29.12.06

Calcio mercato: ingaggiato il centrocampista Andrea Musacco dal Manfredonia.


La Paganese ha ufficializzato l'ingaggio del centrocampista offensivo Andrea Musacco dal Manfredonia. Musacco ha iniziato la carriera a Cosenza. Dalla redazione di Forza Paganese un caloroso benvenuto ad Andrea.

Calcio mercato: Ibekwe se ne va.

Calciomercato in pieno fermento in casa paganese. Il direttore generale Cosimo D'Eboli sta cercando di definire alcune trattative intavolate qualche settimana fa. Il tecnico Pino Palumbo ha dichiarato più volte di aver bisogno di almeno altri due esterni, ma D'Eboli non si fermerà solo a questo anche perché qualche altro elemento potrebbe lasciare la Paganese per accasarsi altrove. È il caso del nigeriano Ibekwe che potrebbe avvicinarsi a casa e scegliere qualche squadra veneta. Proprio per questo lo staff di mercato azzurrostellato ha intavolato una trattativa con il Manfredonia per il brasiliano Rodrigo Machado. Machado classe '82 sarebbe una pedina importante per lo scacchiere di Palumbo visto che l'atleta alto 1,85 ha nelle sue armi migliori la velocità e la prestanza fisica. Dal Manfredonia potrebbe arrivare anche l'esterno Andrea Musacco classe '82. Musacco non sta trovando spazio in C1 e quindi potrebbe optare per una C2 da vertice. Il sogno di D'Eboli però si chiama Walter Piccioni, ma difficilmente la formazione pugliese si priverà del forte centrocampista offensivo. Sempre in piedi inoltre le trattative con Galantucci della Juve Stabia e con l'attaccante Diego Albano della Cavese. Da segnalare anche il rientro dal prestito di Nunzio Majella che dopo la parentesi nell'altro girone di C2 con il Val di Sangro farà ritorno alla base. Intanto la squadra dal 2 gennaio salirà in ritiro a Serino per un richiamo della preparazione. A Serino la Paganese resterà otto giorni per poi continuare la preparazione al «Marcello Torre». Alla ripresa del torneo fissata per domenica 14 gennaio 2007 gli azzurrostellati saranno di scena a Viterbo. Contro la Viterbese mancheranno per squalifica il difensore Esposito ed il centrocampista Tricarico che sono stati appiedati per un turno dal giudice sportivo ma sicuramente in quella occasione la Paganese presenterà in campo gli ultimi arrivi che dovranno far fare quel salto di qualità alla squadra in vista del rush finale.

Poggibonsi-Paganese: il video del gol di Scarpa.

Grazie al sito ufficiale della Paganese Calcio, è disponibile il video del gol con il quale il "neo acquisto" Scarpa ha portato in vantaggio la Paganese. Per vederlo, basta cliccare qui.

28.12.06

Calcio mercato.

Con la sosta natalizia in casa paganese si iniziano a tirare le prime somme. La squadra è andata oltre le più rosee aspettative ed in questo girone di andata è riuscita a conquistare 26 punti frutto di 7 vittorie, 5 pareggi ed altrettanti sconfitte. 22 sono i gol all'attivo mentre sono 20 quelli al passivo. Numeri questi che fanno della compagine azzurrostellata una delle prime cinque forze del girone B della C2. Uno score niente male se si considera che De Sanzo e compagni mancavano da un campionato professionistico da circa un ventennio. Alla ripresa del torneo, fissata per domenica 14 gennaio 2007 la Paganese sarà di scena a Viterbo in uno scontro che potrebbe dare ancora maggior consistenza in termini numerici alla classifica del team caro al presidente Trapani. In questo periodo però tiene banco la riapertura del mercato che certamente regalerà qualcosa di nuovo al tecnico Palumbo. Dopo le due ultime partenze del difensore Di Benedetto e del centrocampista Falzone va rimpinguata la rosa anche sotto l'aspetto numerico. Palumbo anche dopo vittorie importanti, vedi quella contro la Spal, ha più volte detto a chiare lettere che a questa squadra mancano almeno due esterni. A lavoro già da tempo il direttore generale Cosimo D'Eboli che dall'alto della sua esperienza ha contattato già diversi atleti. Uno su tutti Galantucci della Juve Stabia. L'esterno però è inseguito anche dal Rende. Visto i trascorsi proprio con la formazione biancorossa l'atleta ha preso tempo per vagliare con calma la situazione. D'Eboli però sta lavorando anche su altre piste per non farsi trovare spiazzato in caso di una risposta negativa dell'esterno stabiese. L'operatore di mercato azzurrostellato aveva posto le sue attenzioni pure su Schiavon della Salernitana ma l'atleta, che è stato lasciato libero dal club granata qualche settimana fa, sembra aver raggiunto un accordo di massima con il Marcianise. Voci sempre più insistenti parlano di un possibile arrivo a Pagani dell'attaccante Diego Albano della Cavese. Albano, che con la Cavese in C1 non ha convinto, potrebbe cercare il rilancio in C2 proprio con la Paganese. Intanto la squadra si allenerà fino al 30 dicembre per poi usufruire di qualche giorno di riposo. Contro la Viterbese che sarà il primo avversario del nuovo anno della Paganese non ci saranno il difensore Esposito ed il centrocampista Tricarico che hanno raggiunto il bonus di cartellini gialli e sono stati appiedati per un turno dal giudice sportivo.

