli, saranno contingentate a 18 tesserati di cui cinque under 21, oltre a un nu­mero illimitato di Under 20. Il 19 giugno se ne parlerà a Firenze in Assem­blea di Lega. Tuttavia bisognerà mettere i presi­denti in condizione di disporre di una norma che risulti applicabile a situazioni di fatto. In materia di tesseramenti molto dovrebbe cambiare a partire da subito e la mission della serie C si orienterà verso il potenziamento dei vivai.

Formazione dei gironi - Sulla divisione (geo­grafica o trasversale?) dei gironi di serie C, Macalli è stato chiaro: “Aspettiamo l’elenco delle aventi di­ritto e poi faremo esercizio di buon senso. Prima vogliamo l’organico. Però la divisione dell’anno scorso ha fun­zionato. Ogni tanto bisogna fare di ne­cessità virtù. Sette club in Campania, record assoluto, difficilmente potran­no convivere. Me lo confermeranno i prefetti e le questure per una serie di incompatibilità ambientali”. Dunque, le squadre campane divise (in base a non meglio definiti criteri) e i gironi formati in senso verticale.

Riforma dei campionati – Sul punto il presidente Macalli è andato duro. I club devono smetterla di essere una fabbrica di debiti e i presidenti non possono continuare a rimetterci all’infinito. I campionati, secondo il massimo dirigente della Lega di C, sono strutturati male e il sistema cal­cio (a partire dai dilettanti) non funziona più. Ergo, una ristrutturazione diventa ineludibile. Ma chi la dovrà promuovere? E, soprattutto, a partire da quando?

Sergio Mutolo - www.calciopress.net

18.6.08

Calciomercato: Salernitana, è fatta per Scarpa



L'assemblea di Lega di domani potrà essere decisiva anche per quello che riguarda il mercato della Salernitana. Insomma, è tutto un problema di soldi che dovrebbero arrivare dalla mutualità (seppur ridotta) e dai diritti tv allo stato attuale inesistenti. Tutti soldi virtuali, come virtuale per ora è il mercato della Salernitana che ha intavolato diverse trattative che per adesso non sono state chiuse. Tanti i nomi sul taccuino di Fabiani che oggi pomeriggio attende anche il verdetto della Commissione Disciplinare circa il suo deferimento in seguito al secondo filone di Calciopoli. Il dirigente granata potrebbe essere squalificato ed in questo caso è già pronto il ricorso. Si parlava di trattative da chiudere e probabilmente in questi giorni o al massimo per l'inizio della prossima settimana si celebrerà il matrimonio tra Francesco Scarpa e la Salernitana. Le parti si sono sensibilmente avvicinate per la felicità dell'esterno della Paganese che ha voluto fortemente vestire il granata. La trattativa è stata per qualche settimana frenata e sull'orlo del fallimento ma adesso si può dire tranquillamente che, salvo clamorosi dietrofront, Scarpa sarà il primo acquisto della Salernitana. A Pagani dovrebbe arrivare anche una contropartita tecnica. Capuano vorrebbe Giannone o Soligo. Il primo deve essere riscattato mentre il secondo ha anche altre richieste in C, quindi è più probabile che a Pagani resti Enzo Fusco e che venga raggiunto da Carlo Mammarella. L'arrivo dell'esterno partenopeo potrebbe anche scatenare qualche operazione in uscita che potrebbe riguardare Walter Piccioni che sarebbe stato richiesto dall'Arezzo, squadra che quest'anno punta decisamente alla promozione in B. Sempre dalla società toscana è arrivato anche un timido sondaggio per Turienzo che però resterà in granata. Ferraro, sondato anch'egli dall'Arezzo, potrebbe accasarsi a Pescara. Sempre nel giro di attaccanti figura anche Magliocco che tornerà alla casa madre per poi andare via. Magliocco, forte di altri due anni di contratto con la Salernitana, è stato anche accostato alla Nocerina che costruirà una grande squadra per il ritorno in C2. Più probabile però che Magliocco vada a Potenza, società che girerà alla Salernitana il centrocampista ventitreenne Berretti. Da Terni invece giunge una voce che riguarda Ambrogioni. Gli umbri hanno chiesto il difensore della Salernitana ma quest'ultimo non è intenzionato a scendere di categoria. Sempre per la difesa sembra sempre più improbabile un accordo tra Roberto Cardinale e la Salernitana. Le parti restano distanti ed è facile ipotizzare per il difensore di Sant'Anastasia un trasferimento in B. Il Benevento è pronto ad ingaggiarlo. Per un difensore che va, uno che arriva. Maurizio Peccarisi, tornato in Italia, è pronto per legarsi alla Salernitana. Il giocatore, svincolato, è atteso in città per la firma del contratto triennale proposto dalla società granata. Per Pestrin, Rea, Stendardo e Schetter si attendono sviluppi della situazione societaria del Messina. In attacco si lavora su più fronti. Guidetti lancia ancora messaggi d'amore alla Salernitana mentre per Frick e Corvia bisognerà parlare con il Siena. Destinato a sfumare l'interesse per Biancolino. Nelle ultime ore è spuntato il nome di Ghezzal che il Genoa ha rilevato dal Crotone. L'impressione è che l'affare si possa concretizzare.

