29.9.06

Paganese-Foligno: il difensore Claudio Risi giocherà con la mascherina.

Riportiamo una notizia apparsa sul Corriere dello Sport relativa al difensore azzurrostellato Claudio Risi che domenica a Prato si è fratturato lo zigomo sinistro. Per lui è stata studiata un'apposita mascherina protettiva per il volto, che gli consentirebbe di partecipare alla gara interna di domenica contro la capolista Foligno.

28.9.06

Paganese-Foligno: il cammino in campionato.


Nella foto vedete il rispettivo cammino in campionato di Paganese e Foligno, prossime avversarie nella quarta giornata di campionato.

Gli Ultras paganesi a Prato.




Ecco tre foto, tratte dal sito ufficiale della Paganese Calcio, che ritraggono gli Ultras azzurrostellati sugli spalti dello stadio di Prato nella partita giocata la scorsa domenica. Tra loro, probabilmente, c'è anche Alfonso Ceglia, l'ultrà che tiene una rubrica su questo blog.

Paganese-Foligno: presentazione della squadra avversaria.



Domenica 1 ottobre è in programma la quinta giornata di campionato. La Paganese ospiterà al Marcello Torre il Foligno, squadra in vetta alla classifica del giorne con 8 punti (la Paganese ne ha 4). Nelle foto vedete lo stemma del Foligno e la rosa della prima squadra.

27.9.06

Reggiana: salta la prima panchina del girone.


Luciano Foschi non è più l'allenatore della Reggiana, club che milita nel campionato di C2. La società ha esonerato il tecnico dopo il brutto avvio di campionato che vede la squadra emiliana el penultimo posto con 4 punti.
Il Consiglio d’Amministrazione dell’Ass. Calcio Reggiana 1919 S.p.A., nella seduta del 25.09.06, ha deciso di esonerare dall’incarico l’allenatore Luciano Foschi, ringraziandolo per il contributo offerto al rilancio dell’Ass. Calcio Reggiana 1919 S.p.A..
A Luciano Foschi il Consiglio ha rinnovato la stima personale e l’apprezzamento non formale delle qualità tecniche e umane espresse nello svolgimento del proprio lavoro.
Ieri pomeriggio alle ore 18.00 presso la Sala Stampa dello Stadio Giglio è stato presentato ufficialmente il nuovo allenatore della A.C. Reggiana 1919, Sig. Alessandro Pane. (notizie tratte dal forum del sito della Paganese Calcio)

26.9.06

Campionato: tutti i numeri dopo la quarta giornata.

Prato-Paganese: i commenti del giorno dopo del quotidiano toscano La Nazione.


Nella foto l'articolo apparso oggi sul quotidiano toscano La Nazione con i commneti del giorno dopo relativi alla sfida di domenica scorsa.

Prato-Paganese: la cronaca del quotidiano Il Roma.



Di seguito il pezzo apparso sul quotidiano Il Roma a cronaca della partita di domenica scorsa con la firma di Fabiano Sole. Nelle foto il pezzo in questione e l'intervista, sempre di Fabiano Sole, a mister Pino Palumbo: La Paganese rialza la testa e conquista un prezioso pareggio in quel di Prato. Reduce da due sconfitte consecutive ed orfana di De Sanzo e Corallo, la squadra di Pino Palumbo (nella foto) mostra gli artigli nella trasferta toscana e mette in cascina un punto che fa classifica e anche morale. Avvio pimpante della compagine azzurrostellata con Fummo che al 6’ conclude debolmente di testa su pregevole cross di Risi. Passano dieci minuti ed lo stesso Fummo a ritrovarsi sui piedi la palla del possibile vantaggio ma, dopo uno scambio con Ibekwe, e presentatosi tutto solo dinanzi a Piovezan, calcia addosso al portiere in uscita. Il Prato, sornione, costretto sulla difensiva ma alla prima occasione passa. Sugli sviluppi di un calcio d’angolo, Diamanti conclude a rete ma sul suo tiro si avventa La Monica che in spaccata mette dentro. Gol contestatissimo da parte della Paganese che reclama perché al momento della battuta del corner c’erano due palloni sul rettangolo di gioco. Il signor Giardina di Palermo non vuol sentir ragioni e convalida. Palumbo perde anche Risi costretto ad uscir e per una frattura composta allo zigomo sinistro e al suo posto inserisce Zaccardi. Ma è una Paganese meno brillante e più concreta quella che rientra in campo nella seconda frazione. Al 18’, infatti, Vicidomini ci prova dalla distanza con sfera a lato di poco. Al 21’ bravo Piovezan a sventare un tentativo ravvicinato di Serrapica. I padroni di casa non stanno a guardare e si rendono pericolosi al minuto 35 quando su, azione di contropiede, Lorenzi conclude fuori. La Paganese non demorde ed ha il merito di crederci fino in fondo. Al 42’, infatti, gli uomini di Palumbo acciuffano il pareggio. Su angolo di Rega, Vicedomini pesca Ibekwe in area di rigore. L’attaccante nigeriano è lesto a girarsi e ad insaccare con un sinistro fulmineo che va a terminare la sua corsa nell’angolo alto alle spalle dell’incolpevole Piovezan. E’ un gol che rende giustizia agli azzurrostellati e che gli consegna un pareggio salutare.