25.12.06

L'angolo dell'Ultrà. A cura di Alfonso Ceglia.

La gara di Poggibonsi passera' agli archivi e sara' ricordata, per i Paganesi presenti in terra toscana, per gli errori sotto porta dei giocatori azzurro stellati, e per i 70 km di coda sull'autostrada che li fara' ritornare a casa all'una e mezza di notte. Ancora vergogna a chi fa giocare le gare di sabato e per di piu' l giorno prima della vigilia di Natale! Sono circa una cinquantina gli indomiti PAGANESI che raggiungono la cittadina senese e che cantano a sprazzi. Si fanno notare per uno stendardino dedicato all'ex di turno, Vincenzo Melillo, con su scritto:Mellillo 1 di noi. Grande portiere che non dimenticheremo mai: EROE. Infatti lo stesso Melillo, con tre miracoli, evita alla sua squadra l'ennesima sconfitta stagionale. Solita presenza frusinate con tanto di striscione al seguito. Alla fine della gara (volemose bene) consueta invasione di campo pacifica da parte degli Ultras azzurrostellati in cerca della maglietta con lo scudetto cucito sopra.

Da parte del sottoscritto un sincero augurio di un sereno Natale ed un super 2007 ad Enrico Maria Porro e alla sua splendida famiglia, a tutti i tifosi Paganesi sparsi per la penisola e nel mondo e a chi ha avuto il coraggio e la sopportazione di leggere tutti i commenti post-gara che mi sono onorato di scrivere. VI VOGLIO BENE!!!

La classifica dopo la diciassettesima giornata.

Poggibonsi-Paganese: rassegna stampa da Il Roma

23.12.06

Diciassettesima giornata: Poggibonsi-Paganese 1-1. Momentaneo vantaggio di Scarpa.


Natale dolceamaro per i tifosi della Paganese che vedono la loro squadra pareggiare in trasferta contro l'ultima in classifica Poggibonsi dopo essere passati in vantaggio con il "neo" acquisto Scarpa. Una vittoria contro il fanalino di coda avrebbe permesso di rosicchiare due punti alla capolista Rovigo fermata sul pareggio. Dunque distanza invariata tra i primi e gli azzurrostellati.

19.12.06

Massimo Stefanini, un tifoso fuori dal comune.

Grazie al sito ufficiale della Paganese ho scoperto la storia di Massimo, tifosissimo della Paganese e che mi ha ricordato parecchia la mia storia di tifoso paganese "fuori dal comune". Ecco la lettera che Massimo ha scritto al sito azzurrostellato:

Vi sembrerà strano ma sono un tifoso della Paganese pur non essendo campano. Nato a Lucca e residente in Toscana, mi chiamo Massimo Stefanini e mi sono innamorato degli azzurri nel 1976. Avevo 10 anni e sull'album delle figurine Panini quella squadra dalla maglia come il cielo mi stregò. In più, era l'anno della B sfiorata, sul Corriere e sulla Gazzetta si parlava di questa rivelazione. Avevo imparato la formazione a memoria con Fiore, Bonora, Zanin, Di Giaimo, Zana, Stanzione... con Iannucci, Tacchi, Tombolato, Grassi (un toscano tra l'altro). Ho conosciuto due altri toscani che hanno giocato da voi, Versiglioni e Frediani, nei primi anni '80. Quella del 76-77 per me rimane una squadra mito. Non perdeva mai, subiva pochissimi gol. Il sito della Paganese è fantastico, grazie alla rubrica "botteghino" e alla "storia" sono tornato indietro nel tempo. Dopo gli anni bui io e la Paganese ci siamo perduti di vista. Nel 1998 ero in vacanza in Calabria e sui giornali erano usciti i calendari della serie D. E' lì che vi ritrovai. Al ritorno, mi volli fermare a tutti i costi, uscii a Nocera e andai a vedere il mitico stadio Marcello Torre, come se fosse un monumento,c on mia moglie che non riusciva a capire. Ho trepidato sul Televideo per conoscere i risultati ogni domenica sera e l'anno scorso finalmente il ritorno in C2 e lo Scudetto. Ora, dopo la vittoria con l'ex capolista Spal e a San Lazzaro, spero nei playoff. Ironia della sorte, ho seguito lo scorso ottobre la Paganese nella trasferta con il Cuoiocappiano come giornalista (nel frattempo diventata la mia professione) con interventi anche per una radio della Campania. Sono stato sin troppo prolisso, scusatemi. Ciao, grazie e sempre forza PAGANESE.Massimo Stefanini.

Paganese-Bellaria: il video del gol di Alessandro Corallo.

Grazie al sito ufficiale della Paganese Calcio, è disponibile il video del gol con il quale Alessandro Corallo ha dato il sospirato pareggio alla Paganese. Per vederlo, basta cliccare qui.

Caso Ibekwe: il bomber nigeriano non si presenta all’allenamento


Pagani.Il pari e soprattutto le tante occasioni sottoporta sciupate dagli avanti azzurrostellati hanno lasciato un pizzico di amaro in bocca. La terza vittoria consecutiva era alla portata di Fummo e compagni ma quando si sbaglia tanto succede che anche il più facile obiettivo non si riesca a conquistarlo. Quello che forse ha fatto più male al di là del risultato è stato il siparietto che Ibekwe ha inscenato quando si è conquistato il calcio di rigore. Il colored di casa voleva incaricarsi della battuta cosa che ha fatto innervosire sia Palumbo che Fummo il quale dopo ha fallito la ghiotta occasione. Ibekwe ieri non si è presentato al «Torre» per la ripresa degli allenamenti ma questo non significa che ci sia un caso Ibekwe come ci conferma il direttore generale Cosimo D'Eboli. «Forse Ibekwe ha dimenticato che per le festività natalizie l'ultima gara di campionato è stata anticipata a sabato. Comunque oggi convocheremo il calciatore in sede per chiarire il tutto. Per quel che concerne lo spiacevole episodio del rigore dico che ci sono delle regole da rispettare ed Ibekwe non doveva tentare di cambiarle. Tutto sommato il gesto del nigeriano è stato dettato dall'attaccamento viscerale verso questa maglia e non dal fatto di spirito di protagonismo. Tutti ci tengono per la Paganese è questo gesto va inteso in questo senso però le regole vanno rispettate e la società multerà il calciatore come è giusto che sia». D'Eboli poi parla anche dell'imminente apertura del calcio mercato. «Qualcosa alla riapertura delle liste faremo. Aspetteremo le indicazioni che il tecnico ci darà e poi ci attiveremo per cercare di accontentarlo. Questa squadra tuttavia sta facendo molto bene. Non bisogna dimenticare che per la Paganese questo è il primo campionato tra i professionisti dopo un ventennio. 26 punti conquistati in 16 giornate sono un buon bottino. Se all'inizio qualcuno ci avesse proposto di firmare per avere tutti questi punti lo avremmo fatto ad occhi chiusi. Siamo partiti con l'obiettivo primario di centrare la salvezza e facendo rapidi calcoli stiamo rispettando alla grande il nostro obiettivo». Paganese quindi che interverrà sul mercato per assicurarsi almeno altri due esterni come Palumbo ha più volte richiesto.