IL MATTINO

Calciomercato: in arrivo Antonio Esposito, pupillo di Capuano.



Eziolino Capuano si frega le mani e a breve potrà riabbracciare Antonio Esposito, l’esterno napoletano che ha avuto alla Juve Stabia due anni fa. Il calciatore, dopo la strepitosa stagione con le vespe, non si è ripetuto a Foggia e il club pugliese, che ieri ha annunciato Novelli, non intende confermarlo. La pressione del nuovo trainer azzurrostellato è stata decisiva per sbloccare la posizione di Esposito, che Capuano ha tentato di riportare alla Juve Stabia già nel mercato di gennaio.

www.resport.it

C1, il punto sul calciomercato.

Il punto sul calciomercato al 18 giugno. La situazione dei 36 club di serie C1, raggruppati per regione, quando mancano dieci giorni dalla data di avvio delle procedure per le iscrizioni al campionato di terza serie.

CAMPANIA (7) - L'Avellino è una delle società in crisi finanziaria e la famiglia Pugliese sta trattando la cessione della società: se restasse al comando, il budget sarà assai contenuto e la squadra costruita in economia. Il neopromosso Benevento, viceversa, sembra puntare in alto e ha già ingaggiato quattro elementi di valore (il terzino Colombini e il centrocampista Cejas dal Taranto, poi D'Isanto dal Sorrento e il difensore della Pro Sesto Cattaneo). La Cavese sta alla finestra e, dopo aver preso come allenatore Papagni, ha ingaggiato dal Messina il portiere Petrocco. Il neopromosso Real Marcianise non ha ancora chiarito in quale direzione muoversi. La Juve Stabia ha ricapitalizzato in extremis e ora potrà dedicarsi alla parte tecnica, dopo la conferma di mister Costantini in panchina. Le vespe puntano tre giocatori del Sorrento: il portiere Brunner (ma devono vincere la concorrenza del Pergocrema), il difensore Maury e l'attaccante Fragiello. La Paganese (che ha preso come allenatore Capuano, ex Juve Stabia) e il Sorrento non hanno finora effettuato operazioni di rilievo.