25.9.06

Inizia una nuova rubrica: l'angolo dell'Ultrà. A cura di Alfonso Ceglia.


Abbiamo conosciuto nel forum del sito ufficiale della Paganese un Ultrà doc della Paganese: si tratta di Alfonso Ceglia, il quale periodicamente ci invierà dei pezzi da lui scritti che raccontano le avventure degli Ultras azzurrostellati in giro per l'italia al seguito della squadra. Iniziamo subito con il racconto di Alfonso della trasferta degli Ultras a Prato per seguire l'incoraggiante pareggio degli uomini di Palumbo. Ecco cosa scrive Alfonso: Presenti in quel di Prato circa 150 Paganesi che affrontano il lungo viaggio speranzosi di un pronto riscatto dell propria squadra del cuore. Il tifo dei primi 15 minuti è assordante, fatto di numerosi battimani e i circa 100 Ultras di casa stanno a guardare, orgogliosi di ospitare nel proprio stadio la tifoseria campana. Il tifo cala di intensità nel secondo tempo causa anche il lungo viaggio affrontato, comunque gli Ultras non smettono di sventolare al cielo i propri vessilli e i colori della citta'. Tutto questo alla fine li premierà poiché la squadra pareggerà' col colored Ibekwe e il tifo torna alle stelle. I Gruppi Ultras affrontano il viaggio che li riporta a casa contenti della propria performance e di quella della squadra, convinti che con una buona dose di fortuna quest'anno sarà come quello scorso, ricco e denso di soddisfazioni. Onore ai paganesi presenti a Prato, soprattutto ai paganesi arrivati da Reggio Emilia, dal Veneto e da tutta la Toscana.

Prato-Paganese: parla la stampa avversaria.


Nella foto la pagina web del sito calciotoscano.it con il commento alla partita Prato-Paganese. Di seguito riportiamo il commento del cronista prtaese Valerio Longhi: "Finisce in parità il match tra i lanieri di Pier Paolo Bisoli e la Paganese, che nel finale agguanta il pareggio dopo che i padroni di casa erano passati in vantaggio a cinque minuti dalla fine della prima frazione con Lamonica. Ancora occasioni del Prato nella ripresa, poi a pochissimi minuti dal fischio finale la beffa.
Il Prato viene raggiunto a cinque minuti dal termine dalla Paganese e spreca così l’occasione per ottenere i tre punti. Erano gli ospiti a cominciare bene, Risi lanciava per Fummo che di testa cercava di dare qualche pensiero a Piovezan. Passava poco e i brividi per i lanieri erano dati da Ibekwe che in diagonale faceva la barba al palo. La Paganese iniziava a crederci e l’asse Ibekwe-Fummo costruiva una grande azione, ma la conclusione di Fummo era respinta dal portiere biancoazzurro. Nel finale di tempo arrivava il gol del Prato, angolo e Diamanti calciava nella mischia trovando la deviazione vincente di Lamonica. Nella ripresa la Paganese tentava il tutto per tutto e un bel pallonetto di Izzo era deviato solo all’ultimo da uno strepitoso Piovezan. Verso la metà della ripresa Girardi in contropiede poteva far male, ma si inceppava al momento del tiro. Poi a quattro dal termine la doccia fredda: Ibekwe veniva imbeccato e con la difesa locale immobile prima stoppava di petto e poi batteva Piovezan per l’1-1 finale".

La classifica dopo la quarta giornata.

Formazioni a confronto.


Nella foto vedete le quattro formazioni scese in campo nei primi quattro impegni di campionato.

Prato-Paganese: la cronaca della partita dal sito ufficiale della Paganese Calcio.