18.12.06

Bentornato Francesco.



Salutiamo il ritorno in campo della mezzapunta Francesco Scarpa che dopo sei mesi torna a calcare i campi di gioco. Francesco era stato squalificato l'anno scorso quando militava nel Foggia per essere risultato positivo all'antidoping. La Paganese da oggi può contare sulla sua fantasia. Nelle foto Scarpa con le maglie del Foggia e della Paganese.

Paganese-Bellaria: le foto della partita.












L'angolo dell'Ultrà. A cura di Alfonso Ceglia.

Purtroppo, come al solito, dopo una vittoria fuori casa non si riesce a ripetersi la domenica successiva in casa. Ma niente da lamentarsi sul piano del gioco e dell'agonismo. La Paganese vista contro il Bellaria ha divertito i circa 3000 tifossi accorsi al Torre, e se il rigore di Fummo fosse entrato, forse starei qui a srcivere di un probabile 4-0 per noi. Fa niente! Grande Scarpa, non ha deluso le aspettative di chi sperava che finisse la squalifica in fretta, si e' dimostrato un gran giocoliere col pallone e ci sara' davvero utile per il proseguio del campionato e davvero possiamo dire che questo e' stato il primo acquisto della societa' per il mercato di riparazione. Grandi come al solito gli Ultras Paganesi che non smettono mai di incitare i ragazzi di Palumbo, sono loro i primi a complimentarsi con la squadra alla fine della gara perche' hanno apprezzato lo spirito messo in campo per questa gara,quando gia' qualcuno mugugnava per il fatto che non si avesse vinto un'altra gara. Al cospetto degli Ultras Taurani ancora una volta neanche l'ombra di tifosi ospiti...un vero peccato. L'appuntamento e' per sabato prossimo,quando la Paganese sara' impeganta in terra toscana al cospetto del Poggibonsi. Purtroppo sarebbe molto piu' opportuno che chi di dovere, (cioe' chi decide che si debba giocare in un sabato, e per di piu' il giorno prima della vigilia di Natale),tenesse in considerazioni delle difficolta' che ci sono per i tifosi che macinano km a seguire la propria squadra del cuore in una giornata cosi'.
ps.Un ultimo pensiero x due persone che purtroppo oggi non ci sono piu', due Paganesi scomparsi chi 26 anni fa e chi in questi giorni: Marcello Torre e Francione Davide.
L'ex Sindaco di Pagani e' stato ricordato dalla Gioventu' con uno striscione con la seguente frase:OBBIETTIVO UNICO FUTURO ESSERE DEGNI DI TE.
A Davide, ragazzo di 20 anni scomparso tragicamente nei giorni scorsi, gli abbiamo detto:
Dai,
Ancora una
Volta,
Inviaci un sorriso e
Donacelo per l'
Eternita'.
....Marcello e Davide vi vogliamo bene.

Paganese-Bellaria: il commento del Il Corriere dello Sport.