LOMBARDIA (6) - Nella Cremonese il presidente Arvedi resta in sella e i grigiorossi ripartono alla caccia della serie B. Mondonico (che ha un contratto triennale) dovrebbe lasciare. Si punta sul ticket Gigi Simoni-Venturato. Il Legnano ha ingaggiato Attilio Lombardo come allenatore e punta sui giovani: tuttavia i diversi gioiellini lilla (Legati, Battaglia e Morandi) sono dati in partenza. Interesse per alcuni giocatori di scuola Sampdoria (Virdis e Taormina). Anche il Lumezzane, altra neopromossa, si muove con circospezione e punta a confermare il blocco vincente della C2. Il Monza dovrebbe riparte da Dario Marcolin in panchina e ha ingaggiato un attaccante esperto come Savoldi, ex Lecco. Assai attivo il Pergocrema che ha già ingaggiato Brambilla, Facchinetti, Garavelli e Le Noci. Segnalati in uscita Boscolo e Facchetti, corteggiati dal Com. La Pro Sesto ha preso il difensore Perfetti dalla Pro Patria e l'attaccante marocchino Kabine, mentre il difensore Rota è passato al Lugano. Tra gli obiettivi Conrotto, difensore del Pizzighettone e Beretta, punta del Monza.

TOSCANA (4) – L’Arezzo riparte da un tecnico (Marco Cari, ex Taranto) e un direttore sportivo (Iaconi) di categoria: ora si aspetta di capire la squadra che il presidente mancini intende schierare per risalire in B. La Lucchese ha enormi problemi economici e i tifosi sono in agitazione (raccolte oltre 4mila firme consegnate al sindaco della città Favilla “a difesa di una fede”). Se il presidente Fouzi Hadj riuscirà a iscrivere i rossoneri al prossimo campionato, il budget sarà assai ridotto e la squadra formata da giovani. Analogo discorso vale per la Massese: tutto tace nel club apunao e i tifosi sono scesi in piazza contro l’attuale proprietà. Tutto tranquillo alla Pistoiese dove il presidente Braccialini, nel senso della continuità, ha confermato l’allenatore della salvezza Benedetti.

VENETO (4) - A Padova il presidente Cestaro, fallita la trattativa per la cessione della società, va avanti. Confermati l’allenatore Sabatini e il ds Meluso, che era dato in partenza. Primo acquisto il difensore Giovannini, reduce da una bella stagione a Foligno. Il Portogruaro, neopromosso, punta alla salvezza e semra intenzionato a confermare il gruppo che ha portato la squadra in terza serie. L’Hellas Verona, dopo la disastrosa stagione scorsa conclusasi con una salvezza all’ultimo secondo, riparte in panchina da Remondina, ma i tifosi contestano il presidente Arvedi d’Emilei che non vuole cedere la società. Il Venezia conferma in panchina Michele Serena e intende ringiovanire la squadra cedendo alcuni anziani (Oscar Brevi, Ezio Brevi, Poggi).

EMILIA ROMAGNA (4) – Il Cesena, appena retrocesso dalla B, punta su un tecnico emergente come Bisoli (ex Foligno) per riconquistare la categoria. Nessuna nuova da Ravenna, pure retrocesso dalla cadetteria e i programmi non sono stati ancora delineati. Molto attesa ai nastri di partenza la Reggiana, che ha confermato in panchina l’allenatore della promozione in C1 Pane e si deve ancora attivare sul mercato.

PUGLIA (3) –A Foggia è in programma un notevole ridimensionamento e la squadra sarà rivoluzionata con un occhio agli ingaggi. Nuovo allenatore è Raffaele Novelli. E’ tornato in maglia rossonera Fabio Pecchia. Confusa la situazione a Gallipoli, dove il presidente Barba minaccia di lasciare e comunque di ridimnensionare in modo massiccio gli obiettivi. Tutto fermo dal punto di vista tecnico. Anche a Taranto il presidente Blasi, deluso per la finale playoff persa con l'Ancona, ha messo in vendita la società e i programmi sono tutti da definire.

UMBRIA (3) - Il Foligno scommette su un tecnico giovane, Roberto Cevoli. Il gioiellino Giacomelli, è corteggiatissimo. Giovannini è passato al Padova e Cacciatore alla Triestina. A Perugia i Silvestrini vogliono cedere il club e in prima fila come acquirente c’è Leonardo Covarelli, patron del Pisa e perugino doc. Come mister, al posto di Cuccureddu, è in lizza Giorgio Roselli. La Ternana, dove si registra l'arrivo di Beppe Signori come consulente di mercato, sta confermando il blocco di giocatori dello scorso anno. Punta il difensore Angeli del Perugia e tenta il colpo Santoruvo (attaccante del Bari).