Di seguito riportiamo la cronaca dell'Ufficio Stampa della Paganese Calcio, nelle due foto di Barbara Ruggiero i due gol che hanno deciso la partita. La Paganese riagguanta in extremis una gara che sembrava ormai compromessa ed interrompe la serie negativa portando a casa un punto prezioso. La squadra allenata da Palumbo, tuttavia, deve rammaricarsi per aver sbagliato troppo nel primo tempo quando avrebbe potuto portarsi agevolmente in vantaggio prima di subire la rete dei padroni di casa.
Gli azzurrostellati dovevano rinunciare agli squalificati De Sanzo e Corallo, e proponevano in attacco il tandem Fummo - Ibekwe, vera spina nel fianco degli avversari nella prima mezz'ora di gioco.
E' in quel periodo che la Paganese ha dimostrato in meglio di sé prima di mostrarsi timida ed impacciata nella ripresa.
Al 6' Risi dalla destra serve Fummo che di testa si fa parare la conclusione da Piovezan. Al 13' rispondeil Prato con Diamanti, tra i migliori in campo, che calcia fuori. Al 14' Fummo con una finta smarca Ibekwe. Il nigeriano s'invola al limite dell'area di rigore e lascia partire un fendente che sibila il palo. E' il momento migliore della Paganese.
16' : combinazione al limite dell'area Ibekwe - Fummo; quest'ultimo si ritrova faccia a faccia con il portiere del Prato ma non riesce a trovare la mira giusta, calciando male ancora su Piovezan. Il Prato prova a rispondere con rare sortite offensive. Al 20' ci prova Girardi ma il suo colpo di testa termina alto sulla traversa. Al 26' Ibekwe mette ancora al centro un pallone invitante per Fummo che di testa colpisce la sfera troppo debolmente.
Dopo tante occasioni sprecate da parte degli azzurrostellati arriva il gol dei padroni di casa. E' il 41' quando il Prato usufruisce di un calcio d'angolo che viene battuto corto. I calciatori della Paganese si fermano per un attimo poiché dall'altra parte del proprio schieramento difensivo c'è un altro pallone in campo. La palla giunge a Diamanti che mette in area un pallone teso sul quale si avventa Lamonica che realizza. Vane le proteste dei calciatori della Paganese nei confronti del direttore di gara, che segnalavano la presenza di un altro pallone nel rettangolo di gioco al momento della battuta del corner. Nella ripresa la Paganese deve rinunciare subito a Risi, infortunatosi dopo uno scontro nel primo tempo. Al suo posto faceva il suo debutto in campionato il giovane Zaccardi.
Palumbo, nel tentativo di creare maggiori insidie alla retroguardia avversaria, sostituiva anche Guarro con Rega. Il primo tiro in porta, tuttavia, avviene al 18' con una bordata di Vicedomini dal limite che sfiora il palo. Tre minuti dopo è Ibekwe a provarci in acrobazia, su lancio di Izzo, ma la palla è deviata in angolo da Piovezan. Al 35' il Prato in contropiede si rende insidioso con Lorenzi, subentrato in precedenza al proprio compagno Girardi. Al 42' la Paganese agguanta il pareggio: lancio di Vicedomini per Ibekwe che entra in area e lascia partire un tiro nell'angolo alto imparabile per il portiere avversario.
La rete è un sospiro di sollievo per i tanti tifosi azzurrostellati che hanno seguito la squadra in Toscana.
Dopo cinque minuti di recupero concessi dal sig. Giardina di Palermo, la gara si conclude sul risultato di parità.

Prato-Paganese: rassegna stampa e cronaca.



Nelle foto vedete le pagine apparse su Il Mattino e su La Nazione. Di seguito riportiamo il testo integrale dell'articolo apparso su Il Mattino: "Alla fine è un pareggio giusto quello tra Prato e Paganese. Gli episodi che decidono la partita si verificano a conclusione di ciascuno dei due tempi. Il primo, a favore del Prato, nasce da un calcio d'angolo. Diamanti dalla bandierina chiede la triangolazione con Fogaroli, quindi si porta in area sul primo palo e calcia rasoterra al centro dell'area. Il più veloce è Lamonica che non deve far altro che deviare la sfera alle spalle dell'incolpevole portiere Petrocco. È il gol che sblocca il risultato e che genera le veementi proteste dei paganesi per un presunto fuorigioco da parte del Prato. Si chiude così un primo tempo che in realtà ha mostrato nei primi venti minuti un assoluto predominio territoriale della Paganese di Palumbo grazie a un ritmo e un pressing asfissiante che ha messo spesso in difficoltà gli avversari. Nella ripresa le due squadre appaiono stanche e poco lucide e si gioca soprattutto a centrocampo. Pochissime le azioni degne di rilievo. La manovra delle formazioni è lenta e sono rare le occasioni da rete. Ma è la Paganese a crederci di più. Al 42' la difesa biancazzurra ha un attimo di appannamento, Izzo raccoglie sui trenta metri e rilancia in area dove Ibekwe si ritrova tutto solo, può stoppare di petto e in semirovesciata sparare alle spalle di Piovezan. A fine gara il tecnico della Paganese, Palumbo (nella foto) ha i nervi a fior di pelle. Pesante il suo attacco all’arbitro. «Ho visto delle cose che mai mi sarei aspettato in un campionato professionistico. Abbiamo preso il gol perchè c'erano due palloni in campo e il calcio d'angolo è stato battuto dalla parte opposta a quella in cui avrebbe dovuto essere battuto. Noi abbiamo sbagliato almeno tre o quattro palle gol, per fortuna siamo riusciti a recuperare e a prendere un punto che fa morale e classifica. Ma non posso certo essere soddisfatto».