Pagani. La Paganese fallisce l'appuntamento con la terza vittoria di fila e alla fine deve accontentarsi del pari contro il modesto Bellaria. Un rigore fallito e tanti errori sotto porta hanno compromesso un match che era certamente alla portata di Fummo e compagni. Mister Fabbri, tecnico degli emiliani, deve fare a meno del bomber Pippi che viene sostituito da Vicini mentre sulla sponda opposta Palumbo getta nella mischia subito l'esterno d'attacco Scarpa che, scontata la lunga squalifica per doping, ritorna a calcare i campi di gioco. Prima dell'inizio della gara gli ultrà hanno ricordato con vari striscioni il 26’ anniversario della morte dell'ex presidente Marcello Torre. L'inizio è di marca ospite al 2’ minuto il Bellaria si fa vedere con Rossi su calcio piazzato da fuori, Petrocco c'è e respinge la palla. La Paganese stenta a trovare gli spazi giusti ma al 17’ Ibekwe si procura un rigore che un minuto dopo però Fummo si fa parare da Spintoni. Lo stesso attaccante di colore al 29’ su cross di Izzo di testa manda la palla sul fondo da ottima posizione. Al 32’ Vicedomini riceve palla da fuori, lascia partire un tiro che, deviato, assume una strana traiettoria, Spintoni si salva in angolo. Izzo al 40’ mette un pallone invitante al centro, Fummo con il petto si libera di un avversario e tenta la conclusione che viene respinta nell'area piccola da un difensore. Quando meno te lo aspetti passa il Bellaria. Valentini di testa al 43’ sfrutta un cross di Rossi e trafigge Petrocco. Subito il gol, gli azzurrostellati tentano di reagire e allo scadere del tempo trovano anche il gol con Izzo che però viene annullato per una dubbia posizione di fuorigioco. Nella ripresa la Paganese entra più convinta in campo e al primo minuto con Fummo si fa vedere dalle parti di Spintoni che salva in uscita. al 1’ Scarpa mette un pallone al centro, dove Ibekwe stoppa di petto e calcia a giro con la palla che supera di poco la traversa. Al 34’ Camillini chiama agli straordinari ancora il portiere di casa che evita il secondo gol per gli ospiti. Scarpa al 37’ in area viene messo giù, l'arbitro lascia proseguire, la palla arriva a Rega che calcia debolmente e Spintoni blocca. Un minuto la Paganese trova il gol del meritato pari con Corallo che di testa non lascia scampo all'estremo difensore ospite. Nei restanti minuti la squadra di casa cerca di arrivare alla vittoria ma a nulla servono i vari attacchi.

La classifica dopo la sedicesima giornata.

Paganese-Bellaria: la rassegna stampa del Il Corriere dello Sport, Il Resto del Carlino, Il Mattino e Il Roma.




17.12.06

Sedicesima giornata: Paganese-Bellaria Igea 1-1. Pareggio che ci allontana dalla vetta. Il gol azzurrostellato è di Corallo.


La Paganese ricade nel brutto vizio di addormentarsi nelle partite facili. Dopo aver battuto l'imbattuta capolista e aver espugnato il campo del Boca San Lazzaro, gli uomini di Palumbo frenano in casa pareggiando con il Bellaria Igea, squadra reduce da 4 sconfitte consecutive. Adessso il Rovigo, avendo vinto il big match con la Spal è a 9 punti dagli azzurrostellati che però rosicchiano un punto alla stessa Spal e alla Cisco Roma. Il gol paganese è opera di Corallo che conferma il suo ottimo stato di forma. Da segnalare il rigore fallito da Fummo che poteva cambiare il volto della partita.

16.12.06

Boca San Lazzaro-Paganese: i video dei tre gol della vittoria.

Grazie al sito ufficiale della Paganese Calcio, sono disponibili i video dei tre gol con i quali la Paganese ha espugnato il campo del Boca San Lazzaro. Per vedere il primo gol di Fummo basta cliccare qui. Per vedere il secondo gol di Fummo basta cliccare qui. Per il gol di Corallo che ha chiuso le ostilità basta cliccare qui.

In città si sogna già ad occhi aperti. Tratto da Il Mattino.