LE ALTRE (6)
- Il Crotone ha perso in panchina Indiani e ceduto il bomber Ghezzal (20 reti nello scorso campionato) al Genoa: punta comunque a ricostruire una squadra forte. Il Novara cerca almeno i playoff e spera in Notaristefano. Ha ingaggiato Bertani, capocannoniere dell'Ivrea in C2. Tratta il centrocampista Valdifiori del Legnano ma potrebbe perdere il difensore Ciuffetelli corteggiato dal Ravenna. Galderisi è andato sulla panchina dell'ambizioso Pescara che ora ha nel mirino molti ex dell Foggia: Coletti, Del Core, Di Roberto, Zanetti e Mounard. Tutto fermo a Potenza. Nella Sambenedettese la famiglia Tormenti resta ufficialmente alla barra di comando e intende mettere in piedi un organico molto competitivo. Lo Spezia è fermo e il problema è quello di evitare il fallimento: ipotesi probabile nonostante la tifoseria abbia organizzato anche un comitato per la raccolta di fondi.

www.calciopress.net

17.6.08

Portiere: Zappino, ex Pro Sesto, nel mirino.



RAFFAELE CONSIGLIO Pagani. Paganese impegnata nella realizzazione della nuova squadra che prenderà parte al prossimo torneo di serie C1. D'Eboli e Capuano mercoledì saliranno a Milano per definire alcune trattative già avviate. Sfumato Petrocco, passato dal Messina alla Cavese, le attenzione dell'operatore di mercato azzurrostellato sono rivolte a Benassi ma non solo. Il portiere del Sassuolo, che in passato è stato già alle dipendenze di Capuano a Castellammare di Stabia, però ha preso tempo e per questo, visto anche che difficilmente il Catanzaro lascerà libero Mimmo Botticella, si sta guardando anche altrove. Calda la pista che porta all'ex portiere del Frosinone Zappino (foto) ed al paganese Iuliano. Il primo dopo l'esperienza della passata stagione con la Pro Sesto sarebbe ben visto dallo stesso Capuano che però vede di buon grado anche Rino Iuliano che potrebbe rientrare in qualche scambio tra Salernitana e Paganese. Nel ruolo di dodicesimo ci sarà il giovane portiere dell'Empoli Dossena, quest'anno in prestito al Rovigo. Per la difesa è quasi fatta per il foggiano Rinaldi. Pedina di esperienza che andrebbe a costituire con il riconfermato De Giosa un reparto centrale difensivo di categoria superiore. In odore di riconferma anche l'esterno Fumai che Capuano conosce bene per aver avuto alle sue dipendenze qualche anno fa a Sora. Per l'out di sinistra piace Manuel Panini del Catania. Gennaro Esposito dovrebbe essere il nuovo centrocampista di qualità della Paganese. L'atleta dopo la parentesi a Siena prima e Cesena poi starebbe per accettare la proposta di contratto del club azzurro. Sempre vivo l'interessamento per Mignogna e Barraco del Celano e Nigro del Marcianise. Sul fronte cessioni sembra maturo il tempo per il passaggio di Francesco Scarpa alla Salernitana. Intensi sono i contatti tra D'Eboli e Fabiani. La Paganese ha chiesto soldi o in alternativa Giannone, Soligo o Tricarico ed uno tra Turienzo, Pintori e Ferraro.

IL MATTINO

Nella foto: Zappino.

La Paganese si fionda su Turienzo della Salernitana.