Quarta giornata: Prato-Paganese 1-1. Un pareggio che vale oro.


Nella quarta giornata di campionato la Paganese coglie un ottimo pareggio sull'ostico terreno del Prato. Dopo essere passati in svantaggio allo scadere del primo tempo, gli azzurrostellati hanno ottenuto il pareggio con una rete del nigeriano Ibekwe che ha insaccato un gol pesantissimo che vale oro per la classifica ma soprattutto per il morale.

23.9.06

Paganese a Prato con il dubbio Ibekwe-Rega.


Riportiamo di seguito l'articolo apparso su Il Mattino a firma Raffaele Consiglio alla vigilia di Prato-Paganese (nella foto l'attaccante azzurrostellato Corallo): A Prato per tornare a far punti: questo l'intento della Paganese. Le due ultime sconfitte consecutive, rispettivamente contro Castelnuovo Garfagnana in esterno e Carrarese in casa, hanno fatto aumentare la tensione. Mister Palumbo proprio per questo sta cercando di tenere i toni bassi e far ritrovare la giusta verve alla sua squadra. Squadra che questa settimana, per allenarsi, ha girovagato sui campi del centro sportivo Agrese e su quello di Montoro Inferiore. Stamani allenamento di rifinitura allo stadio «Gallucci» di Solofra, poi subito partenza per Prato dove domani alle ore 15 gli azzurrostellati saranno impegnati per la quarta giornata del campionato di C2 girone B. Il trainer di Venosa sta studiando le giuste alternative visto che non potrà disporre del capitano De Sanzo e dell'attaccante Corallo. Se per quel che concerne la sostituzione del difensore è già tutto deciso con l'innesto in qualità di centrale di Esposito resta ancora tutto in alto mare circa la sostituzione di Corallo. Due le alternative per Palumbo che potrebbe optare per l'innesto del giovane Rega dal primo minuto o magari dare spazio al nigeriano Ibekwe. La scelta avverrà solo nell'immediatezza della gara anche se al momento il favorito è proprio l'ex calciatore del Pomigliano, Rega. Sarà della gara anche il bomber Fummo. La botta che lo ha costretto a lasciare il campo anzi tempo contro la Carrarese è risultata essere meno grave del previsto. Il Prato in queste prime giornate ha ottenuto tre pareggi. Anche per i toscani non è un momento propizio visto i proclami di inizio stagione. Prato e Paganese vengono da due momenti non certo positivi ed anche per questo è lecito attendersi una partita aperta a qualsiasi risultato. Sul fronte tifosi saranno almeno 200 coloro che raggiungeranno la Toscana. L’arbitro sarà Giardina di Palermo.

Vigilia di Prato-Paganese: intervista a Serrapica su La Nazione di Prato.


Nella foto l'intervista al paganese Serrapica apparsa su La Nazione di Prato.

22.9.06

A Prato la Paganese tenta il riscatto senza Di Sanzo e Corallo

Di seguito l'articolo a firma Raffaele Consiglio, apparso su Il Mattino edizione di Salerno: Settimana delicata per la Paganese che dopo le due ultime sconfitte consecutive deve invertire la rotta. Si dovrà ritornare a far punti già da domenica prossima. Il presidente Raffaele Trapani al termine del match contro la Carrarese è apparso piuttosto amareggiato dagli ultimi risultati. Eppure si era cominciato alla grande con una prova maiuscola al debutto contro la Viterbese. Qualcosa bisogna limare per invertire la rotta e cercare di centrare al più presto il primo obiettivo ovvero quella della salvezza. Paganese-Carrarese non è stata una semplice sconfitta ma ha lasciato strascichi che potrebbero pesare già dalla prossima gara. Mister Palumbo dovrà infatti rinunciare al capitano De Sanzo che, dopo il rosso rimediato negli ultimi 90 minuti, è stato appiedato dal giudice sportivo per ben due turni. Squalifica che è scattata anche per l'attaccante Corallo (1 giornata) per atteggiamento irriguardoso verso l'arbitro a fine gara e per il direttore generale Cosimo D'Eboli (2 giornate) per comportamento offensivo verso l'arbitro a fine gara. Intanto la squadra ieri ha sostenuto una doppia seduta di allenamento al centro sportivo Agrese mentre questo pomeriggio l'intera troupe si allenerà a Montoro Inferiore. Evidentemente Palumbo vuole tenere la squadra lontana da distrazioni e cercare di far ritrovare la giusta tranquillità ai suoi uomini. Per la trasferta di Prato rientrerà il difensore Esposito che, scontato il turno di squalifica, dovrebbe essere il sostituto naturale di De Sanzo. Preoccupazioni arrivano invece dal reparto offensivo. Senza Corallo squalificato e con Scarpa disponibile solo ad inizio dicembre, bisognerà vagliare le condizioni del bomber Fummo. Se non dovesse quest'ultimo recuperare Palumbo si troverebbe in serie difficoltà visto che al momento può contare solo sul nigeriano Ibekwe.

