31.5.07

Il presidente della Spal: "se va male potrei lasciare". Adesso a Ferrara cominciano a farsela sotto veramente.

La coreografia di GA su un giornale di Reggio Emilia.


Sul sito del quotidiano "L'informazione di Reggio Emilia" ho trovato questo articolo che parla di noi e pubblica la foto della coreografia che Gioventù Azzurra ha creato per il match di domenica scorsa al Marcello Torre.

Auguri Gianluca. E che il più bel regalo te lo faccia sabato la Paganese.


Oggi è il compleanno di una persona speciale: Gianluca Russo, il webmaster di paganese.it.

A lui tanti auguri da parte mia, sperando che il più bel regalo che riceverà sia quello che gli faranno sabato a Ferrara i giocatori della Paganese.

Fotocronaca di un fine settimana da incorniciare.






































Sono partito in auto da Milano sabato mattina alle 8 e alle 11 circa ero a Firenze dove ho caricato in macchina l'amico Salvatore Russo con il quale ho completato il viaggio verso Pagani.
Arrivo a Pagani verso le 17. Ad attenderci al casello dell'autostrada il grande amico Marcello Sforza che da quel momento non mi ha più mollato, diventando praticamente la mia guida personale della città di Pagani, nonché il mio "press agent".
Salvatore è andato a casa di suo padre , con lui ci ritroveremo domenica al Marcello Torre da dove ripartiremo per Firenze-Milano dopo la partita.
Marcello mi porta a casa sua e conosco sua madre, persona deliziosa e gentilissima, e i suoi due nipotini Mara e Pio.
Ci faccciaamo un primo giro per Pagani, per Corso Ettore Padovano, arriviamo in piazza del Municipio dove visitiamo un vecchio club di Amici della Paganese.
Alla sera andiamo alla pizzeria Tortuga a mangiare con i fantastici ragazzi del Forum (che saluto uno ad uno personalmente), siamo una ventina e al culmine della serata mi regalano una torta di panna con la mia foto stampata sopra e la scritta Forza Paganese in gelatina azzurra. Subito dopo arriva un altro bellissimo regalo: una targa di alluminio con il ringraziamento per la mia passione verso la Paganese.
Durante la cena ho mostrato a tutti i quaderni sui quali da ragazzo attaccavo i ritagli delle partite della Paganese.
Passo la notte a casa di Marcello e la domenica mattina altro giro a piedi per Pagani per bar e circoli azzzurrostellati. Mostro nche qui i miei quadernetti con i ritagli di giornale e conosco un'infinità di tifosi paganesi che si complimentano con me per la mia insolita passione che mi porto dentro sin da ragazzo.
Pranzo straordinario da Teresa, la fidanzata di Marcello, dove trovo anche Pietro e Alfonso e subito dopo via di corsa verso il Marcello Torre dove tutto si completa nella maniera più deliziosa possibile: ci pensa Francis Ibekwe a regalarmi la classica ciliegina sulla torta ad un fine settimana straordinario. Confesso di essermi commosso in gradinata a cantare e urlare i cori per la Paganese. Un sogno che, dopo 30 anni di attesa, finalmente si realizza grazie al cuore d'oro di tutti i paganesi.
Un grazie particolare a Marcello Sforza. Senza il suo animo straordinario non sarei riuscito ad esaudire questo mio sogno.

Grazie Marcello.

ps: una cosa curiosa che mi è accaduta durante il viaggio di ritorno. Ci siamo fermati all'autogrill di Frosinone e chi troviamo? Gli ultras della Spal di ritorno anche loro da Pagani. E' stata forte la tentazione di avvicinarmi in incognito e chiedergli per curiosità cosa aveva fatto la loro squadra...io ero partito da Pagani con il poster della Paganese che regalava La Città sul sedile della macchina..ma fortunatamente l'avevo girato qualche minuto prima prorpio per evitare problemi se avessi incocciato gli spallinati in qualche autogrill.

30.5.07

Avanti così.

Il biglietto di Filippo Salbini.


In anteprima per i lettori del blog, il biglietto di Spal-Paganese che Filippo Salbini ha acquistato a Nocera.

Beato lui. Ha detto che tiferà anche per me.