La Paganese pensa in grande. Per sostituire il partente Cantoro, la società del presidente Trapani pensa ad un nuovo argentino per l’attacco azzurro-stellato. Si tratta di Turienzo, attaccante della Salernitana che nella scorsa stagione ha contribuito, al fianco di Di Napoli, alla promozione in serie B della formazione granata. Turienzo potrebbe rientrare sempre nell’operazione Scarpa alla Salernitana, per la cui cessione Capuano vorrebbe anche Giannone, già inseguito a lungo dal tecnico salernitano quando guidava la Juve Stabia. Intanto sembra vicino l’arrivo di Antonio Esposito dal Foggia, mentre il vecchio pupillo di Capuano Geppino Rinaldi non vestirà la maglia della Paganese perché il club pugliese non lo lascerà andare.

resport.it

Paganese, si complica l´affare Diogo.



Si complica l’affare Felipe Diogo (nella foto). Il trequartista brasiliano dell’Udinese, che la Paganese corteggia, ha estimatori in cadetteria ed il Parma ha chiesto informazioni ai friulani.

Francesco Pepe - resport.it

Paganese, Capuano e D´Eboli a Milano.

Un momento particolare dunque per la Paganese sul fronte mercato. Già oggi però qualcosa potrebbe cambiare. Le buone notizie sono attese da Milano dove si sono recati il dg D’Eboli ed il tecnico Capuano per incontrare alcuni elementi ritenuti idonei a sposare la causa azzurrostellata.

Francesco Pepe - resport.it

16.6.08

Idea Della Corte per la porta. Per la difesa contattato Prosperi (Il Roma).



PAGANI. Si lavora in casa Paganese
per costruire la squadra
adatta alle richieste del nuovo tecnico
Eziolino Capuano, molti i calciatori
che potrebbero essere utili
alla causa.
Si spera in un campionato tranquillo
e non tormentato come
quello appena trascorso quindi il
dg D’Eboli sta lavorando sul mercato
per acquistare le pedine utili
allo scacchiere del tecnico salernitano.
Nelle ultime ore per la difesa
si è fatto il nome di Fabio Prosperi
del Taranto su cui c’è però
l’agguerrita concorrenza del Benevento
che sta facendo della società
pugliese un vero e proprio
discount dopo gli acquisti di
Cejas e Colombini. Per il ruolo di
portiere si sta pensando a Giuseppe
Della Corte,l’estremo difensore
classe 83’ ha rifiutato l’offerta
di rinnovo della Cavese poiché
ambisce ad un posto da titolare e
Pagani potrebbe essere la piazza
giusta per far conoscere le sue
qualità.
Per il centrocampo si lavora per il
ritorno di Serrapica,potrebbe
vestire d’azzurro anche Chianese
del Lecco,che ha messo in mostra
le sue qualità negli spareggi salvezza,
sempre dal Lecco potrebbe
arrivare l’esperto centrocampista
ex Napoli,Andrea Bernini.
Quasi fatta per i pupilli di Capuano,
Rinaldi ed Antonio Esposito,
difficile arrivare a Baclet e
Ghomsy. Dalla Salernitana potrebbero
arrivare alcuni calciatori
inseriti nell’affare Scarpa,anche se
la richiesta sembra molto distante
dall’offerta, Capuano infatti
vorrebbe Giannone,Soligo e uno
tra Turienzo e Magliocco mentre i
granata offrono i soliti Masini e
Bardeggia. Finiti sul taccuino di
D’Eboli anche molti giovani interessanti
che potrebbero arrivare in
prestito da importanti società di A
e B (Udinese, Ascoli e Chievo).
In attacco si lavora sulla pista
Baclet anche se si potrebbe virare
su Fragiello del Sorrento o addirittura
su di un clamoroso ritorno
di Alessandro Corallo. In uscita
ancora da definire la cessione di
Scarpa anche se la volontà del calciatore
è quella di vestire la
maglia granata così come Pasquale
Esposito che non sembra convinto
della Steaua Bucarest.

Giorgio Francavilla - Il Roma

Paganese: il difensore Rinaldi bloccato dal Foggia.