Una buona notizia in arrivo da Prato.


Ho scaricato la pagina dello sport della Nazione edizione di Prato e ho scoperto che i nostri prossimi avversari hanno perso il forte difensore centrale Panizzolo, infortunatosi in allenamento. Una buona notizia...anche se a noi mancherà Corallo. Nella foto l'articolo in questione.

Prato-Paganese: il cammino in campionato.


Nella foto vedete il rispettivo cammino in campionato di Prato e Paganese, prossime avversarie nella terza giornata.

Prato-Paganese: presentazione della squadra avversaria.






Domenica 24 settembre è in programma la quarta giornata di campionato. La Paganese sarà impegnata in trasferta sull'ostico campo del Prato. La seconda trasferta consecutiva in Toscana speriamo che sia più profiqua della prima quando gli azzurrostellati vennero sconfitti per 3 a1 sul terreno del Castelnuovo Garfagnana. Il Prato non è messo meglio di noi, naviga anch'esso nelle cattive acque del fondo classifica con i nostri stessi punti: 3. Nelle foto vedete due foto dello stadio di Prato, il gagliardetto della squadra, una bandiera degli Ultras Prato e gli stessi tifosi che riempiono la curva che li ospita domenicalmente.

21.9.06

La mazzata del giudice sportivo.

Arriva come una mannaia feroce la decisione del giudice sportivo di squalificare per due turni il difensore Fabio De Sanzo espulso domenica nella gara interna contro la Carrarese. E come se non bastasse ecco la squalifica per un turno dell'attaccante Alessandro Corallo e di due turni per il dirigente Cosimo D'Eboli. Ingiustizia è fatta.

19.9.06

Intervista al mister Pino Palumbo.


La sconfitta, la seconda consecutiva in casa paganese, è motivo di riflessione. La squadra vista all'opera contro la modesta Carrarese è sembrata sottotono e negli ultimi sedici metri ha sbagliato più del lecito. Dopo il buon inizio con la vittoria larga e convincente contro la Viterbese sono arrivati due stop di fila che hanno smorzato un po' gli entusiasmi. Non bisogna far drammi. Siamo solo all'inizio di un torneo lungo e che prima o poi farà venir fuori i reali valori delle squadre. Di certo però bisogna mettere un freno a questo momento negativo e cercare di concentrare le forze già da domenica prossima contro il Prato per tornare a far punti. Mister Palumbo non si scompone più di tanto anche perché è convinto della bontà della sua squadra. «La partita contro la Carrarese domenica l'anno vista tutti. Nel primo tempo siamo andati vicino al gol in diverse circostanze ma anche nella ripresa siamo stati propositivi. Basta pensare che loro il primo tiro in porta lo hanno prodotto al primo minuto del secondo tempo. Siamo stati ingenui in alcuni frangenti e poi come spesso accade nel calcio si subisce una severa punizione. Bisogna maturare perché quelle partite se non si possono vincere dobbiamo essere bravi a non perderle. Capisco anche l'impeto dei ragazzi che vogliono sempre ottenere il massimo ma a volte bisogna pure accontentarsi». Quanto ha influito il catenaccio di Orrico. «Tanto. Loro hanno pensato fin dall'inizio di non prenderle e poi sono stati anche fortunati in occasione del gol. Noi avevamo perso un calciatore e ci stavamo un attimino riorganizzando». La squadra è sembrata troppo nervosa si sa dare una spiegazione?. «Ripeto il nostro nervosismo credo sia dovuto al fatto che siamo consci dei nostri mezzi e vogliamo arrivare sempre alla vittoria. Di certo però dobbiamo evitare di cadere nelle trappole degli avversari che per cercare di reggere il confronto tecnico la mettono sulla tensione. De Sanzo è stato un tantino ingenuo a protestare a quel momento della gara. Però si sa quando si è in campo ci sono tanti fattori che ti fanno salire l'adrenalina al massimo». Come conta di uscire da questo momento delicato? «La miglior medicina è fare punti già da domenica prossima a Prato». Intanto da questo pomeriggio la squadra ha ripreso gli allenamenti in vista della trasferta di domenica in Toscana. Palumbo dovrà confrontarsi con la squalifica che incombe sulla testa del difensore centrale De Sanzo. Per il capitano si prevedono almeno due turni di stop anche se in casa paganese si spera nella clemenza del giudice sportivo. Ritornerà però a disposizione il difensore Esposito che dovrebbe proprio sostitutuire De Sanzo.