Pagani. Dopo la Spal la Paganese concede il bis ai propri tifosi riuscendo ad imporsi anche in Emilia Romagna. Tre punti utili in chiave salvezza ma non solo. Con 24 punti conquistati in 15 giornate la Paganese si è attestata tra le prime cinque squadre del girone lanciando un segnale forte alle altre pretendenti alla vittoria finale. Il buon momento di forma dell'attaccante
Fummo, arrivato a quota 7 centri in questo primo scorcio di campionato, supportato anche dal resto della squadra stanno facendo sognare ad occhi aperti i propri tifosi. Contento è anche il massimo dirigente, Raffaele Trapani, che insieme al suo staff di mercato ha ancora avuto ragione. «Si, quando in estate abbiamo deciso di dare un taglio netto confermando solo due
elementi in molti ci avevano criticato però adesso stando ai risultati è arrivata la conferma che anche in quel caso avevamo visto bene. Il campionato di serie C è molto diverso dalla D dove oltre ai valori c'è bisogno anche di altro anche se va dato merito a quella squadra di aver vinto il campionato e lo scudetto dilettanti». Presidente, questa squadra alterna prestazioni impeccabili ad altre non certo esaltanti come se lo spiega?. «Questo è il primo campionato tra i professionisti che stiamo facendo dopo oltre un ventennio abbiamo una squadra giovane e a volte capita che qualche calo di concentrazione possa esserci ma tutto sommato questo ci servirà certamente come esperienza per il futuro». Siete in piena zona play off ma tra, poco aprirà i battenti anche il mercato di riparazione pensate di intervenire per rafforzare ancora di più questa rosa?. «Parlare adesso di mercato mi sembra irriguardoso. Comunque lo staff di mercato della Paganese è sempre vigile. Se il tecnico ci farà delle richieste noi nel limite del possibile cercheremo di accontentarlo. Poi non dimentichiamoci che da domenica avremo un'altra freccia nel nostro arco sto parlando di Scarpa che con la sua esperienza in C certamente ritornerà utile». In città si sogna già ad occhi aperti. «Sognare non costa nulla anche se noi dobbiamo in primis raggiungere l'obiettivo della salvezza che è quello che ci eravamo prefissi in estate poi una volta acquisita la matematica salvezza vedremo quante gare mancano e cercheremo di realizzare magari un sogno». Sul fronte mercato la Paganese è vicina all'esterno Schiavon della Salernitana. Nelle ultime ore però anche il Melfi ed il Marcianise si sono fatte avanti per assicurarsi i servigi del calciatore. Sempre in piedi la trattativa con Galantucci della Juve Stabia mentre molto difficile sembra arrivare a Di Giorgio della Cavese. Intanto domenica al "Marcello torre" arriverà il Bellaria che è reduce da quattro sconfitte consecutive. Una gara sulla carta a senso unico ma mister Palumbo ha chiesto umiltà e spirito di concentrazione alla squadra onde evitare dannosi cali di tensione. Contro il Bellaria non ci sarà il capitano Fabio De Sanzo che dopo il giallo rimediato contro il Boca San Lazzaro verrà fermato per un turno dal giudice sportivo.

Paganese-Bellaria: presentazione della squadra avversaria.




Domenica 17 dicembre è in programma la sedicesima giornata di campionato. La Paganese ospiterà al Marcello Torreil Bellaria Igea. La squadra romagnola viaggia nei bassifondi della classifica a 15 punti. Nelle foto vedete la rosa del Bellaria, lo stemma e l'allenatore dei romagnoli.

11.12.06

Boca San Lazzaro-Paganese: rassegna stampa da Il Roma

L'angolo dell'Ultrà. A cura di Alfonso Ceglia.

Chi osa vince! Mai frase calza piu' a pennello per questa Paganese che lotta e soffre, e che alla fine incamera altri tre punti preziosissimi in proiezione futura. Nel difficile campo di S.Lazzaro, la Paganese, al cospetto di un Boca alla ricerca di punti,sfodera un'altra prestazione "da copertina". Una doppietta di Fummo ed un goal nel finale del ritrovato Corallo permettono alla squadra liguorina di guardare con piu' ottimismo e meno ansie al futuro. Sono quasi 200 gli indomabili Paganesi che si sobbarcano i tanti km e che giungono nella citta' Bolognese. Gli stessi come al solito non fanno mai mancare l'incitamento agli azzurro-stellati. Ci sono tutti i Gruppi, dalla Gioventu' agli Street, dagli Urban Kaos ai ragazzi del Bronx con le loro bellissime bandiere colorano il settore a loro riservato.Si chiede a De Sanzo e soci di portare a casa un 'altra vittoria importante per dare forza alla classifica degli azzurri. Alla fine ,grazie alla grande gara degli attaccanti, i tifosi accorsi in terra Bolognese saranno premiati come meritano e ritornano a casa felici e sognanti! E intanto, viaggiando verso Pagani per il ritorno, dalle radioline viene fuori la notizia che i poveri cuginetti rosso-neri hanno di nuovo lasciato le "ossa" allo stadio di Catanzaro. Gli stessi adesso , grazie a questa sconfitta, sono in piena zona play-out....E che vuoi di piu' dalla vita?!

Boca San Lazzaro-Paganese: le foto della partita.