Il Foggia non è intenzionato a cedere il difensore Rinaldi alla Paganese. Il calciatore è stato bloccato dal club rossonero con il quale ha ancora il contratto in corso, nonostante le insistenti richieste di mister Capuano che lo vuole a Pagani.

resport.it

La Paganese chiede Pintori alla Salernitana per liberare Scarpa.

Scarpa, attaccante della Paganese, è sempre vicino alla Salernitana. D’Eboli ha chiesto in cambio uno tra Giannone, in comproprietà tra i granata e la Ternana, e Tricarico che però ha tante offerte oltre ad un cospicuo conguaglio. La sensazione è che l’affare sia in via di definizione, magari con l’inserimento nella trattativa anche di un esterno offensivo come Pintori che la Salernitana ha già ingaggiato dal Lanciano.

Francesco Pepe - resport.it

Serie C1: campane ancora divise.

Non si tornerà alla divisione "nord-sud" per i due gironi di Serie C1. Lo ha confermato Mario Macalli, presidente della Lega Calcio di Serie C. Motivi di ordine pubblico e derby "troppo sentiti" indurranno ancora una volta a dividere le società campane tra i due raggruppamenti del torneo di terza serie: Marcianise e Paganese si sono dette favorevoli all'abbinamento con squadre settentrionali.

resport.it

Serie C1, tutti gli allenatori.

Molte squadre di C1 hanno scelto il tecnico per la nuova stagione. Altre si apprestano a farlo. Altre ancora sono in sospeso. La tabella riassuntiva della situazione al 14 giugno.

Arezzo: Cari (nuovo)

Avellino: Calori (confermato ?)

Benevento: Papagni (nuovo)

Cavese: Camplone (nuovo

Cesena: Bisoli (nuovo)

Cremonese: Mondonico (confermato ?)

Crotone: Moriero (?)

Foggia: Pea (?)

Foligno: ?

Gallipoli: Patania (?)

Juve Stabia: Costantini (confermato ?)

Legnano: Lombardo (nuovo)

Lucchese: Tazzioli (?)

Lumezzane: Menichini (?)

Real Marcianise: Vullo (?)

Massese: Maurizi (?)

Monza: Marcolin (?)

Novara: Notaristefano (nuovo)

Padova: Sabatini (?)

Paganese: Capuano (nuovo)

Pergocrema: Fortunato (nuovo)

Perugia: Cuccureddu (?)

Pescara: Galderisi (nuovo)

Pistoiese: Benedetti (confermato)

Portogruaro: Domenicali (?)

Potenza: ?

Pro Sesto: Sala (confermato)

Ravenna: ?

Reggiana: Pane (confermato)

Sambenedettese: ?

Sorrento: Morgia (?)

Spezia: ?

Taranto: ?

Ternana: Giorgini (confermato)

Venezia: Corradini (confermato)

Hellas Verona: Remondina (nuovo)

Redazioneweb - www.calciopress.net

15.6.08

Calciomercato: Zappino o Iuliano le alternative a Botticella.

La Paganese dunque deve continuare a guardarsi intorno per reperire un portiere di valore. Le opzioni Botticella e Benassi sono sempre valide ma la lista dei papabili a vestire la maglia numero uno si è allungata. Circolano infatti anche i nomi di Zappino e Iuliano. Il primo, quest’anno in C1 alla Pro Sesto, è un estremo difensore di sicuro affidamento. Identico discorso per Iuliano, paganese purosangue e reduce dall’esperienza di Salerno dove ha rivestito il ruolo di dodicesimo alle spalle di Pinna. Intanto rumors di mercato danno la Paganese vicina all’ingaggio del centrocampista Beniamino Iraci, classe’89 scuola Bari, la scorsa stagione in prestito al Noicattaro.

Francesco Pepe - www.resport.it

Petrocco alla Cavese: Cocchino D'Eboli si infuria!