Paganese-Carrarese: la rassegna stampa del giorno dopo.



A due giorni dalla batosta interna contro la Carrarese pubblichiamo la pagina apparsa su Il Mattino (con l'intervista a mister Palumbo) e la pagina del quotidiano La Nazione edizione di Carrara.

18.9.06

Paganese-Carrarese: le pagine tratte da La Nazione di Carrara e la cronaca dal sito della Carrarese.



Nelle foto le due pagine tratte dall'edizione carrarese del quotidiano La Nazione. Di seguito riportiamo la cronaca della partita così come riportata sul sito ufficiale della Carrarese Calcio: Da grande squadra. Da squadra con personalità, carattere, lucidità tattica. La Carrarese ha vinto in terra campana la sua prima partita di campionato, dopo un pareggio (a Bellaria) e la sconfitta casalinga di sette giorni fa lamentata dal Poggibonsi. Ha colpito duro al momento giusto, quando correva il 34'. Palla battuta dall'angolo con parabola docile, elevazione perfetta di Mordagà e infilata di testa alle spalle del portiere campano. Tre punti d'oro per risolvere un momento difficile, complicato dall'insuccesso casalingo della domenica precedente. La Carrarese ha giocato come si deve fare in trasferta. Accorgimenti tattici ben definiti, marcature intelligenti, elastiche, contenimento dell'avversario che ha spinto, ha cercato di far partita, le ha provate tutte, ma è stato contrato puntualmente ogni volta che si rendeva più pericoloso del normale. E così la Carrarese ha gestito bene il primo tempo, pur lasciandolo alla Paganese sotto il profilo della superiorità territoriale, e poi ha giocato le proprie carte approfittando anche di azzeccate sostituzioni operate da Orrico nella ripresa, la più importante delle quali ha coinciso con l'ingresso di Mordagà al posto di Giraldi quando bisognava accentuare la pericolosità penetrativa e provare a piazzare il classico colpo del cartoccio. Pensato, programmato, e fatto. La Carrarese si è svincolata dalla morsa dei campani, ha messo in partita la personalità dei suoi uomini di maggior carisma e si è impossessata tatticamente del finale per pilotare la gara dove voleva, cioè ad artigliare il prezioso successo. Non è stata impresa facile, ovviamente. Anche perchè la Paganese, reduce dalla secca sconfitta di Castelnuovo Garfagnana, aveva pur vinto con perentorietà il suo primo impegno casalingo del torneo, alla prima giornata, quando aveva rifilato tre gol alla Viterbese. Negli intenti dei campani c'era la feroce volontà di riscattarsi. Ed il pubblico non ha lesinato incitamenti e spinta passionale. Ma la Carrarese di giornata era squadra caratterialmente solida, temprata, motivatissima.
Una Carrarese che Orrico ha disegnato con acume tattico notevoile, impostandola perfettamente in difesa con i centrocampisti ed i laterali a mantenere gli equilibri, ad attutire la spinta avversaria, a cercare ripartenze sempre efficaci. Non a caso, a fine gara, il tecnico apuano si è risentito quando qualcuno ha accennato la parola fortuna a spiegazione della vittoria azzurra. In effetti la Carrarese ha saputo artigliare quello che è stato giustamente e meritatamente suo. Perchè se la Paganese ha avuto le sue occasioni, è altrettanto vero che pure la Carrarese non è mancata su questo piano (Mordagà, alla fine, ha avuto il pallone del 2-0 e lo ha sprecato...) costruendo a sua volta le sue brave opportunità facendole coincidere con tiri in porta che hanno avuto il solo torto di peccare di precisione. Dalla Campania, insomma, torna una Carrarese decisa a riproporsi nel gioco dell'alta classifica. Anche se il mister invita tutti a star calmi.

Formazioni a confronto.


Nella foto vedete le tre formazioni scese in campo nei primi tre impegni di campionato.

PAGANESE-CARRARESE: RASSEGNA STAMPA E CRONACA.