Spal-Paganese: non è da escludere la diretta televisiva

Pagani.Manca ormai solo l'ufficialità da parte della Lega ma è ormai certo che la gara di ritorno dei play off tra Spal e Paganese prevista per domenica 3 giugno allo stadio «Paolo Mazza» di Ferrara sarà anticipata a sabato prossimo, con inizio alle ore 16, per motivi di ordine pubblico. Il prefetto della città emiliana ha preso questa decisione perché domenica sarà giorno di festa con il consueto «Palio di Ferrara». Anticipo, quindi, che favorirà una migliore organizzazione in termine di ordine pubblico. Questo anticipo potrebbe aprire le porte anche ad una ipotetica diretta televisiva ma al momento nulla è dato sapere. Si attende entro domani l'ok della lega che, visto la richiesta del prefetto, può solo prendere atto del tutto ed accettare questo anticipo. Sabato a Ferrara saranno quasi 2000 i tifosi della Paganese che seguiranno i propri beniamini. L'evento e la posta in palio è importante e nessuno vuol mancare. Da Ferrara hanno fatto sapere la piena disponibilità a concedere 1500 tagliandi d'ingresso al costo di 11,20 euro. La squadra da martedì ha ripreso la preparazione. Palumbo conta di recuperare il difensore Di Napoli uscito malconcio dal match di andata. La squadra vista in campo al «Torre» dà le giuste garanzie per poter sperare di far risultato ed arrivare in finale. Importante sarà mantenere la concentrazione onde evitare dannosi cali di tensione. A Pagani c'è ottimismo anche perché questa squadra nei momenti importanti non è venuta mai meno. Ci crede anche il presidente Trapani che sta vivendo a stretto contatto la settimana con la squadra. «Dopo la bella prova di domenica è lecito attendersi una gara gagliarda anche a Ferrara. La squadra ha iniziato questo mini torneo con grande maturità e professionalità. Mi spiace solo che questa gara poteva essere la finalissima perché secondo me si incontrano le squadre migliori del campionato». Intanto per quel che concerne la gara di andata nessun provvedimento disciplinare o economico nei confronti della Paganese mentre la Spal è stata multata di 500 euro perché i propri tifosi hanno fatto esplodere alcuni petardi nel loro settore. La società è stata condannata a risarcire i danni alle strutture provocati dagli stessi nel settore a loro destinato.

da IL MATTINO

Palio batte Spal. Si anticipa a sabato (da Il Resto del Carlino).

Palumbo: ripetiamo la gara dell’andata preoccupa l’infortunio di Di Napoli

La Paganese è a metà dell'opera. Gli azzurrostellati con una gara accorta sono riusciti a prendere un lieve vantaggio alla Spal. Per passare il turno domenica a Ferrara basterà non perdere. Si giocherà con due risultati su tre. Un pari o una vittoria permetterebbe a Scarpa e compagni di qualificarsi per la finale. Contro una ottima Spal la compagine cara al presidente Trapani non ha sbagliato nulla bloccando sul nascere ogni azione offensiva degli ospiti. Una gara perfetta, ma visto come in campo sono andate le cose ha lasciato un po’ di amaro in bocca. Gli azzurrostellati avrebbero quanto meno meritato un altro gol e poi c'è da evidenziare anche il fatto che il gol annullato ad Esposito era regolare come hanno dimostrato poi le varie moviole. Palumbo può essere soddisfatto della prova dei suoi che hanno tenuto bene anche atleticamente nonostante il gran caldo. Tutti segnali confortanti in attesa del ritorno. «Sono soddisfatto della prova della squadra che ha iniziato nel migliore dei modi questo mini torneo per compiere il salto di categoria. La Spal è la squadra più forte che ci potesse capitare ma noi abbiamo dimostrato di non essere inferiori anzi la gara è stata perfetta ed abbiamo limitato al massimo tutte le loro azioni offensive. Giocare come ha fatto la squadra con questo gran caldo è motivo di soddisfazione perché vuol dire che siamo ancora in palla e capaci di lottare fino alla fine». L'obiettivo del tecnico è quello di centrare la qualificazione. «Se restiamo concentrati abbiamo buone possibilità di passare il turno. Domenica a Ferrara se giochiamo come abbiamo fatto nella gara di andata non sarà facile per loro arrivare dalle parti di Petrocco. Noi dal canto nostro dobbiamo essere bravi nelle ripartenze perché abbiamo uomini in grado di colpire in contropiede». La squadra ha ripreso la preparazione. Bisogna valutare l'entità dell'infortunio a Di Napoli. Sul fronte tifosi saranno almeno un migliaio a Ferrara che spingeranno i propri beniamini verso la conquista della finale. Non è da escludere l’anticipo a sabato della partita per esigenze televisive.

Mister Palumbo: a Ferrara voglio un gol nei primi minuti (da Il Corriere dello Sport).