L’accordo raggiunto tra la Cavese ed il portiere Giancarlo Petrocco ha mandato su tutte le furie il dg della Paganese Cosimo D’Eboli. Petrocco, ex azzurrostellato, era uno degli obiettivi di D’Eboli per la difesa della porta della Paganese nella prossima stagione ed invece non se ne farà più nulla. Lapidario il commento dell’operatore di mercato eburino: “ Purtroppo nel calcio non c’è gratitudine e riconoscenza ma soprattutto correttezza. In caso di mancato rinnovo contrattuale con il Messina, Giancarlo (Petrocco, ndr) avrebbe preso in considerazione l’ipotesi di un ritorno a Pagani. Erano questi i patti ma lui è venuto meno alla parola data ad una società che l’ha rilanciato nel calcio che conta quando nessuno avrebbe scommesso più nulla su Petrocco”.

Francesco Pepe - www.resport.it

Calciomercato: Giancarlo Petrocco alla Cavese!



Quando sembrava tutto fermo per quanto riguarda il mercato degli Aquilotti, arriva subito la notizia che la Cavese ha acquistato un nuovo portiere: si tratta di Giancarlo Petrocco proveniente dal Messina.
Con Petrocco è stato trovato un accordo su base biennale che sarà ratificato nei tempi previsti dalla normativa federale vigente.
Si tratta del primo vero acquisto ufficiale della Cavese 2008/2009.

Fonte: pazzpacaves.blogspot.com

Girone A? Delle sette squadre campane solo Paganese e Marcianise accettano.

In questi giorni, oltre al calciomercato che è in pieno fermento, a tenere banco è il possibile scenario della composizione dei nuovi gironi di serie C1. La presenza di sette società della Campania, regione maggiormente rappresentata, hanno indotto il Presidente Macalli alla decisione di dividerle in due gironi. I problemi di ordine pubblico sono alla base di questa scelta che comunque, nei prossimi giorni, sarà discussa con le autorità Prefettizie.
Gli elevati costi delle trasferte e la riduzione degli incassi, sicuramente più congrui in caso di derby anche per la massiccia presenza di tifosi ospiti, hanno fatto storcere il naso ai massimi dirigenti delle società campane. Favorevoli al girone A si sono mostrati solo i Presidenti di Real Marcianise e Paganese ma con motivazioni diverse. Per Bizzarro la scelta è dovuta esclusivamente ad un problema logistico visto che la formazione casertana sarà costretta a disputare le prime gare di campionato al "Pinto" a causa della ristrutturazione del Progreditur, per Trapani, invece, il girone A, come già successo nella passata stagione, resta una vetrina importante.

G.R. - paganese.it

I derby spacca Campania (da Tuttosport).

13.6.08

Aggiornata la lista dei blog delle altre squadre.

Nella bacheca che trovate a destra, al termine delle foto, ci sono i link ai blog delle altre squadra italiane. La lista è in via di aggiornamento. Se conoscete altri blog come il mio, segnalatemelo che lo inserisco nella lista.

Ecco i blog già presenti nella lista:

  • IL BLOG DELL'AGLIANA

  • IL BLOG DELL'ANGOLANA

  • IL BLOG DEL BITETTO

  • IL BLOG DEL CAPURSO

  • IL BLOG DEL CASALE

  • IL BLOG DEL CASARANO

  • IL BLOG DELLA CASERTANA

  • IL BLOG DEL CASTEGGIO BRONI

  • IL BLOG DELLA CAVESE

  • IL BLOG DEL CERIGNOLA

  • IL BLOG DEL CIVITAVECCCHIA

  • IL BLOG DELLA CREMONESE

  • IL BLOG DEL DOMODOSSOLA

  • IL BLOG DEL FIGLINE VALDARNO

  • IL BLOG DELLA FIORENTINA

  • IL BLOG DEL FOGGIA

  • IL BLOG DEL FONDI

  • IL BLOG DEL FROSINONE

  • IL BLOG DEL GAETA

  • IL BLOG DEL GALLIPOLI

  • IL BLOG DELLA JUVE STABIA

  • IL BLOG DEL PARMA (IN INGLESE)

  • IL BLOG DELLA PRO VERCELLI

  • IL BLOG DELLA SALERNITANA

  • IL BLOG DI SUDAFRICA 2010

  • IL BLOG DEL TARANTO

  • IL BLOG DEL VERONA

  • IL BLOG DEL CALCIO SPAGNOLO
  • Paganese: le promesse di Capuano.