Nelle foto, nell'ordine, vedete l'articolo apparso su Il Corriere dello Sport e su Il Mattino di cui riportiamo di seguito il testo integrale dell'articolo a firma di Raffaele Consiglio: Troppo brutta per essere vera la Paganese vista all'opera contro la Carrarese. L'undici allenato da Pino Palumbo non è riuscito a cancellare l'opaca prestazione offerta sette giorni fa a Castelnuovo Garfagnana ed alla fine è stato costretto a cedere l'intera posta in palio ad una Carrarese apparsa davvero poco cosa. Lo si è capito al 37’ del primo tempo che non era giornata, allorquando l'attaccante Fummo toccato duro ha dovuto lasciare il campo al nigeriano Ibekwe. Da quel momento in poi la Paganese è pian piano scomparsa dal rettangolo verde e poi quando l'arbitro ci ha messo del suo, mandando anzi tempo sotto la doccia il capitano De Sanzo, le cose si sono irreparabilmente complicate. La cronaca della gara vede i padroni di casa partire di gran carriera. All'8’Risi entra in area e calcia ad incrociare con la palla che esce di poco. Al 12’ Fummo fa velo in area per Corallo che di prima intenzione calcia con un difensore che salva con il corpo. 17’ punizione di Corallo, la palla fa la barba al palo con Pardini battuto. 38’ Ibekwe, che un minuto prima aveva preso il posto del bomber Fummo, prova a sorprendere Pardini da fuori ma il suo tiro non inquadra la porta. 43’ Corallo si guadagna un punizione a limite dell'area. La sua conclusione però risulta imprecisa. Nella ripresa al 1’Giannusa su calcio piazzato si vede deviare il pallone da un difensore in angolo. Un minuto dopo risponde la Paganese con Guarro il suo cross a giro in area non viene deviato da Corallo e termina di poco fuori. 17’angolo di Rega in area per De Sanzo che di testa manda la palla di poco fuori. Rega, pochi istanti dopo, servito in area da Ibekwe fallisce da pochi passi la conclusione vincente. 19’ angolo di Rega per Corallo che va più in alto di tutti in area di testa, la sfera però non gonfia la rete. 23’ Ibekwe in area va a colpo sicuro ma si oppone Pardini e salva il risultato. 28’ Rega si incarica della battuta di un calcio di punizione, servizio in area per Ibekwe che a porta vuota non riesce a trovare l'impatto vincente con la sfera. Dopo aver fallito l'impossibile al 32’ la Carrarese trova il gol del vantaggio con Mordagà che di testa sfrutta alla perfezione un calcio d'angolo. Il gol tramortisce la Paganese che tenta una timida reazione ma la difesa dei toscani ha sempre la meglio. La Carrarese gioca di rimessa ed al 41’ Mordagà tenta il bis con un tiro a giro che termina alto sulla traversa. Le velleità dei padroni di casa si spengono al 44’ con Vicedomini che intercetta un rinvio errato della Carrarese e tenta la conclusione ma la spera termina abbondantemente alta sulla traversa. Al triplice fischio di un incerto Paparazzo di Catanzaro sportivamente il pubblico di casa applaude gli avversari.

17.9.06

TERZA GIORNATA: PAGANESE-CARRARESE 0-1. IL MARCELLO TORRE ESPUGNATO.


Amara sconfitta interna degli azzurrostellati davanti al pubblico amico del Marcello Torre contro la Carrarese di Corrado Orrico. Al momento in cui scriviamo non siamo ancora in grado di giudicare la partita degli uomini di mister Palumbo, pertanto non possiamo esprimere giudizi nè paventare critiche. L'unica cosa che sappiamo (e che può rappresentare un'attenuante) è l'espulsione di capitan Fabio De Sanzo, giunta pochi minuti prima del gol ospite. In ogni caso questa sconfitta arriva totalmente inaspettata dopo il precedente scivolone di Castelnuovo Garfagnana. Domani torneremo sulla partita con immagini, cronache e rassegna stampa.

15.9.06

ULTIMORA: LA CARRARESE SMENTISCE LO SPONSOR MACABRO.


Pronta smentita sul sito ufficiale della Carrarese Calcio (vedi foto) alle voci che di una presunta sponsorizzazione della squadra toscana da parte di una ditta di pompe funebri. Sul sito si legge infatti questa nota." LA CARRARESE CALCIO S.r.l. INTENDE STIGMATIZZARE IL COMPORTAMENTO DI CHI, ALLO SCOPO DI FARSI PUBBLICITA’ GRATUITA, SI INVENTA POSSIBILITA’ DI SPONSORIZZAZIONI INFORMANDONE ANTICIPATAMENTE LA STAMPA SENZA AVERE AVUTO NESSUN CONTATTO CON LA SOCIETA’. LA CARARRESE CALCIO E’ ESTRANEA AD INIZIATIVE CHE NON PRESENTANO UNA PUR MINIMA PARVENZA DI SERIETA’

PAGANESE-CARRARESE: GLI OSPITI ARRIVERANNO ALLO STADIO A BORDO DI UN CARRO FUNEBRE?


Su TuttoSport di oggi un pezzo dedicato al match di domenica prossima tra Paganese e Carrarese. In particolare si parla dell'imminente nuovo sponsor dei toscani che con tutta probabilità si tratta di un'agenzia di pompe funebri.

LA VIGILIA DI PAGANESE-CARRARESE.



Domenica alle 15 la Paganese sarà impegnato sul terreno amico del Marcello Torre nella terza giornata di campionato contro la squadra toscana della Carrarese, allenata da Corrado Orrico, mister dai trascorsi gloriosi in serie A. La squadra della città del marmo è fanalino di coda in classifica con un punto. Nelle foto lo stemma e la formazione della Carrarese.

14.9.06

PAGANESE-POTENZA. RASSEGNA STAMPA E CRONACA.





Nelle foto vedete i tifosi della Paganese durante la partita di mercoledì , l'articolo apparso su Il Roma, quello apparso sul Corriere dello Sport e la pagina tratta da Il Mattino ed. Salerno di cui riportiamo di seguito il testo integrale dell'articolo a firma di Raffaele Consiglio: Davanti a circa duemila spettatori la Paganese riesce nell'intento di superare il primo turno della coppa Italia di C. Ha avuto la meglio la voglia di riscatto dei padroni di casa che hanno lasciato davvero poco ai loro avversari che ad un tratto della gara hanno cercato addirittura di limitare i danni. Palumbo, tecnico della Paganese, mischia le carte e manda in campo diverse seconde linee. Si adegua anche Delli Santi che cerca di risparmiare le forze di quei calciatori che fino a questo momento hanno giocato di più. Al 7’ Fummo ha la prima palla gol della serata ma Signorile gli chiude lo specchio e salva in angolo. Risponde il Potenza con Nolè che da fuori chiama Cilumbriello alla deviazione di pugni in angolo. Due minuti dopo ancora Fummo s'invola verso la porta del Potenza ma si allunga la sfera e Signorile in uscita salva di piede. Al 22’ però l'attaccante non sbaglia. Mette a sedere con una serpentina Signorile e deposita la palla in rete. Al 36’ arriva il raddoppio con Rega che di sinistro di precisione batte per la seconda volta l'estremo difensore ospite. Nella ripresa cala il ritmo e la Paganese gestisce il risultato. Tuttavia non mancano le emozioni ed i gol. Al 4’ Fummo realizza la sua personale doppietta. Da applausi la sua azione personale che lascia sul posto l'intero pacchetto difensivo ospite. Il Potenza è frastornato e non riesce ad impensierire la difesa di casa. Al 14’ Rega becca il secondo giallo e lascia la Paganese in dieci. Nemmeno la superiorità numerica avvantaggia gli ospiti che addirittura rischiano di subire più volte la quarta marcatura. Intanto domenica ritorna il campionato e la Paganese ospiterà al "Torre" la Carrarese che in settimana ha trovato anche uno sponsor singolare. Si tratta della ditta di pompe funebri "San Ceccardo". I vertici dell'azienda hanno messo a disposizione della squadra gialloblu uno jet che di solito viene utilizzato per il trasporto di organi da trapiantare e che domenica invece trasporterà i calciatori da Carrara a Pagani. Già in passato la ditta "San Ceccardo" è stata vicino allo sport affiancando team ciclistici ed automobilisti nonché sponsorizzando incontri di pugilato. D'effetto la dichiarazione del massimo esponente dell'azienda in questione che si auspica che a Pagani domenica ci sia un carro mortuario che possa accompagnare i calciatori della Carrarese allo stadio per esorcizzare la mala sorte. E poi si dice che è al Sud che regna la scaramanzia.

IL NUOVO BOMBER AZZURROSTELLATO: TANTO FUMMO E TANTO ARROSTO.



Permetteteci il gioco di parole del titolo. Marco Fummo è diventato nel giro di qualche partita il nuovo idolo della tifoseria azzurrostellata. In gol già due volte in campionato e altrettante volte in Coppa Italia, il numero sette paganese è destinato a lottare per il titolo di capocannoniere del girone B della C2. Sentite quello che dicono gli amici del sito della Paganese nella rubrica "il pagellone del tifoso": Devastante. Rivedendo i gol viene in mente solo una canzone dedicata a Maradona. Ma lo avete visto ?? Combatte su ogni pallone non stancandosi mai di correre, fa due gol al portiere dribblandolo per altrettante volte. Che dire, un misto di corsa e tecnica…in una parola, MARADONETA. Nelle foto vedete Fummo con la maglie di due delle squadre dove ha giocato prima di approdare a Pagani: quella del Verona e quella del Como.

COPPA ITALIA DI C: PAGANESE-POTENZA 3-0 . SUPERATO IL TURNO. RETI DI FUMMO (DOPPIETTA) E REGA




Grande prova di forza della Paganese in Coppa Italia che scaccia gli incubi di Castelnuovo. Gli uomini di Pino Palumbo hanno divorato il Potenza con un perentorio 3-0. Gli azzurrostellati accedono così al turmo successivo della competizione. Nelle foto gli autori dei gol : Fummo, che ha segnato una doppietta, e Rega. poi espulso.