    E’ partita ufficialmente ieri nel tardo pomeriggio l’avventura al timone della “riconfermata in serie C1” Paganese di Ezio Capuano, l’allenatore della plebe, come detto in sede di presentazione dallo stesso trainer salernitano. “Sono orgoglioso e fiero di essere qui a Pagani” sono state le prime parole del neo allenatore, ho dato la mia parola a D’Eboli e nonostante le richieste dalla Sambenedettese, ho scelto Pagani. Qui ho la possibilità di poter aprire un ciclo duraturo”.
    Visibilmente emozionato, Capuano parla già da tecnico che sa il fatto suo. Poco parlare e tanto sudare in mezzo al campo il suo credo calcistico, ma soprattutto tanta concretezza e decisione le doti richieste. Il torneo di C1, come già provato sulla sua stessa pelle, infatti nasconde insidie in ogni dove e occorre evitare ogni inutile spreco di risorse e di uomini. Ecco dunque spiegata l’oculatezza con cui sta operando sul mercato quel volpone di Cocchino D’Eboli, vero e proprio deus ex machina del miracolo Paganese in questi anni. Anche lui felice per questo matrimonio finalmente consumato, un matrimonio che porta nella città di Sant’Alfonso, secondo le sue affermazioni, un tecnico preparato e motivato, oltre che un grande comunicatore. I colpi piazzati fino a questo momento rientrano tutti nel business plan della dirigenza azzurrostellata e cioè quello di contenere i costi di gestione in primo luogo e quello di scegliere gli uomini e i calciatori che sappiano sposare in toto la causa della Paganese. “Chi vestirà questa maglia dovrà esserne orgoglioso” questo in sintesi il Capuano pensiero.
    Quel che è chiaro è che c’è da ricostruire l’intera intelaiatura della Paganese perché, inutile girarci intorno, quella della stagione calcistica da poco archiviata, non passerà alla storia della Paganese, come la formazione più stellare. Poche, pochissime riconferme, si cercherà di trattenere i cavalli di razza, vedi De Giosa, a cui alcune squadre della cadetteria fanno una corte serrata, ed il promettente Osso Armellino, che salvo colpi di scena, dovrebbe essere ai nastri di partenza anche per la prossima stagione, per lui si parla di un prestito gratuito. Difficile, se non del tutto abbandonata, invece la pista di un ritorno tra i pali di Petrocco. Un mix di giovanotti di belle speranze e qualche veterano, la miscela della nuova Paganese targata Capuano che comunque saprà, o dovrà, essere spettacolare e non noiosa, che cerchi la qualità. Insomma Capuano e Pagani sembrano fatti l’uno per l’altro e c’è da scommettere che la stagione che verrà sarà di quelle che difficilmente saranno dimenticate, nel bene o nel male, dai tifosi azzurrostellati.
    Spazio dunque alla manovre di mercato ma occhio anche a quella che sarà la formazione messa in campo da Eziolino Capuano. Nelle passate stagioni il tecnico ha preferito non distaccarsi molto dal vecchio ma affidabilissimo 3-5-2 che gli hanno garantito tranquillità e la possibilità di balzare alle cronache sportive con la sua Juve Stabia. Si partirà il 14 di luglio per Preci, in provincia di Perugia, già sede qualche anno addietro di ritiro, e si resterà fino all'8 agosto, per poi continuare la preparazione in sede, con doppie sedute di allenamento per altri 5 giorni.

    http://www.calciocampania.com